I problemi giovanili

I problemi giovanili

Dalla droga alla depressione, dall'anoressia all'ansia...parliamone e troviamo una soluzione.

Burian87 Burian87 25/03/2008 ore 14.40.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?


C'è ancora gente in giro che crede che l'uomo discenda da Adamo ed Eva? Vi prego ditemi di no...lo sapete che quella è un metafora per indicare la presenza del bene, del male e del peccato nell'uomo. Nell'evoluzione da scimmia ad homo sapiens c'è stato un momento in cui questi nuovi esseri simili a noi uomini ora hanno inziato ad avere una coscienza, ad avvertire il male fatto, non solo subito, come una colpa, a pensare a un Dio. La natura animale si scontra con la natura divina nella coscienza. D'altronde può anche essere che la coscienza o anima che avvertiamo è in realtà solo un prodotto culturale dell'evoluzione e dell'intelligenza umana.

La Bibbia è parola di Dio, ma può darsi che l'uomo all'epoca fosse cos' deficiente che Dio era costretto a parlare per favole. Vi immaginate se al posto della storia di Adamo ed Eva Dio avesse ispirato allo scrittore della Genesi la Teoria evoluzionistica...nessuno avrebbe letto quel testo nè lòo avrebbe diffuso
StellinaBrescia StellinaBrescia 25/03/2008 ore 14.54.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

gik25 ha scritto:
StellinaBrescia ha scritto:
io credo in Dio..ma non credo nella Chiesa, secondo me ipocrita e ladra.. però insomma...io non voglio credere che noi esseri umani, cosi perfetti, deriviamo da una scimmia..

Ma guarda... la teoria di darwin è incredibilmente affascinante. E si applica a tutto. La cosa affascinante è capire che un'infinità di tentativi casuali da parte della natura (mutazioni del dna), in un sistema competitivo (selezione naturale) porta ad un evoluzione. è la dimostrazione che sbagliando si impara, mentre senza tentare non arriverai mai da nessuna parte. Ma è la dimostrazione più stupefacente che si possa immaginare. Perchè per tentativi abbiamo raggiunto una complessità biologica che è difficile anche solo da immaginare.

cioè prendere semplici elementi chimici, buttarli in acqua e dopo miliardi di anni vedere nascere la vita è qualcosa che fa rabbrividire e capire come succede, ha del miracoloso. Sembra davvero che ci sia un disegno divino, dietro a quest'apparente fortuita casualità.
Scusa tanto, ma io da Cristiana ci credo e basta. Non vedo xkè devi cercare di farmi cambiare idea.
gik25 gik25 25/03/2008 ore 15.26.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

StellinaBrescia ha scritto:
Scusa tanto, ma io da Cristiana ci credo e basta. Non vedo xkè devi cercare di farmi cambiare idea.

Non cercavo di farti cambiare idea, sono solo molto affascinato da quest'argomento. Tanto lo studierai o l'avrai studiato anche a scuola, non credo che hai protestato col docente perchè tentava di farti cambiare idea, no? :-p
StellinaBrescia StellinaBrescia 25/03/2008 ore 16.01.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?


ah ok..ho interpretato male io allora :)

cmq ho studiato, non studierò + per fortuna!
Servo.dellaGleba Servo.dellaGleba 25/03/2008 ore 16.04.18
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

gik25 ha scritto:
No, non direi. C'è un telefilm dove il protagonista si sente assolutamente vuoto, ed è estremamente cinico, eppure ha ugualmente dei valori.
Per quanto si possa essere freddi e cinici, bisogna ammettere che i valori sono come l'olio in un motore.

Esistono nella misura in cui vi è chi ne riconosce l'esistenza - così come gli Ufo, Satana e i rettiloidi del pianeta Nibiru meritano certamente una paginetta su Wikipedia, visto che sono comunque dei fenomeni di costume. In questo senso, esistono senz'altro.

Questo non ha niente a che vedere con la questione della loro fondatezza razionale.
off.topo off.topo 25/03/2008 ore 16.10.48
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

sputo a terra contro il malocchio e non giro mai in senso anti-orario.

è abbastanza cristiano?
gik25 gik25 25/03/2008 ore 16.18.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

Servo.dellaGleba ha scritto:

Esistono nella misura in cui vi è chi ne riconosce l'esistenza - così come gli Ufo, Satana e i rettiloidi del pianeta Nibiru meritano certamente una paginetta su Wikipedia, visto che sono comunque dei fenomeni di costume. In questo senso, esistono.

Questo non ha niente a che vedere con la questione della loro fondatezza razionale.

Non credo sia così. Da quanto esiste la civiltà sulla terra? 12 mila anni? Se i valori fossero solo frutto dell'ipocrisia sarebbero comparsi e scomparsi passando da una civiltà ad un altra. E invece esistono da sempre, quando iniziano ad essere messi da parte inizia la parabola discensiva di un popolo.

Persino cose tremende come il nazismo e tutti i massacri avvengono in nome di alti ideali. Senza una spinta motivazionale è difficile riuscire a coordinare milioni di persone. E poi l'altruismo si spiega con empatia più egoismo. Come dire per quanto tu possa essere cinico non puoi negare che ci siano dei vantaggi nella collaborazione con gli altri. Sbaglio?
Servo.dellaGleba Servo.dellaGleba 25/03/2008 ore 16.36.04
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?


Mica nessuno mette in dubbio l'esistenza di valori di volta in volta riconosciuti da individui e società. Si stava constatandone la natura storicamente condizionata, quindi necessariamente relativa.

E' interessante che gli stessi sostenitori di una morale universale e oggettiva siano immancabilmente in disaccordo sul suo contenuto effettivo. Ne risulta necessariamente un conflitto senza possibilità di composizione fra le molteplici opinioni contraddittorie.
Servo.dellaGleba Servo.dellaGleba 25/03/2008 ore 16.41.49
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

gik25 ha scritto:
Se i valori fossero solo frutto dell'ipocrisia sarebbero comparsi e scomparsi passando da una civiltà ad un altra. E invece esistono da sempre, quando iniziano ad essere messi da parte inizia la parabola discensiva di un popolo.

I filosofi come Nietzsche e Spengler, che deploravano più di ogni altro la "parabola discensiva" della decadenza, se la prendevano con l'infiacchimento dell'estenuata civiltà occidentale - diventata troppo democratica, "civile", poco bellicosa per i loro gusti. E' un punto di vista completamente diverso dal tuo, che mette al centro la "collaborazione con gli altri".

Solo per notare come i giudizi di valore siano irrimediabilmente diversi e inconciliabili.
gik25 gik25 25/03/2008 ore 16.56.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Siete cristiani?

Servo.dellaGleba ha scritto:

Mica nessuno mette in dubbio l'esistenza di valori di volta in volta riconosciuti da individui e società. Si stava constatandone la natura storicamente condizionata, quindi necessariamente relativa.

E' interessante che gli stessi sostenitori di una morale universale e oggettiva siano immancabilmente in disaccordo sul suo contenuto effettivo. Ne risulta necessariamente un conflitto senza possibilità di composizione fra le molteplici opinioni contraddittorie.

Su questo sono daccordissimo. Anzi, una delle cose che più mi diverte è tentare di immaginare come sarebbe il mondo senza denaro. Confrontare il mondo animale con quello umano e trovare quelle che sono le nostre sovrastrutture sociali. Cosa è innato? Cosa è strettamente legato alla nostra attuale società?

Per esempio hanno scoperto che nei topi la paura dei felini è genetica, non si apprende. Il bello è che tutto accade un po' di riflesso. I valori dipendono dalle nostre paure, le paure da constatazioni. Per questo mi piace la psicologia. Perchè come tutte le scienze non cerca di idealizzare, ci vede per come siamo. Imperfetti :-p e complessi.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.