Motociclismo

Motociclismo

Campionati ufficiali 125, 250, MotoGP, SuperBike... per gli amanti dell'adrenalina pura!

smile.51 smile.51 17/06/2008 ore 20.23.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

DICO SOLO UNA COSA:LA YAMAHA HA VINTO IL MONDIALE GRAZIE A VALE DOPO ALMENO 10 ANNI DI SCONFITTE,E PESANTI...NON SECONDI POSTI... LA MOTO MIGLIORE CMQ,CON IL GIUSTO COMPROMSSO PENSO CE L'ABBIA PEDROSA QUEST'ANNO....
0marco 0marco 18/06/2008 ore 08.56.29
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

Rossi ha classe e su questo non ci piove, ma la differenza la fa il mezzo e le gomme. Lo sviluppo lo fanno i soldi e gli sponsor e la capacità del pilota di sviluppare una moto. E' ovvio che una casa motociclistica sviluppi una moto basandosi sulle indicazione del suo pilota di punta, e tanti più soldi porta questo pilota al mulino, tante più soluzioni possono essere sviluppate. Ma questo vale solo per il pilota di punta, ecco perchè gli scudieri non hanno mai brillato, tanto in moto gp quanto nella formula 1 (nell'era Shumacher). Pochi ricordano l'era dei due tempi quando nella mitica 500 correva gente del calibro di Swanz, Gardner, Pons, Rainey. Tanto per dirne una, Rainey vinse 3 campionati mondiali di fila '90, '91, '92 con la Yamaha, prima dell'incidente disastroso. Dall'83 ad oggi, Yamaha e Honda si sono divisi i mondiali 8 - 12 rispettivamente, con qualche apparizione di Suzuki e Ducati. Quindi non mi sembra che Rossi sia andato in una casa di secondo piano se non per le vendite commerciali, ma è ovvio, bisogna creare un mito. Se non credete sia il mezzo che faccia la differenza, provate a spiegarvi il perchè un certo Michael Doohan vinse 4 campionati mondiali di seguito. Certo, dopo che si erano ritirati tutti i grandi campioni, perchè con loro lui arrivava sempre doppiato. Rossi porta tanti, troppi soldi, ma vorrei vederlo correre con gente come Biagi, Bayliss, Haga, Corser, Melandri, Capirossi, Pedrosa, Lorenzo a parità di mezzo, stesso mezzo. Riporto un'altra piccola esperienza. Mio zio ha corso 2 campionati nell'era Agostini. Si, il grande mito. Peccato che molti piloti portavano il loro mezzo da soli, in pista. Quasi tutti erano pilota, meccanico, gommista ed elaboravano da soli i propri mezzi. Veri centauri solitari, mentre il mito arrivava in pista con la sua corte al seguito: facile vincere, senza nulla togliere alle capacità. Rossi c’è (e sono felice, grande spettacolo), ma sarà un caso che è visto come un mito solo dalle persone che non hanno decenti esperienze tecniche e di pilotaggio? Perché faccio fatica a trovare tra le dichiarazioni dei piloti, parole che vanno oltre all’elogio di una buona, ottima, ma comunque singola stagione.
quadroz quadroz 18/06/2008 ore 13.34.28
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

per 0marco:
tu dici che gli "scudieri"non hanno mai brillato e stoner?L'anno scorso il pilota di punta Ducati era Capirossi,poi poco alla volta è diventato Stoner il riferimento Ducati ma era lui nel progetto iniziale lo "scudiero".nessuno ha mai detto che la Yamaha sia una casa secondaria,come non sono secondarie la Kawasaki,la Suzuki e la Ducati,solo che negli ultimi tempi la Honda era quella con il reparto corse migliore,forse l'arrivo di Rossi è stato un incentivo per migliorare il reparto corse Yamaha.
L'esempio di tuo zio non mi sembra pertinente,ora i tempi e sopratutto le moto sono cambiate,ora nessuno può andare in pista da solo sia per i costi che per le competenze tecniche necessarie per far andare forte una motogp,poi complimenti a lui e a quello che ha fatto,ma se agostini era pilota ufficiale credi che sarebbe stato mandato da solo in pista? è ovvio che ha il supporto della casa.
e da quando per essere tifosi "competenti" dobbiamo avere una moto o essere piloti professionisti?
io non ho una moto perchè sono ancora uno studente universitario e di certo non chiedo ai miei di comprarmela,ma io ho visto in giro certe persone che non solo non dovrebbero guidarla,ma neanche possederne il modellino o il poster in casa!!!
0marco 0marco 18/06/2008 ore 13.57.50
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

sai quadroz, purtroppo per avere ben chiaro il quadro della situazione bisogna essere competenti e come! Mi dispiace, ma è così.
Il riferimento agli scudieri l'ho riportato a titolo informativo ed è stato valido fino a qualche anno fà. E' ovvio che esistono delle eccezioni. Stoner ha avuto la fortuna di aver caratteristiche di guida tali da adattarsi subito alla Ducati. Questo prescinde pure dal fatto che la politica delle case costruttrici non può conoscerla nessuno, nemmeno gli stessi piloti.
Era in preventivo che Capirossi lasciasse la Ducati, prima dell'ultimo rinnovo, ma da mesi lo si sapeva. A Rossi è stato affiancato Lorenzo e non è un caso.
Per chi corre in moto da anni, sa benissimo che puoi avere classe quanto vuoi ma non è mai la moto ad adattarsi alle caratteristiche di un pilota.

L'esempio di mio zio è pertinente anche se paradossale. Oggi c'è chi può permettersi una moto che "conosce" il punto esatto del circuito in cui si trova ed impostare la giusta mappatura, altri no.
Sono tante le componenti in gioco dall'era Doohan in poi, lo stesso Rossi lo ha ammesso quando ha iniziato a trovarsi in difficoltà. Per me è un grande pilota, ma di certo, la vera differenza la fà il personaggio costruito intorno a valentino, piuttosto che una guida unica... quella la permette il mezzo, a volte.
quadroz quadroz 18/06/2008 ore 16.19.20
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

allora parlerò da ignorante dato che non correndo in moto non ne posso capire una mazza..
ma chi ha la moto con la mappatura giusta se la deve guadagnare,poi la mappatura giusta la devi trovare tu.
e la guida unica va bene che te la permette la moto ma se non la sai fare la moto può andare forte quanto vuoi,credo che poi sulle 91 vittorie di Valentino Rossi almeno qualcuna sarà merito suo o sono 91 vittorie grazie alla sua moto?
ma sul discorso della guida che si adegua al pilota sono d'accordo pure io,vedi come guidava la Honda valentino e come guida la Yamaha ora.

0marco 0marco 18/06/2008 ore 16.36.10
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

Ascolta quadroz, credo di aver risposto di là allo stesso modo.
Io sono un tifoso di Valentino, ho dei trascorsi in pista, ora giro con una yamaha R1, è da quando avevo 10 anni che sono sulle 2 ruote. Credo che un minimo possa parlare con esperienza, oltre al fatto che conosco personalmente persone che lavorano in motoGP e superbike e ascolto i loro commenti. Sono commenti di meccanici, gommisti, gente che prova sulla pelle tutti i giorni certe sensazioni.
Non ho intenzione di fare lo sborone, è bello parlare più con il cuore del tifoso.
Il nostro è un discorso senza fine.
Rossi si è guadagnato il ruolo che ha, perchè è stato il primo che, oltre ad avere manico, riesce ad attirare un mucchio di soldi dai tempi della 250. Con i soldi viene tutto il resto.
C'è un tipo che si chiama Toseland nel team Tech 3 Yamaha, altri team, per necessità, sono tentati di rispolverare Gibernau, Biaggi e Okada mentre personaggi del calibro di Vermeulen e soprattutto di West sono stati praticamente bruciati.
Questa gente, è gente che và forte davvero quanto valentino, te lo garantisco... e sarebbe bello vederli tutti su moto competitive... ma gli sponsor scappano e allora vedi anche che piloti favolosi come Elias e Guintoli rischiano il posto solo perchè il team D'Antin rischia di perdere Alice come sponsor.. mentre valentino si può permettere di evadere oltre 100 milioni di euro.
Parliamo da tifosi, basta che Valentino non si lamenti ancora come lo scorso anno, perchè ci sono piloti che c'hanno iniziato e finito una cariera con una moto molto meno competitiva.
quadroz quadroz 18/06/2008 ore 17.54.54
segnala

(Nessuno)RE: Rossiiiiiiiiiiiiiii...

ma il discorso delle moto competive è chiaro che le case "penalizzano" i team clienti rispetto a quelli ufficiali,penso che qualunque squadra voglia che sia il suo pilota ufficiale a vincere rispetto al pilota x del team y,poi è normale che un pilota come vermuellen se avesse avuto una moto diversa non avrebbe nulla da invidiare a Rossi,Stoner e ad altri.
Per Valentino che attira i soldi dico che se lo è creato lui,non è stato scelto a caso,è riuscito a "vendere" la propria immagine in modo efficacie,mostrando il suo carisma legato alle sue vittorie,al contrario di Pedrosa e Stoner che non hanno usato la loro immagine come ha fatto Valentino e questo non dico che sia bene o male ma sono scelte,che ti si possono ritorcere contro vedi la storia del fisco: Valentino ha sbagliato non lo metto in dubbio,ma era una cosa tra lui e lo stato non tra lui e il resto del paese,ma questo è il risultato della sua scelta che porta nel bene o nel male i suoi frutti.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.