Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

redetoby redetoby 28/10/2008 ore 12.26.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?


I tagli alla scuola ci sono e la conferma giunge dallo stesso ministro dell’Istruzione. Nella sua intervista al Corriere della Sera infatti la Gelmini conferma quello che l’opposizione denuncia da tempo sui tagli delle risorse, che lei preferisce chiamare più gentilmente risparmi.

La ministra, nel tentativo di difendere il suo decreto ripropone la favoletta che una parte dei risparmi ottenuti, il 30%, potrebbe essere reimpiegato per pagare meglio i professori. Nel fare questo giochino però la ministra da le cifre e ci dice che il 30% dei tagli ammontano a 2 miliardi di euro. Ciò consente facilmente di calcolare che se al trenta percento aggiungiamo il restante 70% dei tagli arriviamo ad una somma che se non sono gli 8 miliardi che il governo nega, ci si avvicina molto e la manca di qualche spicciolo.

Sul fatto che noi dicevamo la verità e il governo raccontasse balle non abbiamo mai dubitato, ma certamente non ci aspettavamo che fosse lo stesso governo ad autenticare la nostra denuncia. Una prova ulteriore della confusione in cui sono piombati.
fonte http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/economia/scuola_favoletta_di_governo.php
AttendoRisposta AttendoRisposta 28/10/2008 ore 12.31.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A redetoby che il 28/10/2008 12.26.16 ha scritto:

I tagli alla scuola ci sono e la conferma giunge dallo stesso ministro dell’Istruzione. Nella sua intervista al Corriere della Sera infatti la Gelmini conferma quello che l’opposizione denuncia da tempo sui tagli delle risorse, che lei preferisce chiamare più gentilmente risparmi.

La ministra, nel tentativo di difendere il suo decreto ripropone la favoletta che una parte dei risparmi ottenuti, il 30%, potrebbe essere reimpiegato per pagare meglio i professori. Nel fare questo giochino però la ministra da le cifre e ci dice che il 30% dei tagli ammontano a 2 miliardi di euro. Ciò consente facilmente di calcolare che se al trenta percento aggiungiamo il restante 70% dei tagli arriviamo ad una somma che se non sono gli 8 miliardi che il governo nega, ci si avvicina molto e la manca di qualche spicciolo.

Sul fatto che noi dicevamo la verità e il governo raccontasse balle non abbiamo mai dubitato, ma certamente non ci aspettavamo che fosse lo stesso governo ad autenticare la nostra denuncia. Una prova ulteriore della confusione in cui sono piombati.
fonte http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/economia/scuola_favoletta_di_governo.php

beh....... diamo a cesare quel ke è di cesare:
i tagli NON sono opera della gelmini........... ma se si contesta la gelmini x motivi non riconducibili a lei, mi pare ke le motivazioni di fondo della protesta, siano tutt'altri...
jobonam jobonam 28/10/2008 ore 12.39.14
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A big46 che il 28/10/2008 12.24.21 ha scritto:

questa non è una riforma e viene detto da tutti.

Per riforme di questa portata penso sarebbe necessario una larga convergenza, come per l'eventuale riforma della giustizia, ma ribadisco le distanze al momento sono abissali sul "come"

Rispondo: Esatto, concordo con il tuo intervento, equilibrato come sempre. E vorrei comunque farti una domanda: ma come mai la destra è tanto sensibile all'universo dell'istruzione pubblica? Non era sufficiente la recentissima riforma Moratti? Quanto è necessario e perchè, dopo appena due anni di governo prodi, promuovere una ulteriore "riforma"?
Nadia36 Nadia36 28/10/2008 ore 12.41.03
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?


STAMATTINA SU RAI 3 HO SENTITO UNA PROPOSTA INTELLIGENTE: ABOLIRE IL VALORE LEGALE AI TITOLI SCOLASTICI. IO LO VADO DICENDO DA ANNI.
AttendoRisposta AttendoRisposta 28/10/2008 ore 12.43.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A Nadia36 che il 28/10/2008 12.41.03 ha scritto:
STAMATTINA SU RAI 3 HO SENTITO UNA PROPOSTA INTELLIGENTE: ABOLIRE IL VALORE LEGALE AI TITOLI SCOLASTICI. IO LO VADO DICENDO DA ANNI.

lo aveva detto anke brunetta ieri a porta a porta
cristian1977 cristian1977 28/10/2008 ore 12.43.16
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A jobonam che il 28/10/2008 12.39.14 ha scritto:
A big46 che il 28/10/2008 12.24.21 ha scritto:

questa non è una riforma e viene detto da tutti.

Per riforme di questa portata penso sarebbe necessario una larga convergenza, come per l'eventuale riforma della giustizia, ma ribadisco le distanze al momento sono abissali sul "come"

Rispondo: Esatto, concordo con il tuo intervento, equilibrato come sempre. E vorrei comunque farti una domanda: ma come mai la destra è tanto sensibile all'universo dell'istruzione pubblica? Non era sufficiente la recentissima riforma Moratti? Quanto è necessario e perchè, dopo appena due anni di governo prodi, promuovere una ulteriore "riforma"?

Rispondo: ma non è una riforma. è una razionalizzazione delle risorse. mica cambiano i programmi scolastici. cambiano gli insegnanti e le scuole (inteso edifici)
AttendoRisposta AttendoRisposta 28/10/2008 ore 12.44.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A jobonam che il 28/10/2008 12.39.14 ha scritto:
A big46 che il 28/10/2008 12.24.21 ha scritto:

questa non è una riforma e viene detto da tutti.

Per riforme di questa portata penso sarebbe necessario una larga convergenza, come per l'eventuale riforma della giustizia, ma ribadisco le distanze al momento sono abissali sul "come"

Rispondo: Esatto, concordo con il tuo intervento, equilibrato come sempre. E vorrei comunque farti una domanda: ma come mai la destra è tanto sensibile all'universo dell'istruzione pubblica? Non era sufficiente la recentissima riforma Moratti? Quanto è necessario e perchè, dopo appena due anni di governo prodi, promuovere una ulteriore "riforma"?

xké se non ricordo male, in due anni di prodi, la riforma moratti è stata cambiata.... la riforma gelmini si rifà proprio alla riforma moratti
redetoby redetoby 28/10/2008 ore 12.57.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A AttendoRisposta che il 28/10/2008 12.31.50 ha scritto:
A redetoby che il 28/10/2008 12.26.16 ha scritto:

I tagli alla scuola ci sono e la conferma giunge dallo stesso ministro dell’Istruzione. Nella sua intervista al Corriere della Sera infatti la Gelmini conferma quello che l’opposizione denuncia da tempo sui tagli delle risorse, che lei preferisce chiamare più gentilmente risparmi.

La ministra, nel tentativo di difendere il suo decreto ripropone la favoletta che una parte dei risparmi ottenuti, il 30%, potrebbe essere reimpiegato per pagare meglio i professori. Nel fare questo giochino però la ministra da le cifre e ci dice che il 30% dei tagli ammontano a 2 miliardi di euro. Ciò consente facilmente di calcolare che se al trenta percento aggiungiamo il restante 70% dei tagli arriviamo ad una somma che se non sono gli 8 miliardi che il governo nega, ci si avvicina molto e la manca di qualche spicciolo.

Sul fatto che noi dicevamo la verità e il governo raccontasse balle non abbiamo mai dubitato, ma certamente non ci aspettavamo che fosse lo stesso governo ad autenticare la nostra denuncia. Una prova ulteriore della confusione in cui sono piombati.
fonte http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/economia/scuola_favoletta_di_governo.php

beh....... diamo a cesare quel ke è di cesare:
i tagli NON sono opera della gelmini........... ma se si contesta la gelmini x motivi non riconducibili a lei, mi pare ke le motivazioni di fondo della protesta, siano tutt'altri...

Rispondo: sai dov'è il problema che nessuno vuol affrontare ..SI CHIAMA SCUOLA PUBBLICA OVVIO CHE NON VAN GETTATI VIA I SOLDI , MA SI CHIAMA COSI' XCHE' TUTTI POSSONO ACCEDERE INDIPENDETEMENTE DALL PROVINIENZA SOCIALE ( VEDI NON é GIUSTO KE UN FIGLIO DI UN RICCO anke se ignorante possa laurearsi XCHE' HA I SOLDI, questo è un ESEMPIO ) ed è giusto ke si mantenga il pubblico e il PUBBLICO SIAMO NOI!
cristian1977 cristian1977 28/10/2008 ore 13.06.23
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A redetoby che il 28/10/2008 12.57.32 ha scritto:
A AttendoRisposta che il 28/10/2008 12.31.50 ha scritto:
A redetoby che il 28/10/2008 12.26.16 ha scritto:

I tagli alla scuola ci sono e la conferma giunge dallo stesso ministro dell’Istruzione. Nella sua intervista al Corriere della Sera infatti la Gelmini conferma quello che l’opposizione denuncia da tempo sui tagli delle risorse, che lei preferisce chiamare più gentilmente risparmi.

La ministra, nel tentativo di difendere il suo decreto ripropone la favoletta che una parte dei risparmi ottenuti, il 30%, potrebbe essere reimpiegato per pagare meglio i professori. Nel fare questo giochino però la ministra da le cifre e ci dice che il 30% dei tagli ammontano a 2 miliardi di euro. Ciò consente facilmente di calcolare che se al trenta percento aggiungiamo il restante 70% dei tagli arriviamo ad una somma che se non sono gli 8 miliardi che il governo nega, ci si avvicina molto e la manca di qualche spicciolo.

Sul fatto che noi dicevamo la verità e il governo raccontasse balle non abbiamo mai dubitato, ma certamente non ci aspettavamo che fosse lo stesso governo ad autenticare la nostra denuncia. Una prova ulteriore della confusione in cui sono piombati.
fonte http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/economia/scuola_favoletta_di_governo.php

beh....... diamo a cesare quel ke è di cesare:
i tagli NON sono opera della gelmini........... ma se si contesta la gelmini x motivi non riconducibili a lei, mi pare ke le motivazioni di fondo della protesta, siano tutt'altri...

Rispondo: sai dov'è il problema che nessuno vuol affrontare ..SI CHIAMA SCUOLA PUBBLICA OVVIO CHE NON VAN GETTATI VIA I SOLDI , MA SI CHIAMA COSI' XCHE' TUTTI POSSONO ACCEDERE INDIPENDETEMENTE DALL PROVINIENZA SOCIALE ( VEDI NON é GIUSTO KE UN FIGLIO DI UN RICCO anke se ignorante possa laurearsi XCHE' HA I SOLDI, questo è un ESEMPIO ) ed è giusto ke si mantenga il pubblico e il PUBBLICO SIAMO NOI!

Rispondo: ma infatti il progetto della gelmini va al non sprevare denaro pubblico per tenere in piedi edifici che costano a livello di manutenzione e bollette per pochi alunni

come già volevano bassanini e d'alema nel 98
redetoby redetoby 28/10/2008 ore 13.09.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ma questa scuola è o non è da riformare?

A cristian1977 che il 28/10/2008 13.06.23 ha scritto:
A redetoby che il 28/10/2008 12.57.32 ha scritto:
A AttendoRisposta che il 28/10/2008 12.31.50 ha scritto:
A redetoby che il 28/10/2008 12.26.16 ha scritto:

I tagli alla scuola ci sono e la conferma giunge dallo stesso ministro dell’Istruzione. Nella sua intervista al Corriere della Sera infatti la Gelmini conferma quello che l’opposizione denuncia da tempo sui tagli delle risorse, che lei preferisce chiamare più gentilmente risparmi.

La ministra, nel tentativo di difendere il suo decreto ripropone la favoletta che una parte dei risparmi ottenuti, il 30%, potrebbe essere reimpiegato per pagare meglio i professori. Nel fare questo giochino però la ministra da le cifre e ci dice che il 30% dei tagli ammontano a 2 miliardi di euro. Ciò consente facilmente di calcolare che se al trenta percento aggiungiamo il restante 70% dei tagli arriviamo ad una somma che se non sono gli 8 miliardi che il governo nega, ci si avvicina molto e la manca di qualche spicciolo.

Sul fatto che noi dicevamo la verità e il governo raccontasse balle non abbiamo mai dubitato, ma certamente non ci aspettavamo che fosse lo stesso governo ad autenticare la nostra denuncia. Una prova ulteriore della confusione in cui sono piombati.
fonte http://italiadeivalori.antoniodipietro.com/articoli/economia/scuola_favoletta_di_governo.php

beh....... diamo a cesare quel ke è di cesare:
i tagli NON sono opera della gelmini........... ma se si contesta la gelmini x motivi non riconducibili a lei, mi pare ke le motivazioni di fondo della protesta, siano tutt'altri...

Rispondo: sai dov'è il problema che nessuno vuol affrontare ..SI CHIAMA SCUOLA PUBBLICA OVVIO CHE NON VAN GETTATI VIA I SOLDI , MA SI CHIAMA COSI' XCHE' TUTTI POSSONO ACCEDERE INDIPENDETEMENTE DALL PROVINIENZA SOCIALE ( VEDI NON é GIUSTO KE UN FIGLIO DI UN RICCO anke se ignorante possa laurearsi XCHE' HA I SOLDI, questo è un ESEMPIO ) ed è giusto ke si mantenga il pubblico e il PUBBLICO SIAMO NOI!

Rispondo: ma infatti il progetto della gelmini va al non sprevare denaro pubblico per tenere in piedi edifici che costano a livello di manutenzione e bollette per pochi alunni

come già volevano bassanini e d'alema nel 98

Rispondo: leggi bene la GELMINI

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.