Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

arlina arlina 29/08/2008 ore 16.12.29
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A xpescatore che il 29/08/2008 9.51.45 ha scritto:
da il Corriere della Sera:
Agli atti conversazioni tra il Professore e i suoi collaboratori su vicende riguardanti il consuocero e il nipote Inchiesta sul caso Italtel
Intercettazioni di Prodi ai pm Consigli e aiuti a due parenti. L'ex premier: sono fatti irrilevanti

ROMA - Gli affari del nipote, i presunti aiuti al consuocero. Panorama rivela l'esistenza di un'inchiesta su Romano Prodi all'epoca in cui era presidente del Consiglio per l'interessamento alle attività dei parenti. Tutto nasce dalla vecchia indagine sulla cessione dell'Italtel alla Siemens avviata dalla procura di Bolzano che aveva disposto intercettazioni telefoniche sull'apparecchio di Alessandro Ovi, braccio destro di Prodi all'Iri e poi suo consigliere a palazzo Chigi. Nel fascicolo per «abuso d'ufficio», ora trasferito a Roma, non ci sono tuttavia indagati . L'indagine del procuratore aggiunto Maria Cordova e del pm Roberto Felici è all'inizio e dal Palazzo di giustizia si fa notare che per una valutazione corretta bisogna ascoltare interamente le bobine con le conversazioni, contestualizzarle e non estrapolare singoli brani di esse.

Secondo Panorama, dalle intercettazioni emergerebbe l'interessamento di Prodi e di parte del suo staff (l'economista Daniele De Giovanni, la segretaria Daniela Flamini e il capoufficio stampa Sandra Zampa) in una vicenda relativa a una richiesta di finanziamenti per un progetto scientifico con la Regione Emilia-Romagna che stava a cuore a Pier Maria Fornasari, consuocero dell'ex premier. Il progetto, per il quale sarebbero state organizzate riunioni con i ministri Livia Turco e Fabio Mussi non si sarebbe poi concretizzato. Ma da palazzo Chigi Prodi si sarebbe speso, con il sostegno di Ovi, anche per consigliare suo nipote Luca, imprenditore azionista di una società titolare di diversi brevetti scientifici, intenzionato a liberarsi, liquidandolo, di un socio ingombrante. Per questo sarebbe stato contattato l'industriale farmaceutico Claudio Cavazza.
OAS_AD('Bottom1');

Ma l'operazione si sarebbe presentata troppo complessa e irrealizzabile . In altra occasione lo stesso Cavazza avrebbe chiesto tramite Ovi la possibilità di far rientrare la propria fondazione negli elenchi degli enti che beneficiano di particolari esenzioni fiscali. Un episodio che Panorama accosta a un presunto contributo di 280 mila euro per il Partito democratico che l'industriale farmaceutico avrebbe messo a disposizione. La richiesta di Cavazza, girata all'ex sottosegretario Massimo Tononi, sarebbe però caduta nel vuoto: il relativo decreto era stato già firmato da Prodi. E a Cavazza sarebbe stato consigliato di attrezzarsi per presentare la domanda per l'anno successivo entro i tempi stabiliti per legge .

«Mi sembra evidente», ha commentato Prodi, «che vi si trattano fatti di nessuna rilevanza dal punto di vista sia giuridico sia penale. Come presidente del Consiglio ho infatti preso atto delle legittime richieste di una importante struttura scientifica della regione Emilia Romagna e, nel rispetto delle norme e delle leggi, ho chiesto agli organismi competenti di valutarne le istanze», ha aggiunto Prodi. «Nella veste di zio, e quindi in forma assolutamente privata ho ascoltato le richieste di un mio nipote e gli ho dato dei consigli. Non vorrei, vista la rilevanza che sembra assumere una vicenda di così scarsa portata e vista la fonte giornalistica (il settimanale è edito dal gruppo di Silvio Berlusconi, ndr), che la vicenda tornasse utile a quanti invocano giri di vite sulle intercettazioni telefoniche».
Flavio Haver
29 agosto 2008

Tutto il mondo è paese!





Rispondo: sarebbe bene non fermarsi ai titoli..
arlina arlina 29/08/2008 ore 16.13.43
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A LittleWolf84 che il 29/08/2008 15.46.18 ha scritto:
A xpescatore che il 29/08/2008 12.15.56 ha scritto:
A
Rispondo: Molti anni fa c'era una canzone che tu non puoi conoscere che suonava così:

Illusione, dolche chimera sei tu.......


Rispondo: menomale che ci sei tu perscatore..sommo saggio custode della verità assoluta !!! tu si che sai cosa è vero e cosa non lo è, cosa è giusto e cosa non lo è !! :ok

Rispondo: da bravi ultras devono tentare almeno il pareggio :-)))
arlina arlina 29/08/2008 ore 16.15.40
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A big46 che il 29/08/2008 13.42.29 ha scritto:
A LittleWolf84 che il 29/08/2008 11.50.50 ha scritto:
A raphael1983 che il 29/08/2008 10.38.48 ha scritto:
C'è una grossa differenza di stile cari lettori. Prodi non si scaglia contro le intercettazioni anzi, auspica che l'episodio non venga strumentalizzato da coloro che, come del resto è avvenuto, hanno praticamente privato la magistratura di un vitale mezzo di ricerca della prova.

Rispondo: Quoto !!

Se non altro prodi in silenzio affornta (almeno in facciata) il suo problema con i magistrati....di sicuro ha la decenza di non farsi leggi ad personam per svincolare dai processi !!

Quindi per quel che mi riguarda, se lo condannano pagherà le giuse conseguenze !!

cosa avrebbe fatto se il tutto saltava fuori nel 2006-2008?? si sarebbe dimesso?? o aveva la certezza che nulla si sarebbe saputo durante il mandato??

Rispondo: ma di grazia.. cosa è saltato fuori????
xpescatore xpescatore 29/08/2008 ore 16.17.33
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A arlina che il 29/08/2008 16.12.29 ha scritto:
A xpescatore che il 29/08/2008 9.51.45 ha scritto:
da il Corriere della Sera:
Agli atti conversazioni tra il Professore e i suoi collaboratori su vicende riguardanti il consuocero e il nipote Inchiesta sul caso Italtel
Intercettazioni di Prodi ai pm Consigli e aiuti a due parenti. L'ex premier: sono fatti irrilevanti

ROMA - Gli affari del nipote, i presunti aiuti al consuocero. Panorama rivela l'esistenza di un'inchiesta su Romano Prodi all'epoca in cui era presidente del Consiglio per l'interessamento alle attività dei parenti. Tutto nasce dalla vecchia indagine sulla cessione dell'Italtel alla Siemens avviata dalla procura di Bolzano che aveva disposto intercettazioni telefoniche sull'apparecchio di Alessandro Ovi, braccio destro di Prodi all'Iri e poi suo consigliere a palazzo Chigi. Nel fascicolo per «abuso d'ufficio», ora trasferito a Roma, non ci sono tuttavia indagati . L'indagine del procuratore aggiunto Maria Cordova e del pm Roberto Felici è all'inizio e dal Palazzo di giustizia si fa notare che per una valutazione corretta bisogna ascoltare interamente le bobine con le conversazioni, contestualizzarle e non estrapolare singoli brani di esse.

Secondo Panorama, dalle intercettazioni emergerebbe l'interessamento di Prodi e di parte del suo staff (l'economista Daniele De Giovanni, la segretaria Daniela Flamini e il capoufficio stampa Sandra Zampa) in una vicenda relativa a una richiesta di finanziamenti per un progetto scientifico con la Regione Emilia-Romagna che stava a cuore a Pier Maria Fornasari, consuocero dell'ex premier. Il progetto, per il quale sarebbero state organizzate riunioni con i ministri Livia Turco e Fabio Mussi non si sarebbe poi concretizzato. Ma da palazzo Chigi Prodi si sarebbe speso, con il sostegno di Ovi, anche per consigliare suo nipote Luca, imprenditore azionista di una società titolare di diversi brevetti scientifici, intenzionato a liberarsi, liquidandolo, di un socio ingombrante. Per questo sarebbe stato contattato l'industriale farmaceutico Claudio Cavazza.
OAS_AD('Bottom1');

Ma l'operazione si sarebbe presentata troppo complessa e irrealizzabile . In altra occasione lo stesso Cavazza avrebbe chiesto tramite Ovi la possibilità di far rientrare la propria fondazione negli elenchi degli enti che beneficiano di particolari esenzioni fiscali. Un episodio che Panorama accosta a un presunto contributo di 280 mila euro per il Partito democratico che l'industriale farmaceutico avrebbe messo a disposizione. La richiesta di Cavazza, girata all'ex sottosegretario Massimo Tononi, sarebbe però caduta nel vuoto: il relativo decreto era stato già firmato da Prodi. E a Cavazza sarebbe stato consigliato di attrezzarsi per presentare la domanda per l'anno successivo entro i tempi stabiliti per legge .

«Mi sembra evidente», ha commentato Prodi, «che vi si trattano fatti di nessuna rilevanza dal punto di vista sia giuridico sia penale. Come presidente del Consiglio ho infatti preso atto delle legittime richieste di una importante struttura scientifica della regione Emilia Romagna e, nel rispetto delle norme e delle leggi, ho chiesto agli organismi competenti di valutarne le istanze», ha aggiunto Prodi. «Nella veste di zio, e quindi in forma assolutamente privata ho ascoltato le richieste di un mio nipote e gli ho dato dei consigli. Non vorrei, vista la rilevanza che sembra assumere una vicenda di così scarsa portata e vista la fonte giornalistica (il settimanale è edito dal gruppo di Silvio Berlusconi, ndr), che la vicenda tornasse utile a quanti invocano giri di vite sulle intercettazioni telefoniche».
Flavio Haver
29 agosto 2008

Tutto il mondo è paese!





Rispondo: sarebbe bene non fermarsi ai titoli..

Rispondo: Infatti Berlusconi si è affrettato ad esprimere la propria solidarietà a Prodi e ha chiesto che anche il parlamento si esprima in tal senso.

Come noti il servizio è tratto dal Corriere della Sera.




arlina arlina 29/08/2008 ore 16.20.10
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A LittleWolf84 che il 29/08/2008 11.50.50 ha scritto:
A raphael1983 che il 29/08/2008 10.38.48 ha scritto:
C'è una grossa differenza di stile cari lettori. Prodi non si scaglia contro le intercettazioni anzi, auspica che l'episodio non venga strumentalizzato da coloro che, come del resto è avvenuto, hanno praticamente privato la magistratura di un vitale mezzo di ricerca della prova.

Rispondo: Quoto !!

Se non altro prodi in silenzio affornta (almeno in facciata) il suo problema con i magistrati....di sicuro ha la decenza di non farsi leggi ad personam per svincolare dai processi !!

Quindi per quel che mi riguarda, se lo condannano pagherà le giuse conseguenze !!

Rispondo: ma.. non ci sono indagati per questa inchiesta.. quindi non c'è illecito e non ci sono colpevoli. c'è un'inchiesta con delle intercettazioni. non esiste illecito perchè tutte le richieste fatte a prodi non sono poi state rese concrete. non c'è nulla. solo le parole "intercettazioni" e "prodi" su un settimanale edito da berlusconi.

se la matematica non è un'opinione, 2 + 2 = 4
arlina arlina 29/08/2008 ore 16.22.53
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A xpescatore che il 29/08/2008 16.17.33 ha scritto:
A arlina che il 29/08/2008 16.12.29 ha scritto:
A xpescatore che il 29/08/2008 9.51.45 ha scritto:
da il Corriere della Sera:
Agli atti conversazioni tra il Professore e i suoi collaboratori su vicende riguardanti il consuocero e il nipote Inchiesta sul caso Italtel
Intercettazioni di Prodi ai pm Consigli e aiuti a due parenti. L'ex premier: sono fatti irrilevanti

ROMA - Gli affari del nipote, i presunti aiuti al consuocero. Panorama rivela l'esistenza di un'inchiesta su Romano Prodi all'epoca in cui era presidente del Consiglio per l'interessamento alle attività dei parenti. Tutto nasce dalla vecchia indagine sulla cessione dell'Italtel alla Siemens avviata dalla procura di Bolzano che aveva disposto intercettazioni telefoniche sull'apparecchio di Alessandro Ovi, braccio destro di Prodi all'Iri e poi suo consigliere a palazzo Chigi. Nel fascicolo per «abuso d'ufficio», ora trasferito a Roma, non ci sono tuttavia indagati . L'indagine del procuratore aggiunto Maria Cordova e del pm Roberto Felici è all'inizio e dal Palazzo di giustizia si fa notare che per una valutazione corretta bisogna ascoltare interamente le bobine con le conversazioni, contestualizzarle e non estrapolare singoli brani di esse.

Secondo Panorama, dalle intercettazioni emergerebbe l'interessamento di Prodi e di parte del suo staff (l'economista Daniele De Giovanni, la segretaria Daniela Flamini e il capoufficio stampa Sandra Zampa) in una vicenda relativa a una richiesta di finanziamenti per un progetto scientifico con la Regione Emilia-Romagna che stava a cuore a Pier Maria Fornasari, consuocero dell'ex premier. Il progetto, per il quale sarebbero state organizzate riunioni con i ministri Livia Turco e Fabio Mussi non si sarebbe poi concretizzato. Ma da palazzo Chigi Prodi si sarebbe speso, con il sostegno di Ovi, anche per consigliare suo nipote Luca, imprenditore azionista di una società titolare di diversi brevetti scientifici, intenzionato a liberarsi, liquidandolo, di un socio ingombrante. Per questo sarebbe stato contattato l'industriale farmaceutico Claudio Cavazza.
OAS_AD('Bottom1');

Ma l'operazione si sarebbe presentata troppo complessa e irrealizzabile . In altra occasione lo stesso Cavazza avrebbe chiesto tramite Ovi la possibilità di far rientrare la propria fondazione negli elenchi degli enti che beneficiano di particolari esenzioni fiscali. Un episodio che Panorama accosta a un presunto contributo di 280 mila euro per il Partito democratico che l'industriale farmaceutico avrebbe messo a disposizione. La richiesta di Cavazza, girata all'ex sottosegretario Massimo Tononi, sarebbe però caduta nel vuoto: il relativo decreto era stato già firmato da Prodi. E a Cavazza sarebbe stato consigliato di attrezzarsi per presentare la domanda per l'anno successivo entro i tempi stabiliti per legge .

«Mi sembra evidente», ha commentato Prodi, «che vi si trattano fatti di nessuna rilevanza dal punto di vista sia giuridico sia penale. Come presidente del Consiglio ho infatti preso atto delle legittime richieste di una importante struttura scientifica della regione Emilia Romagna e, nel rispetto delle norme e delle leggi, ho chiesto agli organismi competenti di valutarne le istanze», ha aggiunto Prodi. «Nella veste di zio, e quindi in forma assolutamente privata ho ascoltato le richieste di un mio nipote e gli ho dato dei consigli. Non vorrei, vista la rilevanza che sembra assumere una vicenda di così scarsa portata e vista la fonte giornalistica (il settimanale è edito dal gruppo di Silvio Berlusconi, ndr), che la vicenda tornasse utile a quanti invocano giri di vite sulle intercettazioni telefoniche».
Flavio Haver
29 agosto 2008

Tutto il mondo è paese!





Rispondo: sarebbe bene non fermarsi ai titoli..

Rispondo: Infatti Berlusconi si è affrettato ad esprimere la propria solidarietà a Prodi e ha chiesto che anche il parlamento si esprima in tal senso.

Come noti il servizio è tratto dal Corriere della Sera.





Rispondo: certo che l'ho notato.. come ho notato che le illazioni sono partite da "panorama"

patetico berlusconi che poi solidarizza :-)))

come dice prodi evidentemente gli serve un motivo in più per procedere sulla strada delle intercettazioni con lo scopo di eliminarle.

non ha il mio consenso.
LeMilleBolleBlu LeMilleBolleBlu 29/08/2008 ore 16.22.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A arlina che il 29/08/2008 16.20.10 ha scritto:
A LittleWolf84 che il 29/08/2008 11.50.50 ha scritto:
A raphael1983 che il 29/08/2008 10.38.48 ha scritto:
C'è una grossa differenza di stile cari lettori. Prodi non si scaglia contro le intercettazioni anzi, auspica che l'episodio non venga strumentalizzato da coloro che, come del resto è avvenuto, hanno praticamente privato la magistratura di un vitale mezzo di ricerca della prova.

Rispondo: Quoto !!

Se non altro prodi in silenzio affornta (almeno in facciata) il suo problema con i magistrati....di sicuro ha la decenza di non farsi leggi ad personam per svincolare dai processi !!

Quindi per quel che mi riguarda, se lo condannano pagherà le giuse conseguenze !!

Rispondo: ma.. non ci sono indagati per questa inchiesta.. quindi non c'è illecito e non ci sono colpevoli. c'è un'inchiesta con delle intercettazioni. non esiste illecito perchè tutte le richieste fatte a prodi non sono poi state rese concrete. non c'è nulla. solo le parole "intercettazioni" e "prodi" su un settimanale edito da berlusconi.

se la matematica non è un'opinione, 2 + 2 = 4

Rispondo: Da quando in quà in Politica, 2+2 è uguale a 4 ?

:scream
Duca.theKnight Duca.theKnight 29/08/2008 ore 16.23.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A raphael1983 che il 29/08/2008 10.38.48 ha scritto:
C'è una grossa differenza di stile cari lettori. Prodi non si scaglia contro le intercettazioni anzi, auspica che l'episodio non venga strumentalizzato da coloro che, come del resto è avvenuto, hanno praticamente privato la magistratura di un vitale mezzo di ricerca della prova.

Beh, di stile ne ha avuto da vendere anche Berlusconi, allora. Si è mostrato solidale con Prodi ed ha coerentemente sostenuto che le intercettazioni non devono essere usate in modo arbitrario ed incontrollato... Non sei d'accordo? :-))) :ok
giuse79MI giuse79MI 29/08/2008 ore 16.26.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO


:mmm riassumo e ditemi se sbaglio:

Berlusconi pubblica l'intercettazione telefonica di Prodi, poi esprime la sua solidarietà sollecitando il Parlamento ad intervenire per evitare il perpetuarsi di tali abusi e Prodi dice <lasciali fare>
Duca.theKnight Duca.theKnight 29/08/2008 ore 16.26.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: INTERCETTAZIONI DI PRODI IN PROCURA PER FAVOREGGIAMENTO

A pontiac65 che il 29/08/2008 11.15.00 ha scritto:
A PESCATORE:MA PERCHE' HANNO MESSO LA TUA FOTO SUL FORUM "UMORISMO E BARZELLETTE"? :bugabuga

Lo sai Pontiac, ci sono molte persone sgradevoli in questo forum, ma tu ti distingui perchè hai proprio una faccia da cazzo. Smettila di fare il bulletto da stadio con gente che ha il doppio dei tuoi anni e che qui usa sempre toni morbidi ed educati. Pescatore scriverà cose che a te non piacciono, ma (al contrario di me) non si è mai infervorato fuori misura, nè ha mai usato toni offensivi con nessuno.

Io sì. Il bugabuga attaccatelo al culo! :dito

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.