Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

linx linx 02/04/2009 ore 10.31.25
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

Il Land Rover Defender non era una 500,era alta 2.021 metri.
Giiuliani era alto 1.65.
Si deduce che questo benedetto estintore fosse posizionato più in basso di mt.1.65.
Basta guardare la foto.
Il carabiniere è all'interno della vettura.C'è pure la gomma di scorta a far spessore e protezione.
Giuliani ad occhio è ad oltre un metro dal Defender..
Il carabiniere è più in alto di mezzo metro, ben protetto all'interno della vettura.
Si vede chiaramente la pistola nel cerchio.

Ora ditemi che mai gli può fare al carabiniere Giuliani coll'estintore?Al massimo potrebbe ammaccare la vettura.Ma c''è pure la gomma di scorta che lo impedirebbe.
Lo avete mai visto un fuoristrada come il Defender dal vero?

Sarebbe dunque un caso di legittima difesa ?Non mi pare.

LINX
linx linx 02/04/2009 ore 10.32.18
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

linx linx 02/04/2009 ore 10.33.32
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

linx linx 02/04/2009 ore 10.34.02
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

linx linx 02/04/2009 ore 10.34.54
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

linx linx 02/04/2009 ore 10.35.54
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

Tafazzi1994 Tafazzi1994 02/04/2009 ore 10.37.33
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

Di quello che accade in inghilterra mi importa poco, mi fai tristezza tu che sostieni l'operato della polizia a Genova, quando esistono ore di filmati da far accaponare la pelle. Ecco quando uno parte con un idea preconcetta e nessuno glie la toglie, qualunque cosa accada, questo mi fa venire i brividi.
linx linx 02/04/2009 ore 10.43.56
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

Genova, piazza Alimonda. Sono le ore 17.20 del 20/07/2001

linx linx 02/04/2009 ore 10.44.46
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

Questa è la testimonianza oculare di un amico di Carlo:

Ero piazza Alimonda il 20 luglio alle 17.
Ero con Carlo ed alcuni altri fratelli davanti al mezzo dei CC apparentemente "bloccato" tra cassonetto e non si sa bene cosa.
Eravamo in pochi lì davanti, una dozzina forse, e la nostra attenzione non era proprio rivolta verso il fuoristrada dei carabinieri bensì verso il plotone di celerini che, maschera antigas indossata, lanciavano pietre e puntavano fucili verso i manifestanti.
I secondi scorrevano istante per istante, fotogramma per fotogramma.
Mi ha fin da subito stupito che quella jeep e chi era rimasto dentro (ho ben chiara l'immagine di un carrubba che ha il tempo di uscire e di raggiungere gli altri) facessero "cose strane": prima ancora che un paio di compagni si avvicinassero ai finestrini lato manifestanti, il carabiniere all'interno colpiva ripetutamente a suon di anfibio il lunotto posteriore del fuoristrada cercando di romperlo.
Ho visto chiaramente l'anfibio del militare sfondare il vetro posteriore della jeep.
E' stato proprio questo gesto inconsueto, apparentemente non comprensibile che mi ha fatto istintivamente allontanare e correre sul sagrato della chiesa.
Mentre correvo verso il muro della chiesa avevo gia' la sensazione di ripararmi da qualcosa che non erano pietre o lacrimogeni.
Ero appena rientrato dalla testa del corteo disobbediente che cercava di difendersi dalla brutale e inarrestabile violenza dei celerini che caricavano la gente con blindati, sassi e lacrimogeni e avevo gia' visto quelle camionette CC che arretravano in retromarcia con la portiera aperta e la pistola puntata ad altezza d'uomo verso la folla.
Avevo gia' sentito pochi minuti prima quei suoni "diversi", quegli spari secchi e concisi che si distinguevano da quelli dei lacrimogeni. Ma non avevo ancora realizzato.
Quando mi sono girato, spalle al muro, verso la strada ho visto il corpo che giaceva immobile per terra. Il mio respiro e il mio tempo si erano fermati. Mi sono precipitato sul corpo urlandomi dentro: "Non e' possibile! Perchè??! Perchè??!!".
Mi sono fermato un'istante che non finiva mai guardando Carlo, poi mi sono girato verso quegli assassini in divisa che indicavano il corpo coi manganelli e che cominciavano a correre verso di noi urlando.
Sono corso via con le lacrime in volto, con la morte dentro e con quegli spari che mi rimbalzavano nei timpani.
Ho visto la testa zampillare di sangue, e poteva essere la mia.
Ho visto un corpo trucidato dal piombo, e poteva essere il mio.
Ho visto un fratello cadere...era un mio fratello!!!
Carlo era uno di noi.


http://www.avvelenata.it/g8/carlo.html
dreamofme dreamofme 02/04/2009 ore 10.48.23
segnala

(Nessuno)RE: Londra, sangue sul G20: un morto

Uno in meno, ha avuto ciò che meritava, uno è poco....ecco tre ottimi motivi per cui a volte mi vergogno di essere italiano.... sinceramente dimostrando tutta questa cattiveria mi fate solo pena....

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.