Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

mezzio mezzio 29/08/2008 ore 08.39.42
segnala

(Nessuno)schiave da marciapiede


nacqui ed abito , vivaddio , al centro del mondo : roma , naturalmente ! ora , decenni di inutili amministrazioni di sinistra hanno portato sulle nostre strade una folla di prostitute che secondo la diffusa opinione corrente si piegano a quel mestiere solo perche sottomesse , minacciate , schiavizzate !

pero poi ci passi davanti ( perche sono ovunque giorno e notte ) e le trovi che ridono sguaiatamente tra di loro , ballano cantano e hanno tutta l aria di preferila un sacco questa vitaccia in confronto a chissa come caspita vivevano prima nei loro villaggi !!

a me schiave non sembrano proprio !!!
xpescatore xpescatore 29/08/2008 ore 09.24.03
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

Alcune certamente lo fanno per scelta, altre per obbligo, ma sono per lo più giovani e la gioventù viene sempre fuori.
cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 09.45.58
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede


le schiave del sesso non sono poi così schiave nel senso che le persone costrette a prostituirsi da qualcuno sono una percentuale nolto bassa delle persone che si prostituiscono

tutte le altre persone che si prostituiscono lo fanno

1) per la facilità di fare soldi senza fatica, quindi per piacere

2) una minoranza veramente ristretta lo fa per sbarcare il lunario

in italia si calcola la presenza di 50-70 mila di cui 25.000 immigrate e 2.000 (!!!) minorenni. Oltre 2.000 il numero delle donne ridotte in schiavitù (!!!) e poi costrette a prostituirsi. Il 65% delle prostitute, pari a circa 30.000 donne, lavora in strada, il 29,1% in albergo. Le altre ricevono i clienti “in privato”.

Il 94,2% delle prostitute sono donne, il 5% sono transessuali, lo 0,8% sono travestiti. Il 59% delle prostitute straniere arriva dalla Nigeria, il 14,1% dall'Albania, il 10% dalla ex Jugoslavia, l'8,1% dal Sud America il 3,6% dal Nord Africa

quindi piantiamola li di dire che le prostitute sono ragazze sfruttate quando la realtà è ben diversa e quindi essendo la realtà ben diversa è ora che si legalizzi o si vieti questa professione senza se e senza ma

combattendo, in entrambi i casi coloro che sfruttano le prostitute e che le riducono in schiavitù
Duca.theKnight Duca.theKnight 29/08/2008 ore 09.56.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede


Negli anni '70, quando ancora non esisteva internet, la TV italiana la vedevi solo in Italia e le nostre frontiere non erano un colabrodo, era possibile che qualche ragazza dell'est vivesse il miraggio dell'Italia. Magari sognava di venir qui a fare la cameriera. Se era carina poteva pure pensare di venire a fare la modella, o la ballerina in discoteca. Ci poteva anche stare, insomma, che partisse con un'idea e si ritrovasse poi alle prese con connazionali violenti, pronti a buttarle su una strada.

Al giorno d'oggi ritenete anche solo lontanamente possibile che una ragazza rumena, o albanese, non sappia come funzionano le cose? Secondo voi non si è.... sparsa la voce? Nessuna ha sentito dire che quando si arriva qui si vien e mandate sull'Aurelia a battere? Che le ballerine in realtà sono lap-dancer?

La realtà, ovviamente, è assai diversa da quella imposta da certa corrente di pensiero, che vuole la povera ragazza illusa ed in buonafede intrappolata dai connazionali brutti e cattivi. La verità è che la stragrande maggioranza di queste ragazze viene qui per fare la grana e sa benissimo che per fare la grana in fretta c'è un solo metodo, antico come la storia del mondo. Certo, molte incappano in protettori magari particolarmente aguzzini e violenti, più di quello che pensavano, ma non mi venite a raccontare che 'ste tipe vengono qui senza sapere che i pompini saranno all'ordine del giorno.....


cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 10.00.40
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Duca.theKnight che il 29/08/2008 9.56.48 ha scritto:

Negli anni '70, quando ancora non esisteva internet, la TV italiana la vedevi solo un Italia e le nostre frontiere non erano un colabrodo era possibile che qualche ragazza dell'est vivesse il miraggio dell'Italia. Magari sognava di venir qui a fare la cameriera. Se era carina poteva pure pensare di venire a fare la modella, o la ballerina in discoteca. Ci poteva anche stare, onsomma, che partisse con un'idea e si ritrovasse poi alle prese con connazionali violenti, pronti a buttarle su una strada.

Al giorno d'oggi ritenete anche solo lontanamente possibile che una ragazza rumena, o albanese, non sappia come funzionano le cose? Secondo voi non si è.... sparsa la voce? Nessuna ha sentito dire che quando si arriva qui si vien e mandate sull'Aurelia a battere? Che le ballerine in realtà sono lap-dancer?

La realtà, ovviamente, è assai diversa da quella imposta da certa corrente di pensiero, che vuole la povera ragazza illusa ed in buonafede intrappolata dai connazionali brutti e cattivi. La verità è che la stragrande maggioranza di queste ragazze viene qui per fare la grana e sa benissimo che per fare la grana in fretta c'è un solo metodo, antico come la storia del mondo. Certo, molte incappano in protettori magari particolarmente aguzzini e violenti, più di quello che pensavano, ma non mi venite a raccontare che 'ste tipe vengono qui senza sapere che i pompini saranno all'ordine del giorno.....



Rispondo: infatti duca. i dati che sopra ho scritto (e sono dati ufficiali) dimostrano come solamente 2.000 ragazze su 70.000 siano effettivamente schiave di qualcuno che le sfrutta e le butta sulle strade a battere

68.000 sono prostitute che lo fanno per la facilità di fare soldi
KahrSur KahrSur 29/08/2008 ore 10.13.33
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

Anche gli schiavi neri, stuprati e frustati e uccisi dai padroni americani, cantavano e ballavano.


xpescatore xpescatore 29/08/2008 ore 10.13.56
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A cristian1977 che il 29/08/2008 9.45.58 ha scritto:

le schiave del sesso non sono poi così schiave nel senso che le persone costrette a prostituirsi da qualcuno sono una percentuale nolto bassa delle persone che si prostituiscono

tutte le altre persone che si prostituiscono lo fanno

1) per la facilità di fare soldi senza fatica, quindi per piacere

2) una minoranza veramente ristretta lo fa per sbarcare il lunario

in italia si calcola la presenza di 50-70 mila di cui 25.000 immigrate e 2.000 (!!!) minorenni. Oltre 2.000 il numero delle donne ridotte in schiavitù (!!!) e poi costrette a prostituirsi. Il 65% delle prostitute, pari a circa 30.000 donne, lavora in strada, il 29,1% in albergo. Le altre ricevono i clienti “in privato”.

Il 94,2% delle prostitute sono donne, il 5% sono transessuali, lo 0,8% sono travestiti. Il 59% delle prostitute straniere arriva dalla Nigeria, il 14,1% dall'Albania, il 10% dalla ex Jugoslavia, l'8,1% dal Sud America il 3,6% dal Nord Africa

quindi piantiamola li di dire che le prostitute sono ragazze sfruttate quando la realtà è ben diversa e quindi essendo la realtà ben diversa è ora che si legalizzi o si vieti questa professione senza se e senza ma

combattendo, in entrambi i casi coloro che sfruttano le prostitute e che le riducono in schiavitù

Rispondo: Legalizziamo la prostituzione, tuteliamo le prostitute e facciamo pagare le tasse ai titolari dei club ed alle prostitute!

mezzio mezzio 29/08/2008 ore 10.14.32
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

esatto !!! ecco perche ridono ballano e cantano !!!
Lebowsky70 Lebowsky70 29/08/2008 ore 10.21.37
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede


Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.
raphael1983 raphael1983 29/08/2008 ore 10.32.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: un pò di equilibrio. Finalmente.
Duca.theKnight Duca.theKnight 29/08/2008 ore 10.39.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

No Lebo, le nigeriane, per la maggior parte, non sono "ridotte in schiavitù". Sono i mariti stessi che le portano qui e le fanno battere, mentre loro bighelloneggiano tutto il giorno. Per loro è "normale" servire il marito-padrone fino a questi estremi. Triste cosa, ma è così...
cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 10.40.16
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: mi dispiace lebo ma i dati esposti sono dati ufficiali

tutti pensano che siano molto di più le prostitute costrette a prostituirsi (non so per quale motivo spicologico) ma nella realtà le prostitute costrette sono una minima percentuale rispetto alla prostituzione nella sua visuale completa come fenomeno sociale e non solo sociale

come te sono favorevole alla legalizzazione della prostituzione attraverso la sua regolamentazione
Lebowsky70 Lebowsky70 29/08/2008 ore 10.45.38
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A cristian1977 che il 29/08/2008 10.40.16 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: mi dispiace lebo ma i dati esposti sono dati ufficiali

tutti pensano che siano molto di più le prostitute costrette a prostituirsi (non so per quale motivo spicologico) ma nella realtà le prostitute costrette sono una minima percentuale rispetto alla prostituzione nella sua visuale completa come fenomeno sociale e non solo sociale

come te sono favorevole alla legalizzazione della prostituzione attraverso la sua regolamentazione

Rispondo: vorrei però capire la provenienza di queste fonti ufficiali, visto che parliamo di un fenomeno che di "ufficiale" ha ben poco.
Lebowsky70 Lebowsky70 29/08/2008 ore 10.46.26
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Duca.theKnight che il 29/08/2008 10.39.04 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

No Lebo, le nigeriane, per la maggior parte, non sono "ridotte in schiavitù". Sono i mariti stessi che le portano qui e le fanno battere, mentre loro bighelloneggiano tutto il giorno. Per loro è "normale" servire il marito-padrone fino a questi estremi. Triste cosa, ma è così...

Rispondo: mai sentito parlare delle "madame"?
raphael1983 raphael1983 29/08/2008 ore 10.48.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.46.26 ha scritto:
A Duca.theKnight che il 29/08/2008 10.39.04 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

No Lebo, le nigeriane, per la maggior parte, non sono "ridotte in schiavitù". Sono i mariti stessi che le portano qui e le fanno battere, mentre loro bighelloneggiano tutto il giorno. Per loro è "normale" servire il marito-padrone fino a questi estremi. Triste cosa, ma è così...

Rispondo: mai sentito parlare delle "madame"?

Rispondo: Ne è stata processata una a padova due mesi fa...Teneva in schiavitù 14 connazionali nigeriane
cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 10.53.58
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.45.38 ha scritto:
A cristian1977 che il 29/08/2008 10.40.16 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: mi dispiace lebo ma i dati esposti sono dati ufficiali

tutti pensano che siano molto di più le prostitute costrette a prostituirsi (non so per quale motivo spicologico) ma nella realtà le prostitute costrette sono una minima percentuale rispetto alla prostituzione nella sua visuale completa come fenomeno sociale e non solo sociale

come te sono favorevole alla legalizzazione della prostituzione attraverso la sua regolamentazione

Rispondo: vorrei però capire la provenienza di queste fonti ufficiali, visto che parliamo di un fenomeno che di "ufficiale" ha ben poco.

Rispondo: secondo te quali sono le mie fonti?
cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 10.54.19
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede


visto che qui dentro siamo tutti per la legalizzazione della prostituzione, che ne pensate di una legge contenente 7 articoli per regolamentarla?

se legalizzi la prostituzione regolamentandola in modo serio e ferreo non ci sarebbe più nessun tipo di tratta e se ci fossero ancora un po di questi giri loschi di certo sarebbero facilmente identificabili dalle FdO e di conseguenza stroncati e puniti gli autori di questi fatti

bastano 7 semplici articoli per regolamentare la prostituzione

1) la prostituzione si esercita in appositi locali dove le prostitute si riuniscono per esercitare il loro mestiere (tradotto riaprire i bordelli)

2) per mettere su una casa di tolleranza occorre presentare tutte le documentazioni necessarie affinchè si provi che detta attività non è controllata da organizzazioni malavitose (tradotto fare tutti documenti e verifiche anti-mafia come per altre attività esistenti)

3) le persone che si prostituiscono potranno farlo attraverso gli appositi locali (bordelli) previsti per legge sotto forma di dipendente del locale o in cooperativa di gestione del locale ed avranno tutti i diritti e doveri dei lavoratori dipendenti o di cooperativa. dovranno sottoporsi a controlli mensili, a spese del titolare della casa di tolleranza o della cooperativa, sanitari atti ad accertare le loro condizioni di salute

4) i locali dovranno osservare il giorno di chiusura settimanale, dovranno avere tutte le licenze necessarie di legge, dovranno avere affissi i prezzi delle prestazioni

5) tutte le altre forme di prostituzione sono vietate e coloro che la esercitano fuori dagli spazi definiti per legge saranno puniti con la reclusione di mesi 12 ed una multa di 12000 euro

6) chi sfrutta le prostitute sia nei luoghi previsti per legge che al di fuori di detti locali verrà punito con l'accusa di riduzione in schiavitù

7) le persone sfruttate e costrette a prostituirsi on subiranno le snazioni previste al punto 5 ma saranno aiutate ad inserirsi nella società o a ritornare al proprio paese d'origine (se straniere) se non vogliono restare in italia
Lebowsky70 Lebowsky70 29/08/2008 ore 11.32.06
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A cristian1977 che il 29/08/2008 10.53.58 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.45.38 ha scritto:
A cristian1977 che il 29/08/2008 10.40.16 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: mi dispiace lebo ma i dati esposti sono dati ufficiali

tutti pensano che siano molto di più le prostitute costrette a prostituirsi (non so per quale motivo spicologico) ma nella realtà le prostitute costrette sono una minima percentuale rispetto alla prostituzione nella sua visuale completa come fenomeno sociale e non solo sociale

come te sono favorevole alla legalizzazione della prostituzione attraverso la sua regolamentazione

Rispondo: vorrei però capire la provenienza di queste fonti ufficiali, visto che parliamo di un fenomeno che di "ufficiale" ha ben poco.

Rispondo: secondo te quali sono le mie fonti?

Rispondo: Questure? Ministero dell'Interno?
Lebowsky70 Lebowsky70 29/08/2008 ore 11.34.34
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A cristian1977 che il 29/08/2008 10.54.19 ha scritto:

visto che qui dentro siamo tutti per la legalizzazione della prostituzione, che ne pensate di una legge contenente 7 articoli per regolamentarla?

se legalizzi la prostituzione regolamentandola in modo serio e ferreo non ci sarebbe più nessun tipo di tratta e se ci fossero ancora un po di questi giri loschi di certo sarebbero facilmente identificabili dalle FdO e di conseguenza stroncati e puniti gli autori di questi fatti

bastano 7 semplici articoli per regolamentare la prostituzione

1) la prostituzione si esercita in appositi locali dove le prostitute si riuniscono per esercitare il loro mestiere (tradotto riaprire i bordelli)

2) per mettere su una casa di tolleranza occorre presentare tutte le documentazioni necessarie affinchè si provi che detta attività non è controllata da organizzazioni malavitose (tradotto fare tutti documenti e verifiche anti-mafia come per altre attività esistenti)

3) le persone che si prostituiscono potranno farlo attraverso gli appositi locali (bordelli) previsti per legge sotto forma di dipendente del locale o in cooperativa di gestione del locale ed avranno tutti i diritti e doveri dei lavoratori dipendenti o di cooperativa. dovranno sottoporsi a controlli mensili, a spese del titolare della casa di tolleranza o della cooperativa, sanitari atti ad accertare le loro condizioni di salute

4) i locali dovranno osservare il giorno di chiusura settimanale, dovranno avere tutte le licenze necessarie di legge, dovranno avere affissi i prezzi delle prestazioni

5) tutte le altre forme di prostituzione sono vietate e coloro che la esercitano fuori dagli spazi definiti per legge saranno puniti con la reclusione di mesi 12 ed una multa di 12000 euro

6) chi sfrutta le prostitute sia nei luoghi previsti per legge che al di fuori di detti locali verrà punito con l'accusa di riduzione in schiavitù

7) le persone sfruttate e costrette a prostituirsi on subiranno le snazioni previste al punto 5 ma saranno aiutate ad inserirsi nella società o a ritornare al proprio paese d'origine (se straniere) se non vogliono restare in italia

Rispondo: concordo e aggiungerei pene anche per quei clienti sorpresi fuori dalle case di tolleranza.
cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 11.38.23
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 11.34.34 ha scritto:
A cristian1977 che il 29/08/2008 10.54.19 ha scritto:

visto che qui dentro siamo tutti per la legalizzazione della prostituzione, che ne pensate di una legge contenente 7 articoli per regolamentarla?

se legalizzi la prostituzione regolamentandola in modo serio e ferreo non ci sarebbe più nessun tipo di tratta e se ci fossero ancora un po di questi giri loschi di certo sarebbero facilmente identificabili dalle FdO e di conseguenza stroncati e puniti gli autori di questi fatti

bastano 7 semplici articoli per regolamentare la prostituzione

1) la prostituzione si esercita in appositi locali dove le prostitute si riuniscono per esercitare il loro mestiere (tradotto riaprire i bordelli)

2) per mettere su una casa di tolleranza occorre presentare tutte le documentazioni necessarie affinchè si provi che detta attività non è controllata da organizzazioni malavitose (tradotto fare tutti documenti e verifiche anti-mafia come per altre attività esistenti)

3) le persone che si prostituiscono potranno farlo attraverso gli appositi locali (bordelli) previsti per legge sotto forma di dipendente del locale o in cooperativa di gestione del locale ed avranno tutti i diritti e doveri dei lavoratori dipendenti o di cooperativa. dovranno sottoporsi a controlli mensili, a spese del titolare della casa di tolleranza o della cooperativa, sanitari atti ad accertare le loro condizioni di salute

4) i locali dovranno osservare il giorno di chiusura settimanale, dovranno avere tutte le licenze necessarie di legge, dovranno avere affissi i prezzi delle prestazioni

5) tutte le altre forme di prostituzione sono vietate e coloro che la esercitano fuori dagli spazi definiti per legge saranno puniti con la reclusione di mesi 12 ed una multa di 12000 euro

6) chi sfrutta le prostitute sia nei luoghi previsti per legge che al di fuori di detti locali verrà punito con l'accusa di riduzione in schiavitù

7) le persone sfruttate e costrette a prostituirsi on subiranno le snazioni previste al punto 5 ma saranno aiutate ad inserirsi nella società o a ritornare al proprio paese d'origine (se straniere) se non vogliono restare in italia

Rispondo: concordo e aggiungerei pene anche per quei clienti sorpresi fuori dalle case di tolleranza.

Rispondo: bhe queste sanzioni ci sono già ora per i clienti. basta inasprirle o lasciarle tale e quali

la legge punisce attualmente chi sfrutta (pappone) e chi favorisce (cliente)
LittleWolf84 LittleWolf84 29/08/2008 ore 11.38.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: Concordo che te !!!

Ogni tanto qualcuno nel forum salta fuori con storielle fantasiosie come queste...le organizazzioni criminali ci guadagnano fiumi di soldi con questo infame buisness !! e io non credo proprio che siano una minoranza !!!
cristian1977 cristian1977 29/08/2008 ore 11.39.31
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 11.32.06 ha scritto:
A cristian1977 che il 29/08/2008 10.53.58 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.45.38 ha scritto:
A cristian1977 che il 29/08/2008 10.40.16 ha scritto:
A Lebowsky70 che il 29/08/2008 10.21.37 ha scritto:

Dissento parzialmente dai giudizi fin qui espressi: spesso le prostitute albanesi (specie quelle minorenni) vengono rapite da un'organizzazione facente capo alla mafia russa, segregate e violentate e poi costrette a prostituirsi per strada sotto la minaccia di ritorsione verso la famiglia. Delle nigeriane non credo ce ne sia una che non sia ridotta in stato di schiavitù: in quel caso, oltre all'arretratezza (non hanno la parabola) scattano meccanismi di persuasione che arrivano fino alla minaccia dell'uso della magia nera. Che poi esista un mondo di prostitute (spesso sommerso e che sfugge dalle statistiche) che "fa la vita" consapevolemente, questo è vero. In ogni caso sono favorevole alla riapertura delle case di tolleranza.

Rispondo: mi dispiace lebo ma i dati esposti sono dati ufficiali

tutti pensano che siano molto di più le prostitute costrette a prostituirsi (non so per quale motivo spicologico) ma nella realtà le prostitute costrette sono una minima percentuale rispetto alla prostituzione nella sua visuale completa come fenomeno sociale e non solo sociale

come te sono favorevole alla legalizzazione della prostituzione attraverso la sua regolamentazione

Rispondo: vorrei però capire la provenienza di queste fonti ufficiali, visto che parliamo di un fenomeno che di "ufficiale" ha ben poco.

Rispondo: secondo te quali sono le mie fonti?

Rispondo: Questure? Ministero dell'Interno?

Rispondo: questure che passano poi i dati al ministero degli interni che ha fatto questa "classifica" è del 2007
LittleWolf84 LittleWolf84 29/08/2008 ore 11.42.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A mezzio che il 29/08/2008 8.39.42 ha scritto:

nacqui ed abito , vivaddio , al centro del mondo : roma , naturalmente ! ora , decenni di inutili amministrazioni di sinistra hanno portato sulle nostre strade una folla di prostitute che secondo la diffusa opinione corrente si piegano a quel mestiere solo perche sottomesse , minacciate , schiavizzate !

Intendi dire che è per colpa della sinistra se ci sono le prostitute? non ti è passato per la testa nemmen oper un secondo che forse 10/15 anni fa la situazione era un po' diversa (magari prima dell ingressi di Forza Italia in politica) !!

Allora che dire dell'attuale milano ?? feudo indiscusso del vostro Re Silvio ? chi conosce milano sa benisimo che è un bordella cielo aperto...per non parlare del consusmo di stupefacienti, milano infatti è una delle città con la media più alta d'italia !! :ok
RoxD RoxD 29/08/2008 ore 11.45.22
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede


La prostituzione in Italia è vietata (in teoria).

Chi si accompagna a prostitute commette reato (in teoria) ed inoltre si rende complice di quelle organizzazioni che schiavizzano le ragazze (in teoria).

Nei fatti un sacco di bravi ometti, magari (sicuramente) spesso mariti e padri di famiglia ci vanno eccome con le prostitute. Mi disgusta la cosa francamente!

Dove c'è domanda c'è offerta. Più c'è domanda più c'è offerta. La legge del commercio!




Nadia36 Nadia36 29/08/2008 ore 13.45.07
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A RoxD che il 29/08/2008 11.45.22 ha scritto:

La prostituzione in Italia è vietata (in teoria).

Chi si accompagna a prostitute commette reato (in teoria) ed inoltre si rende complice di quelle organizzazioni che schiavizzano le ragazze (in teoria).

Nei fatti un sacco di bravi ometti, magari (sicuramente) spesso mariti e padri di famiglia ci vanno eccome con le prostitute. Mi disgusta la cosa francamente!

Dove c'è domanda c'è offerta. Più c'è domanda più c'è offerta. La legge del commercio!





Rispondo: NOSSIGNORE. QUESTA E' UNA BUFALA FATTA CIRCOLARE AD ARTE DAI PRETACCI ALLA DON MAZZI E SOCI.

RISTABILIAMO I TERMINI DELLA VERITA' PLEASE: IN ITALIA LA PROSTITUZIONE NON ERA E NON E' REATO. E' REATO SOLO LO SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE.

QUINDI CHI SI ACCOMPAGNA CON UNA PROSTITUTA NON COMMETTE NESSUN REATO, A MENO CHE LA PROSTITUTA NON SIA MINORENNE ED A MENO CHE LA "PRESTAZIONE" VENGA CONSUMATA IN LUOGO PUBBLICO O ESPOSTO AL PUBBLICO.

TUTTO IL RESTO SONO PALLE OD IN QUALCHE CASO GIURISPRUDENZA ILLEGITTIMA.
LittleWolf84 LittleWolf84 29/08/2008 ore 13.49.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Nadia36 che il 29/08/2008 13.45.07 ha scritto:

Rispondo: NOSSIGNORE. QUESTA E' UNA BUFALA FATTA CIRCOLARE AD ARTE DAI PRETACCI ALLA DON MAZZI E SOCI.

RISTABILIAMO I TERMINI DELLA VERITA' PLEASE: IN ITALIA LA PROSTITUZIONE NON ERA E NON E' REATO. E' REATO SOLO LO SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE.

QUINDI CHI SI ACCOMPAGNA CON UNA PROSTITUTA NON COMMETTE NESSUN REATO, A MENO CHE LA PROSTITUTA NON SIA MINORENNE ED A MENO CHE LA "PRESTAZIONE" VENGA CONSUMATA IN LUOGO PUBBLICO O ESPOSTO AL PUBBLICO.

TUTTO IL RESTO SONO PALLE OD IN QUALCHE CASO GIURISPRUDENZA ILLEGITTIMA.

Rispondo: Esatto Nadia...quei cazzo di preti fanno girare ste stronzate così quando ci vanno loro con le prostitute sono sicuri di non dover attendere in coda eccessivamente :ok

un po come quando intermezzo diceva nel forum che il sesso è vietato dalla legge e dal senso del pudore (non a caso la matrice di provenienza è quella) :many
RoxD RoxD 29/08/2008 ore 16.03.00
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Nadia36 che il 29/08/2008 13.45.07 ha scritto:
A RoxD che il 29/08/2008 11.45.22 ha scritto:

La prostituzione in Italia è vietata (in teoria).

Chi si accompagna a prostitute commette reato (in teoria) ed inoltre si rende complice di quelle organizzazioni che schiavizzano le ragazze (in teoria).

Nei fatti un sacco di bravi ometti, magari (sicuramente) spesso mariti e padri di famiglia ci vanno eccome con le prostitute. Mi disgusta la cosa francamente!

Dove c'è domanda c'è offerta. Più c'è domanda più c'è offerta. La legge del commercio!





Rispondo: NOSSIGNORE. QUESTA E' UNA BUFALA FATTA CIRCOLARE AD ARTE DAI PRETACCI ALLA DON MAZZI E SOCI.

RISTABILIAMO I TERMINI DELLA VERITA' PLEASE: IN ITALIA LA PROSTITUZIONE NON ERA E NON E' REATO. E' REATO SOLO LO SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE.

QUINDI CHI SI ACCOMPAGNA CON UNA PROSTITUTA NON COMMETTE NESSUN REATO, A MENO CHE LA PROSTITUTA NON SIA MINORENNE ED A MENO CHE LA "PRESTAZIONE" VENGA CONSUMATA IN LUOGO PUBBLICO O ESPOSTO AL PUBBLICO .

TUTTO IL RESTO SONO PALLE OD IN QUALCHE CASO GIURISPRUDENZA ILLEGITTIMA.

Rispondo: Grazie per le delucidazioni Nadia.

In pratica è esattamente quello che accade tutti i giorni sulle nostre strade.Le vediamo tutti e le vedono i nostri figli (e tutti a raccontare che sono signorine che aspettano il pullman!)

Se la prostituzione non è reato le prostitute sono in strada a tutte le ore, dal mattino alla notte, semi vestite e aimè sono sotto gli occhi di tutti durante lo svolgimento delle loro "prestazioni". Luoghi pubblici ed esposti al pubblico.

Riguardo all'età temo che molte siano minorenni. Resta il fatto che tanti padri di famiglia si accompagnano a queste ragazzine fregandosene altamente che siano schiave, minorenni, sane o malate. E poi la sera tornano a casa come niente fosse.

Giusto mezz'ora fa ho visto (zona infestata quella dove vivo io) un operaio fermarsi al margine della strada e caricarne una sul furgone della ditta per cui lavora...

Il concetto quindi da parte mia è che se c'è chi continua ad incentivare questa piaga, se c'è chi non vuole una soluzione efficace (apriamo le case chiuse e rendiamolo un lavoro a tutti gli effetti così si cerca di arginare lo sfruttamento minorile e lo schiavismo) se c'è chi continua ad accompagnarsi a loro la cosa non cambierà.




Nadia36 Nadia36 29/08/2008 ore 16.07.08
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A RoxD che il 29/08/2008 16.03.00 ha scritto:
A Nadia36 che il 29/08/2008 13.45.07 ha scritto:
A RoxD che il 29/08/2008 11.45.22 ha scritto:

La prostituzione in Italia è vietata (in teoria).

Chi si accompagna a prostitute commette reato (in teoria) ed inoltre si rende complice di quelle organizzazioni che schiavizzano le ragazze (in teoria).

Nei fatti un sacco di bravi ometti, magari (sicuramente) spesso mariti e padri di famiglia ci vanno eccome con le prostitute. Mi disgusta la cosa francamente!

Dove c'è domanda c'è offerta. Più c'è domanda più c'è offerta. La legge del commercio!





Rispondo: NOSSIGNORE. QUESTA E' UNA BUFALA FATTA CIRCOLARE AD ARTE DAI PRETACCI ALLA DON MAZZI E SOCI.

RISTABILIAMO I TERMINI DELLA VERITA' PLEASE: IN ITALIA LA PROSTITUZIONE NON ERA E NON E' REATO. E' REATO SOLO LO SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE.

QUINDI CHI SI ACCOMPAGNA CON UNA PROSTITUTA NON COMMETTE NESSUN REATO, A MENO CHE LA PROSTITUTA NON SIA MINORENNE ED A MENO CHE LA "PRESTAZIONE" VENGA CONSUMATA IN LUOGO PUBBLICO O ESPOSTO AL PUBBLICO .

TUTTO IL RESTO SONO PALLE OD IN QUALCHE CASO GIURISPRUDENZA ILLEGITTIMA.

Rispondo: Grazie per le delucidazioni Nadia.

In pratica è esattamente quello che accade tutti i giorni sulle nostre strade.Le vediamo tutti e le vedono i nostri figli (e tutti a raccontare che sono signorine che aspettano il pullman!)

Se la prostituzione non è reato le prostitute sono in strada a tutte le ore, dal mattino alla notte, semi vestite e aimè sono sotto gli occhi di tutti durante lo svolgimento delle loro "prestazioni". Luoghi pubblici ed esposti al pubblico.

Riguardo all'età temo che molte siano minorenni. Resta il fatto che tanti padri di famiglia si accompagnano a queste ragazzine fregandosene altamente che siano schiave, minorenni, sane o malate. E poi la sera tornano a casa come niente fosse.

Giusto mezz'ora fa ho visto (zona infestata quella dove vivo io) un operaio fermarsi al margine della strada e caricarne una sul furgone della ditta per cui lavora...

Il concetto quindi da parte mia è che se c'è chi continua ad incentivare questa piaga, se c'è chi non vuole una soluzione efficace (apriamo le case chiuse e rendiamolo un lavoro a tutti gli effetti così si cerca di arginare lo sfruttamento minorile e lo schiavismo ) se c'è chi continua ad accompagnarsi a loro la cosa non cambierà.





Rispondo: SONO PIENAMENTE DACCORDO
et64 et64 29/08/2008 ore 16.12.56
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

Siete duri come il ferro, eh?

Se gli togliete di mano la prostituta, l'ex tossico o lo zingarello, poi i volontari delle mille associazioni, gli assistenti sociali, i sacerdoti di strada alla Mazzi, che Nadia ama tanto :-))), etc etc etc, che oggi campano, e bene, succhiando il sangue dei contribuenti, che faranno?

Volete che siano costretti a cercarsi un lavoro? Un vero lavoro, intendo?

Eh, ma siete proprio disumani, eh?
LittleWolf84 LittleWolf84 29/08/2008 ore 16.55.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A et64 che il 29/08/2008 16.12.56 ha scritto:
Siete duri come il ferro, eh?

Se gli togliete di mano la prostituta, l'ex tossico o lo zingarello, poi i volontari delle mille associazioni, gli assistenti sociali, i sacerdoti di strada alla Mazzi, che Nadia ama tanto :-))), etc etc etc, che oggi campano, e bene, succhiando il sangue dei contribuenti, che faranno?

Volete che siano costretti a cercarsi un lavoro? Un vero lavoro, intendo?

Eh, ma siete proprio disumani, eh?

Rispondo: Vero....direi quasi peggio delle bestie :ok

un po come oggi che al tg hanno bekkato il vescovo (nn mi ricordo dove) ciucciarsi un el po di 8x1000 (alla faccia di chi gleilo da)
Nadia36 Nadia36 29/08/2008 ore 16.59.05
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A et64 che il 29/08/2008 16.12.56 ha scritto:
Siete duri come il ferro, eh?

Se gli togliete di mano la prostituta, l'ex tossico o lo zingarello, poi i volontari delle mille associazioni, gli assistenti sociali, i sacerdoti di strada alla Mazzi, che Nadia ama tanto :-))), etc etc etc, che oggi campano, e bene, succhiando il sangue dei contribuenti, che faranno?

Volete che siano costretti a cercarsi un lavoro? Un vero lavoro, intendo?

Eh, ma siete proprio disumani, eh?

Rispondo: SENZA PIETA'...:ok
xpescatore xpescatore 29/08/2008 ore 18.32.15
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A Nadia36 che il 29/08/2008 16.59.05 ha scritto:
A et64 che il 29/08/2008 16.12.56 ha scritto:
Siete duri come il ferro, eh?

Se gli togliete di mano la prostituta, l'ex tossico o lo zingarello, poi i volontari delle mille associazioni, gli assistenti sociali, i sacerdoti di strada alla Mazzi, che Nadia ama tanto :-))), etc etc etc, che oggi campano, e bene, succhiando il sangue dei contribuenti, che faranno?

Volete che siano costretti a cercarsi un lavoro? Un vero lavoro, intendo?

Eh, ma siete proprio disumani, eh?

Rispondo: SENZA PIETA'...:ok

Rispondo: QUOTO!
tony076fg tony076fg 29/08/2008 ore 21.46.25
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A et64 che il 29/08/2008 16.12.56 ha scritto:
Siete duri come il ferro, eh?

Se gli togliete di mano la prostituta, l'ex tossico o lo zingarello, poi i volontari delle mille associazioni, gli assistenti sociali, i sacerdoti di strada alla Mazzi, che Nadia ama tanto :-))), etc etc etc, che oggi campano, e bene, succhiando il sangue dei contribuenti, che faranno?

Volete che siano costretti a cercarsi un lavoro? Un vero lavoro, intendo?

Eh, ma siete proprio disumani, eh?

Rispondo: :clap :hehe :haha :hihi :hoho FINALMENTE QUALCUNO KE HA CAPITO COME STANNO I FATTI...!!!!!!!:ok
mikepatton mikepatton 30/08/2008 ore 03.07.16
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A mezzio che il 29/08/2008 8.39.42 ha scritto:

nacqui ed abito , vivaddio , al centro del mondo : roma , naturalmente ! ora , decenni di inutili amministrazioni di sinistra hanno portato sulle nostre strade una folla di prostitute che secondo la diffusa opinione corrente si piegano a quel mestiere solo perche sottomesse , minacciate , schiavizzate !

pero poi ci passi davanti ( perche sono ovunque giorno e notte ) e le trovi che ridono sguaiatamente tra di loro , ballano cantano e hanno tutta l aria di preferila un sacco questa vitaccia in confronto a chissa come caspita vivevano prima nei loro villaggi !!

a me schiave non sembrano proprio !!!

Rispondo: OH SCEMO!!!!!!!!!!! E CHI L'HA STABILITO CHE ROMA E' IL CENTRO DEL MONDO??????????????????????????'

IL MONDO E' SFERICO. AL CENTRO CI POTREI ESSERE PURE IO, MIKEPATTON.

SE POI INTENDI IL CENTRO PER IMPORTANZA SEI FERMO ALL'ANNO 1000 O GIU DI LI'

mikepatton mikepatton 30/08/2008 ore 03.09.54
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A mezzio che il 29/08/2008 8.39.42 ha scritto:

nacqui ed abito , vivaddio , al centro del mondo : roma , naturalmente ! ora , decenni di inutili amministrazioni di sinistra hanno portato sulle nostre strade una folla di prostitute che secondo la diffusa opinione corrente si piegano a quel mestiere solo perche sottomesse , minacciate , schiavizzate !

pero poi ci passi davanti ( perche sono ovunque giorno e notte ) e le trovi che ridono sguaiatamente tra di loro , ballano cantano e hanno tutta l aria di preferila un sacco questa vitaccia in confronto a chissa come caspita vivevano prima nei loro villaggi !!


a me schiave non sembrano proprio !!!

Rispondo: MA SI.........DEPORTATE , SCHIAVE E NON SI CAPISCE PERCHE' CERCHINO DI DARSI CONFORTO TRA LORO E LO SI REPUTA DIVERTIMENTO.

TI FAREI PRENDERE CAZZI NEL CULO CONTROVOGLIA PER 10 O 15 VOLTE AL GIORNO.



mikepatton mikepatton 30/08/2008 ore 03.14.38
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A KahrSur che il 29/08/2008 10.13.33 ha scritto:
Anche gli schiavi neri, stuprati e frustati e uccisi dai padroni americani, cantavano e ballavano.



Rispondo: COME NON STRAQUOTARE...............E' CHE CI SONO PERSONE CHE NON VEDONO OLTRE IL PROPRIO NASO.

volo63 volo63 30/08/2008 ore 10.36.13 Ultimi messaggi
segnala

SpensieratoRE: schiave da marciapiede

per il problema della prostituzione basta creare quartieri a luci rosse, e poi alcune di loro sono delle figone assurde!!!!!!!!!!
BirraMoretti87 BirraMoretti87 30/08/2008 ore 11.54.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

allora:per iniziare la sinistra voleva riaprire le case chiuse per così controllare anche questo fenomeno..mentre qualche politico di destra immischiato in chissà cosa...............si è opposto...chissà perchè...e poi ricordati che o per scelta o obbligate la società che ti riduce al marciapiede per poter vivere senza problemi economici,o che ti butta nelle mani di quei bastardi mercanti di donne..è una società di destra malata..e informati prima di dare colpe alla sinistra
RoxD RoxD 30/08/2008 ore 12.13.51
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

A BirraMoretti87 che il 30/08/2008 11.54.10 ha scritto:
allora:per iniziare la sinistra voleva riaprire le case chiuse per così controllare anche questo fenomeno..mentre qualche politico di destra immischiato in chissà cosa...............si è opposto...chissà perchè...e poi ricordati che o per scelta o obbligate la società che ti riduce al marciapiede per poter vivere senza problemi economici,o che ti butta nelle mani di quei bastardi mercanti di donne..è una società di destra malata..e informati prima di dare colpe alla sinistra

Rispondo:

Credo, correggimi se sbaglio , che le case chiuse siano state chiuse proprio dalla Signora Merlin, PSI che era chiaramente di filosinistra ed ha fatto parte dei movimenti antifascisti.

Ribadisco la mia idea, riapriamo le case chiuse e rendiamolo un "lavoro" a tutti gli effetti. Controllato ecc.

Resto dell'opinione che se sono buttate sul marciapiede o se ci vanno per loro scelta i primi colpevoli sono quelli che ci vanno consapevoli di questa situazione.






furioso78 furioso78 30/08/2008 ore 12.33.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

vogliamo parlare della piaga enorme con effetti devastanti sull'intera umanità che porta il fenomeno della prostituzione? la regolamentazione è necessaria non soltanto per far crollare un mercato sul quale mafie di mezzo mondo ci campano ancora tutt'oggi con profitti esorbitanti. La regolamentazione è necessaria per ridurre il drammatico problema della diffusione dell'hiv, in italia i rapporti sessuali sono ormai diventati il primissimo canale di diffusione dell'hiv. Oggi purtroppo cè ancora molta ignoranza a riguardo colpa anche del magico vaticano che ogni tanto se ne viene fuori con sparate del tipo che il profilattico non va usato.....o cerca in tutti i modi di censurare i metodi contracettivi, basta guardare ogni volta che viene fuori una pubblicità sul profilattico sulle reti nazionali non dura nemmeno un mese.......Oggi cè ancora gente che va con le prostitute senza usare il profilattico e ha rapporti anali e vaginali non protetti. Sono persone che non sono consapevoli del fatto che è così che si trasmette la malattia, padri di famiglia che vanno con le prostitute non usano protezioni e poi hanno rapporti completi anche con le loro mogli infettandole a loro totale insaputa e in questo modo il virus si diffonde e anche le persone più insospettabili, quelle che incontriamo tutti i giorni diventato potenziali veicoli di trasmissione.....Aprire i bordelli ridurrebbe notevolmente questo problema perchè se venissero regolamentati in modo tale che per i rapporti sessuali completi e quindi quelli soggetti a rischio di trasmissione di malattie sessualmente trasmissibili venisse imposto l'uso del preservativo il contagio di tutte le malattie e soprattutto dell'hiv sarebbe ridotto a livelli bassissimi. Avete idea quanto costa al servizio sanitario italiano curare ogni anno le migliaia di persone che scoprono di essere sieropositive e che devono pertanto arrivate a un certo punto iniziare le cure ancora oggi costosissime e molto complesse?? senza parlare del dramma in se, anche se la medicina ha fatto passi da gigante e di aids si muore sempre meno comunque la vita di queste persone è fatta di mille porte che si chiudono di enormi discriminazioni nei loro confronti e di solitudine. La regolamentazione è necessaria se si vuole realmente fare qualcosa di concreto e risolvere 2 problemi in uno: 1) la schiavitù delle donne che si prostituiscono e i guadagni delle organizzazioni criminali che ci stanno dietro 2) il problema della diffusione dell'hiv e delle altre malattie sessualmente trasmissibili
pontiac65 pontiac65 30/08/2008 ore 12.47.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

Non sapevo che Roma è il centro del mondo!Magari la terra è il centro dell'universo e tutto ruota attorno a lei?Prima cosa:dare il significato giusto alle parole:il fatto che le nigeriane lo facciano per sottomissione al maschio e alla loro cultura,non vul dire che per loro la parola "schiava" perda di significato,anzi.Pensare che quelle poveracce siano contente del lavoro che fanno perchè ballano e cantano,non significa che siano contente.Mezzio,ma hai mai parlato con una di loro?Io si.Duca ha ragione quando dice che loro non sono all'oscuro di tutto,e vengono qui perchè li a casa loro sono alla fame.Ma quando arrivano da noi entrano in un meccanismo perverso che non lascia loro vie d'uscita.In Moldavia,ci sono organizzazioni malavitose che arrivano a fermare i treni per rapire le ragazze che ci stanno dentro.Non parliamo poi del Sud Est Asiatico,dove ci sono ottocentomila minorenni nelle maglie della prostituzione.(da dire che li dalla liberazione del "comunismo" alla libertà del capitalismo hanno fatto un bel salto di qualità!)
BirraMoretti87 BirraMoretti87 30/08/2008 ore 16.48.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: schiave da marciapiede

vero ma la sinistra ha proposto di riaprirle..sono5 anni che le vuole riaprire se non di più...la sinistra!!!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.