Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 15/08/2007 ore 13.19.29
segnala

(Nessuno)a proposito dei ballerini...

che avevo segnalato nel mio altro post....ma che stampelle usano???? io per un problema che ancora nn è risolto di tanto in tanto stampelleggio ma una volta facendo l asino ne ho piegata una........mi chiedo son io ad essere troppo massiccio per quei poveri stecchetti de ferro o le loro stampelle son strafighe e a me avevan rifilato na ciofeca?????? :clava
approfittatene pure di questo post per parlare dei mezzi e supporti per chi ne ha bisogno....(sedie a rotelle, stampelle e compagnia bella)
sossio78 sossio78 15/08/2007 ore 13.26.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

GRAZIE PER QUESTO POST CON CALMA CERCHEREMO DI DARE NOTIZIE A RIGUARDO. GRAZIE AMICO
sossio78 sossio78 15/08/2007 ore 13.37.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

Carrozzine
Ausilio dotato di ruote in grado di dare, restituire o potenziare le possibilità di spostamento a chi non è in grado di camminare o riesce ancora a farlo per tempi e spazi estremamente ridotti.
In base alle modalità di guida e propulsione possiamo distinguere:
1) carrozzine manuali ad autospinta.
2) carrozzine manuali da trasporto.
3) carrozzine elettroniche o elettriche.



Carrozzine manuali ad autospinta

Sono spinte e guidate dall'occupante e sono le più diffuse. L'autospinta avviene, in genere, ap-poggiando le mani sui mancorrenti delle ruote grandi posteriori. Sono indicate per pazienti con disabilità di locomozione ma con buona mobilità e forza agli arti superiori. Hanno una buona manovrabilità, adatta per gli spostamenti sia in ambienti esterni che interni. Sono in genere leggere e facilmente trasportabili. Alcuni modelli si spingono con il movimento di una o due leve azionabili dall'utente, possiedono un rendimento meccanico molto alto e sono in grado di co-prire distanze più lunghe; rispetto alle precedenti sono però poco manovrabili e più pesanti.


Carrozzine manuali da trasporto
Sono così definite perché, non avendo ruote abbastanza grandi da poter essere raggiunte dal-le mani dell'utente, né leve o manovelle, devono essere spinte da un accompagnatore. Rispetto a quelle ad autospinta hanno dimensioni ridotte e raggio di curvatura minore, caratteristiche ideali soprattutto all'interno di abitazioni con spazi ristretti e problemi di accessibilità. Esistono modelli solo per interni con quattro ruote piccole e piroettanti, e modelli che vanno bene sia per interni che per esterni con due ruote posteriori di almeno 12" fisse, e due rotelle an-teriori piroettanti.




Carrozzine elettroniche
Sono spinte e guidate attraverso motori elettrici e comandi elettronici. Sono ausili che danno au-tonomia negli spostamenti anche a quelle persone con patologie gravemente invalidanti o che non hanno forza sufficiente per spingersi. Rispetto alle carrozzine manuali sono però più costose, pesanti e ingombranti. Richiedono maggior manutenzione e si guastano più facilmente. Nelle carrozzine elettroniche non troviamo mancorrenti né leve o manovelle per la spinta, ma il comando e-lettronico, la centralina , i motori e le batterie per la loro alimentazione. Il comando elettronico più diffuso è il joystick azionato dalla mano dell'utente. Esiste una perfetta corrispondenza tra il movimento del joystick e quello della carrozzina. Con il joystick, di solito, si regola anche in modo proporzionato e coordinato la velocità che aumenta mano a mano che la leva è portata a fine cor-sa. Esiste inoltre un dispositivo apposito per regolare la velocità della carrozzina, di solito posizionato sulla scatola dei comandi. Normalmente il joystick è alloggiato su un bracciolo, per essere facilmente accessibile alla maggior parte degli utenti. In presenza di grossi disturbi della manua-lità il joystick può essere azionato da altre parti del corpo ( capo, mento , piede ecc.). Quando si dimostra impossibile l'uso di un joystick si può pensare all'uso di comandi alternativi ( a interrut-tore, a scansione ecc.).

Nelle carrozzine elettroniche di solito sono montati due motori, la potenza dei quali non condiziona la velocità ma il massimo carico e le pendenze superabili. Esiste sempre un dispositivo mediante il quale è possibile disinserire i motori per poter spingere la carrozzina manualmente. Ogni carrozzina elettronica monta due tipi di freni : il freno motore, che da un rallentamento graduale quando il joystick viene rilasciato, e il freno elettromagnetico che entra in funzione auto-maticamente dopo il freno a motore ed ha la funzione del freno a mano nella automobile.


itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 15/08/2007 ore 13.53.05
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

2 fratelli che conosco hanno due sedie a rotelle o carrozzine (una a testa) visto che tutti e due ne necessitano che quando le ho viste ci son rimasto.....son elettriche, vanno a scheggia, supermaxi ammortizzate, possono alzarsi in altezza di un bel po e mettersi in posizione orizzontale..insomma son dei gioielli della tecnica ..a servizio di chi ne ha bisogno.....unica pecca..costan una cifra....ma nn si puo investire di piu su certe cose di modo che chi ne ha bisogno nn debba vendersi un rene per avere un po di sostegno???? ovvio che intendo solo un minor costo nn una minore qualita
sossio78 sossio78 15/08/2007 ore 15.06.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

itcomefromthedarknes ha scritto:
2 fratelli che conosco hanno due sedie a rotelle o carrozzine (una a testa) visto che tutti e due ne necessitano che quando le ho viste ci son rimasto.....son elettriche, vanno a scheggia, supermaxi ammortizzate, possono alzarsi in altezza di un bel po e mettersi in posizione orizzontale..insomma son dei gioielli della tecnica ..a servizio di chi ne ha bisogno.....unica pecca..costan una cifra....ma nn si puo investire di piu su certe cose di modo che chi ne ha bisogno nn debba vendersi un rene per avere un po di sostegno???? ovvio che intendo solo un minor costo nn una minore qualita
NON LE HANNO AVUTO TRAMITE ASL?
sossio78 sossio78 15/08/2007 ore 15.09.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

Ausili per la deambulazione utilizzati con un braccio
Sono in genere bastoni ad una o più gambe utilizzati singolarmente o in coppia come appoggio per facilitare e assistere la deambulazione e migliorare l'equilibrio. Scaricano parte del peso corporeo sugli arti superiori ed aumentano la base d'appoggio durante il cammino. Sono muniti nell'estremità inferiore di gommino antisdrucciolo. Quasi tutti i modelli sono regolabili in altezza.
Bastoni
Bastoni con una gamba ed un'impugnatura orizzontale più o meno anatomica (destra, sinistra).


Stampelle canadesi
Bastoni con una gamba, un'impugnatura orizzontale ed un appoggio antibrachiale. Esistono modelli con l'estremità inferiore ammortizzata


Stampelle con appoggio antibrachiale
Bastoni con una gamba, un'impugnatura verticale ed un sostegno antibrachiale orizzontale imbottito


Stampelle con appoggio ascellare
Bastoni con una gamba ed un appoggio orizzontale imbottito che viene posto sotto l'ascella


Tripodi
Bastoni con tre gambe ed un'impugnatura orizzontale. Eventualmente possono essere dotati di sostegno antibrachiale. Ciascuna gamba è provvista di gommino antisdrucciolo


Tetrapodi
Bastoni con quattro gambe ed un'impugnatura orizzontale. Eventualmente possono essere dotati di sostegno antibrachiale. Ciascuna gamba è provvista di gommino antisdrucciolo


Bastoni bianchi per non-vedenti
Possono essere pieghevoli o meno, con o senza un'impugnatura, di colore bianco
sossio78 sossio78 15/08/2007 ore 15.11.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

Come ottenere gli ausili
Quando si devono acquistare degli ausili è bene tenere presente che vi sono alcune possibilità di finanziamento da parte di diversi enti ed istituzioni.

1. Innanzitutto il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) contribuisce in tutto o in parte al finanziamento degli ausili inseriti nel Nomenclatore Tariffario, contrassegnati da un codice specifico.
Per ottenere questi finanziamenti è necessario:
avere una prescrizione da parte di un medico specialista prescrittore autorizzato avere un riconoscimento tramite certificazione presso la ASL della propria invalididità.

In alcuni casi lo strumento necessario alla persona disabile potrebbe non corrispondere esattamente a nessuno degli ausili presenti nell'elenco del Nomenclatore Tariffario.
Il Servizio Sanitario tuttavia può erogare ugualmente un contributo se viene riconosciuto che tale strumento permette di svolgere una stessa funzione cui è preposto un ausilio del Nomenclatore. Si parla in questo caso di "riconducibilità" e il riferimento normativo è l'Articolo 1, comma 5: "Qualora l'assistito scelga un tipo o un modello di dispositivo non incluso nel nomenclatore allegato al presente regolamento ma riconducibile, a giudizio dello specialista prescrittore, per omogeneità funzionale a quello prescritto ai sensi dell'articolo 4, comma 2, l'azienda Usl di competenza autorizza la fornitura e corrisponde al fornitore una remunerazione non superiore alla tariffa applicata o al prezzo determinato dalla stessa azienda per il dispositivo incluso nel nomenclatore e corrispondente a quello erogato".
Nel sito verrà indicato di volta in volta il numero di codice del Nomenclatore Tariffario corrispondente all'ausilio indicato. Per quanto riguarda i casi di riconducibilità è possibile e opportuno chiedere una consulenza agli operatori del Centro Ausili, in quanto si tratta di situazioni particolari, in cui devono essere valutati in modo specifico diversi aspetti.


2. Inoltre, gli Enti Locali (Regione, Provincia, Comune) hanno spesso a disposizione fondi da utilizzare proprio per il finanziamento di ausili. Le modalità per accedere ad essi possono essere diverse: è bene quindi informarsi!

3. Anche le scuole in alcuni casi hanno la facoltà di acquistare ausili che, rimanendo di proprietà dell'Istituto, vengono messe a disposizione degli studenti. Anche in questo caso è necessario informarsi.
itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 15/08/2007 ore 17.15.47
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

credo che una parte sia stata si data da contributi..ma quando mi han detto la cifra....ammappate se costano....
sossio78 sossio78 15/08/2007 ore 17.19.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

SE TI DICO QUANTO ARRIVANO A COSTARE LE CARROZZINE PER GIOCARE A BASKET IN CARROZZINA TI SPAVENTI!
itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 15/08/2007 ore 20.27.18
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

nn voglio saperlo ma immagino cifre esorbitanti.....e a dire il vero nn lo trovo minimamente giusto.
noil noil 17/08/2007 ore 15.18.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: a proposito dei ballerini...

allora x le stampelle nn mene intendo.
ma le migliori (non sportive) carrozzine x muoversi agevolmente e fare gioketti di prestigio sono:
küschall "K4"

colours Razorblade

Ti Lite ZRA

poi c sn tanti accessori tipo ruote RUOTE SPINERGY E ALTRE CHICCHE

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.