Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

KeepOnRocking KeepOnRocking 27/05/2011 ore 12.22.44
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

SADLILLY scrive:
Ti ritengo molto intelligente, e ritengo che sei qui per divertirti a provocare per avere l'attenzione della gente. Purtroppo sei in un contesto poco adatto.



:-( Getto la spugna.
linx linx 27/05/2011 ore 13.40.57
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

SADLILLY scrive:
sei qui per divertirti a provocare per avere l'attenzione della gente. Purtroppo sei in un contesto poco adatto.

sbagli
lei si messa a scrivere innocentemente in questo topic perch molto coinvolta dai problemi di sua madre,attratta a scrivere qui le sue opinioni come da una calamita.
insomma avere una madre bipolare penso che la sdogani da ogni altra supposizione sul perch scrive qui dentro.
allora anche io scriverei qui per attirare l'attenzione su di me?dato che non sono bipolare?son solo un paraplegico?
non credo proprio
io scrivo unicamente per passione.
un altro paio di maniche se poi sbaglia o ha ragione in quanto scrive.
enigma1972 enigma1972 27/05/2011 ore 15.11.09
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

KeepOnRocking scrive:

Se vai a leggere poi nel dettaglio le varie tipologie di disturbo bipolare, tipo I, tipo II fino ad arrivare al borderline (che gi la parola mi manda in bestia), ti rendi conto che tutti chi pi chi meno possono identificarsi in queste tipologie. Il pi e il meno dipende dai traumi, dai lutti, etc che una persona ha incontrato nella sua vita.

Non penso che in questo contesto sia utile andare oltre la base e spingerci nel dettaglio, altrimenti si f solo un bel minestrone di problemi e incomprensioni... come puoi vedere.
linx linx 27/05/2011 ore 15.24.39
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

enigma1972 scrive:

Non penso che in questo contesto sia utile andare oltre la base e spingerci nel dettaglio, altrimenti si f solo un bel minestrone di problemi e incomprensioni... come puoi vedere.

Ovviamente le persone interessate si sentono praticamente assalite,accusate,ma non credo che nessuno voglia criticare qui le persone malate,ci mancherebbe altro.
Ho usato il termine malato perch credo che sia l'unico valido.
Purtroppo questa una societ che finge infastidita che il malato non esista.
Come certi cattolici a Messa la domenica mattina, che al pomeriggio di cristiano han ben poco.
Tutti amore apparente per il malato,ma sotto sotto non e' vero nulla.Anzi il contrario.Il diverso,il disabile il paria della societ,il rigettato,l'escluso,come ben si legge spesso in questo forum.
SADLILLY SADLILLY 29/05/2011 ore 21.02.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ linx: per come la vedo io keeponrocking ha sbagliato nella forma e nel contenuto. ed e' palese il suo tentativo di provocazione, che poi ci sia dietro il modo in cui lei ha vissuto il disturbo della madre e' ovvio e forse dovrebbe riflettere proprio su questo.
KeepOnRocking KeepOnRocking 30/05/2011 ore 13.05.49
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

enigma1972 scrive:
KeepOnRocking scrive:

Se vai a leggere poi nel dettaglio le varie tipologie di disturbo bipolare, tipo I, tipo II fino ad arrivare al borderline (che gi la parola mi manda in bestia), ti rendi conto che tutti chi pi chi meno possono identificarsi in queste tipologie. Il pi e il meno dipende dai traumi, dai lutti, etc che una persona ha incontrato nella sua vita.

Non penso che in questo contesto sia utile andare oltre la base e spingerci nel dettaglio, altrimenti si f solo un bel minestrone di problemi e incomprensioni... come puoi vedere.


Enigma io rispetto il tuo punto di vista. E so che pu essere destabilizzante l'affermare che in realt la malattia bipolare non una malattia (questa la mia ferma convinzione). Il disagio diventa patologico solo quando si intraprende la via farmacologica. Io leggevo libri di Cassano all'et di 16-17 anni. Ho seguito il percorso di mia madre e continuo a farlo anche da adulta. E continuo a ripetere che i miglioramenti che lei ha avuto nella sua vita non sono mai stati dovuti a nuovi farmaci. Bens da situazioni di vita che sono cambiate.

Poi, opinione sempre mia e personalissima, se fossi una bipolare, andrei eccome nel dettaglio. Prendere farmaci senza conoscerli, senza conoscere la loro composizione, il loro effetti collaterali e soprattutto come "agiscono" secondo me da sciocchi.

Se tutto ci vi offende. Pazienza.
SADLILLY SADLILLY 30/05/2011 ore 18.01.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ KeepOnRocking: Conosco neuropsichiatri BOCCIATI ALL'UNIVERSITA' da CAssano... persone che sono diventati luminari in materia nel nostro paese.
La tua conclusione "Se tutto cio' vi offende, pazienza" e' la dimostrazione che tu sei venuta nel forum sbagliato. E nn mi sembra che nessuno qui dentro abbia mai detto che prende medicine a caso etc etc..
kamalnath kamalnath 30/05/2011 ore 22.23.27
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@keeponrocking Ciao , scrivo di nuovo perch , comunque e da chiunque vengano scritti i post possono eesere fonte di discussione , se non fossimo diversi non ci sarebbe discussione . se poi tu dici che il disturbo bipolare non esista ho un aneddoto per te , della mia vita perch parlo solo di cose che conosco molto bene e non per sentito dire. Anni f ho passato un inverno molto gi , in cui sono uscito raramente da casa , prendevo solo gocce per dormire , ma ero io che non avevo stimoli di alcun genere ,sono arrivato a pesare 120kg, dormivo di giorno e vegliavo di notte perch per orgoglio non volevo che nessuno mi vedesse cos . Improvvisamente una mattina sono andato a correre , fare jogging per capirci , finch i polmoni hanno retto . Non ho mangiato a pranzo e neanche a cena . non voglio dilungarmi , per dei mesi ho vissuto solo di acqua , correre e poi anche ginnastica . Alimenti zero o quasi . Ho perso 30 kg. in tre mesi , mi sentivo " benissimo" . Sono riuscito a riprendere un lavoro , ed ho lavorato 12 ore al giorno con buoni risultati , tanto che i miei familiari parlavano di miracolo . Concludo , un pomeriggio ho visto dei " tipi" che mi seguivano ,. Dopo 1 settimana a casa sono partito per Londra nascosto in una macchina , in abbigliamento da spiaggia per non destare sospetti . Per 10 giorni sono passato da Oslo e poi Zurigo , ancora "seguito" , in aereo. Fortunatamente ho finito i soldi e mi sono fermato a Como , dove sono saltato gi dal balcone di un albergo perch sentivo un ticchetio sospetto nella stanza . Polizia,ospedale,mio padre al mio fianco per circa 1 mese . Poi antipsicotici ,etc. sono tornato a pesare 100 kg. e non c'era assolutamente pi "nessuno" che mi seguiva . Il disturbo bipolare esiste ed una malattia devastante . Non c' altro modo di chiamare questo disturbo e la psicosi occasionale uno dei tanti risvolti che pu avere . Forse sono entrato troppo nel personale e non una gara a chi st peggio ma questo mi sembra l'unico modo per convincere qualche scettico.In amicizia senza offesa!
KeepOnRocking KeepOnRocking 31/05/2011 ore 10.59.18
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

SADLILLY scrive:
@ KeepOnRocking: Conosco neuropsichiatri BOCCIATI ALL'UNIVERSITA' da CAssano... persone che sono diventati luminari in materia nel nostro paese.


:ok

Si tratta ormai di almeno 20 anni f... pi o meno. Quando facevamo l'Italia in lungo e in largo per trovare appunto qualche luminare. Allora c'era questo famigerato Cassano, a Monza.

Quando poi pi tardi, lessi un suo libro, come dicevo gi in un mio precedente commento, cap... del perch anche lui fu un fallimento totale.

KeepOnRocking KeepOnRocking 31/05/2011 ore 11.06.22
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

kamalnath scrive:
Non c' altro modo di chiamare questo disturbo e la psicosi occasionale uno dei tanti risvolti che pu avere . Forse sono entrato troppo nel personale e non una gara a chi st peggio ma questo mi sembra l'unico modo per convincere qualche scettico.In amicizia senza offesa!


Figurati, non devi scusarti; forse proprio andando nel dettaglio che si pu capire meglio.

Per ancora una volta, ahim, devo dire una cosa.

Gli innumerevoli tentativi di suicidio di mia madre, nelle forme pi svariate, sono stati per la maggior parte delle volte dovuti proprio ad overdose di medicinali (l'overdose di medicinali un modo per attirare l'attenzione e/o il frutto di una lotta interiore, nel senso che la persona si rifiuta di accettare la cura e punisce in qualche modo chi propone la cura, proprio con quel gesto estremo). Oppure, agli effetti stessi dei medicinali, che possono, come sapete bene, aumentare drasticamente il desiderio di suicidio e la PROBABILIT di tentativi di suicidio. E questo un FATTO, non un opinione.

Se dico qualcosa di errato, correggetemi pure.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio necessario accedere al sito.