Musica

Musica

Hip-Hop, Rock, Punk, Funky, House, Reggae, Metal, Rap... parliamo di musica a tutto volume!

mizzar83 mizzar83 31/05/2008 ore 16.23.19
segnala

DomandaLa musica che non avanza


Domanda perchè la musica si è fermata ad inizio anni 90?mi spiego meglio, negli ultimi 20 anni, non si è fatto che riprendere prima quello che è stato fatto negli anni 60-70. e ora queloo che si è fatto negli anni 80, l'ulitmo stule musicale nuovo uscito è stato il grunge, e se vogliamo il crossover rap metal.


budpsykoweiser budpsykoweiser 31/05/2008 ore 16.39.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La musica che non avanza

A mizzar83 che il 31/05/2008 16.23.19 ha scritto:

Domanda perchè la musica si è fermata ad inizio anni 90?mi spiego meglio, negli ultimi 20 anni, non si è fatto che riprendere prima quello che è stato fatto negli anni 60-70. e ora queloo che si è fatto negli anni 80, l'ulitmo stule musicale nuovo uscito è stato il grunge, e se vogliamo il crossover rap metal.



Rispondo: stai scherzando spero!

Gio8ty2 Gio8ty2 31/05/2008 ore 21.41.36
segnala

(Nessuno)RE: La musica che non avanza

Bella domanda!
Io penso che la diffusione su larga scala di contenuti user generated ( come li chiamano adesso ) abbia abbassato il livello in molti ambiti musicali.

Se notate gli ambiti preferiti della user generated sono tra gli ambiti più inflazionati (pop,indie,punk,metal).
Non si può dire che sia un male assoluto perchè forse è un transiente che passerà nei prossimi anni.
Del resto anche il movimento punk ha liberalizzato la creazione di musica su larga scala ( e ha generato ambiti musicali tuttora venerati).
Forse dal chaos nasce la vita....questo credo sia più chaos...

La generazione "myspace" sta attuando una sorta di neoclassicismo del 70 80 90 "trallalla" che ha creato una sorta di ciclo infinito da cui escono buone idee ma molte imitazioni
( non cattive per altro ... ma pur sempre imitazioni ).
Il rischio è una perdita di identità.

Penso che quando la "user generated generation "si accorgerà dei propri lati "user degenerati"
e troppo spesso poco creativi ( anche se divertenti e goliardici trallalà garage "fatto in casa") si trasformerà in qualcos'altro.
mizzar83 mizzar83 31/05/2008 ore 22.22.35 Ultimi messaggi
JPage JPage 01/06/2008 ore 14.07.20
segnala

(Nessuno)RE: La musica che non avanza

E' semplicemente un momento così.

Nella storia dell'arte ci son sempre stati momenti di "crisi" dove si andavano a ripescare le cose passate.

Le cause da ricercare non son nella musica in sè, in quanto nella situazione socio-politica mondiale.
L'arte è sempre in stretto collegamento con la società.
Per la condizione società si generano stili artistici.

La questione è alquanto complessa, ma si può riassumere così.

Alla fine della seconda guerra mondiale (partiamo per ora da qui), si creò una situazione mondiale favorevole allo sviluppo di nuove arti, la ricostruzione aveva dato nuovo slancio alle generazioni che stavano crescendo.
Slancio che ha avuto il suo massimo negli anni 60.
Negli anni 60 si è avuto un boom della creatività, soprattutto da fine 60 e inizio 70.
La situazione mondiale lo permetteva appieno.
C'erano 2 super potenze apparentemente in competizione senza essere direttamente in guerra(cosa che permette lo svilupparsi continuo di nuove tecnologie), poi c'erano temi sociali scottanti grazie al susseguirsi di persone carismatiche che trascinavano le folle.
Dapprima Che Guevara (morto nel 67) i giovani vedevano in tutto questo una crescente possibilità di cambiare il mondo, cambiarlo abbandonando i vecchi dogmi che erano indeboliti all'epoca più che mai.

Un grande impegno di questo genere crea sempre nuove cose, una continua esplorazione di nuovi orizzonti!

Passiamo avanti, negli anni 80 a seguito di svariati fatti che distrussero questo movimento progressista, ci fu da parte dei giovani un distacco dal mondo, un senso di alienazione nel tentativo di alcuni di imitare gli anni prima e di altri di rinnegare gli anni prima.
In questo clima ci fù si un'evoluzione, ma sempre più lenta, in pochissimi avevano interesse a cambiare le cose.
Con il crollo del muro si ebbe una distensione, l'alienazione anni 80 aveva fatto tantissime vittime, il divertimento sfrenato non aveva prodotto che generazioni ancora più alienate.
gli anni 90 furono caratterizzati dal boom dei mass media, e qual'è il modo per sfuggire comodamente dalla realtà senza usare la testa?
La TV.

I ritmi anni 90 son caratterizzati da un'estremizzazione di cose ripetute, o di musichette leggere e poco impegnative (si sta facendo un discorso complessivo... è chiaro che nel mucchio ci son tanti casi che si diversificano da questo).
Nel complesso la musica di oggi non è cambiata da quella dei 90.
Così come la situazione politica è cambiata pochissimo, anche la tecnologia ha subito un rallentamento.

E' un ciclo normale nella società, torneranno epoche in cui i giovani (che son da sempre i trascinatori per innovazioni in tutti i campi) sperimenteranno ancora, e si aspetteranno di cambiare il mondo.

Ricordo che la rivoluzione culturale dei 60 non fù una cosa inutile e senza speranze.
Si raggiunsero svariati traguardi, soprattutto nell'ambito dei diritti delle donne.

In tutto questo la musica come tutte le arti hanno giocato un ruolo chiave.
Heaven.AndHell Heaven.AndHell 01/06/2008 ore 14.12.48 Ultimi messaggi
JPage JPage 01/06/2008 ore 15.09.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La musica che non avanza

Mi son dimenticato di ricordare che ok la musica sembra ferma, ma in realtà la situazione non è così tragica.

Siamo ben lontani dalla grandissima crisi della musica di inizio 1900, dove i compositori si ritrovarono con musiche già scritte dall'ondata di grandissimi nomi a loro precedenti e non facevano più nulla :P

Nacque così la musica che noi conosciamo oggi (inteso come tutti i generi che hanno caratterizzato il 1900).
Dalla ricerca di nuovo terreno sulla quale esprimersi.
Gio8ty2 Gio8ty2 01/06/2008 ore 17.37.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La musica che non avanza

Concordo sulla visione storica di JPage.
è solo una questione di tempo.

I giovani, riscopriranno prima o poi che l'arte non è cosa facile
(sul piano ideale ed esecutivo)ed è giusto darle peso.

Proprio per questo è affascinante e aiuta l'umanità a crescere e a migliorarsi.
Del resto facendo cose ovvie non si migliora mai no?

Rendere ovvia l'arte è come ucciderla e l'inflazione che si osserva in questi anni ne
causa perdita di valore una sorta di declino "momentaneo".


Dionisus Dionisus 01/06/2008 ore 23.39.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La musica che non avanza

A mizzar83 che il 31/05/2008 16.23.19 ha scritto:

Domanda perchè la musica si è fermata ad inizio anni 90?mi spiego meglio, negli ultimi 20 anni, non si è fatto che riprendere prima quello che è stato fatto negli anni 60-70. e ora queloo che si è fatto negli anni 80, l'ulitmo stule musicale nuovo uscito è stato il grunge, e se vogliamo il crossover rap metal.



Rispondo: Risposte elementare figlio: fino agli anni 80 c'era la possibilità di fare musica per il gusto di suonare. Quando qualcuno hai fiutato l'affare, ecco i Tokio Hotel, ecco i Finley, ecco Mika con la voce di Freddie (ma quando, che quando sento Mika vomito? Bleach...), ecco la mafia che porta su Gigi d'Alessio e la Tatangelo...serve altro?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.