Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Promethian Promethian 29/04/2011 ore 00.58.59
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Sul nucleare, in generale, ho una serie di obiezioni che riporto di seguito:

- eliminare le scorie, quando anche fattibile, è un processo costoso, delicato, e non credo a chi mi parla di 1mg al giorno.
- l'uranio sta finendo. Attualmente ne disponiamo perchè viene recuperato dalle vecchie atomiche. Anche in questo caso, la prospettiva di vita è circa la stessa del petrolio. Durerà forse 50 anni in più
- il passato nucleare dell'Italia registrava un incidente al giorno, in media.
- ritengo sbagliata la decisione di Obama, che si comporta come leader di una potenza egemone, ma se ne sbatte del resto del mondo, come del resto fanno tutti i fottuti yankees.
- non esistono zone sicure in Italia.
- la mafia italiana ha infiltrazioni ovunque. Soprattutto in ambito edile. Aggiungo che la nostra mafia non è la yakuza giapponese. Gli yakuza sono patriottici, e non scherzo. Hanno un proprio codice d'onore, di merda, è chiaro, ma sono giapponesi. Si sentono parte della razza eletta, e piuttosto che minare il sacro suolo si infilano la katana nel culo. Non è un caso se molti rifiutano di spacciare droghe sintetiche nei loro club. I nostri mafiosi, beh, basti leggere Gomorra, o guardare Napoli.
- il popolo si era anche già espresso al riguardo...

Io sono futurista. Non ho paura della tecnologia, semmai la cavalco, e mi fanno schifo i luddisti e i classicisti. Ma c'è differenza fra abbracciare il futuro e mettersi a 90 di fronte ai soliti vecchi poteri.
bbwroma bbwroma 29/04/2011 ore 01.05.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Promethian scrive:
leggere Gomorra


magari mi sbaglio ma non credo che chi è a favore del nucleare abbia letto gomorra o lo consideri una fonte attendibile
E' passato qualche anno da che l'ho letto e non ho ancora dimenticato quello a cui si sono cotti gli occhi ed i bambini issati per arrivare ai pedali perché gli adulti quel lavoro lì non lo volevano fare più.

siamo veramente incapaci di costruire velocemente ed in sicurezza, senza fare intervenire la mafia. fare il nuclare qui è una stupidaggine, non si da modo di gestire a chi ha dimostrato per decenni che non lo sa fare.

ma partendo dall'inizio basta pensare che il principio di tutto è in esaurimento, non si investe su una cosa che sai che non ha futuro
opa.bu opa.bu 29/04/2011 ore 01.17.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
PULIAMO PRIMA IL PAESE DAGLI SCIACALLI & DAI RISPARMIATORI DI REGOLE


:-) Questo significa no a nucleare in eterno !!! :many :many
ilmagoserio ilmagoserio 29/04/2011 ore 08.33.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Nel 3d di Arlina ho detto chiaramente che per me potrebbero costruire una centrale pure di fianco al Duomo di Milano (abito a Milano città).
Come vedi non ho problemi ad ammetterlo e non mi nascondo dietro ad un dito.
A parte l'assicurazione sulla vita e investire in energie pulite non mi hai detto ancora perchè sei contro


Io sono contrario al nucleare perchè è un sistema di produrre energia che produce scorie pericolose di difficile stoccaggio e smaltimento. In caso di incidente risulta molto pericoloso per le persone e per l'ambiente per almeno 50 anni.

La Francia che ha 19 CENTRALI E 58-59 REATTORI oggi sta pagando le conseguenze sulla popolazione. Lady vai pure a chiedere a una mamma francese che ha figli se si sente SICURA del nucleare. Oltre alla paura di qualche attacco terroristico.

Non vale più la pena. Cambiare idea non è da INFAMI ma da persone ragionevoli.
Carlitoswai.70 Carlitoswai.70 29/04/2011 ore 09.27.50
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Per rendere al meglio, però, necessita di condizioni specifiche, che siano incentrate sulla sicurezza delle Centrali e sull'efficienza piena dei reattori e del processo di lavorazione.




avevo dubbi in merito e li ho ancora. chi mi garantisce al 100x100 che la centrale, a causa di fattori esterni o di difetti interni, oppure di omessa sorveglianza, non impazzisca e ci presenti un conto mortale?

biscottinidolci biscottinidolci 29/04/2011 ore 09.50.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Un Paese come il nostro, in cui le norme di sicurezza sono un optional e le infiltrazioni malavitose sono la regola, ho seri dubbi che una CN sia sicura e funzionante. Parer mio, PULIAMO PRIMA IL PAESE DAGLI SCIACALLI & DAI RISPARMIATORI DI REGOLE, le basi per un investimento sicuro ed efficiente sono quelle.


NO AL NUCLEARE
proponiamo un referendum al contrario: “Cari paesi confinanti, conoscendoci, vorreste centrali nucleari in Italia?
Duca.theKnight Duca.theKnight 29/04/2011 ore 09.50.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ilmagoserio scrive:
Io voglio il NUCLEARE vicino a casa delle persone che sono a favore


Ci sto e senza indugio! Per par condicio io chiedo che tutti ROM ed anche gli extracomunitari in arrivo coi barconi vengano piazzati nelle strette vicinanze di coloro che abitualmente li difendono.
elnick elnick 29/04/2011 ore 09.53.06
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
il nucleare è necessario
(aggiungo io: in un paese come l'Italia poi senza risorse energetiche proprie in cui paghiamo le bollette 30% in più rispetto agli altri paesi proprio per l'assenza del nucleare).
COSA PENSO IO....
Il nucleare E'l'unica fonte di energia pulita che può soddisfare appieno il bisogno energetico di un paese.
Senza danneggiare poi il nostro Pianeta come fanno ad esempio le centrali a gas che producono ogni giorno tonnellate di gas serra che si riversano nell'atmosfera producendo l'effetto serra che sta facendo morire di caldo la Terra.
Le scorie
A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.
Concludendo
Il nucleare è un rischio? Ogni cosa nella vita ha rischi più o meno gravi.
E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.


racchiude un po' tutte le tesi in favore del nucleare, non tiene conto però di una quantità di fattori non trascurabili.

Il problema delle scorie è progressivo. Se anche sono poche quelle prodotte durante la vita utile di una centrale nucleare occorre infinitamente di più della vita di una centrale nucleare per la loro decantazione, e quindi si verificherebbe nel tempo un accumulo che porterebbe ad essere le scorie un problema non piccolo. Si tratta quindi di un processo che rinvia ad un lontano futuro il problema, nella speranza che per allora si sia trovata una soluzione, rinviare un problema però non significa risolverlo.

La possibilità di ricavare energia dalle scorie poi ad oggi è solo un'ipotesi, non una certezza.

La disponibilità di materiale per le centrali al momento è ipotetica, nello stato in cui viene attualmente sfruttato non basterebbe a sostituire il petrolio nemmeno oggi, le scorte previste per 50 anni sono infatti A CONSUMI ATTUALI. E' vero che si può trovare il modo di ricavarlo in quantità maggiore da altri giacimenti e componenti, ma di nuovo siamo solo nel campo delle ipotesi.

Lo stesso progetto di costruzione delle centrali nucleari italiane, ammesso e non concesso che mai venga realizzato, non soddisferebbe che una minima parte del nostro fabbisogno di energia e sarebbe ben lontano dall'aver risolto il problema.

in altri termini quello che molti nuclearisti spacciano come sano realismo sono invece semplici ipotesi e scomesse su un futuro del tutto incerto e imponderabile, nè più e nè meno di quanti ritengono di scommettere sullo sviluppo di fonti alternative quali l'eolico il solare, ecc. le quali peraltro hanno un dato incontestabile a loro favore: si tratta di fonti effettivamente inesauribili per quanto attiene la prospettiva di durata della specie umana.


a me pare comunque che l'unica ipotesi realmente percorribile oggi è risparmiare energia. Spiegare ai cittadini che non è affatto vero che il fabbisogno energetico deve continuare a crescere, razionalizzarne l'utilizzo e ridurre gli enormi sprechi attuali, non è purtroppo realistico dal punto di vista politico, meglio illudere gli elettori con la prospettiva di una panacea universale, e il nucleare alla bisogna funziona perfettamente, tra un disastro e l'altro.

Carlitoswai.70 Carlitoswai.70 29/04/2011 ore 09.54.10
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Duca.theKnight scrive:

Ci sto e senza indugio! Per par condicio io chiedo che tutti ROM ed anche gli extracomunitari in arrivo coi barconi vengano piazzati nelle strette vicinanze di coloro che abitualmente li difendono.





cavolo, in questo modo la rovini subito, sai, a volte certe materie sono deleterie per le barre...:-)
mistergianni mistergianni 29/04/2011 ore 10.14.05
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Cernobyl

Fukushima


Evacuati gli abitanti in un raggio di 30 km dalla centrale...

non hanno evacuato tutta l'Ucraina nemmeno tutto il Giappone...


Quindi la distanza dalla centrale fa differenza????


Se invece non fa differenza...


perchè molti presidenti di regione

non le vogliono nel territorio dove governano????

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.