Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

ilDuka.diPorK 28/03/2008 ore 11.08.56 Ultimi messaggi
segnala

SerenoE' un sogno spaventoso la vita, ma forse......


Quante cose accadono, quante persone si avvicendano, quanti cambiamenti.

Da quando ragazzino partii da casa per diventare "uomo" ho conosciuto tante cose, alcune ormai sono divenute parte integrante del mio essere, altre per converso sono state stigmatizzate, ed annoverate nell'elenco delle esperienze negative, o peggio fatti da rimuovere, spazzare via dalla vista e dalla memoria. Di recente la mia vita ha subito un radicale cambio, non dovuto al mio volere, ma de facto imputabile forse al fato, alla coincidenza (insondabile fortuita coincidenza), non voglio recriminare, non ha senso nè tanto meno può mutare il risultato dell'evento. E' facile dire a se stessi """"piangiti addosso""" nessuno ti capisce, oppure "cosa vuoi che ne sappiano gli altri di come mi sento io!" Forse l'auto commiserazione alle volta gioca dei brutti tiri, in altri casi poi è facile abbandonarsi all'ispirata recriminazione, purtroppo accadono cose inspiegabili, non c'è via di scampo, nè tanto meno rimedio. Due anni or sono vidi morire un mio amico di appena 25 anni per un aneurisma, mi posso dunque meravigliare?! Sì, la vita è beffarda e crudele, ci fà toccare vette incredibili, e poi ci annienta in modo tanto infamante, ci sono persone che si arrendono, io non sono fra quelle, il mio onore e il mio orgogllio me lo impongono. Voglio e ripeto Voglio dire a chi mi è stato accanto in questi momenti che, Vi Voglio BENE, e che dove siete voi, lì è il mio cuore. Dò la mia parola, lotterò tenendo sempre al testa alta come un buon soldato.

Un abbraccio



Christian
7715303
Quante cose accadono, quante persone si avvicendano, quanti cambiamenti. Da quando ragazzino partii da casa per diventare "uomo"...
Discussione
28/03/2008 11.08.56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
scorpioneavvelenato scorpioneavvelenato 28/03/2008 ore 11.58.17
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......

:rosa
smemorella65 smemorella65 28/03/2008 ore 11.59.56
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......

                                                   :rosa
Stefania68 Stefania68 28/03/2008 ore 12.01.23
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......

:rosa
almaluce22 almaluce22 28/03/2008 ore 12.52.51
segnala

EmozionatoRE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......


...Sicuramente sei una prsona molto forte!

Vai avanti così...

La fiducia che hai per te stesso ti aiuterà sempre!

Un abbraccio :staff

:rosa
robur57 robur57 28/03/2008 ore 15.16.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......


ciao Christian :-(

non ho capito ma ti sono vicino :ok
Dartagnan.48 Dartagnan.48 28/03/2008 ore 15.56.24
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......

e io....questo volevo leggere.....si cade mille volte e mille volte ci si rialza sempre e sempre e avanti tutta!!
Ciao Fratello un cordiale abbraccio.
Settembre Settembre 28/03/2008 ore 19.24.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......

verissimo... Mein Junge, ha ragione Darta...

la vita è fatta di problemi ed i problemi....

esistono per essere risolti.

é fatta di cadute.... e le cadute ci impegnano....

a rialzarsi...

TU NON MOLLARE MAI :staff


:staff ich habe dich sehr lieb :cuore
Settembre Settembre 28/03/2008 ore 19.33.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: E' un sogno spaventoso la vita, ma forse......

Coloro che vivono superando un modo di esistere che l?abitudine rende infinito e immutabile scoprono la propria ?leggenda personale?, assaporandola e rendendola propria e vitale.

Non sono molte le persone che hanno l?accortezza o, semplicemente, il coraggio di levare l?àncora da un?esistenza che si è ormai adattata alla routine quotidiana, per comodità, per sicurezza, o anche perché si reputa impossibile uscire da un tedio ripetitivo.

Il risultato è che, rimanendo attraccati al solito porto, la barca rischia di marcire e di cadere pian piano a pezzi, anche se si cerca di riverniciarla, di ristrutturarla per coprire agli altri e a se stessi la fatiscenza della propria barca (la propria esistenza).

Una barca ha bisogno di cavalcare le sue onde, perché per questo è nata. L?uomo ha bisogno di seguire il suo cuore, perché questa è la sua rotta.


:batarosa

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.