Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

Pfandfrei Pfandfrei 25/06/2011 ore 23.22.21 Ultimi messaggi
ctz ctz 25/06/2011 ore 23.23.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

Sgrusa scrive:
comprendimi ctz


ci ho rinunciato diversi eoni fa

also 3d inutil-pippotto-trollane da utilizzare come copia incolla per altri millemila passati e futuri 3d sullo stesso argomento

vado a finire la boccia di vino :-)
MeterDendroforos MeterDendroforos 25/06/2011 ore 23.26.18
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

l'uomo dovrebbe credere all'uomo, questo significa anche di credere ai nostri limiti, la ragione non l'hanno ne fedeli ne atei, questi sono solo presuntuosi della stessa categoria.. dire come stanno le cose al di là di noi.. possiamo solo ipotizzare, esprimere idee e filosofeggiare, ma sempre mettendo in gioco la nostra ignoranza ovviamente, allora si che le cose migliorerebbero tra le persone
Sgrusa Sgrusa 25/06/2011 ore 23.28.32
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

Pfandfrei scrive:
Mi interessa solo sapere cosa pensano i credenti degli atei.



che di per se gli atei non sono il lupo cattivo. Rimane il fatto che l'uomo senza una direttiva diventa una bestia, anzi non offendiamo le bestie, diventa quanto di peggio uno possa immaginare.

Che se ne dica, e che ne dicano gli anticattolici, anche gli atei oggi (molti dei quali non sono atei ma: me ne frego) hanno basi Cristiane tramandate che può salvare la bestialità umana.

Non è questione di morale, ma di atteggiamento verso il mondo. Il cristiano è in atteggiamento verso l'altro. Un uomo ateo, per assurdo senza educazione, principi e valori sinceramente non so dove possa andare a finire.

Mi viene in mente una immagine che mi raccontò una suora. L'immagine di una barca in mezzo al mare. Un ateo forse si lascerebbe trascinare dalle onde, il Cristiano no.



Sgrusa Sgrusa 25/06/2011 ore 23.29.16
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

ctz scrive:
vado a finire la boccia di vino



vacci piano.
nnsolotenera nnsolotenera 25/06/2011 ore 23.31.39
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

@ Pfandfrei: io mi ritengo atea, e ti giuro che ho visto di cosi detti religiosi che sono più atei di me.....
non mi sono sposata in chiesa, e sono ancora sposata, nella società in qui vivo ho visto piu religiosi a divorziarsi che atei........
insomma la storia ci ha insegnato che le società piu religiose uccidono nel nome della religione, a volte la fede porta in fanatismo.......gli estremi non portano niente di buono
picchiasebino picchiasebino 25/06/2011 ore 23.31.58
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

Pfandfrei scrive:
Mi interessa solo sapere cosa pensano i credenti degli atei.

che di veri atei nn ce ne sono molti...i piu sono anticristiani anticlericali chiamali come vuoi...alcune basi moralisono condivise per tutti gli uomini nn sono esclusiva di nessuna religione...
MeterDendroforos MeterDendroforos 25/06/2011 ore 23.32.00
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

@ Sgrusa: non esistono solo persone che necessitano per forza della bambagia dell'idea di un dio, alcuni seguono la retta via per vocazione propria.. prima si dovrebbe cercare il buono nell'uomo anzichè nel dio, sennò si vivrà sempre nella contraddizione e nella menzogna
aligabri aligabri 25/06/2011 ore 23.32.37
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

Pfandfrei scrive:
Un signore mi ha detto: "Una società composta da atei sarebbe quanto di peggio si possa concepire: ci si ucciderebbe per nulla, non esisterebbe più morale, il solo concetto di famiglia sarebbe utopia. Meglio qualsiasi religione che nessuna." Voi cosa pensate?

Penso che la persona che ti ha detto questo non solo è male informato, ma alquanto pretestuoso...
Morale e religione non sono antagonisti, e l'essere atei non implica l'essere amorali...
la diversità credo stia nel concetto "del credere" in qualcosa al di sopra di noi, e quindi "la fede" toglie il disturbo del doversi documentare, studiare e capire il nostro mondo, la nostra realtà...
si demanda il tutto al di sopra, a un disegno "divino"...
L'essere ateo, di contro, significa cercare di capire con i fatti quello che ci circonda e l'essere umano...
Chi sbaglia? Sinceramente non mi interessa, una cosa però mi da non poco fastidio, ed è l'estremismo, in tutte le sue malefiche forme...
:nono
picchiasebino picchiasebino 25/06/2011 ore 23.33.17
segnala

(Nessuno)RE: Domanda ai credenti

Sgrusa scrive:
L'immagine di una barca in mezzo al mare. Un ateo forse si lascerebbe trascinare dalle onde, il Cristiano no.

sgru la direzione alla barca gliela dai tu...che tu sia atea o credente il bene e il male devi distinguerlo da sola...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.