Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

ferrigiulia 06/09/2007 ore 11.49.14 Ultimi messaggi
segnala

InsicuroQual'è la differenza tra...


l'essere diversi e sentirsi diversi?

In che modo influenza la nostra vita ed i nostri rapporti?

A voi l'ardua sentenza...
7572187
l'essere diversi e sentirsi diversi? In che modo influenza la nostra vita ed i nostri rapporti? A voi l'ardua sentenza...
Discussione
06/09/2007 11.49.14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
sparta200 sparta200 06/09/2007 ore 15.36.44
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

io non penso che nessuno sia diverso.. ognuno ha le sue particolarità che non lo rendono diverso, ma speciale..
sparta200 sparta200 06/09/2007 ore 15.37.55
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

veramente voleva dire che penso che nessuno sia diverso, non che non lo penso.. scusate.. :)
itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 06/09/2007 ore 20.32.17
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

a forza di fartici sentire lo diventi.
luisa.68 luisa.68 07/09/2007 ore 10.04.57
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

Sono d'accordissimo su questa ultima frase... E' proprio la sensazione che avverto io molto spesso, quando mi sento dire certe cose qui in casa, quando mi sento fare... certi lavaggi del cervello psicologici, come li chiamo io, riguardo a determinate situazioni...
ferrigiulia ferrigiulia 07/09/2007 ore 13.38.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

penso che sentirsi fare questi lavaggi del cervello come li chiami tu luisa sia peggio che essere consapevoli dei propri limiti e viverli serenamente... non senza dolore, non dico questo, ma sentirsi dentro diversi, inferiori e tutto il resto.. è la cosa peggiore che possa capitare ad un essere vivente ed io questo lo sto scoprendo in molte persone che ho conosciuto negli ultimi anni. ma come aiutare queste persone?...
noil noil 07/09/2007 ore 14.06.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

c sn molte occasioni in cui uno si sente disabile, e in altre si sente un re... (dipende tutto dalle occasioni)
tipo...
subito dopo l'incidente quando ero ancora ricoverato all'unità spinale... ( quindi tutti in carrozzina ) un tizzio mi disse: azz ma lo sai che quì immezo a voi sn io che mi sento disabile... è troppo brutto sentirsi diversi, nn menèro mai accorto XD.
betta83 betta83 08/09/2007 ore 17.33.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

L'essere diversi e il sentirsi diversi sono due cose molto diverse. Questo può accadere anche fra i normodotati. Basta pensare per esempio agli obesi. La loro diversità si nota, ma se loro non si sentono diversi e vivono bene il problema non sussiste. Invece, se per esempio una persona completamente "normale" non si stente bene con se stessa si sentirà diversa dagli altri: si pensi a una persona molto timida.... Penso che il caso peggiore sia il secondo! Un conto è avere una diversità, un conto è permettere a questa diversità di prendere il sopravvento sulla propria vita!
ferrigiulia ferrigiulia 09/09/2007 ore 10.36.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...


Ciao betta, sono contenta che tu abbia colto in pieno il senso della mia domanda che aveva lo scopo di far nascere una bella chiacchierata tra amici. Spesso capita di parlare con persone che hanno un disagio anche minimo ma che non riescono a vivere bene la loro vita, che non si accettano e non si rendono conto che la differenza è proprio dentro di loro, nella loro testa. Io forse per testardaggine, forse per carattere forse per.. boh! non so... ma, pur consapevole della mia disabilità (per chi non lo avesse letto ho avuto la spina bifida alla nascita e vivo sulla sedia a rotelle da sempre), io mi sono sempre considerata una persona, una ragazza, oggi una donna alle altre, con i miei pregi, i miei difetti con una voglia matta di vivere e una paura folle di morire. Perchè "sprecare tempo" a farsi domande inutili? Perchè non vivere? Ci vuole coraggio? Il modo migliore per farsi accettare, anche per un obeso, è accettarsi, amarsi... se poi incontrerà persone che lo snobberanno per il suo peso.. poco male! in fondo sono solo idioti...


sossio78 sossio78 09/09/2007 ore 13.50.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...


COME AL SOLITO CONDIVIDO IN PIENO CON QUELLO CHE DICE LA MIA AMATA CARLA!!:cuore

RAGA' AMICHEVOLMENTE PARLANDO EEEH!!HEHEEHE
kerouac75 kerouac75 09/09/2007 ore 13.59.35
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

La società moderna ( quindi noi tutti ) ha bollato le minoranze come diversi. In buona sostanza se le tue caratteristiche psico-fisiche ( colore della pelle,gusti sessuali,altezza,peso,funzionalità degli arti,capacità visiva,di parola,di elaborare pensieri  ecc.ecc.) sono identiche a quelle del prototipo di persona appartenente alla maggioranza,sei perfettamente integrato.Usando uno squallido termine militare "abile ed arruolato" nella società moderna. Altrimenti sei un diverso.Lo sei per questa società.La stessa società che  finirà per imporre anche alla tua coscienza questa sua  verità.Tuttavia anche tra i normali c'è chi,per svariati motivi più o meno giustificati,si sente diverso.Questo succede,per esempio, quando si cerca di rincorrere  modelli di vita ritenuti erroneamente superiori al nostro ( estetica,denaro,fama,successo ecc. ).Allora,anche se le circostanze non dovrebbero lasciar spazio a problematiche di tipo esistenziale,riusciamo a trovare comunque assurdi cavilli a cui aggrapparci per entrare di diritto nel mondo dei diversi.Forse è il troppo benessere diffuso che stimola l'arrivismo .Più semplicemente l'incapacità da parte nostra di dare , con obbiettività,la giusta importanza alle varie situazioni,problematiche che la quotidianità ci riserva.
hacker86 hacker86 09/09/2007 ore 16.38.17
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

io dico che ognuno è diverso poi c'è che + o chi meno...e sentirsi diversi o no nn è x forza una cosa brutta...è solo una questione di come personalmente uno vede la cosa...!
ferrigiulia ferrigiulia 10/09/2007 ore 10.03.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...


eh si, il mondo d'oggi tende a voler schematizzare tutto e tutti e chi è fuori da questi schemi è un diverso... ma la diversità di cui parlavo io è ancora diversa, io parlavo della diversità esterna vera e propria e quella interiore, più profonda, più deleteria, quel tarlo che dentro ti fa stare così male da non permetterti di vivere la vita, da farti sentire escluso dagli altri senza rendersi conto che la prima persona ad ascludere è se stesso... a me ultimamente è capitato spesso di incontrare persone così... e non è affatto facile cercare di aiutare questo genere di persone perchè non hanno per primi rispetto verso la propria persona, non si apprezzano e così facendo non riescono a crescere e a far uscire l'uomo o la donna che è nascosto dentro. Sono le persone più frustrate, che più soffrono... secondo me...
mc2 mc2 10/09/2007 ore 17.20.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...


Quoto Betta al 100%
Io soffro spesso di ansia e vi garantisco e a volte mi sento più disabile di una persona che non può camminare.
Spesso la mente supplisce o limita il corpo in maniera incredibile e chi ha problemi fisici magari ha una forza strordinaria, mentre chi, come me, sta benissimo fisicamente, fa di tutto per "farsi stare male".
Ok... ho creato la categoria dei "disabili dentro". :-)
amoimaskiTP amoimaskiTP 11/09/2007 ore 01.47.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Qual'è la differenza tra...

mi pare ottima la definizione di questa nuova categoria    :win

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.