I problemi giovanili

I problemi giovanili

Dalla droga alla depressione, dall'anoressia all'ansia...parliamone e troviamo una soluzione.

1OOOrisorse 1OOOrisorse 20/12/2009 ore 16.30.59
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

NewY0rk scrive:
Questa che hai scritto è una contraddizione in termini. Se l'ipnosi permette di rivivere i traumi, venendo usata come fine per la liberazione da questi, psicologicamente HA UNA BELLA RILEVANZA.


no poichè lo stesso freud ed in genere tutto il settore della ricerca hanno abbandonato tali pratiche poichè sono maggiormente efficaci quelle del dialogo clinico e delle terapie, anche se durano molto di più, però fanno raggiungere un cambiamento stabile, invece con l'ipnosi l'effetto della terapia non supera i 6 mesi. dopo i sintomi del trauma tornano a manifestarsi e ci vogliono più sedute per risolverlo poichè man mano che vi si sottopone, la durata dell'efficacia della cura aumenta senza tuttavia superare i 2 anni secondo statistiche. inoltre nell'ipnosi si va incontro ad effetti collaterali come la dipendenza da tale pratica ed in alcuni casi (ed allo stesso freud) delle pazienti si innamorano del terapeuta.

avevo saltato questo aspetto ecco pechè la mia affermazione pareva sulle prime contraddittoria. intendevo che non aveva rilevanza alla luce del fatto che l'ipnosi è stata abbandonata da tempo in psicologia. la si usa solo nella ricerca e sempre a livello di studio e non di strumento curativo.inoltre è irrilevante anche quanto ad applicazione poichè ripeto, che io sappia o che le fonti scientifiche riportino, non ci sono casi in cui con l'ipnosi si son combinati danni. (per maggiori chiarimenti vedi il mio prossimo post)
1OOOrisorse 1OOOrisorse 20/12/2009 ore 16.33.33
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

NewY0rk scrive:
Me ne hanno parlato diversi medici ed è cosa piuttosto nota. Devi essere uno di quelli che pretendono fonti da chi sa o pensa cose diverse dalle tue, conosco il genere.


no, semplicemente non ne avevo mai sentito parlare, tutto qui.ecco perchè volevo sapere.ho cercato anche nel web ma non ho trovato nulla circa le tue dichiarazioni.per lo meno in siti di carattere clinico o scientifico.mi sembrano su due piedi dei luoghi comuni o dei casi particolari al massimo. in genere si tende ad archiviare questi casi con il nome del paziente o con il nome del ricercatore che lo ha studiato. oltre allo smemorato di cologno non ho trovato nessun fatto concreto , solo "si dice" o "molti soggetti sono...". e lo smemorato stesso non presenta un esempio di danno ma solo al massimo di controversia

tratto da hypnosis, portale italiano sull'ipnosi http://nuke.smartguide.it/Checos%C3%A8lipnosi/tabid/53/Default.aspx:

L'accusa di possibile danneggiamento arrecato dall’ipnosi è infondata.
Non esiste infatti nella letteratura scientifica nessun caso che riporti danni arrecati dall’ipnosi.

e segue anche la prova scientifica:

http://nuke.smartguide.it/Default.aspx?tabid=67

nemmeno su wikipedia (capitale dei luoghi comuni e delle inesattezze) che di solito cataloga i casi partiolari fa riferimento a danni ipnotici, anzi ne mette in guardia da coloro i quali affermano cio:

http://it.wikipedia.org/wiki/Ipnosi
(punto 7) infatti ricorda che l'ipnosi è spesso utilizzata anche in sede giuridica.
NewY0rk NewY0rk 20/12/2009 ore 17.15.06
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

@ 1OOOrisorse:

I falsi ricordi possono costituire un danno, per la psiche di chi sta già male, se non vengono riconosciuti come tali.
NewY0rk NewY0rk 20/12/2009 ore 17.28.34
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

1OOOrisorse scrive:
no poichè lo stesso freud ed in genere tutto il settore della ricerca hanno abbandonato tali pratiche poichè sono maggiormente efficaci quelle del dialogo clinico e delle terapie, anche se durano molto di più, però fanno raggiungere un cambiamento stabile, invece con l'ipnosi l'effetto della terapia non supera i 6 mesi. dopo i sintomi del trauma tornano a manifestarsi e ci vogliono più sedute per risolverlo poichè man mano che vi si sottopone, la durata dell'efficacia della cura aumenta senza tuttavia superare i 2 anni secondo statistiche. inoltre nell'ipnosi si va incontro ad effetti collaterali come la dipendenza da tale pratica ed in alcuni casi (ed allo stesso freud) delle pazienti si innamorano del terapeuta.



Personalmente mi sono fatto l'opinione che: nella stragrande maggioranza dei dialoghi psicoterapeutici funzioni più l'effetto placebo (la convinzione del paziente di stare interagendo con un professionista della guarigione psichica) che una reale efficacia intrinseca del dialogo stesso. Ripeto, personale opinione.
L'effetto placebo è qualcosa di potentissimo e di sconosciuto nelle sue dinamiche biologiche. Assistetti tempo fa ad una persona che sotto ipnosi veniva convinta che gli si poggiasse sulla mano una moneta rovente (in realtà presa dal borsellino del medico) e questo paziente gridò come se fosse realmente arroventata producendoglisi sul palmo della mano un cerchio rosso d'ustione!
E' noto che la terapia elettroconvulsivante, che viene tutt'oggi ancora usata anche se con rara frequenza, porti ad una temporanea liberazione del paziente da problemi psichici gravi, parallelamente ad una temporanea perdita della memoria. Più o meno con il ritorno della memoria iniziano a ripresentarsi anche i disturbi psichici. Questa costatazione avvallerrebbe l'ipotesi che l'origine del male psichico risieda spesso nella camera della memoria e dei traumi rimossi ma presenti nel profondo dell'io.
1OOOrisorse 1OOOrisorse 20/12/2009 ore 23.58.44
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

qui si entra in un campo in cui sono ignorante, dunque non saprei che dire. ma alla fine l'effetto placebo a parere mio è solo una maschera con la quale gli scienziati nascondono spesso e volentieri la loro incapacità di formulare spiegazioni logiche per un dato fenomeno. argomento interessante ma aimè un po' OT. quello che posso dire è che è un luogo comune anche pensare che un comando ipnotico sia un effetto della suggestione.a questo punto un superscienziato potrebbe esporre tutte le tesi che vuole archiviando i fattori deboli del suo sistema come "placebo". ma questo non è conoscenza ma presa in giro. e poi c'è chi ci ha fatto luce anche dentro il caos che l'effetto placebo mostra. vedi henrì poincarè
ilmionomemaipiu ilmionomemaipiu 21/12/2009 ore 00.10.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

mamma mia ke erudite dissertazioni a riguardo... ma ke bravi sti ragazzi....nn me l aspettavo... ^_^
1OOOrisorse 1OOOrisorse 21/12/2009 ore 00.18.08
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

grazie madame "mai+"

ma alla fine tu dove volevi andare a parare con la discussione?
1OOOrisorse 1OOOrisorse 21/12/2009 ore 09.26.05
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

NewY0rk scrive:
I falsi ricordi possono costituire un danno, per la psiche di chi sta già male, se non vengono riconosciuti come tali.


i falsi ricordi sono praticamente dei sogni raccontati...all'elettroenefalogramma fra i tabulati REM ed i tabulati della trance regressa non vi è differenza.

http://www.neurolinguistic.com/proxima/james/jam-25.htm

A tale riguardo è importante ricordare una ricerca elaborata da Bertini (1964) in collaborazione con Witkin e Lewis. Le caratteristiche di questa procedura si centrano nella induzione di una condizione di ridotta vigilanza e con la comparsa di una fenomenologia regressiva, con le caratteristiche del pensiero simbolico, che presuntivamente si colloca fra la veglia ed il sonno.

La tecnica consiste nella imposizione, mediante cuffia biauricolare, di un suono cosiddetto bianco e nell'applicazione di due semicoppe di celluloide bianca sopra agli occhi così da stabilire un campo omogeneo di suono e di luce diffusa. Con questa procedura si assiste alla comparsa di un'accentuata sonnolenza, con disorganizzazione del pensiero, perdita della percezione del tempo, presenza di pseudo allucinazioni di tipo prevalentemente visivo e in qualche tratto di tipo acustico e corporeo. La trance ipnotica è una riproduzione simile a questo stadio. Di conseguenza da tale procedura affiora una elaborazione associativa di immagini e di contenuti rilevanti, correlata ad uno stato d'animo preconscio, che affiora simbolicamente in verbalizzazioni particolarmente ermetiche.
ilmionomemaipiu ilmionomemaipiu 21/12/2009 ore 19.34.55 Ultimi messaggi
1OOOrisorse 1OOOrisorse 22/12/2009 ore 00.18.37
segnala

(Nessuno)RE: IPNOSI REGRESSIVA...

a che pro? ansia? io ti consiglio il training autogeno. l'ipnosi regressiva a mio parere non serve molto

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.