Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Lord.Goring Lord.Goring 25/03/2011 ore 16.20.57
segnala

(Nessuno)Nucleare e sicurezza...

Come comprensibile, a seguito dell'incidente accorso alla centrale di Fukushima, è tornato alla ribalta il tema della sicurezza del nucleare.

Di fatto ci siamo trovati difronte ad un terremoto spaventoso che ha messo in ginocchio alcuni reattori ormai vecchi e obsoleti inducendo problemi sia per l'aumento della pressione interna ai reattori, sia nel raffreddamento del combustibile "fresco" e di quello esausto.

La Tepco è da giorni messa sotto accusa per i presunti silenzi riguardati la reale situazione nella centrale, sia per gli incidenti e gli scandali avvenuti prima del terremoto.

Quanto alla reale situazione all'interno dei reattori, oltre ai soliti insabbiamenti del caso, è anche ragionevole credere che nemmeno gli stessi 50 tecnici rimasti sul posto sappiano cosa sta realmente accadendo. Di fatto la situazione resta imprevedibile per tutti ma è probabile che occorreranno settimane per capire la reale entità dei danni. Quello che si può fare oggi è una stima basata sulle informazioni che ci giungono giornalmente.

Quanto invece alle bugie della Tepco, c'è da ricordare che proprio nella centrale di Fukuashima aveva cercato di nascondere diverse anomalie riscontrate nei tubi di raffreddamento e persino nel Vessel. Inoltre alla Tepco nel 2002 era stato imposto di spegnere tutti i reattori per completare esami sulla sicurezza a seguito di alcuni dati falsificati.

Ora le cose che mi preme sottolineare sono essenzialmente due:

1. Come ho già ripetuto innumerevoli volte, nemmeno il personale qui qualificato del mondo può fare nulla difronte agli interessi economici di una società.

2. Nella fattispecie, la Tepco, è solo un nome tra tante società mondiali che si comportano esattamente in questo modo.

Con questo voglio dire che l'industria nucleare mondiale è da sempre caratterizzata da questo genere di episodi. Oggi si parla del Giappone e della Tepco, prima si parlava di Chernobyl e prima ancora Three Mile Island e Sellafield. Tutti incidenti molto noti balzati alle cronache. Ma la verità è che il reale problema del nucleare, da cui poi scaturiscono anche gli incidenti, è la cattiva gestione, la leggerezza, gli interessi economici e politici e la menzogna perpetrata sull'ignoranza della gente!

Parliamo per esempio dell'incidente di Chernobyl. All'epoca dei fatti la centrale di Chernobyl era ritenuta il fiore all'occhiello dell'Unione Sovietica e i reattori RBMK rivoluzionari per i risparmi. Dopo l'incidente si venne a sapere che la centrale non rispettava nemmeno gli standard più basilari di sicurezza, sia per la struttura che per la gestione dell'impianto. E ovviamente non scordiamo gli errori di progettazione del reattore stesso.

A seguito di questo incidente sono state fatte due conferenze con i più grandi scienziati mondiali. Alla fine di tutto questo non esiste nessuna pubblicazione su un reale studio sui danni prodotti dall'incidente a lungo termine. Il che significa che sono stati accertati un certo numero di morti e un certo numero di malati. Tuttavia la OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) non ha mai stilato un reale rapporto riguardante l'incidenza sul genoma umano causato dalle radiazioni e rapportato alle generazioni successive. A capo di tutta la gestione del post-Chernobyl vi è la IAEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica).

Ma secondo voi, un'agenzia preposta per promuovere l'uso del nucleare civile, che interesse può mai avere a far si che i danni a lungo termine di un incidente nucleare siano noti a tutti?

Ma anche parlando nel piccolo, ovvero di quelle anomalie che corrispondo al livello 1 o 2 della scala INES, non credete che ci sia un reale riscontro certificato. Per esempio, oggi parliamo comunemente di un "livello di rischio accettabile" basato su un assorbimento di 1 millisievert/anno. Ora qualcuno potrebbe pensare che significhi: zero morti. Ma questo non è assolutamente vero. Si tratta si un certo numero di morti per un numero X di abitanti, siano essi dovuti alle centrali piuttosto che alle scorie. Ciò rende questo dato soltanto un criterio economico di accettabilità del rischio conosciuto.

L'unico reale studio sulle conseguenze della bassa radioattività è stato fatto in Germania ed ha evidenziato una maggiore incidenza di leucemie infantili nei bambini che vivono nei pressi delle centrali. Ora, è ragionevole imputare questo dato alle "emissioni legali" delle centrali o dobbiamo basarci sulla casualità o su fonti di rischio sconosciute?

Io qui dentro mi batto, non pro o contro il nucleare, mi batto perchè questi fatti e stratagemmi possano essere compresi da tutti.

Siccome poi mi dite che sono di parte, la Svizzera ha tre reattori PWR a Beznau e Mühleberg che sono persino più vecchi e obsoleti di quelli giapponesi. Ora, posto che è "impossibile" che da noi possa verificarsi un terremoto come quello del Giappone, credete forse che non siamo anche immuni dall'errore umano? Dal manchevolezza oggettiva dell'impianto? Dalla cattiva gestione? La risposta è no! E tutte queste cose, in caso di incidenti più o meno gravi, balzerebbero istantaneamente alle cronache! Ma perchè aspettare un incidente per dire come stanno le cose?

Poi leggo qui dentro frasi tipo: ma se scoppia una centrale in Francia o in Svizzera ci siamo dentro anche noi che non c'entriamo nulla. Ma credete per caso di essere al sicuro nel vostro Stato? Avete delle centrali spente che sono certamente immuni da un'esplosione nucleare ma non da un'esplosione chimica o da un normalissimo incendio che potrebbe interessare il combustibile esausto. Svegliatevi che nelle vostre centrali c'è uranio, plutonio, grafite e altri prodotti transuranici pericolosissimi che posso contaminare l'ambiente esterno senza che il reattore sia in funzione.

Poi mi ritrovo a scrivere un topic in cui faccio presente che in Italia una persona totalmente incompetente in ambito nucleare è stata messa a capo di una società che si occupa di decontaminazione e decommissionig e mi viene risposto che non dobbiamo stupirci perchè tanto in Italia funziona così, che tanto sono cose sono normali. Mi scuserete ma di fronte a queste a me cadono i coglioni.

Prossimamente arriverà un topic sulle scorie e la loro gestione.

Per il momento... ad maiora!

finedelmondo65 finedelmondo65 25/03/2011 ore 16.35.46
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

SCUSA LORD CREDO CHE SUL FATTO CHE LE CENTRALI NUCLEARI INQUININO SIA UN FATTO.
IN FRANCIA NEL RAGGIO DI 5 KM DA UNA CENTRALE LE RADIAZIONI SONO 5 VOLTE PIU' ALTE DELLA SOGLIA MINIMA.
IN SUISSERA SIETE BEN MESSI IN FIN DEI CONTI SONO 500 ANNI CHE NON FATE GUERRE.
ANZI NE AVETE BENEFICIATO.
PER TORNARE AL NUCLEARE COMUNQUE TI CHIEDO DOVE VANNO A FINIRE I RIFIUTI RADIOATTIVI SVIZZERI (LO DOVRESTI SAPERE VIST CHE SEI SOSTENITORE DELLA CAUSA)IN ITALIA APRIRE O COSTRUIRE NUOVE CENTRALI CON LA MAFIA PRESENTE SUL TERRITORIO E' DA KAMIKAZE.
CONCLUDO DICENDO BEATO TE CHE STAI IN SVIZZERA.
OROLOGI SIMBOLO DI PRECISIONE.
Lord.Goring Lord.Goring 25/03/2011 ore 17.02.49
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

finedelmondo65 scrive:
SCUSA LORD CREDO CHE SUL FATTO CHE LE CENTRALI NUCLEARI INQUININO SIA UN FATTO.

Una centrale nucleare non emette CO2 almeno per quanto riguarda i processi di fissione. Per tutto il resto preferisco parlare di "materiale critico" per non fare confusione.


PER TORNARE AL NUCLEARE COMUNQUE TI CHIEDO DOVE VANNO A FINIRE I RIFIUTI RADIOATTIVI SVIZZERI (LO DOVRESTI SAPERE VIST CHE SEI SOSTENITORE DELLA CAUSA)

Sostenitore della causa, in che senso?

In ogni caso, la Svizzera sta avviando un progetto per un deposito geologico di scorie radioattive. Un deposito permanente per le scorie è stato bocciano da un referendum nei cantoni Nidvaldo, Berna, San Gallo.

Ad oggi alcune tonnellate di combustibile sono state inviate a Sellafield e La Hague. Il resto delle scorie è gestito dalla Zwilage e viene contenuto in depositi intermedi nei pressi delle centrali esistenti, per esempio presso Würenlingen.

Lord.Goring Lord.Goring 25/03/2011 ore 18.56.05
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

Che sia già passato di moda l'argomento "nucleare"?

Mah, sarà colpa della guerra in Libia...

:clava

CoolFace CoolFace 25/03/2011 ore 19.06.09
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

Avete mai messo un cellulare vicino ad un sensore che rileva la radioattività? Io sì: vedeste come schizza!

Bella gente gli svizzeri, dev'essere la mentalità calvinista....
finedelmondo65 finedelmondo65 25/03/2011 ore 19.11.59
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

Lord.Goring scrive:
SCUSA LORD CREDO CHE SUL FATTO CHE LE CENTRALI NUCLEARI INQUININO SIA UN FATTO.
Una centrale nucleare non emette CO2 almeno per quanto riguarda i processi di fissione. Per tutto il resto preferisco parlare di "materiale critico" per non fare confusione.



PER TORNARE AL NUCLEARE COMUNQUE TI CHIEDO DOVE VANNO A FINIRE I RIFIUTI RADIOATTIVI SVIZZERI (LO DOVRESTI SAPERE VIST CHE SEI SOSTENITORE DELLA CAUSA)
Sostenitore della causa, in che senso?

In ogni caso, la Svizzera sta avviando un progetto per un deposito geologico di scorie radioattive. Un deposito permanente per le scorie è stato bocciano da un referendum nei cantoni Nidvaldo, Berna, San Gallo.

Ad oggi alcune tonnellate di combustibile sono state inviate a Sellafield e La Hague. Il resto delle scorie è gestito dalla Zwilage e viene contenuto in depositi intermedi nei pressi delle centrali esistenti, per esempio presso Würenlingen.

lord resto del mio parere e come hai detto tu solo la norvegia o la svezia hanno iniziato un progetto per seppellire le scorie radioattive.in svizzera che conosco bene sicuramente stanno a fare quello che dici tu.
beati gli svizzeri che campano con le vacche
Carlitoswai.70 Carlitoswai.70 25/03/2011 ore 19.12.52
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

@ Lord.Goring:

non fa una grinza, ora una domanda vorrei fartela.
ma tu come fai a sapere tutte queste cose? è forse la tua attività?

ciao
A.Levante A.Levante 25/03/2011 ore 19.19.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

@ Carlitoswai.70:

ti rispondo io per Lord, sì è la sua attività o per lo meno sono i suoi studi, è ingengere nucleare, lo ha già detto più volte :-))


:ciao
Lord.Goring Lord.Goring 25/03/2011 ore 19.23.20
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

finedelmondo65 scrive:
lord resto del mio parere e come hai detto tu solo la norvegia o la svezia hanno iniziato un progetto per seppellire le scorie radioattive.in svizzera che conosco bene sicuramente stanno a fare quello che dici tu.

Avevo intenzione di parlare delle scorie ma poi il topic sarebbe stato troppo lungo e soporifero!

Comunque domani o nei prossimi giorni ne scriverò uno sulle scorie radioattive e la loro gestione. Ovviamente anche sui depositi geologici.

MalaSalus MalaSalus 25/03/2011 ore 19.23.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Nucleare e sicurezza...

A.Levante scrive:
@ Carlitoswai.70:

ti rispondo io per Lord, sì è la sua attività o per lo meno sono i suoi studi, è ingengere nucleare, lo ha già detto più volte smile

però digli anche che i suoi due ani sono miei e che sono geloso :lamentino che non si permetta di adescare il mio svizzero preferito :shy
15548208
A.Levante scrive: @ Carlitoswai.70: ti rispondo io per Lord, sì è la sua attività o per lo meno sono i suoi studi, è ingengere...
Risposta
25/03/2011 19.23.50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.