Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

aggiungimisufacebook aggiungimisufacebook 02/04/2009 ore 18.47.53 Ultimi messaggi
baro57 baro57 02/04/2009 ore 19.07.16 Ultimi messaggi
sonotornataA.KA sonotornataA.KA 02/04/2009 ore 20.34.44
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

morgana.76 scrive:
ben detto ASIAKA confermo e sottoscrivo


morganaaaaaaaaaa
e vaiiiiiiiiiiiiiiii
questi komunisti devono SCOMPARIRE :hehe


asiaka
eleven2 eleven2 02/04/2009 ore 20.42.15
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

robi97O scrive:
la giurisprudenza non è la mia materia, ma una prescrizione NON comporta (ke io sappia) la modifica della fedina penale e d'altra parte se un processo arriva ad essere prescritto, non puoi(?) neppure kiedere ke continui ed arrivi a giudizio.... qndi una prescrizione è a tutti gli effetti una assoluzione.... a meno ke tu non mi voglia dar ad intendere ke a seconda di ki sia l'imputato, una prescrizione è una condanna o una assoluzione
certo, moralmente è sempre meglio essere assolti ke 'prescritti', ma qsto è un'altra cosa...

Che cosa avresti dimostrato con il link sui processi ai preti in America ? Le ingiustizie in altre parti del mondo sono una giustificazione alle nostre ? Questo vuoi dire ? Gli scandali non ci sono solo da noi, anche se siamo ai vertici internazionali..
no, credevo di aver dimostrato ke anke negli altri paesi esiste la prescrizione.. tutto lì



Hai detto bene, se fai l'equazione prescrizione = innocenza, la giurisprudenza non è la tua materia.

Ma per caso ho affermato che la prescrizione esiste solo in Italia ? Mi fai notare dove l'avrei scritto per favore ? Non è che ti stai arrampicando sugli specchi ? Ma poi, se la prescrizione come tu affermi equivale all'innocenza, che problema c'è se esiste anche negli U.S.A.? Non è che sei entrato leggermente in contraddizione ? Non ti preoccupare, non sei il primo...
Se ti riferisci alla seguente frase: "In un paese civile la prescrizione non dovrebbe esistere, da noi esiste solo in funzione del fatto che i tribunali sono intasati di processi che non riescono a smaltire, ragion per cui si è scelta questa modalità di decadenza dei processi che sancisce un vero scandalo a livello mondiale!'", ti consiglio di rileggerla con attenzione perchè dice un pò diversamente, ma serve a poco perchè hai ampiamente dimostrato con le tue domande di essere fazioso, prevenuto e scorretto.
Perchè non ti chiedi a che serve la legge sulla depenalizzazione del falso in bilancio, quando negli U.S.A., che tanto ti piacciono, lo stesso reato vede la pena di 25 anni di carcere ?
Ha ragione linx, si perde solo tempo.
eleven2 eleven2 02/04/2009 ore 20.55.52
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

intermezzo scrive:
Travaglio è stato querelato per un motivo validissimo. Lo hanno assolto perchè in buona fede (?) ha creduto a quel che risultava da un'intervista che era stata montata in modo che si credesse il falso. A quei tempi non si sapeva ancora che quelle affermazioni risultavano da una manipolazione, oggi invece sì, ma non si può riprocessare. Con le evidenze di ora Travaglio perderebbe la causa. E' tutto spiegato qui, e cerca di informarti meglio su ciò in cui credi un po' troppo ciecamente: insomma, tieniti aggiornato. I polli ci cascano, tutti gli altri no.


Secondo me cambi un pò troppo le carte in tavola per permetterti di dare del pollo agli altri, sopratutto con il tuo linguaggio, che io nei tuoi confronti non ho mai usato.
Nel thread ho parlato di un processo che vede coinvolto berlusconi nelle stragi dei due magistrati. Il problema dell'intervista di Borsellino non centra nulla con quello che ho esposto io, si parla di atti giudiziari depositati presso la procura di Caltanissetta a seguito delle rivelazioni fatte da alcuni pentiti sui mandanti a volto coperto che includono anche Marcello Dell'Utri, ex amministratore di Pubblitalia e vero creatore di Forza Italia, condannato poi per mafia. Berlusconi rientra anche in quest'ultimo capo d'accusa, concorso esterno in associazione mafiosa:
la procura di Palermo ha indagato su Silvio Berlusconi e su Marcello Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco. Nel 1998 il procedimento è stata archiviato al termine delle indagini preliminari, che erano state prorogate per la massima durata prevista dalla legge. Dell'Utri, infine, è stato condannato a Palermo a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa; dagli atti risulta che Forza Italia sarebbe stata fondata per fornire nuovi agganci politici alla mafia e che Berlusconi sarebbe stato messo da Dell'Utri nelle mani della mafia fin dal 1974.

Il 26 luglio 2007 si è assistito alla ritrattazione del prof. Giuffrida, funzionario della Banca d'Italia e perito per conto della Procura della Repubblica nel processo di Palermo che vedeva imputato il senatore Marcello Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa, in merito alle conclusioni da questi rassegnate ai Giudici circa l'oscura provenienza di ingenti quantitativi di denaro (113 miliardi di lire dell'epoca), nelle casse della Fininvest nella seconda metà degli anni '70.

Giuffrida, che era stato querelato per diffamazione per le sue dichiarazioni al processo, giunge ad un accordo transitivo con Mediaset, in cui si riporta che "'il dott. Giuffrida riconosce i limiti delle conclusioni rassegnate nel proprio elaborato e delle dichiarazioni rese al dibattimento ed inoltre che le predette operazioni oggetto del suo esame consulenziale erano tutte ricostruibili e tali da escludere l'apporto di capitali di provenienza esterna al gruppo Fininvest" e che Fininvest/Mediaset prendono atto "che i limiti della consulenza del dott. Giuffrida non sono dipesi da sua negligenza ma da eventi estranei alla sua volontà - scadenza dei termini e successiva archiviazione del procedimento - che lo hanno indotto a conclusioni parziali e non definitive".

I legali di Giuffrida nel processo per diffamazione hanno comunque emesso una dichiarazione, riportata dall'ANSA, in cui sostengono di essere stati avvertiti solo pochi giorni prima (il 18 luglio) del fatto che i legali Mediaset avevano proposto una transazione al loro assistito, di non condividere né quel primo documento ("una bozza di accordo che gli stessi non hanno condiviso, ritenendo che quanto affermato nel documento non corrispondesse alle reali acquisizioni processuali"), nè la versione definitiva leggermente corretta ("non sottoscriveranno non condividendo la ricostruzione dei fatti e le affermazioni in esso contenute").

La perizia di Giuffrida era stata ritenuta dai giudici già al tempo solo basata su "una parziale documentazione", ma era stata ritenuta valida anche in virtù del fatto che non aveva "trovato smentita dal consulente della difesa Dell’Utri", in quanto lo stesso professor Paolo Iovenitti (perito della difesa), davanti alle conclusioni di Giuffrida, aveva ammesso che alcune operazioni erano "potenzialmente non trasparenti" e non aveva "fatto chiarezza sulla vicenda in esame, pur avendo il consulente della difesa la disponibilità di tutta la documentazione esistente presso gli archivi della Fininvest".

Tale ritrattazione, contenuta nell'accordo transattivo raggiunto dai legali Mediaset ed il prof. Giuffrida a composizione della controversia instaurata dalla Mediaset stessa per diffamazione, non consente comunque di fare chiarezza, una volta per tutte, sulla provenienza dei capitali del gruppo societario facente capo a Silvio Berlusconi.

Quindi ti giro la tua stessa esortazione: informati meglio prima di replicare con astio solo perchè la pensi diversamente.


eleven2 eleven2 02/04/2009 ore 21.19.38
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

sonotornataA.KA scrive:
morganaaaaaaaaaa
e vaiiiiiiiiiiiiiiii
questi komunisti devono SCOMPARIRE


asiaka



Mi rimangio quello che ho scritto prima asiaka, ti lascio al tuo amato dualismo medievale tra comunismo e fascismo. In bocca al lupo, anzi, in bocca al biscia!
linx linx 02/04/2009 ore 21.24.57
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

Non bisognerebbe offendere il diavolo paragonandolo a Berlusconi.
cavallobianconormann cavallobianconormann 02/04/2009 ore 21.29.36
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

evelen@
guarda che INTERMEZZO (LINKQUI) è un bravissimo giocatore di TRE CARTE ,solo che certe volte ,preso dalla foga sbaglia.
Per il resto è meglio stendere un velo petoso.
linx linx 02/04/2009 ore 21.45.52
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO

cavallobianconormann scrive:
Per il resto è meglio stendere un velo petoso.


UN VELO TENEBROSO.
linx linx 02/04/2009 ore 21.50.00
segnala

(Nessuno)RE: L'ANTICRISTO


Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.