Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

sossio78 11/09/2007 ore 08.14.14 Ultimi messaggi
segnala

InformazioneDEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie


Una ricerca dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) condotta su oltre 245 mila persone in oltre 60 nazioni del mondo ha rivelato che la depressione è una condizione più disabilitante per la salute di altre malattie croniche come ad esempio il diabete. Lo studio è stato pubblicato su The Lancet.
Prendendo in considerazione sonno, dolori fisici, problemi di memoria e concentrazione, i ricercatori hanno valutato che la depressione ha i peggiori effetti.




VOI COSA NE PENSATE DI QUESTA RICERCA? SIETE DACCORDO?
7576766
Una ricerca dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) condotta su oltre 245 mila persone in oltre 60 nazioni del mondo ha...
Discussione
11/09/2007 8.14.14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
cristian1977 cristian1977 11/09/2007 ore 09.19.31
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie


le ricerche fatte in campo medico sono sempre positive ed utili in quanto partendo dale analisi fatte, dalle statistiche sopra un determintato fattore si possono ricavare dati utili per capire molte cose tipo

percentuali di malati di certe patologie in determinate aree circoscritte

malattie genetiche

malattie dovute alle condizioni sociali delle persone (troppo stress nelle civiltà industrializzate porta a maggiori problemi cardiaci ipotesi)

ecc ecc
luisa.68 luisa.68 11/09/2007 ore 10.16.33
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

Peersonalmente ne sono convintissima del fatto che sia una malattia disabilitante e che renda disabili più di altri tipi di disabilità riconosciute come tali... Sono assolutamente convinta che debba proprio essere riconosciuta invalidante per legge, che debbano essere per legge, riconosciuti dei diritti di ordine burocratico come vengono riconosciuti alle persone affette da molti altri tipi di disabilità Me ne sono assolutamente convinta di questa cosa perchè sono stata fidanzata di una persona sofferente di una patologia depressiva e mi rendevo davvero conto che era un problema molto serio, invalidante non meno del mio, anzi anche di più del mio per molti versi, però non ho mai potuto aiutarlo in niente nel riuscire a rivendicare dei diritti di ordine burocratico proprio perchè... non ne ha, perchè lui non è riconosciuto un disabile per legge... e penso non sia assolutamente giusto perchè lo vedevo, ne ero testimone, di quanto il suo problema lo limitasse in troppe cose...
noil noil 11/09/2007 ore 13.46.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

è vero.... belli dentro belli fuori... sani dentro sanissimi fuori
itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 11/09/2007 ore 14.33.28
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

ti mangia dal dentro e ti lascia vuoto come una carcassa....
BalloDaSolo BalloDaSolo 11/09/2007 ore 20.18.42
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie


Non ricordo bene dove, ma da qualche parte ho letto che la depressione è una malattia della volontà, cioè un disturbo che agisce sulla volontà , annullandola.

In effetti è vero, una persona depressa non prova stimoli o attrazione per nessuna attività, sembra gelida e svuotata.

Un altro problema è che il depresso difficilmente ammette o ritiene di essere ammalato, quindi raramente cerca aiuto ed è molto difficoltoso, anche per chi gli sta vicino, convincerlo a farsi aiutare.

Sicuramente la depressione è una condizione che può portare a gravi disagi, ma se è vero che oggi come oggi, dopo una corretta diagnosi, può essere curata e spesso guarita, io credo che non la si debba considerare come un qualcosa di disabilitante, ma la si debba considerare come un disturbo che può essere curato e anche guarito.

Forse, in generale, ci sono ancora molti pregiudizi nei confronti di questo problema e forse non è facile trovare trovare appoggi per affrontarlo, sia per chi ne soffre e sia per chi vuole dare un aiuto, ... però , secondo me, il messaggio che si dovrebbe far passare è che contro la depressione si può fare qualcosa.

Probabilmente non è semplice, ma dal tunnel della depressione si può uscire.


itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 11/09/2007 ore 20.49.44
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

è che oltre lo svuotamento e il piu delle volte apatia....si aggiungono momenti di irritabilita tremenda, rabbia, e il piu delle volte si passa anche ad altri tipi di patologie mentali.....sul curarsi anche se lo ammetti sia a te stesso che agli altri devi sol sperare di trovare uno strizza competente...cosa molto rara
TenebraLux TenebraLux 11/09/2007 ore 21.08.54
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie


La depressione...il"male oscuro", ha detta di alcuni psicologi e psichiatri e se lo dicono loro!

Negli USA, è la seconda malattia- e sì, è una vera propria malattia- invalidante dopo le malattie cardiache.

In Italia e non solo, è più degenerante del cancro: di fatto, il 15% dei casi termina con il suicidio.Ma qui sto parlando di vere e proprie sindromi: bipolarismo- "che Dio mi salvi" direbbe un'amica-, depressione post-partum ecc...

Un osso si cura, una febbre idem...ma quando è la mente ad essere malata? La parola dignità diventa un miraggio.LA Dipendenza da pasticche- "hei, hai rpeso le smartis?!"-...mm...scusate...quella stramaledetta sinapsi si è inceppata...scusate...


itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 12/09/2007 ore 12.53.21
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

capisco fin troppo bene cio che dici nonostante le sinapsi inceppate....
BalloDaSolo BalloDaSolo 12/09/2007 ore 18.47.02
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie


... io invece non ho capito.

Posso solo essere d'accordo con itcomefromthedarknes sul fatto che trovare competenza può essere difficile.

Aggiungerei che è difficile trovare sensibilità e voglia di fare qualcosa dapparte di chi ha scelto come lavoro di affrontare questo genere di problemi. _ Mi riferisco a quei medici psichiatri delle strutture pubbliche che se ne stanno a scaldare la sedia, evitando come la peste il minimo incontro con qualche familiare di una persona colpita da patologia mentale, e mi riferisco pure a quei privati che il più delle volte strizzano solo i portafogli.

Sò benissimo che ci sono un sacco di difficoltà e di dubbi e sò benissimo come in molti momenti manchino le energie, ma perchè buttare via anche la sola idea che si possa fare qualcosa?

Comunque , se proprio si vuole, si può anche dire che la depressione è una malattia irrimediabilmente invalidante e che non si può fare niente per combatterla, ... mai e in nessun caso.

Bè, io non sono del tutto d'accordo e credo che cercherò di continuare a non esserlo.
VivaLuna VivaLuna 12/09/2007 ore 19.38.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

Ho da poco finito di leggere un libro che parla appunto della depressione di una adolescente francese (scritto in modo molto crudo da lei stessa) ove tutto quello che ha passato e tutti i pensieri che le passavano per la testa, durante questo suo brutto periodo, lo ha voluto pubblicare.
Parole dure, che leggendole, sapendo che da chi sono scritte le ha vissute realmente, ti viene la pelle d'oca.
Se vi interessa: "Vivere non serve, morire nemmeno" di Matildhe Monaque.
Nel retro copertina ci sono due passi del libro-testimonianza, uno della prefazione scritta da Vittorio Andreoli (famoso psichiatra) e l'altra da Mathilde:

V. Andreoli: "Credo che per un po' non avrò il coraggio di parlare della depressione seguendo i manuali di psichiatria, ma che leggerò semmai queste sentenze di Mathilde: brevi, scultoree, vissute, senza sapienza se non quella del dolore che dà il vero senso alle parole di una depressa. Queste frasi vanno rilette, a una a una, e magari ripensate da parte di ciuscun adolescente, che non sa cosa sia la depressione, e da ogni genitore, per comprendere dove l'adolescenza può arrivare"

Mathilde: "Anche dopo essere uscita dall'ospedale continuo a non sapere perché mi è venuta la depressione. Ma oggi so perché voglio vivere"

TenebraLux TenebraLux 12/09/2007 ore 23.20.48
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

Come dice una mia maica, a volte euforica, a volte malinconica, a volte irascibile, a volte, dolce, a volte rassegnata,a volte persa..."sono troppo forte per la morte ma troppo debole per la vita".-
Mi sono avvicinato al mondo della depressione per due donne: mia madre e la mia migliore amica- si legga, ma magari mi sposasse!!!-.
La prima una donna realizzata con lavoro e famiglia. Entrata in menopausa e i relativi scombussoli chimici, è iniziato un'inferno che si è concluso da tre o quatto anni.
L'altra, ogni giorno è una storia a se.
fragolacannella.ac fragolacannella.ac 12/09/2007 ore 23.40.24
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

ho sofferto di ansia associata  a depressione dopo la morte di mio padre.. la paura di uscire di casa.. la paura di dovere fare qualcosa che non riuscivo a controllare ha fatto di me una disabile a tutti gli effetti.. no riuscivo nemmeno a guidare la macchina.. e ricordo che chiamavo il portiere del mio stabile quando dovevo andare a prendere mia figlia a scuola.. la macchina a due passi e io che non riuscivo a muovermi.. Ricordo quei lunghi anni come i peggiori della mia vita.. nessuno riusciva a capire il mio malessere..mi girava sempre la testa e mi si paralizzavano gli arti..la sensazione era quella di morire.. ho avuto diversi attacchi di panico e poi improvvisamente.. quando meno me l'aspettavo ne sono venuta fuori grazie al lavoro. un lavoro che tra mille difficolta' impegnava il mio cervello e i miei muscoli.. ecco dovevo , attraverso la forza fisica fare uscire il male.. questa comunque è la mia personalissima esperienza...so di non essere guarita del tutto.. il male ancora c'è.. oscuro annidiato da qualche parte.. sto attenta sempre.. cerco di nn farmi divorare... Antonella
itcomefromthedarknes itcomefromthedarknes 13/09/2007 ore 12.25.39
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

infatti se sei impegnato/a riesci a tenerla un po a freno...ma siccome nn si lavora 24 ore su 24........sai che ti aspetta.....è li e nn ti molla.
FIORIDARANCIO FIORIDARANCIO 13/09/2007 ore 19.45.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: DEPRESSIONE: più disabilitante di altre malattie

anche io ragazzi ci sto dentro ormai da + di 10 anni associata ad ansia e vi giuro k è un male invisibile ti rode dentro e ti consuma piano piano, diventi una persona amorfa , spenta senza quella voglia di niente, i colori la famiglia e tutto passa in secondo ordine sei tu e solo tu(anche se ti sono  vicino LA FAMIGLIA QUALCHE AMICAneanche te ne accorgi) tutto resta chiuso nel tuo guscio.l'unica cosa che ti resta è l'orario delle medicine che tra l'altro nn vedi l'ora di prenderle, cosi dopo riesci ad essere un pò serena ma intanto pensi sempre k stai male. uscire neanche a pensarci(se esco e poi sto male e allora ti freni, se faccio qst e se poi mi sento male, mangio qst e se poi mi fa male e cosi via). Però a volte mi chiedo quale sia stata la causa che mi ha scatenato qsr piccolo verme insidioso, ho riflettuto e grazie all'aiuto di varie terapie di gruppo, terapia da sola con l psicologo sono arrivata nn a salire un gradino ma una bella rampa.e poi voi amici miei mi state dand proprio una grande mano e con qst voglio ringraziarVi tutti, tutti tutti.Un immenso grazie accompagnato da un immenso:KISS.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.