Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

aggiungimisufacebook aggiungimisufacebook 03/04/2009 ore 12.39.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

cristian1977 scrive:
il sindaco di foggia difende la scelta dell'azienda di trasporto pubblico locale



sei proprio uno gnucco.
Sweet.Birillo Sweet.Birillo 03/04/2009 ore 13.15.07
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

una cosa è sicura :ok
il fallimento della politica sull'immigrazione :-(
qndo si accolgono tutti, sopratuitto senza avere la preparazione anche culturale ( dato che l'italia nn ce l'ha ) nell'affrontare tale problema, accadono qste cose :ok
la Santanchè ha fatto un'analisi ben precisa su qsto argomento in una trasmissione su La7 :ok
nonmifermo nonmifermo 03/04/2009 ore 13.18.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

era ora cavolo un esempio stupido , anche solo nel parlare i neri urlano e disturbano la quete pubblica poi puzzano ,alito pesante ecc ecc se si son lamentati ci sara un motivo ?
kenny1977 kenny1977 03/04/2009 ore 13.24.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

nonmifermo scrive:
era ora cavolo un esempio stupido , anche solo nel parlare i neri urlano e disturbano la quete pubblica poi puzzano ,alito pesante ecc ecc se si son lamentati ci sara un motivo ?


beh... basandosi sull'esempio da te portato... l'unico motivo che mi sovviene è la stupidità umana... non trovo altri validi motivi.
sonotornataA.KA sonotornataA.KA 03/04/2009 ore 14.15.41
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

kkirc scrive:
mussulmana,o viceversa,se un italiano puo sposare un ebrea o viceversa,senza dover cambiare religione o sgozzamenti vari, e poi vorrei anche sapere chi sono i vei razzisti


i veri razzisti sono quelli che vogliono che i clandestini (già questa parola è tutto un programma) anzichè farli entrare dalla porta li fanno entrare dalla finestra

i veri razzisti sono quelli che sfruttano gli immigrati per proprio tornaconto

ma sopratutto i veri razzisti sono coloro che degli immigrati non gliene può fregar de meno , salvo il loro voto , perchè in italia ormai non li vota più nessuno e quindi sperano solo nel voto degli immigrati

asiaka
linx linx 03/04/2009 ore 14.18.32
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

kkirc scrive:
@ cavallobianconormann: vorrei sapere da asinello bianco,

questo sempre insulta indisturbato da un mese
complimenti ai moderatori.
Se poi qualciuno arriva dicendo che idiota ed asinello non sono insulti glieli giro no problem.

linx linx 03/04/2009 ore 14.28.31
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

Rosa Parks
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rosa Louise Parks (all'anagrafe Rosa Louise McCauley; Tuskegee, 4 febbraio 1913 – Detroit, 24 ottobre 2005) è stata una attivista statunitense afroamericana, figura-simbolo del movimento per i diritti civili statunitense, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto dell'autobus ad un bianco, dando così origine al boicottaggio degli autobus di Montgomery.
Biografia

I primi passi come attivista

Figlia di James McCauley e Loeona McCauley, di confessione metodista, nel 1932 sposò Raymond Parks, attivo nel movimento per i diritti civili. Ha passato buona parte della sua vita a lavorare come sarta in un grande magazzino nella città dove risiedeva, Montgomery.

A partire dal 1943, Parks aderì al Movimento per i Diritti Civili americano e diventò segretaria della sezione di Montgomery della National Association for the Advancement of Colored People (NAACP). A metà del 1955 iniziò a frequentare un centro educativo per i diritti dei lavoratori e l'uguaglianza razziale, la Highlander Folk School.

L'arresto

L'1 dicembre del 1955, a Montgomery, Rosa, allora impiegata come sarta in un grande magazzino, stava tornando a casa in autobus e, poichè l'unico posto a sedere libero era nella parte anteriore del mezzo, quella riservata ai bianchi, andò a sedersi lì. Poco dopo salirono sull'autobus alcuni passeggeri bianchi, al che il conducente James Blake le ordinò di alzarsi e andare nella parte riservata ai neri. Rosa però si rifiutò di lasciare il posto a sedere e spostarsi nella parte posteriore del pullman: stanca di essere trattata come una cittadina di seconda classe (per giunta costretta anche a stare in piedi), ella rimase al suo posto. Il conducente fermò così l'automezzo, e chiamò due poliziotti per risolvere la questione: Rosa Parks fu arrestata e incarcerata per condotta impropria e per aver violato le norme cittadine.
La protesta degli afroamericani

Quella notte, cinquanta leader della comunità afro-americana, guidati dall'allora sconosciuto pastore protestante Martin Luther King si riunirono per decidere le azioni da intraprendere per reagire all'accaduto, mentre c'erano già state le prima reazioni violente: il giorno successivo incominciò il boicottaggio dei mezzi pubblici di Montgomery, protesta che durò per 381 giorni; dozzine di pullman rimasero fermi per mesi finché non fu rimossa la legge che legalizzava la segregazione. Questi eventi diedero inizio a numerose altre proteste in molte parti del paese. Lo stesso King scrisse sull'episodio descrivendolo come "l'espressione individuale di una bramosia infinita di dignità umana e libertà" "Rimase seduta a quel posto in nome dei soprusi accumulati giorno dopo giorno e della sconfinata aspirazione delle generazioni future".

Nel 1956 il caso della signora Parks arrivò alla Corte Suprema degli Stati Uniti d'America, che decretò, all'unanimità, incostituzionale la segregazione sui pullman pubblici dell'Alabama.

Da quel momento, la Parks divenne un'icona del movimento per i diritti civili.

Ulteriori avvenimenti

Sebbene non fosse una dei leader del movimento per i diritti civili che si stava sviluppando nell'ultima parte degli anni Cinquanta, La figura di Rosa rimaneva un simbolo importantissimo per gli attivisti, ed era quindi mal vista dagli ambienti contrari alla protesta nera. Ricevette numerose minacce di morte e non riuscì a trovare più lavoro, quindi si trasferì a Detroit, nel Michigan, all'inizio degli anni Sessanta, dove ricominciò a lavorare come sarta. Dal 1965 al 1988 lavorò come segretaria per il membro del Congresso John Conyers.

Nel febbraio del 1987 Parks fondò il Rosa and Raymond Parks Institute for Self Development insieme a Elaine Eason Steele in onore del marito Raymond Parks. Nel 1999 ha ottenuto la medaglia d'oro al merito del Congresso.

È morta a Detroit per cause naturali il 24 ottobre del 2005.
linx linx 03/04/2009 ore 14.30.12
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

Cronologia della segregazione razziale negli Stati Uniti
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.



Di seguito sono elencate alcune delle principali tappe del processo di conquista dei diritti civili per gli afroamericani nel periodo compreso tra la fine della Seconda guerra mondiale e il Voting Rights Act, che stabilisce precise garanzie per l'effettivo esercizio del diritto di voto.
Data Avvenimento Descrizione
1945-1975 Seconda Ricostruzione Alla fine della Seconda guerra mondiale si muove un largo movimento di massa contro la segregazione razziale. Come nell'Era della Ricostruzione gli afroamericani tornano a reclamare diritti politici e civili ottenendo importanti risultati.
1946 Morgan Contro Virginia Pronunciandosi sul caso sollevato da Irene Morgan, la Corte Suprema decide l'incostituzionalità della legge statale che prevede la separazione di bianchi e neri sugli autobus dedicati ai trasporti interstatali.
1946 American Crusade Against Lynching Paul Robeson fonda la American Crusade Against Lynching, un'organizzazione contro la pratica del linciaggio che raccoglierà l'adesione di preminenti intellettuali, come Albert Einstein. Sarà etichettata dalla FBI come fronte comunista.
1947 Jackie Robinson Jackie Robinson diventa il primo giocatore professionista di baseball dopo 60 anni, rompendo così la clausola di segregazione non scritta chiamata Baseball color line.
1947 Journey of Reconciliation Il Viaggio della riconciliazione fu un tentativo di azione nonviolenta di un gruppo di otto neri e otto bianchi, diretto a contrastare la segregazione sugli autobus interstatali. I protagonisti subirono arresti per aver infranto le leggi statali sulla segregazione razziale.
1948 Sentenza sull'università dell'Oklahoma La Corte Suprema decide che l'università dell'Oklahoma non può rifiutare ammissioni basandosi sul colore della pelle. Nel 1950 un'altra sentenza che l'istruzione pubblica di alto livello non può riservare trattamenti discriminatori agli studenti.
1948 Shelley contro Kraemer La Corte Suprema definisce impossibile per il Governo imporre restrizioni legali basate su presupposti razziali.
1948 Hubert Humphrey Il 12 luglio Hubert Humphrey parlando alla Convenzione Nazionale del Partito Democratico tiene un discorso in favore dei diritti civili degli afroamericani.
1948 Executive Order 9981 Il 26 luglio il presidente Truman emana un atto che decreta la fine della segregazione nelle forze armate.
1950 LCCR Viene fondata la Leadership Conference on Civil Rights per favorire la legislazione sui diritti civili.
1950 Ralph Bunche Ralph Bunche vince il Premio Nobel per la pace. È il primo nero a essere insignito di un Nobel.
1951 Harry T. Moore Nella notte di Natale Harry T. Moore e la moglie Harriette Moore vengono uccisi da una bomba di un gruppo del KKK. È considerato il primo martire nella battaglia per i diritti civili.
1954 Brown contro ufficio scolastico Il 17 maggio la Corte suprema dichiara incostituzionale la segregazione razziale nelle scuole pubbliche sovvertendo la decisione presa nel caso Plessy contro Ferguson nel 1896.
1954 WCC L'undici luglio nel Mississippi, viene fondato il White Citizens' Council, associazione razzista contro l'integrazione.
1955 Emmett Till Il quattordicenne afroamericano Emmett "Bobo" Till viene brutalmente ucciso in una piccola cittadina del Mississipi per essersi rivolto ad una donna bianca in modo giudicato irriguardoso.
1955 Sarah Keys contro Carolina Coach Company A conclusione di una causa civile la Commissione Commercio Interstatale rinuncia alla dottrina del separati ma uguali e afferma il bando della segregazione sugli autobus interstatali.
1955 Montgomery Bus Boycott A Montgomery, in Alabama, Rosa Parks rifiuta di lasciare il proprio posto a sedere a un bianco sull'autobus cittadino. Inizia il Montgomery Bus Boycott.
1956 Massive resistance Il Senatore Harry F. Byrd dichiara la politica della totale resistenza alle politiche desegregazioniste dopo la sentenza Brown contro ufficio scolastico.
1956 Southern Manifesto 19 Senatori e 81 Deputati firmano un documento contro le politiche desegregazioniste nella scuola pubblica. Tra i firmatari le intere delegazioni parlamentari di Alabama, Arkansas, Georgia, Louisiana, Mississippi, Carolina del Sud e Virginia.
1956 Browder contro Gayle Il 4 giugno la Corte dell'Alabama sancisce l'incostituzionalità della segregazione razziale sugli autobus. È la vittoria di Rosa Parks e del Montgomery Bus Boycott.
1956 COINTELPRO L'FBI inizia un programma segreto per neutralizzare (anche con metodi illegali) la crescita dei movimenti radicali, soprattutto afroamericani e di sinistra. Sarà attivo fino al 1971.
1957 SCLC Ad Atlanta nasce la Southern Christian Leadership Conference che promuove l'integrazione attraverso la nonviolenza. Il suo leader è Martin Luther King.
1957 Little Rock crisis Il governatore dell'Arkansas mobilita la Guardia Nazionale per impedire a 9 studenti afroamericani di accedere alla Central High School. Il presidente Dwight D. Eisenhower risponde trasformando la Guardia Nazionale in un corpo federale e obbligandola a scortare i nove ragazzi a scuola.
1957 Civil Rights Act del 1957 Il presidente Dwight D. Eisenhower firma una legge per promuovere l'effettivo diritto di voto per tutti gli afroamericani.
1960 Sit-in di Greensboro A Greensboro quattro studenti afroamericani danno il via a un sit-in nonviolento contro la segregazione nelle tavole calde. In breve analoghe proteste si diffondono a macchia d'olio.
1960 SNCC A Raleigh nasce lo Student Nonviolent Coordinating Committee, molto attivo nell'organizzazione di sit-in e manifestazioni.
1960 Civil Rights Act del 1960 Il presidente Dwight D. Eisenhower firma una legge che istituisce ispezioni federali nei seggi elettorali e pene per chi ostacoli la registrazione nelle liste elettorali o l'esercizio del voto.
1961 Executive Order 10925 Il presidente John Fitzgerald Kennedy crea una commissione presidenziale per le pari opportunità, che in futuro diverrà l'Equal Employment Opportunity Commission.
1961 Freedom riders Il primo gruppo di freedom riders, attivisti contro la segregazione sugli autobus, sull'esempio del Journey of Reconciliation parte dalla capitale federale. Lungo il tragitto vengono aggrediti violentemente e arrestati per aver violato alcune Leggi Jim Crow statali.
1961 Interstate Commerce Commission Il 23 settembre, su pressione del presidente Kennedy, la Commissione Commercio Interstatale vara nuove regole per il trasporto pubblico. Dal 1 novembre dello stesso anno su ogni autobus interstatale compare un avviso che chiarisce che nessun posto a sedere è riservato in base a colore della pelle, credo religioso od origine nazionale.
1962 Executive Order 11063 Il presidente John Fitzgerald Kennedy emana un atto che vuole contrastare la segregazione abitativa vietando ogni discriminazione nell'acquisto e affitto di immobili.
1963 George Wallace Il 18 gennaio il nuovo governatore dell'Alabama, George Wallace, nel suo discorso di insediamento invoca "segregation now, segregation tomorrow, segregation forever" (segregazione ora, domani e sempre).
1963 Birmingham campaign A Birmingham la SCLC promuove una campagna di mobilitazione nonviolenta contro la discriminazione. Si susseguono sit-in, manifestazioni di bambini e campagne di acquisto selettive.
1963 March on Washington for Jobs and Freedom Il 28 agosto si tiene a Washington la Marcia per lavoro e libertà che termina di fronte al Lincoln Memorial dove Martin Luther King pronuncia il celberrimo discorso I have a dream.
1963 4 little girls Il 15 settembre il Ku Klux Klan fa esplodere una bomba in una chiesa battista di Birmingham durante la messa. L'esplosione ucciderà quattro bambine, cui Spike Lee dedicherà il documentario 4 Little Girls nel 1997.
1964 XXIV emendamento Il XXIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d'America abolisce le tasse elettorali per le elezioni federali.
1964 Freedom Summer Nello stato del Mississippi inizia una campagna per la registrazione dei neri nelle liste elettorali guidata da SNCC, NAACP, CORE e SCLC. Il locale governo, forze dell'ordine, White Citizens' Council e Ku Klux Klan si oppongono in ogni modo ricorrendo a intimidazioni, arresti, pestaggi, torture e omicidi.
1964 Organization of Afro-American Unity Il 28 giugno

Di seguito sono elencate alcune delle principali tappe del processo di conquista dei diritti civili per gli afroamericani nel periodo compreso tra la promulgazione del Voting Rights Act e i giorni nostri.
Data Avvenimento Descrizione
1966 Pantere Nere Il 15 ottobre Huey P. Newton e Bobby Seale fondano il movimento delle Black Panthers a Oakland. Lo scopo è promuovere il Black Power e la difesa delle comunità nere attraverso atti di agitazione sociale.
1966 Edward Brooke Edward Brooke viene eletto in Senato per lo Stato del Massachusetts. È il primo senatore nero dal 1881.
1967 Loving contro Virginia Il 12 giugno a Corte Suprema dichiara incostituzionale la legge di disciplina dei matrimoni della Virginia introdotto con il Racial Integrity Act nel 1924. La sentenza pone fine a qualsiasi restrizione legale razzista ai matrimoni negli Stati Uniti.
1967 Thurgood Marshall Il 13 giugno Thurgood Marshall è il primo afroamericano a entrare a far parte della Corte Suprema degli Stati Uniti.
1967 Indovina chi viene a cena? Esce il film Guess Who's Coming to Dinner che affronta l'argomento del matrimonio misto che, malgrado la sentenza Loving contro Virginia, rimaneva ancora tabù per molti statunitensi.
1968 Massacro di Orangeburg L'otto febbraio a Orangeburg la polizia apre il fuoco contro quasi 200 manifestanti antisegregazionisti. Tre di loro vengono uccisi e 27 feriti, per lo più colpiti alla schiena.
1968 Assassinio di Martin Luther King Il 4 aprile, a Memphis, Martin Luther King viene ucciso dai colpi di arma da fuoco di James Earl Ray.
1968 Civil Rights Act del 1968 L'undici aprile il presidente Lyndon B. Johnson firma la legge nota anche come Fair Housing Act contro ogni discriminazione nell'ambito di vendita e locazione di edifici.
1968 Julia Inizia la serie televisiva Julia, la prima sitcom della televisione statunitense ad avere per protagonista un'afroamericana, interpretata dall'attrice Diahann Carroll.
1968 Pugni guantati alle Olimpiadi Ai Giochi della XIX Olimpiade il primatista Tommie Smith e John Carlos, arrivati primo e terzo nei 200 metri piani, salgono sul podio ed esibiscono il pugno alzato con guanti neri, simbolo del Black power.
1968 Umiliati per forza maggiore Il 22 novembre, grazie all'episodio di Star Trek Umiliati per forza maggiore, la televisione statunitense mostra il primo bacio interraziale tra Nichelle Nichols e William Shatner.
1972 Shirley Chisholm La deputata democratica Shirley Chisholm è la prima persona di colore a correre per la presidenza degli Stati Uniti.
1972 Luke Cage Il personaggio dei fumetti Luke Cage esordisce nel primo numero di Hero for Hire. Sarà il primo personaggio afroamericano della Marvel ad ottenere una sua serie personale.
1975 Richard Ward Nella serie televisiva Starsky and Hutch, Richard Ward interpreta per la prima volta il ruolo di un afroamericano che ha un ruolo di comando sui bianchi.
1977 Andrew Young Il presidente Jimmy Carter nomina Andrew Young ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite. È il primo afroamericano a ricoprire tale incarico.
1978 Università della California contro Bakke La Corte Suprema bandisce il sistema delle quote razziali nell'ammissione ai college statunitensi ma conferma la validità dei programmi per favorire la parità d'accesso per le minoranze.
1983 Guion Bluford Il 30 agosto il colonnello Guion Bluford, a bordo dello Space Shuttle Challenger, diventa il primo afroamericano statunitense ad andare nello spazio.
1983 Alice Walker Con il romanzo Il colore viola, Alice Walker è la prima afroamericana a vincere il Premio Pulitzer.
1984 I Robinson La NBC inizia la programmazione dei Robinson, prima sitcom di largo successo su una famiglia afroamericana.
1984 Jesse Jackson Il leader antisegregazionista Jasse Kackson si candida per la prima volta alle primarie del Partito Democratico.
1986 Martin Luther King Day Il 15 gennaio viene festeggiato per la prima volta il Martin Luther King Day, introdotto come festa nazionale da una legge del 1983. Alcuni Stati fanno però resistenza rispetto alle celebrazioni, cambiando nome all'evento o accompagnandola ad altre festività . Sarà osservato ufficialmente da tutti gli Stati soltanto nel 2000.
1988 Civil Rights Restoration Act Con il Civil Rights Restoration Act viene stabilito che i soggetti che beneficiano di fondi federali devono applicare le leggi sui diritti civili in ogni campo e non solo nel particolare programma o nella specifica attività per cui percepiscono i fondi stessi.
1989 Douglas Wilder Il democratico Douglas Wilder diventa Governatore della Virginia. È il primo afroamericano ad essere eletto Governatore di uno Stato (e il secondo ad esercitare tale carica dopo P. B. S. Pinchback, diventato governatore pro tempore della Louisiana nel 1872).
1989 Colin Powell Il 1 ottobre Colin Powell è il primo afroamericano nominato alla guida degli Stati maggiori militari (Chairman Chiefs of Staff).
1991 Rodney King Un videoamatore riprende il violento pestaggio subito da Rodney King, un tassista afroamericano fermato per eccesso di velocità, ad opera di quattro agenti della polizia di Los Angeles. Il filmato, trasmesso dai maggiori network statunitensi e mondiali, causò gravi disordini e fece tornare d'attualità il tema del razzismo negli Stati Uniti.
1992 Rivolta di Los Angeles Il 29 aprile, in seguito al pestaggio di Rodney King, scoppia la rivolta di Los Angeles. L'iniziale inazione della polizia fa degenerare la protesta e per diversi giorni, fino al 4 maggio, la metropoli è oggetto di saccheggi, omicidi a sfondo razziale, missioni punitive e atti vandalici.
1992 Enlightened Racism Nel libro Enlightened Racism gli autori Sut Jhally e Justin Lewis usano il grande successo dei Robinson per sostenere la tesi che i neri che non raggiungono un'affermazione sociale devono incolpare sé stessi, minimizzando l'influenza del razzismo negli Stati Uniti di quegli anni.
1995 Million Man March Il 16 ottobre a Washington si tiene un'enorme manifestazione indetta dal reverendo Louis Farrakhan, leader della Nation of Islam.
1998 Omicidio di James Bird Il 7 giugno, a Jasper, in Texas tre uomini uccidono l'afroamericano James Byrd legandolo al proprio pick-up e trascinandolo per tre miglia. Il brutale assassinio non ha altra motivazione che l'odio razzista.
2001 Colin Powell Segretario di Stato Colin Powell è il primo afroamericano a diventare Segretario di Stato.
2008 Barack Obama Il senatore afroamericano Barack Obama, uscito vincente dalle primarie del Partito Democratico, accetta la nomination per la presidenza degli States.
2009 Barack Obama presidente Il 4 novembre 2008 Barack Obama vince le elezioni. Il 20 gennaio 2009 si insedia alla Casa Bianca diventando il quarantaquattresimo Presidente degli Stati Uniti.
intermezzo intermezzo 03/04/2009 ore 14.30.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

linx scrive:
questo sempre insulta indisturbato da un mese
complimenti ai moderatori.


Grazie per tutto quello che fai per noi. Sei impagabile. Anche se ti aspetto sempre tutte le volte che mi danno dell'imbecille, dell'idiota, del lobotomizzato e via dicendo, e non arrivi mai in mio aiuto. Uffa. Ma forse è perchè hanno ragione.
linx linx 03/04/2009 ore 14.31.38
segnala

(Nessuno)RE: foggia.

Qui siamo arrivati all'Apartheid.
Siamo il nuovo Sud Africa.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.