Fatti del giorno

Fatti del giorno

Fatti di cronaca, costume e società. Ne parlano TG e giornali... discutiamone insieme.

granel1 26/08/2008 ore 17.49.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD


Scuola, la Gelmini nella bufera

25-08-2008

di Roberto Brunelli / Roma

Povera Mariastella. L’unico a darle ragione è Italo Bocchino, l’uomo di An, presidente vicario di Pdl alla Camera. Una dichiarazione, la sua, dall’aspro sapore littorio: «Bisogna dare atto al ministro di aver aver impostato con chiarezza il suo lavoro al ministero dell’istruzione». Pausa. «L’uso del grembiule, l’obbligo di alzarsi in piedi all’arrivo dell’insegnante, il ritorno della valutazione della condotta, servono a reimpostare quei concetti sani di disciplina e autorità che, smantellati dalla cultura di sinistra proveniente dal ‘68, hanno impoverito la scuola italiana». Chiarissimo. Ma a parte Bocchino, il resto d’Italia contesta esterrefatta le ultime esternazioni della giovane ministra: «La scuola deve alzare la propria qualità abbassata dal Sud - aveva dichiarato ieri l’altro in quel di Cortina - pertanto in Sicilia, Puglia, Calabria e Basilicata organizzeremo corsi intensivi per insegnanti». Questione di consecutio: se dici che la scuola del sud fa schifo, e subito dopo aggiungi che farai dei corsi per i docenti del sud, il risultato è che hai detto che la scuola del sud fa schifo per colpa dei professori del sud. Per la verità, non si è limitata a questo, la Mariastella: non solo ci ritroveremo il voto di condotta, ma sarà un sonante «5», perché - spiega lei - «è con quello che si viene bocciati...».
Ora la ministra parla di «malafede» dei giornalisti (curioso, visto che agenzie di stampa e giornali riportano le stesse parole), smentisce con determinazione, assicura che ha sempre pensato «che esistono bravi professori sia al Nord che al Sud», ribadisce che esiste un problema strutturale nel meridione: ma oramai la frittata è fatta. L’accusa è grave e viene da praticamente tutto l’arco costituzionale (a parte la Lega che, significativamente, tace): razzismo. «Razzismo vero e proprio», dice la responsabile alle politiche giovanili del Pd, Pina Picierno, che considera quelle del ministro «parole offensive e gratuite, inappropriate», quando il vero problema della scuola e dell’univeristà sono «i tagli sconsiderati». È durissimo anche il deputato del Pd ed economista Francesco Boccia: «Il corso di formazione dovrebbe seguirlo un ministro che dimostra un’imbarazzante ignoranza sui principi costituzionali più elementari. È la prima volta nella storia della Repubblica che un ministro arriva a definire le differenze di preparazione culturale in relazione alla regione di provenienza. L’Italia ha, per sua fortuna, una classe di docenti che, nonostante l’assenza dello Stato e le scarse risorse, assicura un servizio indispensabile ai bambini e ai ragazzi italiani. Certo - conclude il deputato del Pd - ho conosciuto anche tanti pirla nelle scuole del Nord, ma non per questo ho mai pensato che al Nord fossero tutti così».
Piovono pietre, insomma, e nessuno prende sul serio la smentita di della Gelmini. Oltre alla Rete degli Studenti («dichiarazioni imbarazzanti e irricevibili, si occupasse invece di finanziare la scuola adeguatamente»), al segretario generale Cgil Scuola Enrico Panini («il suo è un approccio di chiaro stampo leghista») e al portavoce dell’Idv Leoluca Orlando («un pensiero rozzo e falso che offende milioni di persone»), c’è una sequenza di attacchi da alcuni alleati di destra: pure il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo parla di razzismo, mentre il portavoce dei giovani della Destra dice che la Gelmini «forse non si rende conto della portata descriminatoria della sua affermazione». Imbarazzati i tentativi di difesa dei peones di Forza Italia: nessuno osa entrare nel merito della questione. Francesco Pasquali, coordinatore dei «Giovani per la Libertà», si limita a dire che «l’Italia finalmente si lascia alle spalle un pachiderma burocratico».
È preoccupata invece Maria Pia Garavaglia, ministro-ombra del Pd per l’Istruzione: «Le dichiarazioni che il ministro si è affrettata a ritrattare con la formula di rito che si usa quando ci si accorge di averla fatta grossa rivela le intenzioni reali di questo governo». Eccole: grembiule, ordine, disciplina, tagli. Una bella scuola davvero.

RAZZISTA :caccavallo




7789718
Scuola, la Gelmini nella bufera 25-08-2008 di Roberto Brunelli / Roma Povera Mariastella. L’unico a darle ragione è Italo...
Discussione
26/08/2008 17.49.49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
pantagruelico pantagruelico 26/08/2008 ore 18.04.20
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

ha ragione

lucio6900 lucio6900 26/08/2008 ore 18.13.59
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

A pantagruelico che il 26/08/2008 18.04.20 ha scritto:
ha ragione


Rispondo: quoto
granel1 granel1 26/08/2008 ore 19.09.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

A pantagruelico che il 26/08/2008 18.04.20 ha scritto:
ha ragione :caccavallo


Rispondo:
granel1 granel1 26/08/2008 ore 19.11.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

A lucio6900 che il 26/08/2008 18.13.59 ha scritto:
A pantagruelico che il 26/08/2008 18.04.20 ha scritto:
ha ragione


Rispondo: quoto :caccavallo

Rispondo:
SCORPYO86 SCORPYO86 26/08/2008 ore 19.31.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

A pantagruelico che il 26/08/2008 18.04.20 ha scritto:
ha ragione


Rispondo: è vero...

bep76 bep76 26/08/2008 ore 19.46.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

non voglio difendere la Gelmini bresciana come me..pero' ho dei ricordi scolastici che mi confermano lo scarso grado di preparazione di alcuni prof..e non erano settentrionali..sara' un caso......
lucio6900 lucio6900 26/08/2008 ore 20.23.29
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

:caccavallo A granel1 che il 26/08/2008 19.11.38 ha scritto:
A lucio6900 che il 26/08/2008 18.13.59 ha scritto:
A pantagruelico che il 26/08/2008 18.04.20 ha scritto:
ha ragione


Rispondo: quoto :caccavallo

Rispondo: :caccavallo :caccavallo

Rispondo:
buenaventura buenaventura 26/08/2008 ore 20.23.40
segnala

FuriosoRE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

MA PERCHE' STO PRETE DEL CAVOLO, CHE HA L'ANIMA NERA COME LA TONACA CHE INDOSSA NON PENSA AL PROCESSO DOVE PIU' DI CINQUANTA PERSONE LO ACCUSANO DI PEDOFILIA?
lucio6900 lucio6900 26/08/2008 ore 20.26.55
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

A buenaventura che il 26/08/2008 20.23.40 ha scritto:
MA PERCHE' STO PRETE DEL CAVOLO, CHE HA L'ANIMA NERA COME LA TONACA CHE INDOSSA NON PENSA AL PROCESSO DOVE PIU' DI CINQUANTA PERSONE LO ACCUSANO DI PEDOFILIA?

Rispondo: MARIASTELLA GELMINI NON DON GELMINI
Nozomi Nozomi 26/08/2008 ore 20.27.41
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD


bhe effettivamente ricordo la professoressa di italiano delle medie: GLI ASSENTI ALZINO LA MANO...

però dai ci saranno anche bravi insegnanti, non tutti saranno cattivi ^^
bidonato bidonato 26/08/2008 ore 20.36.46
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

Io sono favorevole all'uso del grembiule,all'obbligo di alzarsi in piedi all'arrivo dell'insegnate,sane bacchettate sul palmo delle mani..specie ai bambini di adesso che ti sputano addosso..o to dicono " sta zitta brutta puttana" A marzo una mia conoscente,insegnate,delle scuole medie,è stata ricoverata al pronto soccorso in seguito alle percorse subite da un ragazzino di seconda al quale aveva sequestrato una pistola ad acqua con la quale il "simpatico monello" bagnava tutti i compagni.Costui le si è scagliato contro riempiendola di calci e pugni in tutto il corpo..Quanti sono gli episodi come questo nelle scuole italiane?A decine,ma chiaramente non vengono minimamente citati.Quanti sono gli adulti (insegnanti,bidelli assistenti) che quotidianamente subiscono vessazioni e (ovviamente) non reagiscono per non far male a questi angelici bimbi?
nullval nullval 26/08/2008 ore 20.45.03
segnala

(Nessuno)RE: GELMINI - RAZZISTE LE SUE PAROLE SUL SUD

A granel1 che il 26/08/2008 17.49.49 ha scritto:

Scuola, la Gelmini nella bufera

25-08-2008

di Roberto Brunelli / Roma

Povera Mariastella. L’unico a darle ragione è Italo Bocchino, l’uomo di An, presidente vicario di Pdl alla Camera. Una dichiarazione, la sua, dall’aspro sapore littorio: «Bisogna dare atto al ministro di aver aver impostato con chiarezza il suo lavoro al ministero dell’istruzione». Pausa. «L’uso del grembiule, l’obbligo di alzarsi in piedi all’arrivo dell’insegnante, il ritorno della valutazione della condotta, servono a reimpostare quei concetti sani di disciplina e autorità che, smantellati dalla cultura di sinistra proveniente dal ‘68, hanno impoverito la scuola italiana». Chiarissimo. Ma a parte Bocchino, il resto d’Italia contesta esterrefatta le ultime esternazioni della giovane ministra: «La scuola deve alzare la propria qualità abbassata dal Sud - aveva dichiarato ieri l’altro in quel di Cortina - pertanto in Sicilia, Puglia, Calabria e Basilicata organizzeremo corsi intensivi per insegnanti». Questione di consecutio: se dici che la scuola del sud fa schifo, e subito dopo aggiungi che farai dei corsi per i docenti del sud, il risultato è che hai detto che la scuola del sud fa schifo per colpa dei professori del sud. Per la verità, non si è limitata a questo, la Mariastella: non solo ci ritroveremo il voto di condotta, ma sarà un sonante «5», perché - spiega lei - «è con quello che si viene bocciati...».
Ora la ministra parla di «malafede» dei giornalisti (curioso, visto che agenzie di stampa e giornali riportano le stesse parole), smentisce con determinazione, assicura che ha sempre pensato «che esistono bravi professori sia al Nord che al Sud», ribadisce che esiste un problema strutturale nel meridione: ma oramai la frittata è fatta. L’accusa è grave e viene da praticamente tutto l’arco costituzionale (a parte la Lega che, significativamente, tace): razzismo. «Razzismo vero e proprio», dice la responsabile alle politiche giovanili del Pd, Pina Picierno, che considera quelle del ministro «parole offensive e gratuite, inappropriate», quando il vero problema della scuola e dell’univeristà sono «i tagli sconsiderati». È durissimo anche il deputato del Pd ed economista Francesco Boccia: «Il corso di formazione dovrebbe seguirlo un ministro che dimostra un’imbarazzante ignoranza sui principi costituzionali più elementari. È la prima volta nella storia della Repubblica che un ministro arriva a definire le differenze di preparazione culturale in relazione alla regione di provenienza. L’Italia ha, per sua fortuna, una classe di docenti che, nonostante l’assenza dello Stato e le scarse risorse, assicura un servizio indispensabile ai bambini e ai ragazzi italiani. Certo - conclude il deputato del Pd - ho conosciuto anche tanti pirla nelle scuole del Nord, ma non per questo ho mai pensato che al Nord fossero tutti così».
Piovono pietre, insomma, e nessuno prende sul serio la smentita di della Gelmini. Oltre alla Rete degli Studenti («dichiarazioni imbarazzanti e irricevibili, si occupasse invece di finanziare la scuola adeguatamente»), al segretario generale Cgil Scuola Enrico Panini («il suo è un approccio di chiaro stampo leghista») e al portavoce dell’Idv Leoluca Orlando («un pensiero rozzo e falso che offende milioni di persone»), c’è una sequenza di attacchi da alcuni alleati di destra: pure il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo parla di razzismo, mentre il portavoce dei giovani della Destra dice che la Gelmini «forse non si rende conto della portata descriminatoria della sua affermazione». Imbarazzati i tentativi di difesa dei peones di Forza Italia: nessuno osa entrare nel merito della questione. Francesco Pasquali, coordinatore dei «Giovani per la Libertà», si limita a dire che «l’Italia finalmente si lascia alle spalle un pachiderma burocratico».
È preoccupata invece Maria Pia Garavaglia, ministro-ombra del Pd per l’Istruzione: «Le dichiarazioni che il ministro si è affrettata a ritrattare con la formula di rito che si usa quando ci si accorge di averla fatta grossa rivela le intenzioni reali di questo governo». Eccole: grembiule, ordine, disciplina, tagli. Una bella scuola davvero.

RAZZISTA :caccavallo





Rispondo: ho scritto qualcosa l'altro giorno su questa brava madre di famiglia a cui è capitata la sventura di occupare un posto di ministro che dista qualche anno luce con le competenze specifiche di un ambiente fatto da persone che di cultura ne hanno da vendere... grazie al cielo i nostri laureati sono richiesti in tutto il mondo... e questo qualcosa vorrà dire... vanno anche nel paradiso della tecnologia, della medicina, e di tutte le altre discipline...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.