Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

pinch8 22/04/2011 ore 10.12.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

Ne sono convinti in Svezia dove si cerca di imperdire l’eutrofizzazione del Mar Baltico con pompe alimentate dall’energia eolica che immettono ossigeno in mare

I ricercatori della Göteborgs Universitet, in Svezia, stanno dimostrando come la tecnologia sia in grado di riportare la vita nelle profondità marine. Preoccupati dal fatto che alcune aree del Mar Baltico mostrano segni di eutrofizzazione, Anders Stigebrandt e i suoi colleghi del Dipartimento di Scienze della Terra, hanno pensato di pompare ossigeno nelle acque, sperando così di creare condizioni favorevoli allo sviluppo di nuovi ecosistemi. A questo scopo, si è realizzata una grande pompa alimentata dall’energia del vento e posizionata nel Baltico, in mare aperto. «L’idea dell’ossigenazione – spiegano gli scienziati svedesi – deriva dalla natura stessa e il metodo che abbiamo ideato può essere paragonato alla creazione di zone umide sulla superficie terrestre».

Le acque del Mar Baltico sono oggi poverissime di ossigeno. L’elemento che vi viene immesso artificialmente, attraverso un effetto biochimico, si lega a grandi quantità di fosforo e, se l’ossigenazione verrà protratta per un lungo periodo di tempo, i ricercatori sono convinti che porterà molte specie ittiche a stabilirsi nei fondali. La pompa ha la capacità di convogliare 30 metri cubi di acqua al secondo ed è ora in fase di sperimentazione.
8109350
Ne sono convinti in Svezia dove si cerca di imperdire l’eutrofizzazione del Mar Baltico con pompe alimentate dall’energia eolica...
Discussione
22/04/2011 10.12.08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
pinch8 pinch8 22/04/2011 ore 10.15.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

Questi sono gli sforzi che si comincia a fare per mettere delle "pezze" ai danni agli ecosistemi e farli tornare, per quel che si può, a come erano prima.

Invece poi arriva semplicemente una catastrofome come quella della PB nel Golfo del Messico o come una centrale Cucleare per distruggere forse anche irrimediabilmente tutto.

Per non parlare anche di alcuni nostri stili di vita non molto sostenibili.

Queste cose dovrebbero farci davvero riflettere invece di continuare nella stessa condotta e quindi essere "miopi"
pinkf.loyd78 pinkf.loyd78 22/04/2011 ore 10.21.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

pinch8 scrive:
Göteborgs


Mio padre ha vissuto proprio a Götebörg.

Interessante l'articolo.
pinkf.loyd78 pinkf.loyd78 22/04/2011 ore 10.23.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

pinch8 scrive:
Invece poi arriva semplicemente una catastrofe come quella della PB nel Golfo del Messico


Catastrofe per mano d'uomo. Puntualizziamo.

pinkf.loyd78 pinkf.loyd78 22/04/2011 ore 10.24.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

pinch8 scrive:
Le acque del Mar Baltico sono oggi poverissime di ossigeno. L’elemento che vi viene immesso artificialmente, attraverso un effetto biochimico, si lega a grandi quantità di fosforo e, se l’ossigenazione verrà protratta per un lungo periodo di tempo, i ricercatori sono convinti che porterà molte specie ittiche a stabilirsi nei fondali. La pompa ha la capacità di convogliare 30 metri cubi di acqua al secondo ed è ora in fase di sperimentazione.


Ho letto qualcosa del genere anche sulla stampa finlandese...
pinkf.loyd78 pinkf.loyd78 22/04/2011 ore 10.28.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Eutrofizzazione

Il termine eutrofizzazione, indica una condizione di ricchezza di sostanze nutritive in un dato ambiente, in particolare una sovrabbondanza di nitrati e fosfati in un ambiente acquatico.

Oggi viene correntemente usato anche per indicare le fasi successive del processo biologico conseguente a tale arricchimento, vale a dire l'eccessivo accrescimento degli organismi vegetali che si ha per effetto della presenza nell'ecosistema acquatico di dosi troppo elevate di sostanze nutritive come azoto, fosforo o zolfo, provenienti da fonti naturali o antropiche (come i fertilizzanti, alcuni tipi di detersivo, gli scarichi civili o industriali), e il conseguente degrado dell'ambiente divenuto asfittico.
L'accumulo di elementi come l'azoto e il fosforo causa la proliferazione di alghe microscopiche che, a loro volta, non essendo smaltite dai consumatori primari, determinano una maggiore attività batterica; aumenta così il consumo globale di ossigeno, e la mancanza di quest'ultimo provoca alla lunga la morte dei pesci.

Questo fenomeno è stato riconosciuto come un problema di inquinamento in Europa e in America del Nord verso la metà del XX secolo e da allora si è andato sviluppando.

Negli ambienti acquatici si nota un notevole sviluppo della vegetazione e del fitoplancton. Il loro aumento numerico presso la superficie dello specchio d'acqua comporta una limitazione degli scambi gassosi (e quindi anche del passaggio in soluzione dell'ossigeno atmosferico). Inoltre, quando le alghe muoiono vi è una conseguente forte diminuzione di ossigeno a causa della loro decomposizione ed i processi di putrefazione e fermentazione associati liberano grandi quantità di ammoniaca, metano e acido solfidrico, rendendo l'ambiente inospitale anche per altre forme di vita. Al posto dei microrganismi aerobici (che hanno bisogno di ossigeno) subentrano quelli anaerobici (che non hanno bisogno di ossigeno) che sviluppano sostanze tossiche e maleodoranti.
Alcuni effetti negativi dell'eutrofizzazione sono:

aumento della biomassa di fitoplancton
sviluppo di specie tossiche di fitoplancton
aumento della quantità di alghe gelatinose (mucillaggini)
aumento delle piante acquatiche in prossimità dei litorali
aumento della torbidità e del cattivo odore dell'acqua
diminuzione della quantità di ossigeno disciolto nell'acqua
diminuzione della diversità biotica

scomparsa di alcune specie ittiche pregiate (i salmonidi).

Per contrastare l'eutrofizzazione sono necessari interventi che riducano gli afflussi di nutrienti ai corpi idrici (riduzione dei fertilizzanti in agricoltura, depurazione degli scarichi civili ed industriali, trattamento delle acque di scolo delle colture tramite agenti sequestranti ed impianti di fitodepurazione). Si ritiene che il riscaldamento globale contribuirà a peggiorare il fenomeno dell'eutrofizzazione. Il riscaldamento delle acque superficiali, infatti, fa diminuire la solubilità dei gas (e quindi anche dell'ossigeno).
15636682
Il termine eutrofizzazione, indica una condizione di ricchezza di sostanze nutritive in un dato ambiente, in particolare una...
Risposta
22/04/2011 10.28.17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
pinch8 pinch8 22/04/2011 ore 12.46.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

pinkf.loyd78 scrive:
Ho letto qualcosa del genere anche sulla stampa finlandese...



Naturalmente sulla stampa italiana non esiste nulla di tutto ciò a livello d'informazione. Solo se vai su siti che io visito che sono specifici e in parte scientifici allora trovi certe notizie.

Questa è l'ignoranza italiana.

Ti mettono o Calcio o Gossip o Gialli vari come notizie, il resto che ci dovrebbe interessare un po di più di queste superficialità... nulla di nulla!

...POVERA ITALIA!!!
pinch8 pinch8 22/04/2011 ore 12.51.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

@ pinkf.loyd78:


ma hai fatto una ricerca o è tutta farina del tuo sacco quello che hai scritto su?
comunque sia, complimenti e grazie per la tua spiegazione del problema... GRAZIE!
pinch8 pinch8 22/04/2011 ore 14.08.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mar Baltico: l'ossigenazione ne riporterà in vita le profondità

@ pinkf.loyd78:

hai letto questa?

http://www.zeroemission.tv/Inquinamento/Metilmercurio-nel-Pacifico-in-aumento-costante-negli-ultimi-120-anni/news/12050.phtml

Riguarda il costante aumento del Metilmercurio nel Pacifico negli ultimi 120 anni

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.