Fatti del giorno

Fatti del giorno

Fatti di cronaca, costume e società. Ne parlano TG e giornali... discutiamone insieme.

eleva eleva 12/12/2008 ore 00.15.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

invece è piu bella la nostra di legge vero? si..sarebbe bella se esistesse una legge. Secondo me la pensa di morte è da abolire solo perchè sono stati ammazzati troppi innocenti. Quale sarebbe secondo te la gousta pena per chi ammazza è?? Siamo tutti bravi a parlare, poi vorrei vedere se toccassero una persona a te cara se saresti tanto clemente.
nevias63 nevias63 12/12/2008 ore 01.40.28
segnala

PerplessoRE: PENA DI MORTE

A josser che il 11/12/2008 23.53.15 ha scritto:

19m80 ha scritto : ma cosa dovrebbe placare la pena di morte? Te lo dico io , serve a far sentire moralmente risarciti i famigliari che hanno perso qualcuno per la depravazione e la delinquenza di qualcuno che non ha nessun rispetto per la vita altrui , quindi la società non deve averne per quella del delinquente .

Ti dirò di più , se dipendesse da me , incatenerei il colpevole nudo ad una colonna , in un piazzale di qualche caserma , in piena riservatezza , senza clamori , come gesù nel film la passione di cristo e armerei la mano dei parenti della vittima con dei flagelli , come quelli del film , e poi la pena la deciderebbero loro , se gli basta vederlo massacrato ma vivo , oppure se lo vogliono fare a pezzi a frustate , l' importante è che escano da quel piazzale con la soddisfazione nel cuore di essersi fatti giustizia da soli , per una volta protetti dallo stato

Rispondo: Questa si ke è crudeltà......nn dobbiamo diventare assassini anke noi....forse la pena di morte è giustificata dal fatto ke poi non potrà più fare del male ad altre persone ????? se proprio non deve essere pena di morte l'alternativa potrebbe essere di metterli tutti insieme su un'isola, lontano dalla civiltà e farli vivere come primitivi.......ma no! forse è meglio la pena di morte decisa dallo stato, così noi nn ci sentiamo colpevoli di avere tolto la vita a delle bestie, ke a sua volta hanno tolto la vita a degli Angeli




josser josser 12/12/2008 ore 07.25.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

nevia , forse non hai letto bene o non capisci l' italiano , la pena nella mia teoria la deciderebbero i parenti della vittima , semplicemente , se gli scappa la mano nella foga del momento e lo uccidono , lo stato si gira dall altra parte e non ha visto niente , perchè come ripeto per chi non ha rispetto della vita altrui , lo stato ne deve avere ancora meno , anzi ora mi è venuto in mente che le immagini di questi supplizi si potrebbero trasmettere nelle sale cinema dei penitenziari , sai , della serie , PUNIRNE UNO PER EDUCARNE CENTO
marla100 marla100 12/12/2008 ore 09.42.25
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A josser che il 12/12/2008 7.25.01 ha scritto:
nevia , forse non hai letto bene o non capisci l' italiano , la pena nella mia teoria la deciderebbero i parenti della vittima , semplicemente , se gli scappa la mano nella foga del momento e lo uccidono , lo stato si gira dall altra parte e non ha visto niente , perchè come ripeto per chi non ha rispetto della vita altrui , lo stato ne deve avere ancora meno , anzi ora mi è venuto in mente che le immagini di questi supplizi si potrebbero trasmettere nelle sale cinema dei penitenziari , sai , della serie , PUNIRNE UNO PER EDUCARNE CENTO

Rispondo: JOSSER la penso ASSOLUTAMENTE come te !!!!

Freddy74 Freddy74 12/12/2008 ore 10.15.26
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE




Dal 1973 negli Usa sono stati rilasciati 128 prigionieri dopo che erano emerse nuove prove della loro innocenza. Alcuni di questi prigionieri sono arrivati a un passo dall'esecuzione dopo aver trascorso molti anni nel braccio della morte. In ognuno di questi casi sono emerse caratteristiche simili e ricorrenti: indagini poco accurate da parte della polizia, assistenza legale inadeguata, utilizzo di testimoni non affidabili e di prove o confessioni poco attendibili. Ma non solo. Negli Usa, purtroppo, sono diversi i casi di prigionieri messi a morte nonostante l'esistenza di molti dubbi sulla loro colpevolezza.

I sostenitori della pena di morte affermano che essa "risarcisce" i parenti della vittima in maniera più soddisfacente rispetto ad una condanna a vita.

Anche coloro i quali vengono condannati a morte ingiustamente hanno dei vincoli familiari, chi li risarcisce per la perdita assurda che hanno subito?

Con il carcere a vita i familiari della vittima ottengono comunque un certo grado di soddisfazione delle loro istanze, mentre per la controparte innocente non c'è più nulla da fare.

128 persone che sarebbero morte ingiustamente sono la principale propaganda contro la pena di morte. in nome di quale giustizia si può pensare d sacrificare un così gran numero di persone?

GLI oltranzisti della pena di morte non possono affermare che essa viene applicata solo quando vi è la sicurezza matematica che il condannato sia colpevole perchè in molti casi non è cosi e questo inficia i presupposti su cui essi si basano.
nevias63 nevias63 12/12/2008 ore 10.33.06
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A josser che il 12/12/2008 7.25.01 ha scritto:
nevia , forse non hai letto bene o non capisci l' italiano , la pena nella mia teoria la deciderebbero i parenti della vittima , semplicemente ,
se gli scappa la mano nella foga del momento e lo uccidono , lo stato si gira dall altra parte e non ha visto niente
, perchè come ripeto per chi non ha rispetto della vita altrui , lo stato ne deve avere ancora meno , anzi ora mi è venuto in mente che le immagini di questi supplizi si potrebbero trasmettere nelle sale cinema dei penitenziari , sai , della serie , PUNIRNE UNO PER EDUCARNE CENTO

Rispondo: Ti ho capito e ti dò ragione....forse ci siamo fraintesi...vorrei solo essere io a girarmi dall'altra parte mentre allo stato gli scappa la mano.....xò se fossi un parente della vittima è vero la penserei probabilmente come hai già scritto tu e cioè:

....se dipendesse da me , incatenerei il colpevole nudo ad una colonna , in un piazzale di qualche caserma , in piena riservatezza , senza clamori , come gesù nel film la passione di cristo e armerei la mano dei parenti della vittima con dei flagelli , come quelli del film , e poi la pena la deciderebbero loro , se gli basta vederlo massacrato ma vivo , oppure se lo vogliono fare a pezzi a frustate , l' importante è che escano da quel piazzale con la soddisfazione nel cuore di essersi fatti giustizia da soli, per una volta protetti dallo stato


:ok per una volta protetti dallo stato :-)........supergiusto






Liuu Liuu 12/12/2008 ore 14.03.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A Freddy74 che il 12/12/2008 10.15.26 ha scri


Dal 1973 negli Usa sono stati rilasciati 128 prigionieri dopo che erano emerse nuove prove della loro innocenza. Alcuni di questi prigionieri sono arrivati a un passo dall'esecuzione dopo aver trascorso molti anni nel braccio della morte. In ognuno di questi casi sono emerse caratteristiche simili e ricorrenti: indagini poco accurate da parte della polizia, assistenza legale inadeguata, utilizzo di testimoni non affidabili e di prove o confessioni poco attendibili. Ma non solo. Negli Usa, purtroppo, sono diversi i casi di prigionieri messi a morte nonostante l'esistenza di molti dubbi sulla loro colpevolezza.

I sostenitori della pena di morte affermano che essa "risarcisce" i parenti della vittima in maniera più soddisfacente rispetto ad una condanna a vita.

Anche coloro i quali vengono condannati a morte ingiustamente hanno dei vincoli familiari, chi li risarcisce per la perdita assurda che hanno subito?

Con il carcere a vita i familiari della vittima ottengono comunque un certo grado di soddisfazione delle loro istanze, mentre per la controparte innocente non c'è più nulla da fare.

128 persone che sarebbero morte ingiustamente sono la principale propaganda contro la pena di morte. in nome di quale giustizia si può pensare d sacrificare un così gran numero di persone?

GLI oltranzisti della pena di morte non possono affermare che essa viene applicata solo quando vi è la sicurezza matematica che il condannato sia colpevole perchè in molti casi non è cosi e questo inficia i presupposti su cui essi si basano.

Rispondo: Bello vdere che qualcuno usa il cervello come si dovrebbe...........

me4you me4you 12/12/2008 ore 15.41.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A Liuu che il 12/12/2008 14.03.26 ha scritto:
A Freddy74 che il 12/12/2008 10.15.26 ha scri



Dal 1973 negli Usa sono stati rilasciati 128 prigionieri dopo che erano emerse nuove prove della loro innocenza. Alcuni di questi prigionieri sono arrivati a un passo dall'esecuzione dopo aver trascorso molti anni nel braccio della morte. In ognuno di questi casi sono emerse caratteristiche simili e ricorrenti: indagini poco accurate da parte della polizia, assistenza legale inadeguata, utilizzo di testimoni non affidabili e di prove o confessioni poco attendibili. Ma non solo. Negli Usa, purtroppo, sono diversi i casi di prigionieri messi a morte nonostante l'esistenza di molti dubbi sulla loro colpevolezza.

I sostenitori della pena di morte affermano che essa "risarcisce" i parenti della vittima in maniera più soddisfacente rispetto ad una condanna a vita.

Anche coloro i quali vengono condannati a morte ingiustamente hanno dei vincoli familiari, chi li risarcisce per la perdita assurda che hanno subito?

Con il carcere a vita i familiari della vittima ottengono comunque un certo grado di soddisfazione delle loro istanze, mentre per la controparte innocente non c'è più nulla da fare.

128 persone che sarebbero morte ingiustamente sono la principale propaganda contro la pena di morte. in nome di quale giustizia si può pensare d sacrificare un così gran numero di persone?

GLI oltranzisti della pena di morte non possono affermare che essa viene applicata solo quando vi è la sicurezza matematica che il condannato sia colpevole perchè in molti casi non è cosi e questo inficia i presupposti su cui essi si basano.

Rispondo: Bello vdere che qualcuno usa il cervello come si dovrebbe...........


Rispondo: non capisco perche tutte le volte che si discute di qualcosa si debbano tirare in ballo gli stati uniti, in quel paese tutto è elevato all'ennesima potenza, non solo le cose belle(poche) ma sopratutto le cose brutte.

in ogni caso per quelli che AMMAZZANO volutamente, quale sarebbe la tua severissima pena?e per favore non tiramo in ballo che non dobbiamo essere bestie come loro(perche questo è il motivo per cui sti figli di troia proliferano,tanto c'è sempre qualcuno clemente).
Enzipped Enzipped 12/12/2008 ore 15.51.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PENA DI MORTE

A Freddy74 che il 12/12/2008 10.15.26 ha scritto:



Dal 1973 negli Usa sono stati rilasciati 128 prigionieri dopo che erano emerse nuove prove della loro innocenza. Alcuni di questi prigionieri sono arrivati a un passo dall'esecuzione dopo aver trascorso molti anni nel braccio della morte. In ognuno di questi casi sono emerse caratteristiche simili e ricorrenti: indagini poco accurate da parte della polizia, assistenza legale inadeguata, utilizzo di testimoni non affidabili e di prove o confessioni poco attendibili. Ma non solo. Negli Usa, purtroppo, sono diversi i casi di prigionieri messi a morte nonostante l'esistenza di molti dubbi sulla loro colpevolezza.

I sostenitori della pena di morte affermano che essa "risarcisce" i parenti della vittima in maniera più soddisfacente rispetto ad una condanna a vita.

Anche coloro i quali vengono condannati a morte ingiustamente hanno dei vincoli familiari, chi li risarcisce per la perdita assurda che hanno subito?

Con il carcere a vita i familiari della vittima ottengono comunque un certo grado di soddisfazione delle loro istanze, mentre per la controparte innocente non c'è più nulla da fare.

128 persone che sarebbero morte ingiustamente sono la principale propaganda contro la pena di morte. in nome di quale giustizia si può pensare d sacrificare un così gran numero di persone?

GLI oltranzisti della pena di morte non possono affermare che essa viene applicata solo quando vi è la sicurezza matematica che il condannato sia colpevole perchè in molti casi non è cosi e questo inficia i presupposti su cui essi si basano.

Rispondo: 25 anni di vita giuridica...25 anni di sentenze e condanne, 25 anni di casi più disparati...25 ANNI!!! e mi tiri fuori il 128? ma 128 su quanti fascicoli? 2.000.000? quanti? non si ragiona in valore assoluto


vogliamo usare il cervello come ha detto qualcuno? ok, usiamolo del tutto allora! quante sentenze sono state emesse IN 25 ANNI? quante? quante di queste sono state giuste? e mi tiri fuori 128 errori? che poi non vogliono dire niente, perchè le cause sono infinite, non sai nemmeno come si è svolto il processo, com'era la giuria, quanto sono durate le indagini! è un ragionamento che non ha alcun senso!

perchè non citiamo anche il numero di quelli rimessi in libertà e che hanno ucciso ancora?? dici che in 25 anni a quanti arriviamo? 100? 300? 1000??

penso di essermi spiegato..con le premesse di M40AL.PROV la pena di morte ci stà tutta, quindi per favore attenetevi al contesto italiano. diversi contesti, diverse ragioni, diverse conclusioni...

Innominato69 Innominato69 12/12/2008 ore 16.52.35
segnala

Arrabbiatoa josser

Concordo con quello che hai detto ed oltre ai personaggi che hai elencato aggiungerei il Papa e tutti gli ecclesiastici.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.