Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Tafazzi1994 Tafazzi1994 24/10/2008 ore 22.54.10
segnala

(Nessuno)diseguaglianze sociali sempre più forti


Negli ultimi 20 anni in Italia la forbice tra poveri è ricchi si è allargata più velocemente che in qualsiasi altro paese. Ecco a cosa ci ha portato darle tutte vinte agli imprenditori, ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri. La politica è da tempo lo zerbino dell'impresa.




Tafazzi1994 Tafazzi1994 24/10/2008 ore 23.48.19
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti


lo prendo per un silenzio assenso :hihi

scherzi a parte potete dire la vostra sul perchè in nessun paese del mondo, negli ultimi 20 anni, le differenze tra ricchi e poveri sono aumentate quanto in Italia.
Harvey.Phooka Harvey.Phooka 24/10/2008 ore 23.51.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A Tafazzi1994 che il 24/10/2008 23.48.19 ha scritto:

lo prendo per un silenzio assenso :hihi

scherzi a parte potete dire la vostra sul perchè in nessun paese del mondo, negli ultimi 20 anni, le differenze tra ricchi e poveri sono aumentate quanto in Italia.

Rispondo: Governo Sirvio + Confindustria. Ti basta?

intermezzo intermezzo 25/10/2008 ore 00.03.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti


Guai a cambiare di una virgola, ed in galera chi ci prova. Questa è la formuletta magica.


Tafazzi1994 Tafazzi1994 25/10/2008 ore 00.04.17
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

bastarmi no, certo le cose peggiorano quando al governo c'è un gruppo di imprenditori, ma non è che negli ultimi 20 anni abbia governato sempre Berlusconi, 6 al massimo. Il fatto è che la politica tutta ha calato le braghe nei confronti dell'impresa da 20 anni.
Harvey.Phooka Harvey.Phooka 25/10/2008 ore 00.18.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A Tafazzi1994 che il 25/10/2008 0.04.17 ha scritto:
bastarmi no, certo le cose peggiorano quando al governo c'è un gruppo di imprenditori, ma non è che negli ultimi 20 anni abbia governato sempre Berlusconi, 6 al massimo. Il fatto è che la politica tutta ha calato le braghe nei confronti dell'impresa da 20 anni.

Rispondo: Questo è vero. Ma tieni conto che, con la globalizzazione, gli imprenditori hanno smesso di ragionare in termini di stabilità e radicamento, per andare verso l'economia del puro dividendo, la stessa che ora sta fallendo. Questo ha portato molte aziende fuori dall'Italia, e a ridurre i costi della manodopera qui, per sopportare la concorrenza. In realtà, tutti i governi, compreso il presente, si sono dimostrati inetti e incapaci di fronteggiare la situazione. Avrebbero dovuto puntare sull'istruzione, sui prodotti ad alta tecnologia e professionalità, sulla formazione continua, sulle energie alternative e sul nucleare.

Invece, tutti a pensare ai caz :-x loro e a seguire i sondaggi, per tenere buono il popolo bue.

E adesso, la storia fa pagare il conto all'economia.... E mica finirà qui..... Mala tempora currunt, specialmente x l'arretrata Italia e x il suo popolo di creduloni....




Alekseja00 Alekseja00 25/10/2008 ore 00.42.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

se nessuno di voi studia sociologia cosa ne sapete? io la studio...voi avete la visione del modo marxista ma non è esatta....provate a guardare troverete tante teorie e voi ne conoscete solo una....e cmq anke marx è stato frainteso lui non ha mai detto ke una società doveva essere uguale..perkè le diseguaglianze sono intrinseche nella società, qualcunque società!!
Tafazzi1994 Tafazzi1994 25/10/2008 ore 12.51.44
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A Alekseja00 che il 25/10/2008 0.42.25 ha scritto:
se nessuno di voi studia sociologia cosa ne sapete? io la studio...voi avete la visione del modo marxista ma non è esatta....provate a guardare troverete tante teorie e voi ne conoscete solo una....e cmq anke marx è stato frainteso lui non ha mai detto ke una società doveva essere uguale..perkè le diseguaglianze sono intrinseche nella società, qualcunque società!!

Rispondo: veramente la domanda è perchè in Italia le distanze sono aumentate in 20 anni più velocemente che in qualunque altro paese del mondo? A cosa è dovuto questo triste primato?


HardNHeavy HardNHeavy 25/10/2008 ore 12.54.39
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Guardacaso proprio dopo il crollo dell'unione sovietica e l'adottazione a DOGMA UNICO E INCONTROVERTIBILE del libero mercato, unito alle privatizzazioni, in Italia fatte dai DS.
Tafazzi1994 Tafazzi1994 25/10/2008 ore 12.59.48
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A HardNHeavy che il 25/10/2008 12.54.39 ha scritto:
DOGMA UNICO E INCONTROVERTIBILE del libero mercato

Rispondo:

fin qui la risposta che più mi ha convinto, molto più che scaricarla unicamente su Berlusconi e confindustria.

Il fatto che ormai si son convinti tutti che esiste un unico modo di fare le cose.

Probabilmente per quel 10% di italiani che detiene il 42% della ricchezza del paese è vero.
HardNHeavy HardNHeavy 25/10/2008 ore 13.06.24
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Alekseja00 mi sa che all'università non è che sei tra le menti più brillanti...la teoria Marxista mette al centro ciò che lui chiama "struttura" ovvero i rapporti di produzione, il vero oggetto della diseguaglianza. Tutto il resto la, sovrastruttura, ne deriva di conseguenza. Modificando i rapporti di produzione in senso socialista, cosa che avverrà naturalmente quando le forse produttive non potranno più rientrare in questi rapporti, si abatteranno le disuguaglianze in quanto queste causate da rapporti di produzioni atti a cocretizzare plusvalore e quindi profitto. Questo per spiegare terra terra su cosa si basa la teoria marxista, che ovviamente è ben più complessa. Le diseguaglianza sono quelle materiali, sono la proprietà privata dei mezzi di produzione che genera la divisione in classi.
Tafazzi1994 Tafazzi1994 25/10/2008 ore 18.40.30
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti



circe73 circe73 25/10/2008 ore 18.42.14
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

AVETE VOLUTO IL CAPITALISMO
IL LIBERISMO
E CAGATE VARIE????
COSA VI ASPETTAVATE?
DI DIVENTARE TUTTI RICCHI?????
NAAAAAAAAAA NON CI POSSO CREDERE :sbong
Tafazzi1994 Tafazzi1994 25/10/2008 ore 21.05.28
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A Tafazzi1994 che il 25/10/2008 12.59.48 ha scritto:
A HardNHeavy che il 25/10/2008 12.54.39 ha scritto:
DOGMA UNICO E INCONTROVERTIBILE del libero mercato

Rispondo:

fin qui la risposta che più mi ha convinto, molto più che scaricarla unicamente su Berlusconi e confindustria.

Il fatto che ormai si son convinti tutti che esiste un unico modo di fare le cose.

Probabilmente per quel 10% di italiani che detiene il 42% della ricchezza del paese è vero.

Rispondo: gli altri fanno tutti parte di quel 10%?
Tafazzi1994 Tafazzi1994 26/10/2008 ore 09.10.08
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti


Ieri abbiamo sentito tutti dalla sua presidentessa come confindustria non chieda, ma pretenda, ordini..

Dire "obbedisco" da 20 anni abbiamo visto dove ci ha portato.
KahrSur KahrSur 26/10/2008 ore 09.14.31
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Abbiamo questo perchè ce lo siamo meritati.

Siamo dei coglioni a voler fare i lavoratori dipendenti. E siamo dei coglioni a restare in italia. Aveste anche 50 anni, dovete andarvene. E portarvi la famiglia dietro.

Ognuno ha quel che si merita. Noi non facciamo eccezione.
Tafazzi1994 Tafazzi1994 26/10/2008 ore 09.20.54
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A KahrSur che il 26/10/2008 9.14.31 ha scritto:
Abbiamo questo perchè ce lo siamo meritati.

Siamo dei coglioni a voler fare i lavoratori dipendenti. E siamo dei coglioni a restare in italia. Aveste anche 50 anni, dovete andarvene. E portarvi la famiglia dietro.

Ognuno ha quel che si merita. Noi non facciamo eccezione.

Rispondo: mi pare una resa bella e buona, i pezzi di merda si trovano in tutto il pianeta, uno deve fare la propria parte per migliorare il proprio paese.
KahrSur KahrSur 26/10/2008 ore 09.23.26
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Non la ritengo una resa.
E non ho obblighi morali verso questo paese, visto che lui non ritiene di averne granchè verso il sottoscritto ;) Siamo sempre stati emigranti... torneremo ad esserlo.
Tafazzi1994 Tafazzi1994 26/10/2008 ore 09.25.13
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

temo che la tua previsone non sia lontana dal vero. :-(
Nadia36 Nadia36 26/10/2008 ore 09.26.02
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A KahrSur che il 26/10/2008 9.23.26 ha scritto:
Non la ritengo una resa.
E non ho obblighi morali verso questo paese, visto che lui non ritiene di averne granchè verso il sottoscritto ;) Siamo sempre stati emigranti... torneremo ad esserlo.

Rispondo: QUOTOOOOOOOOOOOOOO
A.Levante A.Levante 26/10/2008 ore 09.38.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A KahrSur che il 26/10/2008 9.14.31 ha scritto:
Abbiamo questo perchè ce lo siamo meritati.

Siamo dei coglioni a voler fare i lavoratori dipendenti. E siamo dei coglioni a restare in italia. Aveste anche 50 anni, dovete andarvene. E portarvi la famiglia dietro.

Ognuno ha quel che si merita. Noi non facciamo eccezione.

Rispondo:

Tu non vivi in Italia?

Non credo che altrove sia meglio, credo invece che sarebbe utlile abbassare "le arie" e tornare a fare lavori da imprenditori, da artigiani, i lavori che mancano. Credo anche che sarebbe ora di tornre ad un tenore di vita adeguato alle possibilità che si hanno e non sopra, come fanno in molti.Le industrie devono sopravvivere, altrimenti tutti i lavoratori dipendenti come fanno a sopravvivere???

Poi è comunque vero che il divario tra ricchi e poveri è aumentato poichè viene a mancare la classe media. Succede sempre nei periodi di grande crisi.


KahrSur KahrSur 26/10/2008 ore 09.43.55
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Infatti anche io mi ritengo un coglione, a non andarmene.

Se mancano i lavori da artigiani è perchè non servono. Come fai a sopravvivere da ciabattino, se un paio di scarpe nuove, eleganti, mi costano 15 euro da un cinese? Solo far risuolare un paio di stivali me ne costò 20, nel 2003. E infatti fui così schifato che non ci tornai...

Che mestieri... il panettiere? L'operaio? Eccomi. Non dovessi più trovare nel mio settore, arrivo subito e con piacere. Tanto più che mi piace cucinare. Ma, guarda caso, quei lavori ora stanno diventando "extracomunitari". Grazie ai nostri imprenditori, che gradiscono molto il ridotto costo di manodopera.

Siamo nell'economia globalizzata. Il nostro lavoro umano, da occidentali, costa troppo. Questo si traduce in un concetto semplice - o emigriamo, e andiamo dove le cose vanno meglio, oppure riduciamo il nostro numero, e diventiamo una elite numericamente ristretta con lavori super qualificati - una elite MOLTO ridotta, perchè il nostro pessimo capitalismo non genera posti qualificati, e la nostra università genera più che altro puttane vagamente istruite.

Io ora ho due lavori. Pago le tasse su entrambi, e se mi gira faccio anche qualcosa di freelance (con ritenuta di acconto). Vivo comunque in un monolocale, vesto abiti cinesi, non mi compro un'auto, non ho neanche un motorino. Se, con due lavori qualificati, io scelgo di vivere in questo modo, cosa pensi che possa fare un piccolo artigiano in un periodo in cui la gente compra solo da mangiare??
A.Levante A.Levante 26/10/2008 ore 09.56.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A KahrSur che il 26/10/2008 9.43.55 ha scritto:
Infatti anche io mi ritengo un coglione, a non andarmene.

Se mancano i lavori da artigiani è perchè non servono. Come fai a sopravvivere da ciabattino, se un paio di scarpe nuove, eleganti, mi costano 15 euro da un cinese? Solo far risuolare un paio di stivali me ne costò 20, nel 2003. E infatti fui così schifato che non ci tornai...

Che mestieri... il panettiere? L'operaio? Eccomi. Non dovessi più trovare nel mio settore, arrivo subito e con piacere. Tanto più che mi piace cucinare. Ma, guarda caso, quei lavori ora stanno diventando "extracomunitari". Grazie ai nostri imprenditori, che gradiscono molto il ridotto costo di manodopera.

Siamo nell'economia globalizzata. Il nostro lavoro umano, da occidentali, costa troppo. Questo si traduce in un concetto semplice - o emigriamo, e andiamo dove le cose vanno meglio, oppure riduciamo il nostro numero, e diventiamo una elite numericamente ristretta con lavori super qualificati - una elite MOLTO ridotta, perchè il nostro pessimo capitalismo non genera posti qualificati, e la nostra università genera più che altro puttane vagamente istruite.

Io ora ho due lavori. Pago le tasse su entrambi, e se mi gira faccio anche qualcosa di freelance (con ritenuta di acconto). Vivo comunque in un monolocale, vesto abiti cinesi, non mi compro un'auto, non ho neanche un motorino. Se, con due lavori qualificati, io scelgo di vivere in questo modo, cosa pensi che possa fare un piccolo artigiano in un periodo in cui la gente compra solo da mangiare??

Rispondo:

Kar mi sembra strano quello che tu dici riguardo ai tuoi lavori.

Io non vesto cinese e non indosserei mai scarpe cinesi, perchè non sono di qualità. Acquisto meno scarpe ma buone, le risuolo e rifaccio anche i tacchi. Preferisco un buon paio di scarpe vecchie a tante scarpe cinesi da 15 euro, che durano quel che durano.

Faccio un lavoro indipendente e me la cavo.

Mancano anche gli idraulici, gli elettricisti, i muratori per piccole riparazioni, mancano i contadini (torneranno vedrai).

Ho un amico che coltiva la terra, produce ortaggi, la sua azienda non è in crisi. Gli è costata fatica, sacrifici, sudore e sangue, è un lavoro faticoso con orari pazzeschi ma ora guadagna bene.

Insomma qualcosa si potrebbe fare, partendo dal basso, con serietà ed umiltà.
KahrSur KahrSur 26/10/2008 ore 10.05.03
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Le mie scarpe cinesi durano gli anni :) La qualità è media. Ironicamente, le scarpe che mi danno una resa peggiore sono italiane. Una volta rovinate, le cinesi le cambio con 15 euro, e mi durano altri due anni, in media.

Lo stesso vale per gli abiti. Ho un paio di pantaloni bianchi, molto belli, buon cotone robusto e un bel taglio, pagati 2 euro due anni fa'.

Non è la qualità che manca. E' il fatto che vengono prodotti da schiavi, quindi in pratica non ci pago sopra il lavoro. Ed essendo io un bastardo sostengo volentieri la schiavitù altrui. Andare a far risuolare le scarpe è un controsenso economico, ma non sono solo io a dirtelo. Fai un breve studio e vedrai che non conviene.

"Mancano anche gli idraulici, gli elettricisti, i muratori per piccole riparazioni, mancano i contadini (torneranno vedrai)."

Scherzi :D? Idraulici ed elettricisti guadagnano non bene, ma benissimo. E lo sappiamo tutti. Solo che per diventare idraulico devi fare praticantato, trovare chi ti prenda. Poi fai un paio d'anni di tirocinio pagato con le briciole (non bastano per mangiare), e poi puoi cominciare ad aprirti una partita iva... c'è però il problema che se devi mangiare... e se non trovi chi ti prenda...
I muratori per le piccole riparazioni qui non mancano. E sono di solito extracomunitari, appunto.

Quanto ai contadini, sono un vezzo di lusso. Conviene importare il cibo, perchè quello che compri dai nostri contadini lo paghi doppio rispetto a quanto viene dai paesi produttori di materie prime. Come l'agricoltura biologica, insomma. Ci sono poi eccezioni... gli agrumi calabresi, quelli della mia terra, sono sempre i migliori per qualità e prezzo. Lo stesso dicasi per l'olio. Lo stesso dicasi per il pomodoro... ecc. Ma non si tratta di contadini, ma di grandi imprese.

La direzione del capitalismo taglia fuori il piccolo produttore. Si chiama "barriera d'entrata", relativa alla dimensione del tuo business. Se proprio ti va' bene produci e poi rivendi a un grossista, come fa' in veneto chi ha un pò di terra, in aggiunta al suo lavoro normale. Ma è un lavoro sussidiario, non certo una attività principale.

Tutti questi lavori dipendono dal fatto che gli stipendiati, i salariati, abbiano soldi da buttare. Ti pare che sia questo il caso :)?

Un artigiano non produce niente. Può solo garantiere dei "lussi" a chi ha i soldi per pagarli. Se in italia i consumi degli alimentari crollano, pensi davvero che chiameranno un muratore per le piccole riparazioni, che rifaranno i tacchi, che chiameranno l'elettricista se non è necessario, quando neanche andiamo più dal dentista, visto che costa troppo, e preferiamo tenerci le carie :)?

I settori di cui tu parli sono accessori. Parassitari. Non produttivi. Se vuoi i soldi per finanziarli, devi trovarli altrove - fuori.
A.Levante A.Levante 26/10/2008 ore 10.31.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti


Kahr,

ora è così come dici tu ma saremo costretti a tornare indietro.

Le arance calabresi sono veramente buone, ho la fortuna di mangiarne tutti gli anni regalate da una cognata calabrese.

Sulle scarpe cinesi non concordo affatto.

Sì, anche il mio amico ortolano vende ad un grossista ma ci vive bene di questo lavoro, con lui lavorano anche i sua sorella ed entrambi mantegono bene le lor famiglie. Certo che lavorano molto, molte ore e forse non tutti sono disposti a farlo.

Sei troppo crudo nelle tue analisi anche se molte realtà sono come tu le descrivi.




nullval nullval 26/10/2008 ore 10.34.41
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A Tafazzi1994 che il 24/10/2008 22.54.10 ha scritto:

Negli ultimi 20 anni in Italia la forbice tra poveri è ricchi si è allargata più velocemente che in qualsiasi altro paese. Ecco a cosa ci ha portato darle tutte vinte agli imprenditori, ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri. La politica è da tempo lo zerbino dell'impresa.

 




Rispondo: l'adeguamento di pensioni e stipendi negli ultimi dieci anni è stato al di sotto dell'inflazione, mentre chi ha evaso ed evade non ha questi problemi... risultato una forbice spaventosa...
KahrSur KahrSur 26/10/2008 ore 10.38.28
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A A.Levante che il 26/10/2008 10.31.39 ha scritto:

Kahr,

ora è così come dici tu ma saremo costretti a tornare indietro.

Le arance calabresi sono veramente buone, ho la fortuna di mangiarne tutti gli anni regalate da una cognata calabrese.

Sulle scarpe cinesi non concordo affatto.

Sì, anche il mio amico ortolano vende ad un grossista ma ci vive bene di questo lavoro, con lui lavorano anche i sua sorella ed entrambi mantegono bene le lor famiglie. Certo che lavorano molto, molte ore e forse non tutti sono disposti a farlo.

Sei troppo crudo nelle tue analisi anche se molte realtà sono come tu le descrivi.





Rispondo: sono spietato. E' la mia qualità migliore Levante. Comunque, finchè i costi di trasporto e di produzione si mantengono così bassi, preferisco comprare.


Per altro, io seguo una filosofia - l'autarchia economica, prettamente fascista. Vuol dire che, come mio nonno prima di me, quasi tutto quello che posso fare con le mie mani non lo compro. Sono diventato un buon cuoco, un amministratore domestico attento, un ciclista più che discreto... ecc. Invito tutti a fare lo stesso, perchè i servizi umani costano, e non abbiamo tempo per i lussi. Mi diletta affamare il mio prossimo, quando lui prova a fottermi con l'euro.

Tafazzi1994 Tafazzi1994 26/10/2008 ore 13.19.25
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A A.Levante che il 26/10/2008 9.38.04 ha scritto:
A KahrSur che il 26/10/2008 9.14.31 ha scritto:
Abbiamo questo perchè ce lo siamo meritati.

Siamo dei coglioni a voler fare i lavoratori dipendenti. E siamo dei coglioni a restare in italia. Aveste anche 50 anni, dovete andarvene. E portarvi la famiglia dietro.

Ognuno ha quel che si merita. Noi non facciamo eccezione.

Rispondo:

Tu non vivi in Italia?

Non credo che altrove sia meglio, credo invece che sarebbe utlile abbassare "le arie" e tornare a fare lavori da imprenditori, da artigiani, i lavori che mancano. Credo anche che sarebbe ora di tornre ad un tenore di vita adeguato alle possibilità che si hanno e non sopra, come fanno in molti.Le industrie devono sopravvivere, altrimenti tutti i lavoratori dipendenti come fanno a sopravvivere???

Poi è comunque vero che il divario tra ricchi e poveri è aumentato poichè viene a mancare la classe media. Succede sempre nei periodi di grande crisi.



Rispondo: Succede sempre quando chi deve fare le regole di questo paese è lo stesso che cerca di mettertelo in culo tutti i giorni, non conosco nessuno sport in cui uno dei contendenti è anche l'arbitro.
A.Levante A.Levante 26/10/2008 ore 15.25.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A KahrSur che il 26/10/2008 10.38.28 ha scritto:
A A.Levante che il 26/10/2008 10.31.39 ha scritto:

Kahr,

ora è così come dici tu ma saremo costretti a tornare indietro.

Le arance calabresi sono veramente buone, ho la fortuna di mangiarne tutti gli anni regalate da una cognata calabrese.

Sulle scarpe cinesi non concordo affatto.

Sì, anche il mio amico ortolano vende ad un grossista ma ci vive bene di questo lavoro, con lui lavorano anche i sua sorella ed entrambi mantegono bene le lor famiglie. Certo che lavorano molto, molte ore e forse non tutti sono disposti a farlo.

Sei troppo crudo nelle tue analisi anche se molte realtà sono come tu le descrivi.





Rispondo: sono spietato. E' la mia qualità migliore Levante. Comunque, finchè i costi di trasporto e di produzione si mantengono così bassi, preferisco comprare.


Per altro, io seguo una filosofia - l'autarchia economica, prettamente fascista. Vuol dire che, come mio nonno prima di me, quasi tutto quello che posso fare con le mie mani non lo compro. Sono diventato un buon cuoco, un amministratore domestico attento, un ciclista più che discreto... ecc. Invito tutti a fare lo stesso, perchè i servizi umani costano, e non abbiamo tempo per i lussi. Mi diletta affamare il mio prossimo, quando lui prova a fottermi con l'euro.


Rispondo:

Beh, so che magari ti sembrarà strano ma ti auguro di rimanere spietato come ora. :-)

Non posso fare a meno di concordare sul fatto dell'autarchia. L'ho imparata dai miei nonni, dai miei genitori e la pratico. Fortunatamente so fare un po' di tutto anche se non lo faccio, Come si dici, ho imparato l'arte e l'ho messa da parte.
A.Levante A.Levante 26/10/2008 ore 15.27.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

Tafazzi, se veramente hai 14 anni non puoi ricordare ma non è da adesso che la situazione è così, lo era già in passato e si sta tornando a livelli come 40 anni fà.
Markaccio Markaccio 26/10/2008 ore 16.14.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

QUOTO KAHRSUR..... mi hai tolto le parole di bocca!!! concordo con tutto....anche io ho imparato l'arte e l'ho messa da parte! giusto è cosi e deve continuare ad esserlo, per i lussi non c'è tempo e nemmeno denaro... concluderei il suo discorso con un bel AMEN.
gik25 gik25 26/10/2008 ore 17.23.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti


Mi chiedevo perchè nel 1800 la gente sopportava anni di soprusi da parte dei signorotti quando organizzandosi avrebbero potuto disintegrarli. Poi riflettendoci mi sono reso conto che oggi la situazione è identica. Non è una tirannia, è un'oligarchia. Le multinazionali spartiscono il potere, i baroni sono diventati borghesi.

Ma sempre che non riusciamo a far rispettare alcun diritto. Imbambolati da tante belle parole, da fatti di cronaca, da problemi ideologici non ci accorgiamo che i ricchi diventano sempre più ricchi e quelli benestanti lo diventano sempre meno.
LeMilleBolleBlu LeMilleBolleBlu 26/10/2008 ore 17.28.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti


Ma sembra che sia una novità che ci siano i poveri e i ricchi.... eppure se non ricordo male studiando storia è sempre esistita....


Tafazzi1994 Tafazzi1994 26/10/2008 ore 21.54.13
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A A.Levante che il 26/10/2008 15.27.50 ha scritto:
Tafazzi, se veramente hai 14 anni non puoi ricordare ma non è da adesso che la situazione è così, lo era già in passato e si sta tornando a livelli come 40 anni fà.

Rispondo: 14 anni viene fuori dalla data immessa, 28 marzo 1994 , Berlusconi vince le elezioni.

Per fortuna dura poco, ma si sa errare è umano, perseverare è diabolico. :hell




Tafazzi1994 Tafazzi1994 26/10/2008 ore 21.58.03
segnala

(Nessuno)RE: diseguaglianze sociali sempre più forti

A LeMilleBolleBlu che il 26/10/2008 17.28.19 ha scritto:

Ma sembra che sia una novità che ci siano i poveri e i ricchi.... eppure se non ricordo male studiando storia è sempre esistita....



Rispondo: si, è rotolata anche qualche testa

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.