I problemi giovanili

I problemi giovanili

Dalla droga alla depressione, dall'anoressia all'ansia...parliamone e troviamo una soluzione.

DRAGNEROI DRAGNEROI 18/02/2011 ore 14.27.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

@ Lulita1989: si te la devi cavare da sola, aiutati che Dio ti aiuta ,si dice,
ma comq dipenderai da più persone, e se qualcuna ti cerca aiuto immagina di stare nella stessa situazione e aiutala, bisogna sempre tendere la mano perchè magari in futuro potrebbe accadere a te, più o meno ad ogni uno di noi accadono le stesse cose è una ruota,
nu sputà in aria ca n n'faccie t torn , dicono a napoli,
Lulita1989 Lulita1989 18/02/2011 ore 15.15.38
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

@ DRAGNEROI: se qualcuna ti cerca aiuto immagina di stare nella stessa situazione e aiutala, bisogna sempre tendere la mano perchè magari in futuro potrebbe accadere a te, più o meno ad ogni uno di noi accadono le stesse cose è una ruota,
nu sputà in aria ca n n'faccie t torn , dicono a napoli,



hai fatto la scoperta dell'acqua calda, ma il mio concetto era un altro
gayman1970 gayman1970 18/02/2011 ore 18.09.13
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

Ciao, leggendo il tuo post ho fatto queste riflessioni. Perchè si rimane sempre più soli? perchè oggi non c'è più l'entusiasmo e la voglia di crescere e se si considera che si vive in una società per la quale ognuno di noi dovrebbe, direttamente o indirettamente, offrire un proprio contributo... Ma proprio perchè viene a mancare questo entusiasmo e si vive senza porsi degli obiettivi (è sempre più frequente far ricorso al detto "vivi alla giornata perchè tanto non sai se domani ci sei ancora"), venendo a mancare, tutte o in buona parte, quelle attività quotidiane e soprattutto costruttive per se stessi viene a mancare allo stesso tempo quel contributo che istintivamente come membri di una società saremmo spinti a dare. Questa è una considerazione che può rientrare in una serie di cause e concause che porta molti di noi a non manifestare interessi riguardo alle problematiche altrui. In fondo, se uno non cura se stesso, non cura nemmeno gli altri. Purtroppo il mondo e questo, sbagliato, irrazionale, ipocrita e... la lista è lunga. ma il mondo, per quanto piccolo sia rispetto l'universo, è sempre molto grande se paragonato all'uomo, pertanto, l'idea di cambiarlo e migliorarlo è decisamente difficile, se non impossibile. Ci vorrebbe la mano di Dio, ma io non sono un credente per cui mi limito a guardare me stesso e chi mi circonda ponendomi a confronto. Dalla tua descrizione trapela una certa mancanza di autostima... hai fatto una serie non indiferente di pregi, avrai anche i tuoi difetti ma... poni i pregi e i difetti su una bilancia e guarda da che parte pende. Se pende verso il piatto dei pregi, allora guarda se puoi migliorare qualcosa dei tuoi difetti. Un discorso strano, ma è per dirti che ci sono persone decisamente peggio, se ti poni a confronto potrai guardarli dall'alto. La tua considerazione nei loro riguardi ti farà segliere se mantenere un raporto con loro o allntanarli dalla tua vita. Non prendertela se di queste persone ce ne sono tante ma sorridi e gioisci per non essere come loro. E ricorda che il 90% delle persone che spesso senti dire " che vita di m...a!" sono persone che aspettano di vedere le cose belle piovere dal cielo e che in attesa restano davanti la tv grattandosi la pancia. Sono persone ignoranti che aspettano il colpo di fortuna e di poter diventare avvocati, medici, commercialisti ecc senza aver studiato perchè, come loro stessi sostengono, studiare non serve a nulla, oppure pregano San Gennaro che faccia piovere soldi e ricchezza stando comodamente a casa a oziare. Insomma, la gente non ha più voglia di vivere, di mettersi in gioco, di prendersi le proprie responsabilità sulla propria vita, sulle loro scelte, se possono trovare un'escamotage per ottenere dei vantaggi anche a danno altrui non esitano a farne uso. Da questi non aspettarti nulla, se non delusioni e spesso veri e propri danni, economici, emotivi ecc.
Apprezza le tue abilità, ma soprattutto usale.
nuanda1978 nuanda1978 18/02/2011 ore 19.18.47
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

@ gayman1970:

Condivido quello che dice Gayman, le cose buone non piovono dal cielo, bisogna lavorarci e costruirle, si raccoglie ciò che si semina e se vuoi ottenere qualcosa devi avere entusiasmo e spirito di iniziativa, in particolare quando sei giovane e pieno di energie da spendere. Per quanto riguarda monike lei adesso si deve riprendere, io già le ho scritto che se vuole sono disposto a parlare. Ma se abbiamo un po' di voglia di faticare e di spirito di sacrificio le cose belle arrivano di sicuro, diffido anch' io delle persone che sanno solo lamentarsi.
temperatura temperatura 18/02/2011 ore 20.49.02
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

@ gattina1.88:
ma scrivi il tuo n. di cell in un forum pubblico?! ...... :mmm
ginkobilloba ginkobilloba 19/02/2011 ore 00.02.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

Ho iniziato a cercare quello che volevo dagli altri dentro di me.
L'ho trovato.

Ho fatto della solitudine la mia pace.

Ho fatto la pace con me stessa.

:)
salutandotiaffogo86 salutandotiaffogo86 21/02/2011 ore 13.15.14
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

Monike.88 scrive:
Ciao a tutti,
Mi chiamo Monica ho 22 anni sono al primo anno di archeologia (facoltà scelta per seguire un sogno). E da anni vivo un incubo, visto tanti psicologi diversi, dall'ultima sono ancora in cura... ecco io mi vedo brutta dentro e fuori. E a volte se ci penso razionalmente mi rendo conto che non è possibile che sia così. Ho sempre cercato di vivere una vita corretta, faccio volontariato dall'età di 16 anni, croce rossa, animatrice, viaggio in Albania e in fine all'Aquila. A scuola sono sempre andata bene ed ho moltissimi interessi che vanno dal cinema al teatro, i viaggi, la musica dalla classica a quella rock, leggere. Eppure sono sola, le persone mi allontanano proprio nel momento in qui ho più bisogno di loro, in questo periodo si sta meditando se farmi ricoverare per farmi riprendere perché sono crollata totalmente. Non trovo più la forza per far nulla e piango stando a letto. Persone per cui ho fatto tanto, a cui tenevo molto e per cui ci sono sempre stata non hanno fatto altro che darmi un bel calcio e ciao! Io Provo tanta di quella rabbia! Possibile che si viva nell'indifferenza totale? Ognuno per sé e se qualcuno al nostro fianco si lascia andare nessuno fa niente? In che razza di società siamo? Forse io sono nata nel posto sbagliato. Non lo so credo molti valori si siano persi e si stiano perdendo, ma nonostante tutto non riesco a perdere la fiducia, forse perché ho trovato un ragazzo come me, anche lui lasciato solo siamo come due salmoni nuotiamo controcorrente contro tutto e tutti! Voi cosa ne pensate, vi è mai capitato o vi succede di restar soli o di sentirvi soli, senza essere capiti da nessuno?



sul discorso dell'estetica non vedo tutto questo disastro :-)
il problema sono le aspettative che ci poniamo quando facciamo del "bene" verso gli altri e non riceviamo nulla in cambio
la soluzione è il non aspettarsi niente in cambio da nessuno e continuare a fare quello che facciamo solitamente senza farsi paranoie varie..
può sembrare un pò scontato ma è cosi
DeadNavigator DeadNavigator 27/02/2011 ore 20.23.41
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

@ Monike.88: Io ho sempre navigato contoccorente Qui a Savona. Infatti amicizie ne ho pochine.
GROZ GROZ 28/02/2011 ore 16.34.53
segnala

(Nessuno)RE: Perché si rimane sempre più soli?

Monike.88 scrive:
Ciao a tutti,
Mi chiamo Monica ho 22 anni sono al primo anno di archeologia (facoltà scelta per seguire un sogno). E da anni vivo un incubo, visto tanti psicologi diversi, dall'ultima sono ancora in cura... ecco io mi vedo brutta dentro e fuori. E a volte se ci penso razionalmente mi rendo conto che non è possibile che sia così. Ho sempre cercato di vivere una vita corretta, faccio volontariato dall'età di 16 anni, croce rossa, animatrice, viaggio in Albania e in fine all'Aquila. A scuola sono sempre andata bene ed ho moltissimi interessi che vanno dal cinema al teatro, i viaggi, la musica dalla classica a quella rock, leggere. Eppure sono sola, le persone mi allontanano proprio nel momento in qui ho più bisogno di loro, in questo periodo si sta meditando se farmi ricoverare per farmi riprendere perché sono crollata totalmente. Non trovo più la forza per far nulla e piango stando a letto. Persone per cui ho fatto tanto, a cui tenevo molto e per cui ci sono sempre stata non hanno fatto altro che darmi un bel calcio e ciao! Io Provo tanta di quella rabbia! Possibile che si viva nell'indifferenza totale? Ognuno per sé e se qualcuno al nostro fianco si lascia andare nessuno fa niente? In che razza di società siamo? Forse io sono nata nel posto sbagliato. Non lo so credo molti valori si siano persi e si stiano perdendo, ma nonostante tutto non riesco a perdere la fiducia, forse perché ho trovato un ragazzo come me, anche lui lasciato solo siamo come due salmoni nuotiamo controcorrente contro tutto e tutti! Voi cosa ne pensate, vi è mai capitato o vi succede di restar soli o di sentirvi soli, senza essere capiti da nessuno?


ti aspieto un secretto:
quellop ce per te nessuno ti toglie

se cose ti avvengono lontanate è peretu o bene.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.