Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

zabeta zabeta 17/09/2011 ore 16.46.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

Grazie, Kamalnath, per il tuo sostegno, ma sai, a volte (e oggi, ieri, ultimamente è una di quelle volte) essere coerenti è difficile e pesante. Mi sta prosciugando dentro. E' lotta dura tutti i giorni e ti vien da chiedere cui prodest? Poi rientro in me, come ora dopo aver letto le tue parole, e capisco che lo faccio per me, per lui e per la vita che voglio fare con lui.
zabeta zabeta 18/09/2011 ore 22.52.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

Caro Kamalnath, cara Sadlilly, cari tutti, è vero che la speranza è l'ultima a morire, basta che, sperando, non muoia prima io...
Allora stasera, dopo una giornata in cui il mio lui è stato seduto a giocare a poker online, ore 22,00 chiedo di poter usare un po' il pc " per quanto?" chiede lui," non so, il tempo che mi serve", rispondo io ed è scoppiato il finimondo, condito da parolacce e schiaffi perchè non sono stata capace di " tenere la bocca chiusa" ed ho risposto in modo " arrogante" alla sua domanda. Ma fino a che punto una deve giustificare in nome della malattia un comportamento così?! Ed in questo periodo questa è la normalità in casa mia. E se chiamassi i carabinieri? Prego, ditemi qualcosa
kamalnath kamalnath 19/09/2011 ore 07.13.12
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ zabeta
Mi dispiace molto leggere il tuo post . Tuo marito è seguito da un medico privato o da uno del CSM ? Io ti consiglierei prima di parlare con lui , se c'è , esporgli il problema e fare in modo che il dottore gli parli , senza fargli capire che sei stata da lui tra altre cose di come và la vs. relazione . Se puoi fallo prima possibile . Se chiami i carabinieri devono redigere un verbale di intervento e ti faranno la domanda di rito se lo vuoi denunciare per qualcosa di specifico . In ogni caso è sempre meglio che vada tu da loro , non li chiamare a casa , potresti peggiorare il rapporto . Tutto questo ovviamente se non supera i limiti , cioè se t'insulta e se ti dà uno schiaffetto tieni botta e vai dal suo dottore presto , se ti mena sul serio e ti lascia i segni allontanati da casa con una scusa e magari vai al pronto soccorso e ti fai refertare i segni che ti ha lasciato ,ricorda che al pronto soccorso ti chiederanno come te li sei fatti e che c'è sempre un posto di polizia a cui puoi verbalizzare l'accaduto . Forza e coraggio .
SADLILLY SADLILLY 19/09/2011 ore 12.16.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ zabeta: no.. cosi nn va bene... mi sembra che lui sia nel pieno di un episodio maggiore.... io chiamerei i carabinieri, non solo lo denuncerei evidenziando che si tratta di soggetto bipolare, cosi facendo le forze dell'ordine procederebbero con un ricovero coatto.. direttamente in ospedale... nn puoi sopportare tutto cio' e soprattutto i tuoi figli nn devono vedere certe scene.. quindi nn puoi permetterti il lusso di perdonarlo perche' hai una doppia responsabilita': nei confronti tuoi e dei tuoi ragazzi..
zabeta zabeta 19/09/2011 ore 12.34.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

Mio marito ha sospeso da 15 giorni la cura ( con Tolep ) prescrittagli 2 anni fa a seguito di un ricovero in clinica da lui richiesto per disintossicarsi dall'alcool, ora non se ne parla proprio di convincerlo a tornare dallo psichiatra, è in piena fase maniacale incazzata e violenta, grazie a dio i nostri figli stanno uno a Roma, l'altra qui vicino ma in un'altra casa. L'unica possibilità che vedo, a parte il ricovero coatto che mi spaventa notevolmente, è di parlare io con lo psichiatra che l'ha curato all'epoca, anche il nostro medico di base mi ha consigliato questo stamattina, ma come può intervenire lo psichiatra, se da due anni mio marito non s'è mai fatto vivo con lui per un controllo o un " aggiustamento" della cura? Grazie ancora per la vostra presenza e disponibilità, vi farò sapere gli sviluppi, se ce ne saranno...
SADLILLY SADLILLY 19/09/2011 ore 18.21.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ zabeta: E' proprio per questo che l'unica e' il ricovero coatto.. che non significa altro che l'obbligo legale (e che avviene tramite i servizi) di ricovero.. io ho gia' tentanto la strada che ti ha suggerito il medico di base... nn serve ... nn ci andranno mai spontaneamente...
SADLILLY SADLILLY 19/09/2011 ore 18.22.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ zabeta: AGGIUNGO: e tu hai detto che... "non vuoi morire prima t", giusto? :-)
un abbraccio
kamalnath kamalnath 19/09/2011 ore 21.48.55
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ sadlilly
Il T.S.O. trattamento sanitario obbligatorio , come dovrebbe chiamarsi il ricovero coattodi cui parli, ti mette in un reparto psichiatrico da cui ne esci a discrezione dei medici . Se sei un malato lucido, come è capitato ad una persona che prima detestavo ma a cui ora voglio molto bene , ti assicuro che è una roba brutta in un posto ancora più brutto .
Dopo un paio di giorni , quando ti rendi conto dove sei , con chi sei e che sei totalmente nelle mani di altre persone ,anche se medici ed infermieri ,puoi incominciare a pensare di poter essere anche schizofrenico , depresso cronico , psicotico ed anche psicopatico , come le persone che vedi ogni giorno intorno . Forse mi ripeto , ma rifletti bene prima di far mandare una persona al T.S.O. , almeno che non diventi veramente necessario .Non chiedo a nessuno di immolarsi , ma solo di fare la cosa giusta commisurata al rischio effettivo che stà correndo .

@ zabeta Non si muore per una bestemmia o per uno schiaffo e tu conosci quest'uomo da 30 anni , se ha veramente raggiunto il limite fai
quello che devi con determinazione ma non con leggerezza . E tu sei sicuramente una donna determinata e saggia , lo leggo nelle
tue parole .
SADLILLY SADLILLY 19/09/2011 ore 22.01.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ kamalnath: LO SO che nn e' una cosa bella.. ma sai anche che e' impossibile convincere un malato a curarsi quando nn vuole... quindi.. a volte Parigi val bene una messa... e' per il suo bene e per l'incolumita' di chi gli sta intorno...capisco che tu ti senta coinvolto e reagisci sulle difensive alle mie parole, ma ricordati... nn e' una giustificazione dire che uno schiaffo nn fa male perche' e' dato da un malato... lui sa di esserlo ed e' marito e padre... nn puo' costringere sua moglie a subire le conseguenze della sua malattia senza dire o fare nulla...
kamalnath kamalnath 19/09/2011 ore 22.12.12
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ sadlilly
Io non dico di non fare nulla , nè di subire passivamente anche uno schiaffo . Di valutare strade alternative possibili . Io mi sento coinvolto per lei credimi , non per me o per lui . La prevenzione può anche essere giusta ma non credo che la ns. amica viva da 30 anni con un mostro . :ciao

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.