Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

lucio6900 lucio6900 29/08/2008 ore 16.22.38
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

A rosa47 che il 29/08/2008 12.48.08 ha scritto:

Educazione civica e stradale . - Bene!

Verso il maestro unico alle elementari.-Benissimo !-- Il troppo storpia ( i miei primi due figli hanno avuto alle elementari la maestra unica...e andava bene tutto! L'ultimo rampollo, ha avuto le quattro maestre, devo dire sinceramente che con tutte queste maetre, la cosa non funzionava molto bene.

Guerra al caro-libri--ottimissimo! Non è possibile cambiare libri tutti gli anni...il bello è, che pochi ragazzi li studiano per davvero!

Sindacati all'attacco. - Il sindacato prima di lottare per i professori dovrebbe prima di tutto agire per il bene dei studenti

Gli studenti annunciano battaglia.- Per che cosa? Per il cinque in condotta? O per il caro libri?

Con queste leggi, pare che si ritorni indietro di 30 anni evidentemente, non eravamo abbastanza maturi per il cambiamento.
Conosco insegnanti che tornano a casa avviliti, perchè si rendono conto che la cattedra non mette più ne soggezione e ne timore, e ne tanto meno fa nascere nella mente dei ragazzi la responsabilità e sopratutto si va a scuola perchè si è costretti, sono sempre di meno quelli che ci vanno per studiare veramente...

Purtroppo, questa fortuna la capisce solo chi non ha potutto studiare... la prima sono io ...tutto quello che so. l'ho imparato da sola..dopo la quinta elementare il desiderio di sapere, non mi ha mai abbandonato...

Quando l'uomo non sa più andare avanti, deve avere l'umiltà di tornare indietro.Rifare il cammino a ritroso e vedere dove si è fallito

rosy: la scuola è una cosa seria. I

Rispondo: QUOTISSIMO E BRAVA GELMINI
lucio6900 lucio6900 29/08/2008 ore 16.24.18
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

A Duca.theKnight che il 29/08/2008 15.58.33 ha scritto:

Le mie compagne di classe portavano il.... grembiule (blu). Sotto sfoggiavano minigonne da infarto e quando arrivava l'ora della svestizione era uno spettacolo... :-)))



Rispondo: noi eravamo 6 maschi 8 femmine sai quante volte ci cadeva x terra la matita?
xpescatore xpescatore 29/08/2008 ore 16.29.53
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

Che dire, io ho fatto la scuola della riforma Gentile. Inno nazionale imparato alle elementari insieme con la grammatica italiana e le coniugazioni verbali, con insegnante unico che ti faceva fare anche ginnastica prima di entrare in classe. Ho fatto l'esame di ammissione per accedere alle scuole medie, latino dalla 1a media, liceo scientifico con i professori di lettere che si sentivano frustrati perchè non insegnavano al classico. E poi università.
Ma le cose più importanti che mi hanno insegnato sono state l'educazione (alzarsi all'entrata dei prof o del preside insieme con educazione civica) ed ad imparare. Si mi hanno insegnato ad imparare stimolando la mia curiosità per qualunque campo dello scibile e che a questo non c'era nessuna limitazione.
bacardi83 bacardi83 29/08/2008 ore 18.22.24
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....


"Another brick in the wall"

non condivido tutta questa voglia di irregimentare gli adolescenti

Se gli insegnanti hanno perso autorità non credo sia perchè non c'è il voto di condotta ecc..

Gli adolescenti di oggi sono molto più vuoti e privi di voglia di cambiare e molto più schiavi del consumismo, riempire le loro teste deve essere la priorità non insegnargli a mettersi in fila davanti alla cassa di un ipermercato
Lebowsky70 Lebowsky70 29/08/2008 ore 18.31.24
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

A xpescatore che il 29/08/2008 16.29.53 ha scritto:
Che dire, io ho fatto la scuola della riforma Gentile . Inno nazionale imparato alle elementari insieme con la grammatica italiana e le coniugazioni verbali, con insegnante unico che ti faceva fare anche ginnastica prima di entrare in classe. Ho fatto l'esame di ammissione per accedere alle scuole medie, latino dalla 1a media, liceo scientifico con i professori di lettere che si sentivano frustrati perchè non insegnavano al classico. E poi università.
Ma le cose più importanti che mi hanno insegnato sono state l'educazione (alzarsi all'entrata dei prof o del preside insieme con educazione civica) ed ad imparare. Si mi hanno insegnato ad imparare stimolando la mia curiosità per qualunque campo dello scibile e che a questo non c'era nessuna limitazione.

Rispondo: della riforma Bottai (1939), per essere precisi. Una grande riforma.
xpescatore xpescatore 29/08/2008 ore 18.33.51
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

A Lebowsky70 che il 29/08/2008 18.31.24 ha scritto:
A xpescatore che il 29/08/2008 16.29.53 ha scritto:
Che dire, io ho fatto la scuola della riforma Gentile . Inno nazionale imparato alle elementari insieme con la grammatica italiana e le coniugazioni verbali, con insegnante unico che ti faceva fare anche ginnastica prima di entrare in classe. Ho fatto l'esame di ammissione per accedere alle scuole medie, latino dalla 1a media, liceo scientifico con i professori di lettere che si sentivano frustrati perchè non insegnavano al classico. E poi università.
Ma le cose più importanti che mi hanno insegnato sono state l'educazione (alzarsi all'entrata dei prof o del preside insieme con educazione civica) ed ad imparare. Si mi hanno insegnato ad imparare stimolando la mia curiosità per qualunque campo dello scibile e che a questo non c'era nessuna limitazione.

Rispondo: della riforma Bottai (1939), per essere precisi. Una grande riforma.

Rispondo: Vero, la riforma Gentile era precedente.

marla100 marla100 29/08/2008 ore 19.09.35
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

A rosa47 che il 29/08/2008 12.48.08 ha scritto:

Educazione civica e stradale . - Bene!

Verso il maestro unico alle elementari.-Benissimo !-- Il troppo storpia ( i miei primi due figli hanno avuto alle elementari la maestra unica...e andava bene tutto! L'ultimo rampollo, ha avuto le quattro maestre, devo dire sinceramente che con tutte queste maetre, la cosa non funzionava molto bene.

Guerra al caro-libri--ottimissimo! Non è possibile cambiare libri tutti gli anni...il bello è, che pochi ragazzi li studiano per davvero!

Sindacati all'attacco. - Il sindacato prima di lottare per i professori dovrebbe prima di tutto agire per il bene dei studenti

Gli studenti annunciano battaglia.- Per che cosa? Per il cinque in condotta? O per il caro libri?

Con queste leggi, pare che si ritorni indietro di 30 anni evidentemente, non eravamo abbastanza maturi per il cambiamento.
Conosco insegnanti che tornano a casa avviliti, perchè si rendono conto che la cattedra non mette più ne soggezione e ne timore, e ne tanto meno fa nascere nella mente dei ragazzi la responsabilità e sopratutto si va a scuola perchè si è costretti, sono sempre di meno quelli che ci vanno per studiare veramente...

Purtroppo, questa fortuna la capisce solo chi non ha potutto studiare... la prima sono io ...tutto quello che so. l'ho imparato da sola..dopo la quinta elementare il desiderio di sapere, non mi ha mai abbandonato...

Quando l'uomo non sa più andare avanti, deve avere l'umiltà di tornare indietro.Rifare il cammino a ritroso e vedere dove si è fallito

rosy: la scuola è una cosa seria. I
Rispondo: STRAQUOTO nonostante non abbia piu' figli che frequentano la scuola : FINALMENTE !!!!! Naturalmente l'hanno ultimata, compresa l' Universita'.....non mi sembra vero non aver piu' quest' INCUBO !!!!!!!!!!

pontiac65 pontiac65 29/08/2008 ore 19.16.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

He si,vi quoto,anche perchè ai miei tempi(un po più recenti dei vostri) la scuola era migliore di quella odierna.Voto in condotta?Bastava lo sguardo o un 'interrogazione e tutti si calmavano.Però,ammettetelo:avevamo un'altra educazione.Il rispetto per i più grandi veniva inculcato in famiglia.Insomma,a parte i soliti "monelli",a scuola ci arrivavamo già "educati.Ma avete visto ora?Come si fa con ragazzi,che in famiglia sentono parolacce dalla più tenera età?Conosco un po il mondo della scuola odierna dai racconti che mi fanno mia cognata e alcuni miei cugini che insegnano e penso che le cose vadano prese col piede giusto dalle elementari.Inoltre bisogna cambiare i programmi che sono obsoleti,se paragonati a quelli degli stati più moderni.Inoltre,secondo il mio parere bisognerebbe togliere l'ora di religione.Infatti penso che sia semplicemente schizofrenico insegnare alla prima ora di lezione, che qualcuna è rimasta incinta,ha partorito rimanendo vergine ,e l'ora seguente di scienze dire che è impossibile.
Nadia36 Nadia36 29/08/2008 ore 19.21.03
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....

VI QUOTO TUTTI !!!!!!!!!!!!!!
OmbradelDeserto OmbradelDeserto 29/08/2008 ore 20.19.24
segnala

(Nessuno)RE: La scuola di 30 anni fa....


Quoto alla grande tutti quanti,meno male che 1 volta tanto siamo tutti d'accordo che la scuola nn poteva più andare avanti in questo modo :inchino Però nessuno ha evidenziato 1 altro aspetto molto importante del quale ha parlato in parte solamente Pontiac:caro mio(siamo quasi coetanei,così ti evito la scocciatura di andare a vedere il mio profilo,sono del '68 ;-) ) nn solo ci sono programmi scolastici obsoleti,ma gli stessi insegnanti lo sono,e già dal loro preinserimento!! Perchè spero che qualcuno converrà con me,quelli dei nostri tempi lo erano abbastanza ma è cambiato notevolmente il contesto nel quale operano al giorno d'oggi,in quanto troppo timorosi e nn all'altezza a mio modesto parere... :mmm Per noi l'insegnante era colui/colei dal/dalla quale apprendavamo cose finora sconosciute e oltre ad essere molto più rigidi ci stimolavano ad ascoltarli,nn avevamo tanti cazzi per la testa,1 delle tante il fatto di finire al più presto le lezioni per piazzarci davanti alla tv ad oltranza oppure accendere la Playstation con ancora il piatto del pranzo davanti al naso...e i nostri genitori ci insegnavano l'educazione fin da piccoli e con molto rigore se necessario(che vi piaccia o meno,sono 1 strenuo sostenitore dello scappellotto a fin di bene,perchè come dice il proverbio la pianta si raddrizza da giovane,da vecchia ormai è cresciuta storta e nn ci puoi più far niente),senza delegare questo ingrato compito alla scuola indi agli insegnanti come purtroppo capita spessissimo al giorno d'oggi,per poi creare 1 generazione di piccoli mostri ingestibili...e se già così piccoli nn riconoscono 1 qualsivoglia autorità,come pretendere che da grandi nn siano strafottenti dinnanzi a tutto e tutti(avrei qualche esempio da fare a riguardo,ma prima di prendermi 1 vaffa mi astengo volutamente :-))) )?Mi piacerebbe che rifletteste 1 pò tutti su queste mie considerazioni,potete anche darmi del pirla o del nostalgico(eh che bei tempi... :tvb ),ma come direbbe il mio amico Fiorentino, un m'importa na seha :hoho

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.