Fatti del giorno

Fatti del giorno

Fatti di cronaca, costume e società. Ne parlano TG e giornali... discutiamone insieme.

19m80 19m80 11/12/2008 ore 11.03.23
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE


ma cosa dovrebbe placare la pena di morte?

la rabbia di chi con un delitto non c'entra niente? diventa una mera questione economica dunque?

esiste un caso al mondo nel quale un familiare, un amico di una persona ammazzata, vedendo poi l'assassino uscire dopo anni si sia fatto giustizia da sè?

per placare la propria rabbia da cittadino serve necessariamente uccidere colui il quale ha ucciso? e cosa cambia tra chi uccide - e chi lucidamente uccide per mera ripicca o uno strambo senso di giustizia dopo?

non sarebbe meglio forse che si chieda certezza della pena, durezza della pena, lunghezza adeguata della pena, contribuzione limitata della pena da parte dei cittadini, con magari qualche forma di lavoro interno ad una struttura carceraria che porti il detenuto ad automantenere la propria carcerazione?

no.

o pena di morte o niente.

mah.
nebula87 nebula87 11/12/2008 ore 11.06.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A M40ALprov che il 11/12/2008 10.26.52 ha scritto:

Non solo approvo, ma penso che dovremmo fare una class action per danni morali ed economici contro D'Alema e gli altri "benpensanti" che hanno perso il loro tempo, pagato con i nostri soldi, per fare una crociata contro la pena di morte nel mondo.

Vero, diranno i soliti benpensanti, che dove è in vigore non si riduce tanto la criminalita'.. che vi sono degli sbagli e degli innocenti uccisi dallo Stato.. vero.. ma difronte a certi casi in cui la colpevolezza è sicura al 300%, e dove v'è colpa.. premeditazione e/o efferatezza.. vien da chiedersi x che a queste persone si debba concedere di vivere.. a nostre spese, mentre loro, a degli onesti cittadini che spesso manco conoscevano, hanno tolto ogni seconda chances..



BK

Rispondo: il fatto è che non si discute sul metodo italiano sbagliato, ma sulla pena di morte. son d'accordo sul fatto che quì in italia non ci sia un metodo punitivo giusto, ma non per questo dobbiamo riversare il nostro bisogno di giustizia su un sistema estremo come quello adottato in america. la pena di morte è amorale.
nebula87 nebula87 11/12/2008 ore 11.08.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A 19m80 che il 11/12/2008 11.03.23 ha scritto:

ma cosa dovrebbe placare la pena di morte?

la rabbia di chi con un delitto non c'entra niente? diventa una mera questione economica dunque?

esiste un caso al mondo nel quale un familiare, un amico di una persona ammazzata, vedendo poi l'assassino uscire dopo anni si sia fatto giustizia da sè?

per placare la propria rabbia da cittadino serve necessariamente uccidere colui il quale ha ucciso? e cosa cambia tra chi uccide - e chi lucidamente uccide per mera ripicca o uno strambo senso di giustizia dopo?

non sarebbe meglio forse che si chieda certezza della pena, durezza della pena, lunghezza adeguata della pena, contribuzione limitata della pena da parte dei cittadini, con magari qualche forma di lavoro interno ad una struttura carceraria che porti il detenuto ad automantenere la propria carcerazione?

no.

o pena di morte o niente.

mah.

Rispondo: esatto. son d'accordo.
19m80 19m80 11/12/2008 ore 11.18.03
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A nebula87 che il 11/12/2008 11.06.56 ha scritto:
A M40ALprov che il 11/12/2008 10.26.52 ha scritto:

Non solo approvo, ma penso che dovremmo fare una class action per danni morali ed economici contro D'Alema e gli altri "benpensanti" che hanno perso il loro tempo, pagato con i nostri soldi, per fare una crociata contro la pena di morte nel mondo.

Vero, diranno i soliti benpensanti, che dove è in vigore non si riduce tanto la criminalita'.. che vi sono degli sbagli e degli innocenti uccisi dallo Stato.. vero.. ma difronte a certi casi in cui la colpevolezza è sicura al 300%, e dove v'è colpa.. premeditazione e/o efferatezza.. vien da chiedersi x che a queste persone si debba concedere di vivere.. a nostre spese, mentre loro, a degli onesti cittadini che spesso manco conoscevano, hanno tolto ogni seconda chances..



BK

Rispondo: il fatto è che non si discute sul metodo italiano sbagliato, ma sulla pena di morte. son d'accordo sul fatto che quì in italia non ci sia un metodo punitivo giusto, ma non per questo dobbiamo riversare il nostro bisogno di giustizia su un sistema estremo come quello adottato in america. la pena di morte è amorale.

Rispondo: quoto.

solo a mio parere non è nemmeno una questione di amoralità o meno...è proprio non so come dire....ma mi pare che sia una questione vecchia, già dibattuta, sono stati scritti da menti eccelse enormi tomi, libri e trattati su una questione che arrivava ormai a noia già a loro e ad essere considerata quasi con sorpresa ancora una questione già cento, duecento, trecento anni fa...insomma, ma possibile che si debba sempre tornare indietro. ma quando ci evolveremo un pò?

basta con sta questione....cerchiamo - appunto - altre strade, altre modalità altri sistemi, altre situazioni, altri principi. ma minchia ma sempre alla clava si deve tornare?
M40ALprov M40ALprov 11/12/2008 ore 13.13.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE


19m80, allora, delle menti eccelse, dei tomi, delle balle e straballe pensate da altri, consentimelo, ma.. ME NE FREGO.

quello che dico ed insisto a dire, e qualcuno mi segue in questo mio modesto pensiero di uomo comune ( piu' o meno..) , è che :

- in un'Italia dove la pena, per qualsiasi delitto, è tutto meno che certa.

- in un'Italia dove chi commette un crimine ha piu' garanzie e diritti di chi lo subisce.

- in un'Italia dove spesso non sei tranquillo ad uscire la sera, e nemmeno di giorno, in cui bande italiane e straniere, di ragazzi, aggrediscono ed uccidono senza motivo, in cui delinquenti violenti accoppano e poi se la danno ..

- in un'Italia dove OGGI, le regole non sappiamo cosa siano e non vogliamo rispettarle, e con le regole.. nemmeno il rispetto per il prossimo, in mille piccole coglionate quotidiane.. ma anche in cosette molto piu' serie.

Beh, in queste condizioni, che non sono da guerra civile, ma che non sono neppure da viver tranquilli od in modo civile.. OGGI, in quest'Italia, io dico che la pena di morte per CERTI delitti, e per chi è reo .. se non confesso almeno.. colpevole al di sopra di ogni ragionevole dubbio, la morte è l'unica pena possibile; avete parlato di Erba.. un bambino ucciso.. che male aveva fatto ? avete parlato di Ahmetovic.. 4 ragazzi morti.. 4 ragazzi che non conosceranno la vita, non potranno piu' vivere, godere, riprodursi, sentir musica, amare...; avete parlato del piccolo Tommy, rapito per soldi ed ucciso per cattiveria.. che colpe aveva quel piccolo angelo ? avete parlato di chi ha massacrato 2 custodi.. non due paperoni, due esseri umani.. per rapina.. e per spregio... QUESTI CRIMINALI , QUESTI COLpEVOLI, VIVONO, BEVONO MANGIANO E MAGARI SCOpANO , E MAGARI RIDONO E GODONO QUALCOSA DELLA VITA.. le loro vittime NO.. e per le vittime che dovremmo metterli al muro, se vi serve uno che spari o che gli faccia l'iniezione letale.. fatemi un'email, vengo sicuramente !

Altrimenti ci troveremo con omicidi politici, tipo certi brigatisti, che dopo pochi anni sono fuori a far convegni.. , con delinquenti abituali ed incalliti liberi dopo un decennio di tornare a uccidere.. , con extracomunitari ubriaconi e/o violenti che, perchè la loro è una cultura "diversa", ci accoppano e poi vanno al bar a raccontarla.

personalmente vorrei sentire il parere di qualcuno che abbia perso un parente, un'amico, non credo che tutti siano della mia opinione.. ma alcuni son certo di si.

pena di morte come vendetta ? si, mi sta' bene, verso chi ha VOLUTO intenzionalmente uccidere o verso chi ha ucciso per colpa grave, come guidare in stato di ebrezza o sotto l'effetto di stupefacenti.

Spero, prego che non capiti mai nulla che mi porti alla circostanza di dover agire per rappresaglia o per reazione d'autodifesa, perchè se dovesse capitare, se dovessero minacciare me o la mia famiglia , se dovessero aver ucciso qualcuno dei miei, e se mi trovassi nella circostanza e nella possibilita' di farli secchi, beh, oggi come oggi dico, che lo farei a testa alta, che sia a mani nude, con un'arma bianca, con qualsiasi oggetto mi capiti in quel momento, investendoli , facendoli saltare in'aria, avvelenandoli o cuocendoli con delle miccoonde, d'impulso o con ragionamento.. se lo Stato non mi garantisce di togliere dal mondo civile questa/e persona/e.. faccio da me.

Ripeto, spero non mi succeda, ma oggi la penso cosi'.

Chi non rispetta la vita altrui, non merita che la propria venga rispettata, siamo troppi in questo mondo, cerchiamo di preservare i buoni ed eliminare i cattivi.. e non ditemi che bisogna vedere se certa gente è cattiva.. con gli esempi che avete fatto.. se qualcuno ha dubbi, è da ricovero.

BK
aggiungimisufacebook aggiungimisufacebook 11/12/2008 ore 13.21.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

voi invocate la pena di morte come soluzione e come deterrente.cioè si vuole introdurla per punire e per scoraggiare dall'emulare certi reati.in realtà a questi fini non ha utilità.quindi il tutto si risolve in una maggiore crudeltà da parte dello stato,che diventa aguzzino,smentendo la sua funzione di tutelante dei diritti umani.
tanux tanux 11/12/2008 ore 13.21.51
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

vogliamo introdurre pure che chi ruba gli vengano tagliate le mani e la lapidazione per le prostitute :hoho
19m80 19m80 11/12/2008 ore 13.34.50
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A M40ALprov che il 11/12/2008 13.13.42 ha scritto:

19m80, allora, delle menti eccelse, dei tomi, delle balle e straballe pensate da altri, consentimelo, ma.. ME NE FREGO.

quello che dico ed insisto a dire, e qualcuno mi segue in questo mio modesto pensiero di uomo comune ( piu' o meno..) , è che :

- in un'Italia dove la pena, per qualsiasi delitto, è tutto meno che certa.

- in un'Italia dove chi commette un crimine ha piu' garanzie e diritti di chi lo subisce.

- in un'Italia dove spesso non sei tranquillo ad uscire la sera, e nemmeno di giorno, in cui bande italiane e straniere, di ragazzi, aggrediscono ed uccidono senza motivo, in cui delinquenti violenti accoppano e poi se la danno ..

- in un'Italia dove OGGI, le regole non sappiamo cosa siano e non vogliamo rispettarle, e con le regole.. nemmeno il rispetto per il prossimo, in mille piccole coglionate quotidiane.. ma anche in cosette molto piu' serie.

Beh, in queste condizioni, che non sono da guerra civile, ma che non sono neppure da viver tranquilli od in modo civile.. OGGI, in quest'Italia, io dico che la pena di morte per CERTI delitti, e per chi è reo .. se non confesso almeno.. colpevole al di sopra di ogni ragionevole dubbio, la morte è l'unica pena possibile; avete parlato di Erba.. un bambino ucciso.. che male aveva fatto ? avete parlato di Ahmetovic.. 4 ragazzi morti.. 4 ragazzi che non conosceranno la vita, non potranno piu' vivere, godere, riprodursi, sentir musica, amare...; avete parlato del piccolo Tommy, rapito per soldi ed ucciso per cattiveria.. che colpe aveva quel piccolo angelo ? avete parlato di chi ha massacrato 2 custodi.. non due paperoni, due esseri umani.. per rapina.. e per spregio... QUESTI CRIMINALI , QUESTI COLpEVOLI, VIVONO, BEVONO MANGIANO E MAGARI SCOpANO , E MAGARI RIDONO E GODONO QUALCOSA DELLA VITA.. le loro vittime NO.. e per le vittime che dovremmo metterli al muro, se vi serve uno che spari o che gli faccia l'iniezione letale.. fatemi un'email, vengo sicuramente !

Altrimenti ci troveremo con omicidi politici, tipo certi brigatisti, che dopo pochi anni sono fuori a far convegni.. , con delinquenti abituali ed incalliti liberi dopo un decennio di tornare a uccidere.. , con extracomunitari ubriaconi e/o violenti che, perchè la loro è una cultura "diversa", ci accoppano e poi vanno al bar a raccontarla.

personalmente vorrei sentire il parere di qualcuno che abbia perso un parente, un'amico, non credo che tutti siano della mia opinione.. ma alcuni son certo di si.

pena di morte come vendetta ? si, mi sta' bene, verso chi ha VOLUTO intenzionalmente uccidere o verso chi ha ucciso per colpa grave, come guidare in stato di ebrezza o sotto l'effetto di stupefacenti.

Spero, prego che non capiti mai nulla che mi porti alla circostanza di dover agire per rappresaglia o per reazione d'autodifesa, perchè se dovesse capitare, se dovessero minacciare me o la mia famiglia , se dovessero aver ucciso qualcuno dei miei, e se mi trovassi nella circostanza e nella possibilita' di farli secchi, beh, oggi come oggi dico, che lo farei a testa alta, che sia a mani nude, con un'arma bianca, con qualsiasi oggetto mi capiti in quel momento, investendoli , facendoli saltare in'aria, avvelenandoli o cuocendoli con delle miccoonde, d'impulso o con ragionamento.. se lo Stato non mi garantisce di togliere dal mondo civile questa/e persona/e.. faccio da me.

Ripeto, spero non mi succeda, ma oggi la penso cosi'.

Chi non rispetta la vita altrui, non merita che la propria venga rispettata, siamo troppi in questo mondo, cerchiamo di preservare i buoni ed eliminare i cattivi.. e non ditemi che bisogna vedere se certa gente è cattiva.. con gli esempi che avete fatto.. se qualcuno ha dubbi, è da ricovero.

BK

Rispondo: ma fai delle premesse che valgono anche all'inverso. perchè coi se, allora possiamo anche dire di mandarli nello spazio. non è che si può pensare che una giustizia non capace di punire si svegli poi e passi alla punizione massima per eccellenza.

il passaggio alla pena di morte non è mai stato successivo, ma regressivo. dove viene messa, la giustizia va indietro, perchè il controsenso sta nel fatto che lo stato condanni un uomo per un reato che gli farà. dunque non è di poco conto il fatto che se poi quest'uomo sia innocente, lo stato stesso dovrebbe essere ucciso. non è proprio di poco conto.

tolto che dici che non ti frega dei grandi pensatori...mah insomma, non so, ognuno è libero di dire quello che vuole, però siccome poi fai l'esempio del boia, di consiglio di leggere balzac su tale argomento.

vuoi un parente di una vittima? eccomi qua. mai chiesto vendetta. non esiste al mondo un caso di persona che si sia fatta giustizia da sè se non in ambienti di mafia o quando il delitto d'onore era consentito(ma li non parliamo di omicidio per omicidio...). non esiste casistica. non c'è. un motivo ci sarà anche o no? e certo che c'è. che l'essere umano ad un certo punto, pur se non perdona, non riesce a macchiarsi di un crimine che ha aborrito. soprattutto perchè la rabbia non è un sentimento che dura in eterno e dopo un pò viene da chiedersi a cosa giovi essere assassino di un assassino.

tolto che questi criminale, che si macchiano del delitto di bambini, farebbero volentieri a cambio piuttosto che stare anche solo due minuti in prigione con la pena di morte. infatti, la prima pena che viene loro data è l'isolamento - e tu mi dirai che invece dovrebbero lasciare che venga ucciso - ma vai a chiedere ai pedofili in prigione se preferiscono morire, o passare cinque sei anni in prigione fra i comuni...(tolto che sulla durata o le modalità di detenzione e i luoghi, io dissento fortissimamente ma è un altro paio di maniche)
Sunshine1988 Sunshine1988 11/12/2008 ore 13.36.20
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

La giustizia, almeno teoricamente, si dovrebbe porre al di sopra dei crimini dell'uomo, altrimenti non sarebbe più tale. Se si condanna a morte un uomo perchè, ad esempio, ha ucciso qualcuno, lo stato compirebbe lo stesso crimine per cui ha emesso la condanna. Mi spiego meglio: se un uomo commette un omicidio, allora viene condannato a prescindere dal fatto che l'ucciso sia stata una persona integerrima o un pazzo assassino; al limite potrà avere delle attenuanti nel secondo caso (vendetta personale,...), ma la condanna c'è. Lo stesso è per lo stato. Se venisse applicata la legge del taglione, la giustizia perderebbe legittimità, essendosi abbassata al livello dei condannati.
M40ALprov M40ALprov 11/12/2008 ore 13.38.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE


Balzac, Hugo, ed altri, non son qua oggi..

La penso a modo mio e continuo a pensare che per i casi indicati.. quindi senza il dubbio sulla colpevolezza.. farli secchi sia il meglio per tutti.

BK

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.