Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

huckleberry huckleberry 02/06/2010 ore 00.14.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)@PeNnYrOyAlTeA

Sono d'accordo anchio con la persona a cui rispondo (nomignolo contorto). Il fatto è che se una persona la compatisci, il desiderio fisico che potresti anche provare verso di lui/lei scompare perchè l'altro è messo su un piano diverso dal proprio - lo vedi come inferiore. E' come partecipare ad una gara. Non è detto che tu vinca ma se non ti lasciano partecipare, di sicuro hai perso. Ecco, la compassione è questo: mettere fuori gioco una persona. Sono cose molto radicate, purtroppo; in merito vi racconto un aneddoto: il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, riceve al Quirinale una classe di una scuola superiore; ad un certo punto un ragazzo cieco si lamenta del fatto che non può leggere la Costituzione perchè non esiste in Braille - il linguaggio dei non vedenti. Il presidente, a quel punto, chiede conferma di questo ad un suo collaboratore e, dopo avere avuto risposta, si rivolge al ragazzo dicendogli testualmente: "L'importante è che tu abbia gli occhi dell'intelligenza." Il tutto è andato in onda in un servizio del TG1 in prima serata, mi pare agli inizi dell'anno scorso. Ora, il punto è questo: che diavolo ne sa il presidente che quello è intelligente? Si capisce quando, in casi del genere, qualcuno vuole darti il contentino, cioé ti dice che sei intelligente e così si lava la coscienza. Queste manifestazioni gratuite di una cultura retrograda e, oserei dire, da terzo mondo è ora che spariscano dal mondo. Il Presidente della Repubblica ha continuato a mettere in atto e diffondere tutto questo e ciò è di una gravità inaudita. Immaginiamo due situazioni: se il Presidente avesse detto al ragazzo "Sei un povero cecato e non ti vorrà mai nessuno", il giorno dopo si sarebbe dovuto dimettere; nel modo in cui si sono svolti i fatti, invece, è come se avesse detto - senza dirlo apertamente - "Ascoltate bene, cari telespettatori, non vi dovete assolutamente mai mettere insieme a quetso povero cecato, agli altri cecati e a nessun altro handicappato." Questo è ancora più grave ma siccome è socialmente accettato un atteggiamento del genere, non se n'é accorto nessuno. Sono sicuro del tono compassionevole di cui il messaggio sulla presunta intelligenza del ragazzo era caricato, e questo atteggiamento avrà portato milioni di persone ad interpretare solo in questo senso le sue parole. Ora voi direte che il Presidente non lo ha fatto volutamente, e su questo sono d'accordo. Però il problema è che se un Presidente di uno degli stati più importanti del mondo si riduce a fare discorsi degni di un vecchietto ultraottantenne qualunque - perché questo, e solo questo, è ciò che ha detto - vuol dire che fin da bambino gli sarà stato fatto il lavaggio del cervello per indurlo a pensarla così. Allora, non è colpa sua; però che facciamo per cominciare a modificare questo modo di pensare?
Io non voglio essere compatito. Mi spiegate cosa c'è da compatire? Come si fa a farlo entrare nella testa delle persone? Chi vede solo le mie gambe non ha visto niente di me. La compassione è la causa principale di quell'alone terribile che ci circonda. Lo ripeto, io non voglio essere compatito. A presto
14580740
Sono d'accordo anchio con la persona a cui rispondo (nomignolo contorto). Il fatto è che se una persona la compatisci, il...
Risposta
02/06/2010 0.14.46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
linx linx 02/06/2010 ore 06.00.40
segnala

(Nessuno)RE: FARE SESSO CON UN DISABILE, TABU' O RAZZISMO???

CI RINUNCIO
huckleberry huckleberry 02/06/2010 ore 23.40.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)A cosa rinunci, caro linx?

Caro Linx, ho provato ad interpretare il significato del tuo video ma non ci sono riuscito. A cosa rinunci? Io non so cosa voglia dire essere tetraplegico e avere dei dolori fortissimi perchè sono autonomo. Però non capisco perché tu debba banalizzare il contenuto dei miei messaggi, lunghi solo perchè devono essere chiari e non lasciare spazio ad alcuna interpretazione. Allora, non rinunciare, ti prego; e spiegami quello che vuoi dire in risposta al mio messaggio, senza ricorrere a schifezze come il video che hai caricato nel blog. Forse tu volevi dire che ci sono problemi più gravi di essere handicappato con una vita autonoma come la mia, ma questo non cancella la mia solitudine. E la difficoltà non sta solo nel trovare donne, ma anche amici, perchè un luogo comune che è molto diffuso sugli handicappati è che noi ci attacchiamo alle persone. Ti apetto volentieri.
huckleberry huckleberry 02/06/2010 ore 23.47.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: FARE SESSO CON UN DISABILE, TABU' O RAZZISMO???

@ farfy1980: Ciao, fatti viva, vorrei che tu partecipassi alla discussione. E' da un po' che non lasci messaggi. Ti rinnovo, inoltre, l'invito fatto a tutti: proponi ad un po' gente a prendere parte alla discussione.
linx linx 03/06/2010 ore 18.10.33
segnala

(Nessuno)RE: FARE SESSO CON UN DISABILE, TABU' O RAZZISMO???

huckleberry scrive:
(Nessuno)A cosa rinunci, caro linx?

A LEGGERTI.
SENZA OFFESA.
huckleberry huckleberry 03/06/2010 ore 23.44.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Ogni tre secondi muore di fame un bambino (e io lo so che è più grave dei problemi di questo forum)

Caro linx, non sono offeso, però credo che non dovresti rinunciare a leggermi. Se tu nei tuoi messaggi fai presente la realta della paraplegia, ti ammiro, (ho citato, al contrario, anche il caso di un ragazzo che si vergognava della sua situazione alle mani, e le teneva in tasca (vedi sopra). Però ci tengo a precisare una cosa: mi pare di capire che tu rinunci a leggermi perché le cose che scrivo ti sembrano barzellette a confronto dei problemi che hai tu, dico bene? Considerato questo, credi che basti pensare a ciò pere far sparire i problemi? Io sono una brava persona e vorrei che tu mi dicessi chiaramente quello che pensi, senza reticenze. Ecco, diciamo che mi piacerebbe parlare con te al telefono, per chiarirci. Se non ti va di scrivere qui il tuo numero di telefono, scrivimi a huckleberry.finn@libero.it. Penserò io a chiamarti. In ogni caso, tieni presente che io so benissimo che ogni tre secondi un bambino, da qualche parte nel mondo, muore di fame - cosa assai più grave di quello che si discute in questa sede.
Ti aspetto
linx linx 04/06/2010 ore 09.12.57
segnala

(Nessuno)RE: FARE SESSO CON UN DISABILE, TABU' O RAZZISMO???

Rinuncio a leggerti perche' purtroppo son cose che leggo da anni.
Purtroppo la tua situazione è simile a quella di tanti altri.
Alla fine diventa un mangiarsi la coda.
Un farsi male.
Un arrovellarsi continuo.
Purtroppo la disabilià crea reazioni negli altri quasi mai positive e non ci si puo' far nulla, nemmeno gridandolo al mondo.
Il buon Dio ovviamente non sente e se sente se ne frega.
La valle di lacrime purtroppo ce la dobbiamo subire in maniera ben piu' grave del resto dell'umanità.
huckleberry huckleberry 04/06/2010 ore 15.56.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Finalmente!

Caro Linx, così come tu mi spieghi che rinunci a leggermi perché le cose che scrivo sono quelle che leggi ormai da anni, io mi permetto di dirti che il messaggio a cui rispondo è quello che aspetto da tanto tempo. C'è molto verità - ahimé - in quello che scrivi, ma è solo una parte della verità. In realtà esistono persone - poche - che trattano le persone che hanno un difetto allo stesso modo di uno che non ne ha. Io sono riuscito a trovare tre di queste persone (e non è poco): con loro il mio problema NON ESISTE. Ti rendi conto che meraviglia? Purtroppo due di questi tre sono in giro per l'Italia in cerca di lavoro quindi me ne resta solo uno - e certamente non è granché passare il tempo solo con una persona - però è sempre meglio di niente. Inoltre non mi do per vinto: penso al fatto che gli handicappati presso alcune antiche civiltà venivano buttati da una rupe perchè non erano idonei alla guerra, oppure penso a quando, nel medioevo, dei nani si pensava che fossero la punizione che Dio mandava alle loro madri per essersi accoppiate con il diavolo. Queste cose sono state sconfitte (almeno alle nostre latitudini) e possiamo fare qualcosa anche per il resto. Tu mi dirai che sono cose molto lente, e questo è vero: però io non me la sento di starmene con le mani in mano. Ecco cosa farò: tra qualche anno insegnerò in una scuola elementare e aprirò una breccia in quell'alone terribile che, agli acchi degli altri, circonda i disabili. Dopo che io mi sarò preso cura dell'istruzione, dell'educazione e della crescita dei miei alunni, e dopo che avrò detto loro che l'unica cosa che noi diversi vogliamo dal mondo è NON ESSERE COMPATITI, credo che loro avranno un ricordo molto bello del loro maestro. Da grandi, poi, ci penseranno due volte prima di discriminare un handicappato. Vedi, ho già fatto tirocinio nelle scuole e non ti dico... E' davvero umiliante vedere le "maestrine" che invece di spiegare si limitano a parafrasare il libro, e che di conseguenza, non riuscendo a rendere interessanti le loro lezioni, sono costrette ad urlare ogni minuto perchè in quelle condizioni è ovvio che i bambini si distraggano. Avrai già intuito che sono iperqualificato per un lavoro del genere ma, anche se potrei aspirare a qualcosa di meglio, scelgo di fare dei sacrifici, soprattutto economici, pur di avere l'opportunità di fare un vero e proprio lavaggio del cervello ai bambini. Forse dovrei dire "controlavaggio" perchè il lavaggio glielo fa la società, allontanandoli da noi. Questi bambini poi da grandi trasmetteranno ai loro figli questo concetto di diversa normalità che io voglio instillare in loro. Inoltre, t'assicuro, ci sono persone che si rendono conto dell'ingiustizia riservata agli handicappati. Una volta al TG1 intervistarono un tipo che aveva prestato assistenza a degli handicappati a Loreto, in Abbruzzo. Immagina la scena: vedo che questo ragazzo che con tono indignato dice "Voglio conoscere di più gli handicappati perchè sono persone... (segue una breve pausa) ... COME NOI! (le ultime due parole vengono dette con tono ancora più indignato rispetto all'inizio). Capìì immediatamente che questo ragazzo si chiedeva con rammarico perchè gli avessero fatto il lavaggio del cervello per instillargli dei pregiudizi. Magari lui si era reso conto che anche nella categoria degli handicappati ci possono essere persone che ti possono dare molto (così come in quella dei banchieri, artigiani, medici, edicolanti, ingegneri, imbianchini, musicisti ecc.). Domani sera andrò ad una cena organizzata da un ragazzo che ho conosciuto ad una festa l'anno scorso. Al momento di farmi una domanda sul mio difetto fisico, sai come esordì? Sono handicappato, non riesco a capire cosa tu abbia: me lo spieghi? Non credo che queste cose sarebbero accadute mille anni fa. Il mondo migliora, anche se per infinitesimi. Ma è sempre meglio un infinitesimo che niente. Ciao, ragazzo, ti assicuro che devolverò parte dei miei soldi alla ricerca perchè con le cellule staminali riescano a risolvere, un giorno, anche il tuo male. Non mollare. Ti saluto con affetto (e speranza). A presto
14589873
Caro Linx, così come tu mi spieghi che rinunci a leggermi perché le cose che scrivo sono quelle che leggi ormai da anni, io mi...
Risposta
04/06/2010 15.56.41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
linx linx 05/06/2010 ore 04.39.58
segnala

(Nessuno)RE: FARE SESSO CON UN DISABILE, TABU' O RAZZISMO???

huckleberry scrive:
Io sono riuscito a trovare tre di queste persone

Sii contento di questo.
Nunzia.1965 Nunzia.1965 05/06/2010 ore 14.44.46
segnala

(Nessuno)RE: FARE SESSO CON UN DISABILE, TABU' O RAZZISMO???

@ huckleberry: Bello quello che hai scritto!..un abbraccio..Nunzia.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.