Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

kerouac75 kerouac75 09/09/2007 ore 13.59.35
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

La società moderna ( quindi noi tutti ) ha bollato le minoranze come diversi. In buona sostanza se le tue caratteristiche psico-fisiche ( colore della pelle,gusti sessuali,altezza,peso,funzionalità degli arti,capacità visiva,di parola,di elaborare pensieri  ecc.ecc.) sono identiche a quelle del prototipo di persona appartenente alla maggioranza,sei perfettamente integrato.Usando uno squallido termine militare "abile ed arruolato" nella società moderna. Altrimenti sei un diverso.Lo sei per questa società.La stessa società che  finirà per imporre anche alla tua coscienza questa sua  verità.Tuttavia anche tra i normali c'è chi,per svariati motivi più o meno giustificati,si sente diverso.Questo succede,per esempio, quando si cerca di rincorrere  modelli di vita ritenuti erroneamente superiori al nostro ( estetica,denaro,fama,successo ecc. ).Allora,anche se le circostanze non dovrebbero lasciar spazio a problematiche di tipo esistenziale,riusciamo a trovare comunque assurdi cavilli a cui aggrapparci per entrare di diritto nel mondo dei diversi.Forse è il troppo benessere diffuso che stimola l'arrivismo .Più semplicemente l'incapacità da parte nostra di dare , con obbiettività,la giusta importanza alle varie situazioni,problematiche che la quotidianità ci riserva.
hacker86 hacker86 09/09/2007 ore 16.38.17
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

io dico che ognuno è diverso poi c'è che + o chi meno...e sentirsi diversi o no nn è x forza una cosa brutta...è solo una questione di come personalmente uno vede la cosa...!
ferrigiulia ferrigiulia 10/09/2007 ore 10.03.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...


eh si, il mondo d'oggi tende a voler schematizzare tutto e tutti e chi è fuori da questi schemi è un diverso... ma la diversità di cui parlavo io è ancora diversa, io parlavo della diversità esterna vera e propria e quella interiore, più profonda, più deleteria, quel tarlo che dentro ti fa stare così male da non permetterti di vivere la vita, da farti sentire escluso dagli altri senza rendersi conto che la prima persona ad ascludere è se stesso... a me ultimamente è capitato spesso di incontrare persone così... e non è affatto facile cercare di aiutare questo genere di persone perchè non hanno per primi rispetto verso la propria persona, non si apprezzano e così facendo non riescono a crescere e a far uscire l'uomo o la donna che è nascosto dentro. Sono le persone più frustrate, che più soffrono... secondo me...
mc2 mc2 10/09/2007 ore 17.20.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...


Quoto Betta al 100%
Io soffro spesso di ansia e vi garantisco e a volte mi sento più disabile di una persona che non può camminare.
Spesso la mente supplisce o limita il corpo in maniera incredibile e chi ha problemi fisici magari ha una forza strordinaria, mentre chi, come me, sta benissimo fisicamente, fa di tutto per "farsi stare male".
Ok... ho creato la categoria dei "disabili dentro". :-)
amoimaskiTP amoimaskiTP 11/09/2007 ore 01.47.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

mi pare ottima la definizione di questa nuova categoria    :win

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.