Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

gh.r 23/02/2017 ore 22.31.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Lex contra legem

Non so se si dica così ma suona bene..
Da una parte il diritto delle donne di poter scegliere di abortire secondo quanto previsto dalla legge 194, dall'altra il legittimo diritto individuale all'obiezione di coscienza dei medici.
L'ospedale San Camillo di Roma prova ad adempiere agli obblighi di legge e...apriti cielo!
Questo paese è davvero deprimente.
8456475
Non so se si dica così ma suona bene.. Da una parte il diritto delle donne di poter scegliere di abortire secondo quanto previsto...
Discussione
23/02/2017 22.31.40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
benhanscom benhanscom 23/02/2017 ore 22.34.28
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

ma nel 2017 c'è ancora gente che rimane incinta involontariamente?
gh.r gh.r 23/02/2017 ore 22.35.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@benhanscom scrive:
ma nel 2017 c'è ancora gente che rimane incinta involontariamente?

Ci sarà sempre..
gh.r gh.r 23/02/2017 ore 22.35.39 Ultimi messaggi
benhanscom benhanscom 23/02/2017 ore 22.36.42
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r scrive:
il vortice dei sensi è imperscrutabile

il pisello nn sente ragioni...
from.heretoeternity from.heretoeternity 23/02/2017 ore 23.05.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@benhanscom scrive:
ma nel 2017 c'è ancora gente che rimane incinta involontariamente?


nel 2017 ci sono ragazze che chiedono alla posta del cuore se un bacio su whatsapp può farle rimanere incinta
19446285
@benhanscom scrive: ma nel 2017 c'è ancora gente che rimane incinta involontariamente? nel 2017 ci sono ragazze che chiedono alla...
Risposta
23/02/2017 23.05.20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
raoul.carosin raoul.carosin 23/02/2017 ore 23.59.27
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r scrive:
Non so se si dica così ma suona bene..Da una parte il diritto delle donne di poter scegliere di abortire secondo quanto previsto dalla legge 194, dall'altra il legittimo diritto individuale all'obiezione di coscienza dei medici.L'ospedale San Camillo di Roma prova ad adempiere agli obblighi di legge e...apriti cielo!Questo paese è davvero deprimente.



Hai fatto un giuramento medico, la Legge è quella.
Se viene prima il tuo finto credo fa il prete o l'ingegnere, non il ginecologo.
sc2 sc2 24/02/2017 ore 12.12.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@raoul.carosin : Ergo, se la Legge imponesse di bruciare tutti gli ebrei, dovresti mettere da parte ogni scrupolo morale e obbedire.

P.s.: sarà anche un esempio estremo, ma è già successo...
raoul.carosin raoul.carosin 24/02/2017 ore 12.20.27
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Ergo



Raul, qual Ergo...
c.hicca44 c.hicca44 24/02/2017 ore 15.06.30
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : decisamente estremo
sc2 sc2 24/02/2017 ore 15.34.19 Ultimi messaggi
c.hicca44 c.hicca44 24/02/2017 ore 15.34.47
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : scusa?
sc2 sc2 24/02/2017 ore 15.36.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@c.hicca44 : Il mio esempio: "per Legge bisogna mettere tutti gli ebrei al rogo". E' già successo; non si trattava di roghi, ma poco cambia.
c.hicca44 c.hicca44 24/02/2017 ore 15.41.50
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : guarda , il paragone non calza . chiedo scusa
sc2 sc2 24/02/2017 ore 16.04.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@c.hicca44 : Il paragone calza benissimo. L'intervento originale era:

Hai fatto un giuramento medico, la Legge è quella.
Se viene prima il tuo finto credo fa il prete o l'ingegnere, non il ginecologo.


Da cui si deduce che la Legge viene prima di qualunque altra cosa. Ma allora, cosa accadrebbe, se la Legge imponesse qualcosa di oggettivamente sbagliato? La Legge allora non viene più prima di qualsiasi cosa? Quando si apre un ragionamento, bisogna avere il coraggio di portarlo fino in fondo.
c.hicca44 c.hicca44 24/02/2017 ore 16.07.13
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : nessuno (finora e per fortuna) impone di abortire. è un diritto , non è un dovere. di tale diritto si può decidere o meno. è sconfortante che tu sia così giovane e con poca informazione. ma lungi da me insistere. ciao :-)
sc2 sc2 24/02/2017 ore 16.16.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@c.hicca44 : L'aborto è sempre un omicidio e parlare di "diritto all'omicidio" è una follia; ma non è questo il punto.
Il punto non è ciò che le donne voglio, vorrebbero o si vorrebbe che vogliano. Il punto è il diritto del medico, ma in realtà di chiunque, per ragioni di coscienza, di non compiere determinate azioni, anche se queste sono imposte dalla legge (volutamente minuscolo). Il diritto all'obiezione di coscienza è esattamente questo ed è e deve essere superiore alla legge. Cos'è più importante, la legge 194 (già di per sé sbagliata) o il giuramento di Ippocrate?
Le leggi di Norimberga (1935) imponevano un regime discriminatorio nei confronti degli ebrei tedeschi; chi non si fosse adeguato, sarebbe stato perseguibile. Allora è forse giustificabile che i Tedeschi rinunciassero alla propria Etica, solo perché l'ha ordinato la legge?

Non che mi piaccia essere così verboso, quando il commento era chiaro fin dall'inizio, ma davanti alla testardaggine e alla supponenza di chi crede di conoscere già tutta la verità, probabilmente senza nemmeno aver capito, non si può far altro.
c.hicca44 c.hicca44 24/02/2017 ore 16.19.31
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : sì ok grazie ciao
Babs.72 Babs.72 24/02/2017 ore 16.51.17
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Il diritto all'obiezione di coscienza è esattamente questo ed è e deve essere superiore alla legge. Cos'è più importante, la legge 194 (già di per sé sbagliata) o il giuramento di Ippocrate?

E' stata comunque approvata e c'è, che sia sbagliata per te o per qualunque altra persona non ha importanza,un medico deve fare il proprio dovere, altrimenti non dovrebbe neppure salvare vite o curare chi uccide o infrange la legge
from.heretoeternity from.heretoeternity 24/02/2017 ore 17.06.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Il punto è il diritto del medico, ma in realtà di chiunque, per ragioni di coscienza, di non compiere determinate azioni

È nessuno li obbliga infatti.pero e mio diritto che lo stato faccia rispettare le leggi in entrambi i casi..quindi tu ospedale o centro o quello che vuoi devi organizzarci affinché siano rispettate tutte le due cose
raoul.carosin raoul.carosin 24/02/2017 ore 17.40.22
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

Vabbè ma non bisogna esagerare.
Io conoscevo una farmacista che non voleva vendermi i preservativi, diceva che eticamente era uno spreco....
c.hicca44 c.hicca44 24/02/2017 ore 18.15.09
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@raoul.carosin : ahahahahahahahahahahahah!!!!!!!!!
gh.r gh.r 24/02/2017 ore 18.33.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Il diritto all'obiezione di coscienza è esattamente questo ed è e deve essere superiore alla legge.


A parte che un medico che si definisce obiettore di coscienza non rischia nulla di nulla, e la donna che si vede rifiutare l'intervento non può nemmeno chiedere risarcimento per il danno biologico subito, mentre chi viveva sotto il 3° reich "qualcosina" lo rischiava, giusto per capire come il tuo paragone sia fuori luogo.
Resta il fatto che il diritto all'obiezione è più che legittimo ma, nel contempo, la Regione ha l'obbligo di garantire la non interruzione di un servizio; quindi bene ha fatto la regione Lazio a proporre l'assunzione di medici in grado di risolvere il problema.
sc2 sc2 24/02/2017 ore 18.54.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 : Anche le leggi razziali furono approvate e c'erano. Quindi, per essere giusti, bisognava cacciare tutti gli ebrei?

Questa non è una giustificazione sufficiente.
sc2 sc2 24/02/2017 ore 18.57.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r : Obiezioni irrilevanti, poiché quantitative e non qualitative; mentre l'Etica non è una questione di numeri.

Nota bene, perché ce n'è sicuramente bisogno: con "irrilevanti" non intendo non discuterle; intendo semplicemente dire che sono irrilevanti; come se io avessi chiesto: "Quanto fa 3x2" e tu avessi risposto: "Mi chiamo Giovanni".
sc2 sc2 24/02/2017 ore 19.00.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@from.heretoeternity : Affermazione inconsistente. Supponiamo che tutti i medici siano obiettori. Attenzione, è improbabile, non impossibile. Come farebbe allora lo stato a garantire l'omicidio legale?
Babs.72 Babs.72 24/02/2017 ore 19.05.21
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Anche le leggi razziali furono approvate e c'erano. Quindi, per essere giusti, bisognava cacciare tutti gli ebrei?

Mah, non so, vuoi parlare anche delle crociate per difendere a tutti i costi la tua posizione? Io parlo di quello che stiamo vivendo ora, non ti sto parlando di quello che è giusto o sbagliato PER NOI,ti sto dicendo che per un medico l obiezione di coscienza non ha senso, perchè comunque lui ha fatto un giuramento, che fra l altro hai pure citato, quindi non puo' farne una questione morale, perchè altrimenti (bis) non dovrebbe salvare o curare chi ha commesso omicidi, stragi, stupri, pedofilie ecc. ecc
gh.r gh.r 24/02/2017 ore 19.06.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Obiezioni irrilevanti

Ti ho solo dimostrato che il tuo paragone con le leggi razziali è completamente fuori luogo. Se ciò che non condividi lo consideri irrilevante, è un tuo limite. Io ho aperto la discussione non per parlare di etica, che è sempre soggettiva, come la coscienza a cui tu ti appelli, ma per porre l'accento sul fatto che in questo paese di timorati della CEI, nemmeno la (rara) applicazione di una legge sia esente da disquisizioni del cazzo sul bene e il male.
gh.r gh.r 24/02/2017 ore 19.08.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 scrive:
ti sto dicendo che per un medico l obiezione di coscienza non ha senso,

è prevista dalla legge. Tranne nei casi in cui sussista pericolo di vita.
Babs.72 Babs.72 24/02/2017 ore 19.12.30
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r scrive:
è prevista dalla legge.

Non lo sapevo, grazie, :-)
gh.r gh.r 24/02/2017 ore 19.14.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 : Articolo 9

Il personale sanitario ed esercente le attività ausiliarie non è tenuto a prendere parte alle procedure di cui agli articoli 5 e 7 ed agli interventi per l'interruzione della gravidanza quando sollevi obiezione di coscienza, con preventiva dichiarazione. La dichiarazione dell'obiettore deve essere comunicata al medico provinciale e, nel caso di personale dipendente dello ospedale o dalla casa di cura, anche al direttore sanitario, entro un mese dall'entrata in vigore della presente legge o dal conseguimento della abilitazione o dall'assunzione presso un ente tenuto a fornire prestazioni dirette alla interruzione della gravidanza o dalla stipulazione di una convenzione con enti previdenziali che comporti l'esecuzione di tali prestazioni.

L'obiezione può sempre essere revocata o venire proposta anche al di fuori dei termini di cui al precedente comma, ma in tale caso la dichiarazione produce effetto dopo un mese dalla sua presentazione al medico provinciale.

L'obiezione di coscienza esonera il personale sanitario ed esercente le attività ausiliarie dal compimento delle procedure e delle attività specificamente e necessariamente dirette a determinare l'interruzione della gravidanza, e non dall'assistenza antecedente e conseguente all'intervento.

Gli enti ospedalieri e le case di cura autorizzate sono tenuti in ogni caso ad assicurare lo espletamento delle procedure previste dall'articolo 7 e l'effettuazione degli interventi di interruzione della gravidanza richiesti secondo le modalità previste dagli articoli 5, 7 e 8. La regione ne controlla e garantisce l'attuazione anche attraverso la mobilità del personale.

L'obiezione di coscienza non può essere invocata dal personale sanitario, ed esercente le attività ausiliarie quando, data la particolarità delle circostanze, il loro personale intervento è indispensabile per salvare la vita della donna in imminente pericolo.

L'obiezione di coscienza si intende revocata, con effetto, immediato, se chi l'ha sollevata prende parte a procedure o a interventi per l'interruzione della gravidanza previsti dalla presente legge, al di fuori dei casi di cui al comma precedente.

19447174
@Babs.72 : Articolo 9 Il personale sanitario ed esercente le attività ausiliarie non è tenuto a prendere parte alle procedure di...
Risposta
24/02/2017 19.14.11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
from.heretoeternity from.heretoeternity 24/02/2017 ore 19.57.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 :

infatti non dovrebbero assumere tutti obiettori,bensi un numero tale che non pregiudichi l'inosservanza di una legge
19447227
@sc2 : infatti non dovrebbero assumere tutti obiettori,bensi un numero tale che non pregiudichi l'inosservanza di una legge
Risposta
24/02/2017 19.57.00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
oOoxZeroxoOo oOoxZeroxoOo 24/02/2017 ore 21.17.45
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

a me stupisce questa improvvisa sensibilità da parte degli italiani, sono convinto ci sia qualcosa sotto che come tornaconto a un medico conviene di piu se si porta avanti la gravidanza rispetto all'aborto, in questo caso stanno creando un disservizio e come al solito sotto ad una sensibilità notevole si nasconde la solita disonestà e ipocrisia tipica italiana
sc2 sc2 24/02/2017 ore 21.47.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 : Ripeto, lo stesso discorso si può fare per le leggi di Norimberga. Se "giusto" e "sbagliato" si riducono ad opinioni e regna unicamente quell'essere mitologico che è la legge, senza che esista una giustizia aprioristica rispetto alla legge stessa, allora qualsiasi abiezione è concessa.
Ad esempio, perché non stabilire per legge che ogni anno devono essere sacrificati agli dei centomila cittadini? O, che ne so, che tutti i clandestini devono essere passati a fil di spada? Ah, ma lo dice la legge!
sc2 sc2 24/02/2017 ore 21.56.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r scrive:
Ti ho solo dimostrato che il tuo paragone con le leggi razziali è completamente fuori luogo. Se ciò che non condividi lo consideri irrilevante, è un tuo limite. Io ho aperto la discussione non per parlare di etica, che è sempre soggettiva, come la coscienza a cui tu ti appelli, ma per porre l'accento sul fatto che in questo paese di timorati della CEI, nemmeno la (rara) applicazione di una legge sia esente da disquisizioni del cazzo sul bene e il male.


Non è che sia fuori luogo, anzi, centra esattamente il punto! La legge è l'unica regina (nel qual caso ad essa non ci si può ribellare, indipendentemente da ciò che si pensa), o esiste una giustizia aprioristica rispetto alle legge stessa? Il resto sono sottigliezze da avvocato, differenze quantitative che però eludono il nocciolo del problema: non sono io a considerare le tue obiezioni irrilevanti, lo sono.

Riguardo alla soggettività dell'Etica, questa è una mostruosità che non si può sentire. L'Etica non può essere soggettiva e per la buona ragione che appartiene alla natura umana (che non è soggettiva). Mi spiegherò meglio con un esempio: è eticamente accettabile sterilizzare forzatamente una persona ritenuta "indegna"? Certo che no! Eppure, per un nazista rigoroso, la cosa non è solo accettabile, ma doverosa! Perché in questo modo (leggi: eugenetica) si impedisce la degradazione della razza. Se l'etica fosse davvero soggettiva, tu dovresti accettare che il nazista sterilizzi e massacri; ma poiché per la tua etica questo è sbagliato, dovrai impedirglielo. Dilemma "etico-soggettivista": se l'altro ha un'etica contraria dalla mia, devo impedirgli di agire o permetterglielo? In entrambi i casi si arriva alla violazione logica di almeno un'etica. Tanto basta per mostrare che l'Etica è e deve essere universale.

Riguardo alla CEI, per favore, lasciala perdere.
sc2 sc2 24/02/2017 ore 22.02.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 scrive:
Mah, non so, vuoi parlare anche delle crociate per difendere a tutti i costi la tua posizione? Io parlo di quello che stiamo vivendo ora, non ti sto parlando di quello che è giusto o sbagliato PER NOI,ti sto dicendo che per un medico l obiezione di coscienza non ha senso, perchè comunque lui ha fatto un giuramento, che fra l altro hai pure citato, quindi non puo' farne una questione morale, perchè altrimenti (bis) non dovrebbe salvare o curare chi ha commesso omicidi, stragi, stupri, pedofilie ecc. ecc


Testo integrale del giuramento di Ippocrate:

Giuro per Apollo medico e Asclepio e Igea e Panacea e per tutti gli dei e per tutte le dee, chiamandoli a testimoni, che eseguirò, secondo le forze e il mio giudizio, questo giuramento e questo impegno scritto:
di stimare il mio maestro di questa arte come mio padre e di vivere insieme a lui e di soccorrerlo se ha bisogno e che considererò i suoi figli come fratelli e insegnerò quest'arte, se essi desiderano apprenderla, senza richiedere compensi né patti scritti; di rendere partecipi dei precetti e degli insegnamenti orali e di ogni altra dottrina i miei figli e i figli del mio maestro e gli allievi legati da un contratto e vincolati dal giuramento del medico, ma nessun altro.
Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio; mi asterrò dal recar danno e offesa.
Non somministrerò ad alcuno, neppure se richiesto, un farmaco mortale, né suggerirò un tale consiglio; similmente a nessuna donna io darò un medicinale abortivo.
Con innocenza e purezza io custodirò la mia vita e la mia arte.
Non opererò coloro che soffrono del male della pietra, ma mi rivolgerò a coloro che sono esperti di questa attività.
In qualsiasi casa andrò, io vi entrerò per il sollievo dei malati, e mi asterrò da ogni offesa e danno volontario, e fra l'altro da ogni azione corruttrice sul corpo delle donne e degli uomini, liberi e schiavi.
Ciò che io possa vedere o sentire durante il mio esercizio o anche fuori dell'esercizio sulla vita degli uomini, tacerò ciò che non è necessario sia divulgato, ritenendo come un segreto cose simili.
E a me, dunque, che adempio un tale giuramento e non lo calpesto, sia concesso di godere della vita e dell'arte, onorato degli uomini tutti per sempre; mi accada il contrario se lo violo e se spergiuro.

En passant, l'etica PER NOI non è l'Etica. L'Etica è aprioristica rispetto a qualunque legge, persino rispetto a qualunque desiderio dell'uomo, poiché parte della sua stessa natura.
Babs.72 Babs.72 24/02/2017 ore 22.23.33
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
e che considererò i suoi figli come fratelli e insegnerò quest'arte, se essi desiderano apprenderla, senza richiedere compensi né patti scritti; di rendere partecipi dei precetti e degli insegnamenti orali e di ogni altra dottrina i miei figli e i figli del mio maestro e gli allievi legati da un contratto e vincolati dal giuramento del medico, ma nessun altro.
Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio; mi asterrò dal recar danno e offesa.


Guarda che non devi farlo leggere a me, devi ricordarlo ai medici, che percepiscono comunque un compenso, e che non recano danno e offesa quando fanno comodo a loro, e io sono pure contro l aborto eh, quindi non è che ti sto scrivendo per darti contro per principio, ma il diritto di interruzione ci deve essere
B.onjourFinesse B.onjourFinesse 24/02/2017 ore 22.30.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

C'È una diseducazione sessuale in questo paese che mi fa più paura degli obbiettori.
gh.r gh.r 24/02/2017 ore 23.15.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
l'Etica è e deve essere universale.

Si certo, la tua...
Il tuo ragionamento non sta in piedi e mi hai già rotto le balle. Posso e chiudo. :bye
19447363
@sc2 scrive: l'Etica è e deve essere universale. Si certo, la tua... Il tuo ragionamento non sta in piedi e mi hai già rotto le...
Risposta
24/02/2017 23.15.22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
rambo.56 rambo.56 25/02/2017 ore 04.10.46 Ultimi messaggi
BuIlshitDetector BuIlshitDetector 25/02/2017 ore 09.17.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
@raoul.carosin : Ergo, se la Legge imponesse di bruciare tutti gli ebrei, dovresti mettere da parte ogni scrupolo morale e obbedire.

P.s.: sarà anche un esempio estremo, ma è già successo...

La legge permette anche di massacrare milioni di animali come fecero agli ebrei, e quando ti siedi a tavola, dovresti pensare anche a questo
busadute busadute 25/02/2017 ore 10.11.44
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

Ai tempi, furono gli italiani a votare la possibilità di abortire. Già sono poche le possibilità che ci danno per esprimerci, quando ce n'è una stabilita, adoperiamola.
sc2 sc2 25/02/2017 ore 10.55.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@BuIlshitDetector : Quindi paragoni gli ebrei agli animali. Se fossi ebreo, ci farei un pensiero. Solo, evita di ripetere queste stesse parole a Gerusalemme.
sc2 sc2 25/02/2017 ore 10.57.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r : Ho spiegato perché l'Etica debba essere universale (e vorrei far notare che ho dimostrato solo questo, non ho detto quale debba essere...). Ahimè, anche questo è un classico di chi non ha più nulla di serio da obiettare.
gh.r gh.r 25/02/2017 ore 11.20.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : ti avevo già spiegato che non ho aperto la discussione per parlare di etica, ma evidentemente non ti interessa. Capisci adesso perché mi hai già rotto le balle? Il tuo ragionamento fa acqua da tutte le parti ma non ho voglia di discutere con chi è convinto di avere la verità in tasca e che tutti gli altri siano pecorelle smarrite da redimere, non sopporto parlare con i preti insomma. Ora ripasso e richiudo.
sc2 sc2 25/02/2017 ore 14.13.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r : Libero di continuare a sostenere affermazioni che non stanno né in cielo, né in terra (che l'etica sia soggettiva non l'ho mica detto io...), ma non nasconderti, per favore, dietro un dito.
Io non affermo di avere alcuna verità in tasca: ho sostenuto una posizione e l'ho dimostrata. Se ritieni ch'io sia in errore, non limitarti a dire che "faccio acqua da tutte le parti" e mostrami dove sia l'errore. Se poi tu non volessi proseguire per mancanza d'argomenti, questo è un altro paio di maniche.
cri2017 cri2017 25/02/2017 ore 14.27.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r scrive:
Questo paese è davvero deprimente.


Io ringrazio di vivere in un paese dove l'aborto è talmente dibattuto da esserci libertà di coscienza.
E' un valore positivo.
I problema della interruzione della vita è complesso, riguarda la penna di morte, l'eutanasia, l'aborto e i reati alla persona.
L'interruzione della gravidanza per legge era appunto destinata a casi irrimediabili, con conseguenze gravi, non era destinata ad essere usata come anticoncezionale. Non era propriamente "libertà di scegliere l'aborto". Sarebbe come scegliere autonomamente l'eunanasia di una persona.
La leggerezza con cui si abortisce dovrebbe essere fermata. E fatto un vero filtro.
Se la prima legge fosse attuata, sarebbe più leggera la seconda.


cri2017 cri2017 25/02/2017 ore 14.30.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@raoul.carosin scrive:
Hai fatto un giuramento medico, la Legge è quella.
Se viene prima il tuo finto credo fa il prete o l'ingegnere, non il ginecologo.


Il Giuramento di Ippocrate imgna alla Cura della malattia.
L'aborto non è una malattia.
gh.r gh.r 25/02/2017 ore 16.30.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 : E che due palle sto tipo.. Discutere con soggetti come te è fatica sprecata e io fatico già troppo nella vita reale. Saluti giovanotto.
gh.r gh.r 25/02/2017 ore 16.34.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@cri2017 scrive:
L'interruzione della gravidanza per legge era appunto destinata a casi irrimediabili, con conseguenze gravi, non era destinata ad essere usata come anticoncezionale.

Infatti quella legge fa cagare, è troppo restrittiva. La questione deve essere times nelle mani delle donne e non dei medici che in Italia sono quasi tutti obiettori. Dovrebbero rendere legale l'aborto farmacologico a mio parere.
19447800
@cri2017 scrive: L'interruzione della gravidanza per legge era appunto destinata a casi irrimediabili, con conseguenze gravi, non...
Risposta
25/02/2017 16.34.09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
sc2 sc2 26/02/2017 ore 18.17.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@cri2017 : e @gh.r : La legge è abominevole perché troppo permissiva. L'aborto non è cosa su cui si possa discutere, poiché omicidio; e discutere sull'omicidio non è degno di un paese civile.
Nel male, tuttavia, almeno prevede la possibilità di obiezione; i medici non sono macchinette, ma persone, e può capitare che qualcuno abbia anche degli scrupoli morali a praticare un infanticidio...

@gh.r e basta: Ripeto, la sola discussione sprecata è quella di chi sostiene tesi senza portare argomenti.

Riguardo alla mia discussione sull'Etica, ho già mostrato la validità della mia posizione (e attendo argomenti logici contrari...). Riguardo alla mia affermazione che l'aborto è un omicidio (e quindi deve essere proibito sempre e comunque) è facilmente dimostrabile e sono pronto a dimostrarla quando preferisci.
Dasein1960 26/02/2017 ore 22.29.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Riguardo alla mia discussione sull'Etica, ho già mostrato la validità della mia posizione (e attendo argomenti logici contrari...). Riguardo alla mia affermazione che l'aborto è un omicidio (e quindi deve essere proibito sempre e comunque) è facilmente dimostrabile e sono pronto a dimostrarla quando preferisci.

Mi pareva che l'etica fosse una sorta di morale pubblica,
O il nome della morale quando riguarda il sociale
Un sentire largamente condiviso
E' tutta da dimostrare che esista una una morale ,una etica ,un diritto,un modo di vivere,( naturale)
a priori ,vero da sempre e per sempre
La legge ricade nel'ambito delle verità stabilite dal corpo di studi chiamato diritto
Si rifà alla veritas romana che al'inizio era il giudizio riguardante la perfetta verticalità delle palizzzate costruite intorno agli accampamenti
Quindi è necessariamente un giudizio degli uomini dimostratesi abili ad esercitarlo(giuristi)
Si suppone che possa esistere anche una legge naturale,che pero a mio parere dovrebbe presupporre anche la concezione creazionista del uomo e il totale disconoscimento della storicità nella formazione della coscienza ,nella morale nel'etica
Solo riconoscendo questi presupposti si puo parlare di un a priori della legge naturale ,rispetto al relativismo della legge del diritto positivo (quello della veritas romana)certamente l'unica realmente vigente e operante nella realtà legislativa,in quanto per quella naturale nn è dato appurare se veramente esista
Cio che invece possiamo affermare è la sensibilità particolare di ogni singola coscienza che puo venirsi a trovare in conflitto con la legge del diritto
In questi casi da voi descritti ,il primato della singola coscienza dovrebbe a mio parere essere lasciato libero di prevalere
19448687
@sc2 scrive: Riguardo alla mia discussione sull'Etica, ho già mostrato la validità della mia posizione (e attendo argomenti...
Risposta
26/02/2017 22.29.11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
sc2 sc2 26/02/2017 ore 23.29.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 :
Mi pareva che l'etica fosse una sorta di morale pubblica,
O il nome della morale quando riguarda il sociale
Un sentire largamente condiviso


Questa se mai è morale pubblica, non etica (es. nell'Etica Nicomachea di Aristotele lo si vede molto bene); l'etica concerne sì la sfera pubblica, ma anche quella privata e addirittura personale.

E' tutta da dimostrare che esista una una morale ,una etica ,un diritto,un modo di vivere,( naturale)
a priori ,vero da sempre e per sempre


Non è da dimostrare, è dimostrato. Supponi che per l'etica E1 di tizio 1 la proposizione A sia vera e necessaria; supponi che per l'etica E2 di tizio 2 sia vera e necessaria la proposizione -A; supponi che E1 e E2 si applichino esattamente allo stesso contesto.
Ora, è evidente che, se fossero entrambe vere, avremmo contraddizione; ergo: almeno E1 o E2 è certamente falsa.

Si suppone che possa esistere anche una legge naturale


Ma questa legge esiste già! Per un esempio banale (ma non nel concetto), non si può imporre per legge che pi greco = 3, poiché pi = 3,14159... Così come non si può imporre per legge che il cielo sereno sia verde invece che azzurro (mantenendo le definizioni correnti di verde e azzurro). Suggerisco la rilettura di Hugh Benson.
Nessuna legge,per essere una buona legge, può negare il fatto oggettivo.
Dasein1960 26/02/2017 ore 23.33.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Questa se mai è morale pubblica, non etica (es. nell'Etica Nicomachea di Aristotele lo si vede molto bene); l'etica concerne sì la sfera pubblica, ma anche quella privata e addirittura personale.

Ti resta sempre da spiegare cosa sia la morale ,se l'etica è sia il "sentire " sociale che individuale
Dasein1960 26/02/2017 ore 23.39.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Non è da dimostrare, è dimostrato. Supponi che per l'etica E1 di tizio 1 la proposizione A sia vera e necessaria; supponi che per l'etica E2 di tizio 2 sia vera e necessaria la proposizione -A; supponi che E1 e E2 si applichino esattamente allo stesso contesto.
Ora, è evidente che, se fossero entrambe vere, avremmo contraddizione; ergo: almeno E1 o E2 è certamente falsa.

il concetto di vero falso in questo campo e completamente improponibile
La morale nn è un calcolo
NN necessita congruenza logica per affermare una morale o un etica
Il sentire esistenziale è irriducibile a qualsiasi algoritmo
Dasein1960 26/02/2017 ore 23.43.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Ma questa legge esiste già! Per un esempio banale (ma non nel concetto), non si può imporre per legge che pi greco = 3, poiché pi = 3,14159... Così come non si può imporre per legge che il cielo sereno sia verde invece che azzurro (mantenendo le definizioni correnti di verde e azzurro). Suggerisco la rilettura di Hugh Benson.
Nessuna legge,per essere una buona legge, può negare il fatto oggettivo.

La legge naturale è totalmente subordinata alla fede in un dio creazionista ex nhilo sui et subiecti
Poichè la storicità o l'evoluzionismo nn contempla verità stabili o (epistemiche)
le sole in grado di giustificare il diritto naturale o una naturalità del vivere
sc2 sc2 27/02/2017 ore 10.33.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 scrive:
Ti resta sempre da spiegare cosa sia la morale ,se l'etica è sia il "sentire " sociale che individuale


E chi ha parlato di morale? Io ho parlato di Etica e questa non può che abbracciare ogni aspetto della vita, pubblica o privata che sia.

il concetto di vero falso in questo campo e completamente improponibile
La morale nn è un calcolo
NN necessita congruenza logica per affermare una morale o un etica
Il sentire esistenziale è irriducibile a qualsiasi algoritmo


Se dici che l'Etica non sia solo questione di numeri o non sia frutto d'un qualche algoritmo, ben venga. Ma i concetti di "vero" e "falso" sono sempre validi. Poiché il mondo ha un fondamento razionale, l'Etica non può fare a meno di un fondamento razionale; che poi questo non sia esaustivo, siamo d'accordo, ma è un altro discorso.
Volendo fare un azzardato parallelismo tra Kierkegaard e Dante, la ragione umana (Virgilio) riesce a condurre il poeta attraverso i primi due regni, cioè nello stadio estetico e in quello etico; è solo al terzo salto, verso lo stadio religioso, che la ragione umana è impotente.

La legge naturale è totalmente subordinata alla fede


Resta il fatto che pi = 3,14159... e non pi = 3. Questo è un fatto dell'esperienza (tra l'altro, non empirica) e che pertanto impone un forte vincolo a qualsiasi legge non naturale (uso le tue definizioni).

Quella che tu chiami "legge naturale" discende dalla fede, ma non è ad essa subordinata. Dio è il principio primo di ogni cosa, legge naturale inclusa (quello che Aristotele avrebbe detto "primo di per sé"), ma non è il punto di partenza della conoscenza umana, che deve invece muovere dall'esperienza (quello che Aristotele avrebbe detto "primo per noi"). La legge naturale può essere raggiunta senza necessità di rifarsi al divino, poiché appartiene ancora al dominio di questo mondo e può essere raggiunta (anche se forse non interamente compresa) con la ragione di questo mondo. Occorre muovere al contrario di ciò che sarebbe il percorso logico per eccellenza: invece dello schema Dio - Etica - Esperienza, siamo costretti a percorrere questo schema al rovescio.
gh.r gh.r 27/02/2017 ore 14.02.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Riguardo alla mia discussione sull'Etica, ho già mostrato la validità della mia posizione (e attendo argomenti logici contrari...)

Aaaah ma allora ci sei proprio! :haha non me ne frega un cazzo di discutere di minchiate teosofiche con un seminarista, giovanotto. Non arriveremmo mai a nessun tipo di accordo perché partiamo da presupposti diametralmente opposti: tu parti dall'assunto indimostrabile che esista dio, io da quello che considera dio uno dei tanti prodotti della fantasia umana.
Ora ti lascio ai tuoi esercizi di stile con chi ha più pazienza di me, pace e bene figliuolo :amen
sc2 sc2 27/02/2017 ore 15.16.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r : Ripeto solo ciò che ho già detto, l'insulto, la banalizzazione e la "caciara" sono proprie di chi non ha altri argomenti con cui ribattere (i quali, vorrei notare, non sono cose astratte, ma il nocciolo del problema: perché, altrimenti, possiamo dire che l'ideologia nazista è sbagliata?).
gh.r gh.r 27/02/2017 ore 15.18.25 Ultimi messaggi
c.hicca44 c.hicca44 27/02/2017 ore 15.46.12
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r : ;-( ;-( ;-( ;-( :ronf :ronf :ronf :ronf
Dasein1960 27/02/2017 ore 16.22.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Quella che tu chiami "legge naturale" discende dalla fede, ma non è ad essa subordinata. Dio è il principio primo di ogni cosa, legge naturale inclusa (quello che Aristotele avrebbe detto "primo di per sé"), ma non è il punto di partenza della conoscenza umana, che deve invece muovere dall'esperienza (quello che Aristotele avrebbe detto "primo per noi"). La legge naturale può essere raggiunta senza necessità di rifarsi al divino, poiché appartiene ancora al dominio di questo mondo e può essere raggiunta (anche se forse non interamente compresa) con la ragione di questo mondo. Occorre muovere al contrario di ciò che sarebbe il percorso logico per eccellenza: invece dello schema Dio - Etica - Esperienza, siamo costretti a percorrere questo schema al rovescio.

Se stai parlando del'esperienza delle scienze essa è solo un metodo per conoscere ,ma nn certamente l'unico,il metodo sperimentale inaugurato da galieo,disvela e occulta contemporaneamente poiche è inevitabilmente al'infinito conoscenza della parte
E inevitabilmente sempre ,risposta a una domanda che ne fa nascere altre cento,inoltre la sua attitudine a dividere .sezionare ,scomporre,calcolare,l'essente come oggetto posto davanti al'intelletto,oblia l'essere come evento ,confondendolo con l'ente ,
Inducendoci a riprodurre tale metodo anche nelle nostre concrete vite sociali,e questa essenzialmente sarebbe la causa del nikilismo dilagante ,fallimento supremo del'occidente,
Ma sto divagando,
Per quel che mi riguarda ,pretendere di desumere la legge "naturale" dalla nuda ragione ,seguendo quella che tu chiami"la via inversa"
Senza postulare la divinità creatrice è una incomprensibile assurdità,
Come fa ad appartenere ancora al dominio del nostro mondo,una sorta di immutabile naturalità del vivere sociale,quando noi per quella stessa esperienza che tu invochi sappiamo che continuamente tutto cambia?
Per poterlo fare nn c'è verso Abbiamo bisogno dei 10 comandamenti,del dogma ,della inspiegabile fede
posti al'inizio del percorso,
Poi puoi risalire o discendere partendo da dove ti pare ma sempre li devi arrivare
sc2 sc2 27/02/2017 ore 16.55.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 scrive:
Senza postulare la divinità creatrice è una incomprensibile assurdità,


Per sapere che pi = 3,14159... e non pi = 3 non c'è bisogno di postulare alcuna divinità.

Cercherò di riassumere il mio punto (che poi non è mio, è di Aristotele): dai principi primi discende tutto logicamente; quindi da Dio discende certamente l'Etica.

Poiché però solitamente non abbiamo esperienza diretta dei principi primi, occorre risalire a questi da ciò di cui abbiamo diretta esperienza (e il metodo sperimentale è irrilevante, perché, appunto, è solo un metodo).

Ora, l'esperienza diretta, puramente umana (è Virgilio, non Beatrice) ci assicura l'esistenza di alcune verità; le verità scientifiche, naturalmente, ottenibili attraverso il metodo sperimentale, ma non solo esse. Ed è qui che la ragione abbandona lo stadio estetico per entrare in quello etico (l'Aut-Aut kierkegaardiano).

E tutto questo ha Dio come punto d'arrivo (anche se puramente ideale, perché riconosco che la ragione umana, da sola, non è in grado di arrivarci), non di partenza.
Dasein1960 27/02/2017 ore 17.27.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
(che poi non è mio, è di Aristotele)

è rigore quando arbitro fischia
cit boscov
ok Aristotele ha fischiato
ciao buone cose
19449511
@sc2 scrive: (che poi non è mio, è di Aristotele) è rigore quando arbitro fischia cit boscov ok Aristotele ha fischiato ciao...
Risposta
27/02/2017 17.27.50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
sc2 sc2 27/02/2017 ore 19.30.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 : Il fatto che abbia citato Aristotele era un mero dovere di cronaca, per non attribuirmi meriti non miei.
Accetterò la mancanza di replica come dovuta a mancanza di ulteriori argomenti; e quindi implicita ammissione di torto.
Babs.72 Babs.72 27/02/2017 ore 19.51.33
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Accetterò la mancanza di replica come dovuta a mancanza di ulteriori argomenti; e quindi implicita ammissione di torto.


In verita' bisognerebbe accettare l opinione altrui anche se non concorde con la tua, soprattutto quando sono state date spiegazioni piu' che valide della suddetta opinione, anche questo è un segno di civilta', nessuno ha la verita' in tasca, tantomeno tu, si discute, si dice la propria, non siamo tutti uguali e soprattutto non è una gara a chi la dice meglio, ci si esprime e ci si confronta, punto
sc2 sc2 27/02/2017 ore 21.31.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 scrive:
In verita' bisognerebbe accettare l opinione altrui anche se non concorde con la tua


Solo fino al momento in cui l'opinione in questione non è stata definitivamente falsificata. Nessuno potrebbe sostenere che pi = 2 e pretendere poi che la gente non gli rida in faccia.
Babs.72 Babs.72 27/02/2017 ore 21.47.35
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Solo fino al momento in cui l'opinione in questione non è stata definitivamente falsificata

Nessuno puo' farlo, nemmeno tu,puoi mischiare scienza e credenza quando vuoi, ma sono solo parole, puoi citare chi vuoi,e fare un gran miscuglio, ma sei solo un ottuso, che non accetta opinioni altrui
beatofrock beatofrock 27/02/2017 ore 23.47.33
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

e continuiamo così

continuiamo a parificare il peccato con il reato

continuiamo a godere dei frutti della Controriforma

continuiamo a permettere ai vescovi di ficcare il naso in cose che non li riguardano

ps si è discusso per decenni su aborto e divorzio

e poi sono state fatte le leggi

e adesso basta! non si può continuare a rimettere in discussione le stesse cose

ogni 6 mesi

se ho bisogno di un saldatore assumo un saldatore

e non uno che si rifiuta di saldare
sc2 sc2 28/02/2017 ore 09.23.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Babs.72 : pi = 2 è certamente falso.

Sarò anche ottuso, ma è molto più ottuso chi pretende di sostenere, aggrappandosi alla libertà d'opinione (la quale, tra l'altro, è seriamente minacciata proprio da quelli che si ergono, a parole, a suoi difensori), ebbene chi pretende di sostenere affermazioni certamente false.
dott.Markus01 dott.Markus01 28/02/2017 ore 10.16.37
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

BOH PROVO A DIRE LA MIA
Credo che sia penoso tutto lo scontro che stiamo vedendo tra pro e contro vita, fine vite, pro vita ecc, non è da stato civile.

Forse non è cossì sbagliato riservare un certo n. di posti per chi vuol fare qualcosa che un'altra persona (giustamente in quanto è un suo diritto) non vuol fare.
Mi spiego, nelle forze armate non tutti fanno i cecchini, per farlo ti offri volontario e quel posto è tuo e di nessun altro.
Ora l'esempio è un po crudo, però credo sia giusto che ogni persona debba essere libero di rispondere alla prospia coscienza.

Uno stato laico non può obbligare una persona ad abortire e a vivere tutta la vita con dei rimorsi di coscienza (se per una persona l'aborto è sopressione di vita, lo è e stop e va rispettato) e deve avere accanto un medico che lo sostenga in ciò, allo stesso modo lo stato deve garantire alle molteplici forme di cosienza di esprimersi nel rispetto vicendevole. Ne consegue che se una donna vuole abbortire di sua volontà, per quanto ciò può essere non condivisibile o condivisibile, deve avere accanto chi risponde alla sua coscienza per tale atto.

Uno stato laico deve quindi garantire una "via" per "tutti" (in ogni ambito) senza giudizi in merito, ogni persona poi farà le sue scelte in base alla propria coscienza e risponderà al suo credo.
Dasein1960 28/02/2017 ore 11.12.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
Accetterò la mancanza di replica come dovuta a mancanza di ulteriori argomenti; e quindi implicita ammissione di torto.

NN è per caso che ti sei montato la testa?
19450090
@sc2 scrive: Accetterò la mancanza di replica come dovuta a mancanza di ulteriori argomenti; e quindi implicita ammissione di...
Risposta
28/02/2017 11.12.39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
sc2 sc2 28/02/2017 ore 11.25.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 : Nessun montamento di testa. Semplicemente, chi irride l'argomentazione altrui, lo fa perché non ha altri argomenti da opporre; e quindi, implicitamente, ammette di avere torto.
dott.Markus01 dott.Markus01 28/02/2017 ore 11.44.00
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

però potete semplicemente rispettare le posizioni dell'altro pur rimanendo nelle vostre, non su tutto occorre che ci sia un vicitore ed un vinto
Dasein1960 28/02/2017 ore 12.06.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
: Nessun montamento di testa. Semplicemente, chi irride l'argomentazione altrui, lo fa perché non ha altri argomenti da opporre; e quindi, implicitamente, ammette di avere torto.

NN ho inteso ne irriderti ne darti ragione
Ho troncato il discorso per altri motivi
Lo ritenevo nel migliore dei casi avviato in un vicolo cieco
19450146
@sc2 scrive: : Nessun montamento di testa. Semplicemente, chi irride l'argomentazione altrui, lo fa perché non ha altri argomenti...
Risposta
28/02/2017 12.06.01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
sc2 sc2 28/02/2017 ore 12.32.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 : Liberissima scelta. Ho solo contestato l'accusa di essermi montato la testa.
PrudencioAguilar PrudencioAguilar 28/02/2017 ore 14.48.45
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

bah...prima si dice che cerchiamo il dialogo, poi leggo gli interventi di chi chiede di smetterla, di tagliare corto etc. etc. nn c'erano argomentazioni così ben spiegate da una vita qui dentro, ma evidentemente dà fastidio nn saper rispondere, bravo sc2
gh.r gh.r 28/02/2017 ore 14.57.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@PrudencioAguilar : Io gli ho risposto subito, se poi le mie obiezioni le considera irrilevanti e si mette a parlare d'altro io lascio che parli anche da solo, puoi parlarci tu se vuoi, saremo tutti lieti di leggere le vostre disquisizioni PrudencioAguilar. :-)
PrudencioAguilar PrudencioAguilar 28/02/2017 ore 14.58.43
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r : io ho visto che ad un certo punto tu hai troncato malamente con un mi hai rotto le balle, e dasein ha cercato di uscirsene con una battuta. A volte si può pure soltanto leggere e dare un parere su quel che si legge, il mio è che vi ha fatti neri in questa discussione, ma è solo un parere.
gh.r gh.r 28/02/2017 ore 15.02.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@PrudencioAguilar scrive:
il mio è che vi ha fatti neri in questa discussione, ma è solo un parere.

Io non ho proprio discusso. Discutici un po' tu se ti piace.
19450406
@PrudencioAguilar scrive: il mio è che vi ha fatti neri in questa discussione, ma è solo un parere. Io non ho proprio discusso....
Risposta
28/02/2017 15.02.26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Dasein1960 28/02/2017 ore 18.48.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive: Dasein scrive
E' tutta da dimostrare che esista una una morale ,una etica ,un diritto,un modo di vivere,( naturale)
a priori ,vero da sempre e per sempre

sc2 risponde
Non è da dimostrare, è dimostrato. Supponi che per l'etica E1 di tizio 1 la proposizione A sia vera e necessaria; supponi che per l'etica E2 di tizio 2 sia vera e necessaria la proposizione -A; supponi che E1 e E2 si applichino esattamente allo stesso contesto.
Ora, è evidente che, se fossero entrambe vere, avremmo contraddizione; ergo: almeno E1 o E2 è certamente falsa.

Vediamo se riesco a tradurre in linguaggio puro il tuo sillogismo dimostrativo (o è di aristotele?)altrimenti nn mi ci metto nemmeno
Esistono 2 persone portatori di 2 diversi "bagagli valoriali" (etiche) applicate allo stesso contesto
(ambiente sociale o situazione particolare)di conseguenza producono 2 diversi imput comportamentali(o scelte esistenziali)
Se le 2 etiche fossero entrambe vere sarebbero in contraddizione ,quindi necessariamente una delle 2 è falsa



-Se fosse corretta la mia traduzione ,proprio nn riesco a vedere cosa volevi dimostrare
(o cosa aristotele ha voluto dimostrare
e poi a prescidere da cio la conclusione nn e 1 sola ma sono almeno 2
E1 o E2 sicuramente falsa
E1 E2 entrambe false
?????????? una delle 2 è certamente falsa
Ma nn si capisce perchè l'altra debba necessariamente essere vera
Soprattuto nn si capisce come con cio si dimostri esistente il diritto naturale
sc2 sc2 02/03/2017 ore 10.30.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 : E infatti io non ho voluto dimostrare che una delle due sia necessariamente vera. Io ho solo voluto dimostrare che, in caso di contradditorietà, almeno una delle due è necessariamente falsa (ma possono anche esserlo tutte e due). Niente di più.

Questo però nega ovviamente il relativismo etico: poiché, date due etiche contraddittorie, almeno una è certamente falsa, la loro "somma etica" è certamente falsa.

Se ti interessa, il ragionamento è mio, non di Aristotele; ma chiunque conosca le basi della logica può ripeterlo.
dott.Markus01 dott.Markus01 02/03/2017 ore 12.02.53
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Dase e sc ...siete ancora li che girate attorno a sto sillogismo ecc ecc...... daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
lasciatevi liberi :hihi
e poi ci chiediamo perchè la burocrazia in italia assomiglia ai gironi infernali... gli italiani son più tremendiiiiii quando è ora di far le pulci all'aria fritta... :hoho
son due settimane che vi rimbalzate sto sillogismo :hihi
spero non lavoriate nel pubblico...o siam rovinatiiiiiiiiiiii :hihi :hoho :hoho :hoho :hoho
gh.r gh.r 02/03/2017 ore 12.41.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

A me tutti quei "certamente", "necessariamente", "logicamente", l'accostamento di dio alla logica, mi fanno proprio tanto ridere...ma, si sa, risus abundat in ore stultorum.
raoul.carosin raoul.carosin 02/03/2017 ore 12.44.18
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@PrudencioAguilar scrive:
nn c'erano argomentazioni così ben spiegate da una vita qui dentro



Certo, se non fosse che sono follia pura di un malato di cristianità.

Come interpretare altrimenti il luminoso concetto alla base di tutta questa sequela di abnormi quanto ignoranti cazzate : : l'aborto è un omicidio ? :hoho

Cioè uno ti dice una cosa del genere, ti giri o lo prendi per culo, c'è poca scelta

Ma tu ti fustighi dopo esserti bellamente segato, ti confessi? cosa fai ? :hoho
gh.r gh.r 02/03/2017 ore 12.46.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@raoul.carosin : Spesso le cazzate basta confezionarle bene e la gente ne resta affascinata...la storia delle religioni si basa su questo principio.
raoul.carosin raoul.carosin 02/03/2017 ore 12.56.40
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@gh.r scrive:
@raoul.carosin : Spesso le cazzate basta confezionarle bene e la gente ne resta affascinata...la storia delle religioni si basa su questo principio.



Ma per favore.... io capisco che qui dentro uno che scriva ah con l'acca possa apparire un accademico dei lincei, ma una tale accozzaglia di sgrammaticata sintassi, riferimenti storici e filosofici che manco l' On. Cito :haha oltre a evidenti problemi mentali solo qui dentro può esser preso come un ragionamento, lì, intendo fuori, sarebbe già intervenuta la croce Bianca, e propbabilmente questi nostri amici scrivono da un luogo di ricovero :hoho
gh.r gh.r 02/03/2017 ore 13.01.45 Ultimi messaggi
PrudencioAguilar PrudencioAguilar 02/03/2017 ore 13.27.51
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

rimane il fatto che disturbate o no, le tesi di sc2 nn vengono affrontate e si preferisce attaccare me e la religione...questo rimane eh
Dasein1960 02/03/2017 ore 14.44.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@sc2 scrive:
E infatti io non ho voluto dimostrare che una delle due sia necessariamente vera. Io ho solo voluto dimostrare che, in caso di contradditorietà, almeno una delle due è necessariamente falsa (ma possono anche esserlo tutte e due). Niente di più.

Questo però nega ovviamente il relativismo etico: poiché, date due etiche contraddittorie, almeno una è certamente falsa, la loro "somma etica" è certamente falsa.

Se ti interessa, il ragionamento è mio, non di Aristotele; ma chiunque conosca le basi della logica può ripeterlo.

Dio nn cambia i dieci comandamenti a seconda dei tempi (almeno finora cio nn mi risulta),il relativismo etico contro cui la chiesa da gran tempo combatte ,ritenendolo il male del nostro tempo è esattamente il contrario della millenarista etica religiosa
Tornando alla tua amata logica formale
1)mI RALLEGFRO DI AVERTI BEN INTERPRETATO
2)ti faccio notare che avevi ipotizzato solo il primo caso (Etica 1=A Etica2=B) una delle 2 sicuramente falsa
3)L'altra ipotesi l'ho aggiunta io..........................(Etica 1=A Etica2)=B entrambe false
Ti ho in un certo senso arricchito,ma nn pretendo niente
tROVO CURIOSO CHE APPENA DOPO AVEr riconosciuto incongruente secondo la tua stessa logica sicuramente
nn dimostrata l'etica millenaria di madre chiesa
Pervicacemente con triplo salto mortale avvitato e carpiato ,in una frase sorprendente ,estremamente bisognosa,di interpretazione ,ribadisci cio che con la logica precedente nn sei riuscito a dimostrare
te le riporto
Sc2 scrive

-
Questo però nega ovviamente il relativismo etico: poiché, date due etiche contraddittorie, almeno una è certamente falsa, la loro "somma etica" è certamente falsa.


La ,,,,somma etica mi mancava,,,,,chiedo urgenti lumi



Ci sarebbe ancora da dire molto
su P.greco ,kirkegard,lo stadio etico,lo stadio estetico,quello religioso
Ma per ora ho gia scassato la minchia a sufficienza
Anzi per prudenza chiedo scusa agli eventuali lettori


19452520
@sc2 scrive: E infatti io non ho voluto dimostrare che una delle due sia necessariamente vera. Io ho solo voluto dimostrare che,...
Risposta
02/03/2017 14.44.40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
perculativa perculativa 02/03/2017 ore 15.08.46
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@PrudencioAguilar scrive:
il mio è che vi ha fatti neri in questa discussione, ma è solo un parere.

Anche secondo me
sc2 sc2 02/03/2017 ore 22.39.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@Dasein1960 scrive:
Dio nn cambia i dieci comandamenti a seconda dei tempi (almeno finora cio nn mi risulta)


Non vedo cosa c'entri.

L'altra ipotesi l'ho aggiunta io..........................(Etica 1=A Etica2)=B entrambe false


Io ho scritto almeno E1 o E2 è falsa; ciò implica che potrebbero esserlo entrambe.

tROVO CURIOSO CHE APPENA DOPO AVEr riconosciuto incongruente secondo la tua stessa logica sicuramente
nn dimostrata l'etica millenaria di madre chiesa


E questa da dove salta fuori!? Non mi sembra di aver mai detto o implicato niente del genere.

Pervicacemente con triplo salto mortale avvitato e carpiato ,in una frase sorprendente ,estremamente bisognosa,di interpretazione ,ribadisci cio che con la logica precedente nn sei riuscito a dimostrare


Ho dimostrato che due etiche contrapposte non possono essere entrambe vere. Se questa non è la dimostrazione che il relativismo etico sia falso...

Con "somma etica" intendevo ovviamente l'assunzione di validità di entrambe le etiche contemporaneamente; non a caso, essendo il termine eterodosso, l'avevo messo tra virgolette.
sc2 sc2 02/03/2017 ore 22.42.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lex contra legem

@raoul.carosin scrive:
Come interpretare altrimenti il luminoso concetto alla base di tutta questa sequela di abnormi quanto ignoranti cazzate : : l'aborto è un omicidio ?


Ho paura che di ignorante assurdità (mi perdonerai, se non uso il tuo stesso livello di volgarità) c'è solo la tua affermazione. Come ho anche detto, sono in grado di dimostrare esattamente quanto sostengo.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.