Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

robi97O robi97O 29/04/2011 ore 20.22.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

perdona lady, ma ho l'impressione ke alcuni x negare l'evidenza riescano pure a dar ragione a questo :sbong
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 20.31.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ robi97O:

Io non lo conosco, l'ho sentito solo parlare due minuti ieri (per questo ho messo il link che riprende il suo pensiero in merito) e ha detto tutt'altro...e cmq voglio sottolineare che il mio thread parla principalmente del mio pensiero riguardo al nucleare.
robi97O robi97O 29/04/2011 ore 20.37.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Io non lo conosco, l'ho sentito solo parlare due minuti ieri (per questo ho messo il link che riprende il suo pensiero in merito) e ha detto tutt'altro...e cmq voglio sottolineare che il mio thread parla principalmente del mio pensiero riguardo al nucleare.
sì, sì... NON voleva essere un attacco alla tua persona :inchino


pensavo solo ke alla fine ci sarà pure ki crederà ke abbia detto il vero
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 20.38.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

robi97O scrive:
pensavo solo ke alla fine ci sarà pure ki crederà ke abbia detto il vero


Come si può credere a quelle parole???
Si sarà drogato evidentemente....
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 13.57.48
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
il nucleare è necessario

In effetti non appartengo alla categoria dei visionari che parlano di un mondo fatto di energia alternative, pulite e tanto solo e tanti prati per tutti. In realtà sono assolutamente d'accordo che il nucleare sia ad oggi necessario. Lo dico perchè palesemente, anche a causa del nostro stesso stile di vita, non è assolutamente possibile pensare di spegnere tutti i reattori.

Purtroppo sono estremamente contrario al fatto che il nucleare sia il futuro. E soprattutto sono contrario a pensare che il nucleare di oggi sia il futuro energetico. Viene da sè che sono assolutamente contrario alla realizzazione di nuove centrali che altro non fanno che assecondare una domanda con una tecnologia che ancora oggi ha numerosissimi lati oscuri.


E'l'unica fonte di energia pulita che può soddisfare appieno il bisogno energetico di un paese.

Come ho già più volte avuto modo di dire, una centrale nucleare non è inquinante dal punto di vista dell'emissione di CO2 ma forse non sai che per funzionare necessita del combustibile nucleare e le fasi di estrazione, frantumazione, fabbricazione del combustibile e arricchimento necessitano di quantità considerevoli di combustibile fossile e quindi emettono CO2. Proprio per fare una distinzione usando una terminologia appropriata, nel caso delle scorie, preferisco parlare di "materiale critico" e in questo caso, ti assicuro che di "pulito" c'è ben poco!

Quando al fatto che soddisfi a pieno il fabbisogno di un Paese, approfitto per chiederti se sai come funziona la politica energetica italiana e come cambierebbe con l'introduzione del nucleare. In ogni caso ti dico subito che con una richiesta di quasi 40 GW di potenza elettrica lorda istantanea, 6 centrali con 6 reattori EPR da 1500 MW andrebbero a coprire si e no il 10% del fabbisogno!


A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.

Quello si cui tu stai parlando è l'Accelerator Driven Systems for Transmutation pensato da Carlo Rubbia. Intanto approfitto per ricordarti che Rubbia è stato cacciato dalla presidenza dell'ENEA per aver osato criticare il governo Berlusconi. Comunque, quello di cui tu stai parlando ha lo scopo principale di accorciare l'emivita delle scorie. Di fatto stiamo parlando di ricerca e sperimentazione.

Quello che invece accade oggi è ben diverso. Per esempio, lo sapevi che il carburante esausto di una centrale deve stare a raffreddare nelle piscine di soppressione per dieci anni prima di essere inviato al riprocessamento? Da lì poi vi è un procedimento per dividere il plutonio dagli scarti. Da qui poi il plutonio non viene più considerato una scoria ma un materia ad altissimo livello economico che viene utilizzato per il MOX o per le bombe atomiche (occorrono solo 5 kg per farne una). Le scorie invece vengono messe nei fusti che tutti conosciamo dove restano per migliaia di anni. E ancora non si sa che cavolo farne!


E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Semmai è corretto dire che il mondo non può fermarsi a questo tipo di nucleare e spendere miliardi per realizzarlo, ancora perfettamente consci dei propri limiti. Bisognerebbe invece progredire con la ricerca su tutti i campi, sia nelle energie alternative che nel nucleare. Fermarsi ad usare una tecnologia che dai primi Magnox agli ultimi EPR ha visto realmente pochissimi miglioramenti a fronte di investimenti miliardi, francamente mi sembra abbastanza stupido.

robi97O robi97O 30/04/2011 ore 14.01.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:...
Purtroppo sono estremamente contrario al fatto che il nucleare sia il futuro. E soprattutto sono contrario a pensare che il nucleare di oggi sia il futuro energetico. Viene da sè che sono assolutamente contrario alla realizzazione di nuove centrali che altro non fanno che assecondare una domanda con una tecnologia che ancora oggi ha numerosissimi lati oscuri. ..
:inchino



@ lady: clicca qui :nono (giuro ke NON ti sto rimandando ad un blog :-))))
elnick elnick 30/04/2011 ore 14.08.05
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Intanto approfitto per ricordarti che Rubbia è stato cacciato dalla presidenza dell'ENEA per aver osato criticare il governo Berlusconi.


perfettamente coerente con la filosofia politica del governo del fare: più sono ignoranti e più gli piacciono e ovviamente, il contrario.
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 14.17.32
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

robi97O scrive:
clicca qui

Io non capisco perchè questa gente non viene internata e basta...

Proprio non mi capacito di come ci siano persone che riescono a dire pubblicamente e senza vergogna questo genere di cose!

Ha ragione Bonelli a dire che di fronte ad un discorso del genere si perde anche la voglia di replicare.

:vomitino

LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 14.33.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
In effetti non appartengo alla categoria dei visionari che parlano di un mondo fatto di energia alternative, pulite e tanto solo e tanti prati per tutti. In realtà sono assolutamente d'accordo che il nucleare sia ad oggi necessario. Lo dico perchè palesemente, anche a causa del nostro stesso stile di vita, non è assolutamente possibile pensare di spegnere tutti i reattori.


Appunto


Purtroppo sono estremamente contrario al fatto che il nucleare sia il futuro. E soprattutto sono contrario a pensare che il nucleare di oggi sia il futuro energetico. Viene da sè che sono assolutamente contrario alla realizzazione di nuove centrali che altro non fanno che assecondare una domanda con una tecnologia che ancora oggi ha numerosissimi lati oscuri.


Quindi affermi che sia necessario ma sei contrario nel ritenere il nucleare di oggi il nostro futuro energetico e alla realizzazione di new centrali. Ma saresti favorevole per un futuro prossimo ad un nucleare "diverso" e a delle centrali di nuova generazione?


Come ho già più volte avuto modo di dire, una centrale nucleare non è inquinante dal punto di vista dell'emissione di CO2 ma forse non sai che per funzionare necessita del combustibile nucleare e le fasi di estrazione, frantumazione, fabbricazione del combustibile e arricchimento necessitano di quantità considerevoli di combustibile fossile e quindi emettono CO2. Proprio per fare una distinzione usando una terminologia appropriata, nel caso delle scorie, preferisco parlare di "materiale critico" e in questo caso, ti assicuro che di "pulito" c'è ben poco!


Ma meno delle centrali a gas no?

Quando al fatto che soddisfi a pieno il fabbisogno di un Paese, approfitto per chiederti se sai come funziona la politica energetica italiana e come cambierebbe con l'introduzione del nucleare. In ogni caso ti dico subito che con una richiesta di quasi 40 GW di potenza elettrica lorda istantanea, 6 centrali con 6 reattori EPR da 1500 MW andrebbero a coprire si e no il 10% del fabbisogno!


Quindi quante ce ne vorrebbero per il nostro fabbisogno???


A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.

Quello si cui tu stai parlando è l'Accelerator Driven Systems for Transmutation pensato da Carlo Rubbia. Intanto approfitto per ricordarti che Rubbia è stato cacciato dalla presidenza dell'ENEA per aver osato criticare il governo Berlusconi. Comunque, quello di cui tu stai parlando ha lo scopo principale di accorciare l'emivita delle scorie. Di fatto stiamo parlando di ricerca e sperimentazione.


Per il fatto che sia stato cacciato per aver criticato Zilvio mi spiace x lui. Avrà detto cose "scomode" evidentemente (dopo 3 mesi ancora pensi che io sia berlusconiana?!?!). E' una sperimentazione che però potrebbe dare risultati molto positivi per un utilizzo futuro non pensi???

Quello che invece accade oggi è ben diverso. Per esempio, lo sapevi che il carburante esausto di una centrale deve stare a raffreddare nelle piscine di soppressione per dieci anni prima di essere inviato al riprocessamento? Da lì poi vi è un procedimento per dividere il plutonio dagli scarti. Da qui poi il plutonio non viene più considerato una scoria ma un materia ad altissimo livello economico che viene utilizzato per il MOX o per le bombe atomiche (occorrono solo 5 kg per farne una). Le scorie invece vengono messe nei fusti che tutti conosciamo dove restano per migliaia di anni. E ancora non si sa che cavolo farne!


Non sapevo tutte queste cose. Ora le so grazie a te. E dico: si dovrebbe investire nel modernizzare il procedimento proprio per evitare che i "benefici" dell'energia nucleare comportino tanti e tali procedimenti inquinanti.

E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Semmai è corretto dire che il mondo non può fermarsi a questo tipo di nucleare e spendere miliardi per realizzarlo, ancora perfettamente consci dei propri limiti. Bisognerebbe invece progredire con la ricerca su tutti i campi, sia nelle energie alternative che nel nucleare. Fermarsi ad usare una tecnologia che dai primi Magnox agli ultimi EPR ha visto realmente pochissimi miglioramenti a fronte di investimenti miliardi, francamente mi sembra abbastanza stupido.


D'accordissimo. Progredire a 360 gradi però. Sarebbe da pazzi abbandonarlo per ritornare al 1800.

Grazie Piccolo Principe ;-)
elnick elnick 30/04/2011 ore 14.37.07
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Io non capisco perchè questa gente non viene internata e basta...


un po' difficile aprire una discussione seria prendendo come spunto un tale minchione.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.