Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

LadyIsabell 28/04/2011 ore 22.56.26 Ultimi messaggi
segnala

ImportanteLa ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Ad Annozero ho sentito parlare Franco Battaglia, docente di Chimica Ambientale dell’Università di Modena.

Purtroppo ha parlato solo per qualche minuto ma le informazioni che ha dato (riguardo le possibili fonti energetiche alternative al nucleare) mi sono parse molto veritiere e hanno confermato quanto io penso da sempre:
il nucleare è necessario
(aggiungo io: in un paese come l'Italia poi senza risorse energetiche proprie in cui paghiamo le bollette 30% in più rispetto agli altri paesi proprio per l'assenza del nucleare).

COSA PENSO IO....

Il nucleare
E'l'unica fonte di energia pulita che può soddisfare appieno il bisogno energetico di un paese.
Senza danneggiare poi il nostro Pianeta come fanno ad esempio le centrali a gas che producono ogni giorno tonnellate di gas serra che si riversano nell'atmosfera producendo l'effetto serra che sta facendo morire di caldo la Terra.

Le scorie
A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.

Concludendo
Il nucleare è un rischio? Ogni cosa nella vita ha rischi più o meno gravi.
E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Se l' ha capito pure il Dio nero che ha programmato la costruzione di centrali nucleari di nuova generazione....

A chi interessa riporto il link in cui è presente il documento del Prof. Battaglia sulla necessità del nucleare
http://www.forumnucleare.it/index.php/interventi/franco-battaglia-la-ineluttabile-necessita-del-nucleare



N.B.Io ho queste idee in materia e, a differenza di chi vuole inculcare nelle teste informazioni negative a senso unico, io voglio solo esprimere il mio umile parere positivo conscia di non essere un fisico nucleare nè una scienziata 0:-)
8110763
Ad Annozero ho sentito parlare Franco Battaglia, docente di Chimica Ambientale dell’Università di Modena. Purtroppo ha parlato...
Discussione
28/04/2011 22.56.26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.09.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Pure io ho la mia idea a riguardo: ovvero, il Nucleare è un'energia che rende soprattutto ai produttori, oltre che a chi ne fa utilizzo.
Per rendere al meglio, però, necessita di condizioni specifiche, che siano incentrate sulla sicurezza delle Centrali e sull'efficienza piena dei reattori e del processo di lavorazione.

Ora, devo osservare che in Italia, esiste da decenni un serio problema: una mancanza del rispetto delle norme di sicurezza & una continua intromissione di "terzi" nel business, che porta svantaggi, perché la sicurezza non è garantita e con essa, l'efficienza.

Questo, per un investimento come il Nucleare, è un problema serio. Se costruissimo centrali senza rispettare le norme di sicurezza, se qualche "terzo" entrasse nell'affare a discapito della sua efficienza, avremmo bombe ad orologeria pronte ad esplodere, che non mi va a genio.

Prima di intraprendere una campagna come questa, bisognerebbe eliminare i rischi di intromissione esterna (molto forte) e rendere le norme di sicurezza certe e severe le pene per chi non le rispetta. Siccome non vedo, per ora, questa possibilità in Italia, non appoggerò mai un progetto che con tutta probabilità verrebbe "viziato" dal lucro e dal metodo "all'italiana".
15655977
Pure io ho la mia idea a riguardo: ovvero, il Nucleare è un'energia che rende soprattutto ai produttori, oltre che a chi ne fa...
Risposta
28/04/2011 23.09.09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
Mr.Frizz Mr.Frizz 28/04/2011 ore 23.11.54
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
E'l'unica fonte di energia pulita che può soddisfare appieno il bisogno energetico di un paese.


energia pulita e nucleare non vanno d accordo nella stessa frase,il problema è questo :ok

LadyIsabell scrive:
Le scorie
A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.


se ottieni 1mg di scorie,vuol dire che hai energia giusto per una lavastoglie...e stai tranquilla che distruggere quel milligrammo(e sono sicuro sarà molto di più) sarebbe sufficiente a far crollare un palazzo
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.14.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Il problema principale sarebbe lo smaltimento: le scorie nucleari hanno un tempo di consumo elevatissimo :mmm
15655988
Il problema principale sarebbe lo smaltimento: le scorie nucleari hanno un tempo di consumo elevatissimo :mmm
Risposta
28/04/2011 23.14.18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.15.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Se costruissimo centrali senza rispettare le norme di sicurezza, se qualche "terzo" entrasse nell'affare a discapito della sua efficienza,


Se se se se...e se le costruissero con serietà??? Perchè la vedi così in negativo???
Ti fasci la testa già nel parlare di costruirle figuriamoci poi!
SgrillaLover SgrillaLover 28/04/2011 ore 23.15.07
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Il nucleare è una scelta economica negativa
mainero mainero 28/04/2011 ore 23.16.15 Ultimi messaggi
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.18.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Chiedo a chi interviene di non limitarsi a frasi di due parole stile "no al nucleare" ma di ampliare il proprio parere. Grazie :-)
walkerboh75 walkerboh75 28/04/2011 ore 23.18.20
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
prodotto da un acceleratore di particelle)

a beh si farebbe prima a produrre da subito antimateria.... :haha pensa tu quel mg sciolto nell acqua che potrebbero bere i tuoi figli, meglio delle vitamine....dimenticavo ricordati del deposito di Asse in Germania.... :amen
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.18.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

@ LadyIsabell: vediamo bene quali criteri di sicurezza segue il nostro Paese (o non segue)... il Nucleare è un'energia tremenda, per cui vale la pena escludere ogni rischio. Quindi, prima, si renda ferrea la disciplina del seguire le norme appieno. Come è in Giappone, dove serve una catastrofe per creare problemi a un reattore di una Centrale.

Mi spiace, ma io la penso così; prima di lanciare un investimento enorme e ad alto rischio, voglio ogni garanzia, anche la piu piccola. Come per costruire un'opera di ingegneria, la precisione deve essere millimetrica e le norme vanno seguite perfettamente, o la minima imperfezione causerà a lungo andare un disastro.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.19.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

L'antimateria è piu pericolosa ancora del Nucleare, non scherziamo :sbong
Nessuno sa ancora con certezza cosa avverrebbe, se una particella di materia ed una di antimateria collidessero.
Ma l'Universo ha avuto origine da questi due elementi, quindi eviterei di saperlo...
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.20.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

mainero scrive:
dove le mettete le centralì?


Ovviamente non in zone a rischio sismico nè adiacenti alle pendici di Etna o Vesuvio :ok
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.23.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Il problema Italiano che NON esiste territorio che non venga percorso da scosse sismiche.
Ma in Italia, basta un 4° grado a frantumare edifici moderni. In Giappone, neppure un 8° grado intacca i palazzi a norma.

Se si costruissero Centrali coi nostri criteri ho seri dubbi sulla loro sicurezza.
E se anche lo fossero, potrei a ragione incazzarmi e chiedermi: è perché, casa mia crolla per una scossetta e la Centrale è a norma?
L'energia nucleare viene prima della vita del cittadino? E le conseguenze sull'O.P. sarebbero gravi.
mainero mainero 28/04/2011 ore 23.24.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

non siamo in grado di gestire le scorie chimiche, allegramente distribuite dalle varie mafie per conto delle industrie, su tutto il territorio nazionale, anzi, sotto tutto il territorio, inquinando falde acquifere, terreni agricoli, mari e fiumi, tanto da non sapere cosa mangiamo, e vogliamo costruire centrali nucleari?
chi le gestisce le scorie?
le mafie? od il governo, che poi è la stessa cosa?

non siamo un popolo da nucleare.
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.25.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:
se ottieni 1mg di scorie,vuol dire che hai energia giusto per una lavastoglie


Hum...quindi una centrale a pieno regime che produce 1mg di scorie al giorno...ha dato energia solo per una lavatrice? :mmm
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.26.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Il Giappone, ad esempio, è un Paese in cui le norme sono come il volere divino.
E le mafie, vengono tenute fuori da questo giro, tanto che sono le stesse a mantenere alto il grado di sicurezza.

Questa situazione consente opere praticamente perfette, da qua bisognerebbe trarre insegnamento.
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.30.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ZaNtEtSuKeN606 scrive:
Franco Battaglia...che cosa si può dire di quest'uomo.
Una bellissima donna un giorno mi disse.. sentirai parlare di Franco Battaglia e ti vomiterai addosso per lo sdegno.
Franco Battaglia..l'unico contributo che ci puoi dare tu sarebbe quello di spalmarti come fossi dello Spuntì sotto le rotaie di un treno.
Grazie


Tu oltre al "fine parere" sentito (supportato da? Mah..) ti sei informato a proposito? O (senza sapere niente in merito) lo condanni a priori sotto ad un treno? :mmm
p.s. se magari mi dici che ne pensi del nucleare e perchè si/no :-)
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.31.05 Ultimi messaggi
Servo.Ancestrale Servo.Ancestrale 28/04/2011 ore 23.32.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:

energia pulita e nucleare non vanno d accordo nella stessa frase,il problema è questo

il nucleare è energia pulita perchè di fatto permette di stoccare l'inquinamento....
cosa impossibile coi mezzi attuali che producono energia tramite combustione di petrolio e carbone con conseguente e inevitabile inquinamento dell'aria che respiriamo ogi minuto della nostra vita......

il problema è solo quello di saper gestire lo stoccaggio dell'inquinamento prodotto dal nucleare....
un giorno lo si potrebbe spedire nello spazio in orbita lattea in apposite navette :ok


dovete convincervi che per ora non eiste alternativa sensata al nucleare se vogliamo soddisfare il fabbisogno mondiale dell'energia elettrica che ne duemilaetrenta è stimata in aumento mondiale del 35% :ok


con le menate del fovoltaico, dell'eolico torneremo all'eta della pietra :amen


Mr.Frizz Mr.Frizz 28/04/2011 ore 23.35.34
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Chiedo a chi interviene di non limitarsi a frasi di due parole stile "no al nucleare" ma di ampliare il proprio parere.


se vuoi te la butto in termini matematici:

1200 megawatt sono 1milione e 200mila kilowatt.diviso 6 fanno 200mila contatori da 6kw(una cittadina da mezzo milione di abitanti più fabbriche e uffici grossomodo)

questi 1200 megawatt(1,2 gigawatt) equivalgono a un chiloton,e con 20 chiloton ottieni un energia sufficiente per 10milioni di abitanti (la lombardia all incirca).e questi 20chiloton sono all incirca la potenza della bomba atomica di nagasaki...e stiamo parlando di una bomba da meno di 5 tonnellate,non di un intera centrale
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.37.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Un Paese come il nostro, in cui le norme di sicurezza sono un optional e le infiltrazioni malavitose sono la regola, ho seri dubbi che una CN sia sicura e funzionante. Parer mio, PULIAMO PRIMA IL PAESE DAGLI SCIACALLI & DAI RISPARMIATORI DI REGOLE, le basi per un investimento sicuro ed efficiente sono quelle.


NO AL NUCLEARE.
15656035
Un Paese come il nostro, in cui le norme di sicurezza sono un optional e le infiltrazioni malavitose sono la regola, ho seri...
Risposta
28/04/2011 23.37.04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Mr.Frizz Mr.Frizz 28/04/2011 ore 23.37.42
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Servo.Ancestrale scrive:
il nucleare è energia pulita perchè di fatto permette di stoccare l'inquinamento....


stoccare?a quirra l hanno stoccato,sotterrato e ha contagiato il terreno e le falde acquifere causando tumori agli animali.e sì devo dire molto pulito :-))
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/04/2011 ore 23.38.37 Ultimi messaggi
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.42.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:
LadyIsabell scrive:
Chiedo a chi interviene di non limitarsi a frasi di due parole stile "no al nucleare" ma di ampliare il proprio parere.


se vuoi te la butto in termini matematici:

1200 megawatt sono 1milione e 200mila kilowatt.diviso 6 fanno 200mila contatori da 6kw(una cittadina da mezzo milione di abitanti più fabbriche e uffici grossomodo)

questi 1200 megawatt(1,2 gigawatt) equivalgono a un chiloton,e con 20 chiloton ottieni un energia sufficiente per 10milioni di abitanti (la lombardia all incirca).e questi 20chiloton sono all incirca la potenza della bomba atomica di nagasaki...e stiamo parlando di una bomba da meno di 5 tonnellate,non di un intera centrale


Grazie Frizz (anche se quello che hai quotato non era x te ma x chi è entrato ed entrerà dicendo le solite due parole senza supportarle da un pensiero di senso compiuto)
E del milligrammo di scorie che mi dici? Non ho capito se il tuo discorso ai kilowatt/megawatt fosse legato ad esso e se si puoi inserirmelo traducendomelo in quantità energetica?
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.44.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ZaNtEtSuKeN606 scrive:
dico no perchè è una tecnologia fallimentare


Mi spieghi questo no?

LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.47.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:
stoccare?a quirra l hanno stoccato,sotterrato e ha contagiato il terreno e le falde acquifere causando tumori agli animali.e sì devo dire molto pulito


Pulita è l'energia nucleare non le scorie....
E nel caso da te citato hanno agito da veri vandali. C'è molta ignoranza in materia purtroppo, è questo a cui si dovrebbe provvedere.
santasantorum santasantorum 28/04/2011 ore 23.48.24
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo


fRANCO bATTAGLIA:
L'illusione dell'energia dal sole (21mo Secolo editore, presentato da Silvio Berlusconi)
santasantorum santasantorum 28/04/2011 ore 23.49.32
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

https://www.ing.unimo.it/campusone/visualizzazioneingegneria/Docente.asp?IDDocente=1087

SI TROVANO COSE INTERESSNTI NEL CURRICULUM DI QUESTO LUMINARE.
Lord.Goring Lord.Goring 28/04/2011 ore 23.50.20
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
http://www.forumnucleare.it/index.php/interventi/franco-battaglia-la-ineluttabile-necessita-del-nucleare

Tu per caso sai che questo si tratta di un sito propagandistico dove per accedere ai "commenti" bisogna essere soci e soprattutto versare una quota annua.

Ma non c'è solo questo, il sito è infatti sponsorizzato da aziende come ENI, Edison, Edf e ovviamente Enel... ovvero l'organo preposto per l'attuazione del programma nucleare italiano!

Davvero obiettivo!

:ok

Mr.Frizz Mr.Frizz 28/04/2011 ore 23.50.55
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
E del milligrammo di scorie che mi dici?


bisogna sempre vedere cosa ci sarà in quel milligrammo.scorie è un termine generico per dire scarti.se in quel milligrammo ci sono uranio e plutonio,bisogna vedere a quale isotopo sono stati scartati.l uranio è utile solo ad un isotopo,il 235,che è quello che produce energia.il restante uranio 234 e 238 sono più poveri e sono lo scarto.però per farti un esempio con 7kg di uranio,solo 1KG verrà trasformato in uranio 235 utilizzabile per produrre energia.e i restanti 6kg?
ora faccio una ricerca e controllo quanta energia si ottiene da 1kg di uranio 235
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.51.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

santasantorum scrive:
fRANCO bATTAGLIA:
L'illusione dell'energia dal sole (21mo Secolo editore, presentato da Silvio Berlusconi)


La presentazione avrebbe potuto essere pure di Bersani, io ho proposto solo un link sul suo pensiero in materia e ho detto in vari punti cosa ne penso io.
In questo 3d si parla di nucleare, hai da offrire un tuo contributo in materia o ti fermi qua?
LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.55.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Tu per caso sai che questo si tratta di un sito propagandistico


L'ho proposto unicamente perchè ritengo interessante il suo pensiero in materia.
Non sapevo le cose che hai elencato.
E comunque ho fatto personalmente delle mie considerazioni in+ punti, vorrei sentire un tuo parere.

p.s. ho messo anche un evidente nb finale eh :-)
Lord.Goring Lord.Goring 28/04/2011 ore 23.56.52
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
E comunque ho fatto personalmente delle mie considerazioni in+ punti, vorrei sentire un tuo parere.

Sai qual è il problema?

Che se mi trattengo in questo thread finisce che non vado più a letto e domani ho una giornata impegnativa!

Ma sapessi quante cose avrei da dirti...

:clava

LadyIsabell LadyIsabell 28/04/2011 ore 23.57.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ZaNtEtSuKeN606 scrive:
@ LadyIsabell:
gli altri no.. no bastano ?^^_^
E' fallimentare perchè è vecchia..
30 anni fà avrebbe avuto un senso costruirne qualcuna.


Si bastano :-)))
Ma non lo sai che esistono anche centrali di nuova generazione? Mica solo quelle di 40 anni fa eh!
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 00.01.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Ma sapessi quante cose avrei da dirti...


La laurea in fisica mi manca dear 0:-)
Te l'ho detto, è solo un mio umile pensiero questo...e non mi faccio problemi a sostenere che credo nel nucleare (oltre a tutto quello che ho detto prima) :rosa
ilmagoserio ilmagoserio 29/04/2011 ore 00.04.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Chiedo a chi interviene di non limitarsi a frasi di due parole stile "no al nucleare" ma di ampliare il proprio parere. Grazie


Io voglio il NUCLEARE vicino a casa delle persone che sono a favore. Devo scrivere in questo modo perchè la gente a favore del nucleare possa capire di persona sulla pericolosità di questo tipo di energia. Il nucleare fa parte insieme al fumo, alle banche di moltissimi anni di lavaggio del cervello. Se vuoi ti dico pure che il dentifricio fa male (ma quando lo chiedi agli esperti di parte) ti dicono che dipende dalle quantità che il fisico può sopportare. Io dico va bene VOGLIO IL NUCLEARE a casa di chi è a favore, voglio pure una ASSICURAZIONE che mi garantisca il rischio.Energia necessaria per vivere o morire?

Finchè le cose succedono agli altri va sempre tutto bene...il problema è quando poi succedono a noi che si comincia a fare delle profonde riflessioni. Fermiamo il nucleare e proponiamo e investiamo in energie più pulite.

Capisco che la FRANCIA abbia comprato i nostri debiti in cambio di alcune centrali ma si è fidata di un capo del governo ILLEGITTIMO.
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 00.09.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ilmagoserio scrive:
Io voglio il NUCLEARE vicino a casa delle persone che sono a favore


Nel 3d di Arlina ho detto chiaramente che per me potrebbero costruire una centrale pure di fianco al Duomo di Milano (abito a Milano città).
Come vedi non ho problemi ad ammetterlo e non mi nascondo dietro ad un dito.
A parte l'assicurazione sulla vita e investire in energie pulite non mi hai detto ancora perchè sei contro :firulì
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 00.13.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ZaNtEtSuKeN606 scrive:
@ LadyIsabell:
certo che esistonoma quando avranno finito di costruirle saranno già vecchie.
In italia poi... siamo maestri nel realizzare grandi opere.


Quindi secondo te Obama sarà rapido ed efficiente a differenza nostra....
Diciamo che parli principalmente di inefficienza italiana in materia....sarà che io sono ottimista e spero che per "certe" cose si usi la testa (oltre che la celerità)
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 00.23.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ZaNtEtSuKeN606 scrive:
vedi Salerno-Reggio Calabria


:-( :pianto ;-(

Tristezza però. Certe volte mi sembra di abitare in Africa....
e capisco chi va per la prima volta in USA e rimane annientato da quello che vede
Promethian Promethian 29/04/2011 ore 00.52.57
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Vi parlerò dal punto di vista di una azienda.
Una azienda deve coprire la gestione operativa, e in particolare quella, con i ricavi ordinari.

Mi spiego. Non posso coprire i costi per l'acquisto di merci, o per i dipendenti, vendendo le mie infrastrutture (fabbricati, impianti, macchine), o rifinanziando. Quei costi devono essere coperti dal mio core business - dalla vendita di merci e/o servizi.

Occasionalmente, può capitare di dover coprire una perdita in quel modo. Magari riesci a ottenere una plusvalenza vendendo un vecchio macchinario già ammortizzato del tutto. In quei casi è lecito usarli.

Ecco - noi siamo in un momento storico in cui carbone, petrolio, uranio, sono plusvalenze minerarie ed energetiche. Si tratta di energia che stiamo sfruttando, che abbiamo trovato per strada, ma che non può e non deve costituire la nostra regola, per una ragione semplice - finirà nel giro di 30-50 anni. Un pò più lentamente il carbone cinese, che è "virtualmente infinito", ma i giochi sono chiari. Abbiamo un orizzonte di autosufficienza di 50-100 anni, usando l'energia che troviamo per strada.

Vi dico le parole chiave per il futuro, se vogliamo avere un futuro come razza - energia rinnovabile e decrescita.

Energia rinnovabile, perchè è la nostra "gestione ordinaria", è quello che potremo fare sempre e comunque. Ricavare energia dal sole, dal mare, dal vento, e poi, elemento chiave - sfruttare meglio l'energia che produciamo. Recuperarla.
Gli esempi perfetti sono i treni, le automobili, e in generale tutto quanto produce movimento. Tutta energia che ad ora sprechiamo, lasciandola inutilizzata.
Fate un conticino veloce - migliorare del 20% il nostro rendimento generale (e vi assicuro che non è difficile, visto che buttiamo nel cesso abitualmente moltissima energia) significa avere bisogno di un quinto di energia in meno.

La seconda parola d'ordine è la decrescita. Questa deve essere una decrescita dei consumi e una decrescita DEMOGRAFICA.

Non ci sono cazzi al riguardo. Deve essere generale, deve toccare tutti, e tutto. C'è un bello studio sui cervi in un'isola priva di predatori naturali - dopo una esplosione demografica notevole, i cervi si sono ridotti al 5% del numero originario... per fame. Avevano consumato praticamente tutte le risorse necessarie alla loro esistenza.

Lo stesso sta accadendo a noi. Moltissimi figliano, il nostro numero cresce di continuo, i nostri consumi anche. E questo riguarda non solo l'energia, ma beni assai più essenziali - come l'acqua, che potrebbe essere il vero nodo cruciale del nostro futuro.
Una azienda non può acquistare dieci milioni di cappelli se poi li deve vendere entro l'estate a Sesto San Giovanni. Usiamo un minimo di fottuta logica. Non possiamo mantenere dieci miliardi di esseri umani. Potremmo con una dieta strettamente vegetariana, ma non vedo questa grande qualità di vita per il futuro.

Il nostro numero deve essere tale da permettere di andare avanti con le sole fonti rinnovabili, e con uno sfruttamento energetico logico. Non parlatemi di antimateria, per favore, perché c'è un bel libro al riguardo che spiega come sia assolutamente antieconomico pensare di sfruttarla per generare energia. Si chiama proprio "Antimateria", e spiega bene di cosa parliamo.

Aggiungo un terzo termine - km 0.
Petrolio, gas e carbone rendono conveniente comprare lontano e importare. Vale soprattutto per il cibo, che arriva da ogni parte del mondo, e ci consente una alimentazione varia. Questo sarà parecchio difficile da digerire, ma dovremo abituarci a rilocalizzare le nostre economie.

Questo in generale, sul fabbisogno energico, e sul perchè non ha senso pensare a nucleare o affini come soluzioni, nella migliore delle ipotesi. Seguirà un post in cui parlo del nucleare in sè.
Promethian Promethian 29/04/2011 ore 00.58.59
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Sul nucleare, in generale, ho una serie di obiezioni che riporto di seguito:

- eliminare le scorie, quando anche fattibile, è un processo costoso, delicato, e non credo a chi mi parla di 1mg al giorno.
- l'uranio sta finendo. Attualmente ne disponiamo perchè viene recuperato dalle vecchie atomiche. Anche in questo caso, la prospettiva di vita è circa la stessa del petrolio. Durerà forse 50 anni in più
- il passato nucleare dell'Italia registrava un incidente al giorno, in media.
- ritengo sbagliata la decisione di Obama, che si comporta come leader di una potenza egemone, ma se ne sbatte del resto del mondo, come del resto fanno tutti i fottuti yankees.
- non esistono zone sicure in Italia.
- la mafia italiana ha infiltrazioni ovunque. Soprattutto in ambito edile. Aggiungo che la nostra mafia non è la yakuza giapponese. Gli yakuza sono patriottici, e non scherzo. Hanno un proprio codice d'onore, di merda, è chiaro, ma sono giapponesi. Si sentono parte della razza eletta, e piuttosto che minare il sacro suolo si infilano la katana nel culo. Non è un caso se molti rifiutano di spacciare droghe sintetiche nei loro club. I nostri mafiosi, beh, basti leggere Gomorra, o guardare Napoli.
- il popolo si era anche già espresso al riguardo...

Io sono futurista. Non ho paura della tecnologia, semmai la cavalco, e mi fanno schifo i luddisti e i classicisti. Ma c'è differenza fra abbracciare il futuro e mettersi a 90 di fronte ai soliti vecchi poteri.
bbwroma bbwroma 29/04/2011 ore 01.05.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Promethian scrive:
leggere Gomorra


magari mi sbaglio ma non credo che chi è a favore del nucleare abbia letto gomorra o lo consideri una fonte attendibile
E' passato qualche anno da che l'ho letto e non ho ancora dimenticato quello a cui si sono cotti gli occhi ed i bambini issati per arrivare ai pedali perché gli adulti quel lavoro lì non lo volevano fare più.

siamo veramente incapaci di costruire velocemente ed in sicurezza, senza fare intervenire la mafia. fare il nuclare qui è una stupidaggine, non si da modo di gestire a chi ha dimostrato per decenni che non lo sa fare.

ma partendo dall'inizio basta pensare che il principio di tutto è in esaurimento, non si investe su una cosa che sai che non ha futuro
opa.bu opa.bu 29/04/2011 ore 01.17.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
PULIAMO PRIMA IL PAESE DAGLI SCIACALLI & DAI RISPARMIATORI DI REGOLE


:-) Questo significa no a nucleare in eterno !!! :many :many
ilmagoserio ilmagoserio 29/04/2011 ore 08.33.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Nel 3d di Arlina ho detto chiaramente che per me potrebbero costruire una centrale pure di fianco al Duomo di Milano (abito a Milano città).
Come vedi non ho problemi ad ammetterlo e non mi nascondo dietro ad un dito.
A parte l'assicurazione sulla vita e investire in energie pulite non mi hai detto ancora perchè sei contro


Io sono contrario al nucleare perchè è un sistema di produrre energia che produce scorie pericolose di difficile stoccaggio e smaltimento. In caso di incidente risulta molto pericoloso per le persone e per l'ambiente per almeno 50 anni.

La Francia che ha 19 CENTRALI E 58-59 REATTORI oggi sta pagando le conseguenze sulla popolazione. Lady vai pure a chiedere a una mamma francese che ha figli se si sente SICURA del nucleare. Oltre alla paura di qualche attacco terroristico.

Non vale più la pena. Cambiare idea non è da INFAMI ma da persone ragionevoli.
Carlitoswai.70 Carlitoswai.70 29/04/2011 ore 09.27.50
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Per rendere al meglio, però, necessita di condizioni specifiche, che siano incentrate sulla sicurezza delle Centrali e sull'efficienza piena dei reattori e del processo di lavorazione.




avevo dubbi in merito e li ho ancora. chi mi garantisce al 100x100 che la centrale, a causa di fattori esterni o di difetti interni, oppure di omessa sorveglianza, non impazzisca e ci presenti un conto mortale?

biscottinidolci biscottinidolci 29/04/2011 ore 09.50.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Un Paese come il nostro, in cui le norme di sicurezza sono un optional e le infiltrazioni malavitose sono la regola, ho seri dubbi che una CN sia sicura e funzionante. Parer mio, PULIAMO PRIMA IL PAESE DAGLI SCIACALLI & DAI RISPARMIATORI DI REGOLE, le basi per un investimento sicuro ed efficiente sono quelle.


NO AL NUCLEARE
proponiamo un referendum al contrario: “Cari paesi confinanti, conoscendoci, vorreste centrali nucleari in Italia?
Duca.theKnight Duca.theKnight 29/04/2011 ore 09.50.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ilmagoserio scrive:
Io voglio il NUCLEARE vicino a casa delle persone che sono a favore


Ci sto e senza indugio! Per par condicio io chiedo che tutti ROM ed anche gli extracomunitari in arrivo coi barconi vengano piazzati nelle strette vicinanze di coloro che abitualmente li difendono.
elnick elnick 29/04/2011 ore 09.53.06
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
il nucleare è necessario
(aggiungo io: in un paese come l'Italia poi senza risorse energetiche proprie in cui paghiamo le bollette 30% in più rispetto agli altri paesi proprio per l'assenza del nucleare).
COSA PENSO IO....
Il nucleare E'l'unica fonte di energia pulita che può soddisfare appieno il bisogno energetico di un paese.
Senza danneggiare poi il nostro Pianeta come fanno ad esempio le centrali a gas che producono ogni giorno tonnellate di gas serra che si riversano nell'atmosfera producendo l'effetto serra che sta facendo morire di caldo la Terra.
Le scorie
A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.
Concludendo
Il nucleare è un rischio? Ogni cosa nella vita ha rischi più o meno gravi.
E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.


racchiude un po' tutte le tesi in favore del nucleare, non tiene conto però di una quantità di fattori non trascurabili.

Il problema delle scorie è progressivo. Se anche sono poche quelle prodotte durante la vita utile di una centrale nucleare occorre infinitamente di più della vita di una centrale nucleare per la loro decantazione, e quindi si verificherebbe nel tempo un accumulo che porterebbe ad essere le scorie un problema non piccolo. Si tratta quindi di un processo che rinvia ad un lontano futuro il problema, nella speranza che per allora si sia trovata una soluzione, rinviare un problema però non significa risolverlo.

La possibilità di ricavare energia dalle scorie poi ad oggi è solo un'ipotesi, non una certezza.

La disponibilità di materiale per le centrali al momento è ipotetica, nello stato in cui viene attualmente sfruttato non basterebbe a sostituire il petrolio nemmeno oggi, le scorte previste per 50 anni sono infatti A CONSUMI ATTUALI. E' vero che si può trovare il modo di ricavarlo in quantità maggiore da altri giacimenti e componenti, ma di nuovo siamo solo nel campo delle ipotesi.

Lo stesso progetto di costruzione delle centrali nucleari italiane, ammesso e non concesso che mai venga realizzato, non soddisferebbe che una minima parte del nostro fabbisogno di energia e sarebbe ben lontano dall'aver risolto il problema.

in altri termini quello che molti nuclearisti spacciano come sano realismo sono invece semplici ipotesi e scomesse su un futuro del tutto incerto e imponderabile, nè più e nè meno di quanti ritengono di scommettere sullo sviluppo di fonti alternative quali l'eolico il solare, ecc. le quali peraltro hanno un dato incontestabile a loro favore: si tratta di fonti effettivamente inesauribili per quanto attiene la prospettiva di durata della specie umana.


a me pare comunque che l'unica ipotesi realmente percorribile oggi è risparmiare energia. Spiegare ai cittadini che non è affatto vero che il fabbisogno energetico deve continuare a crescere, razionalizzarne l'utilizzo e ridurre gli enormi sprechi attuali, non è purtroppo realistico dal punto di vista politico, meglio illudere gli elettori con la prospettiva di una panacea universale, e il nucleare alla bisogna funziona perfettamente, tra un disastro e l'altro.

Carlitoswai.70 Carlitoswai.70 29/04/2011 ore 09.54.10
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Duca.theKnight scrive:

Ci sto e senza indugio! Per par condicio io chiedo che tutti ROM ed anche gli extracomunitari in arrivo coi barconi vengano piazzati nelle strette vicinanze di coloro che abitualmente li difendono.





cavolo, in questo modo la rovini subito, sai, a volte certe materie sono deleterie per le barre...:-)
mistergianni mistergianni 29/04/2011 ore 10.14.05
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Cernobyl

Fukushima


Evacuati gli abitanti in un raggio di 30 km dalla centrale...

non hanno evacuato tutta l'Ucraina nemmeno tutto il Giappone...


Quindi la distanza dalla centrale fa differenza????


Se invece non fa differenza...


perchè molti presidenti di regione

non le vogliono nel territorio dove governano????
v.iki1 v.iki1 29/04/2011 ore 10.26.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
C'è molta ignoranza in materia purtroppo

ma tu doveri quando in italia arrivo'la nube da cernobyl?
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 29/04/2011 ore 11.02.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Carlitoswai.70 scrive:
avevo dubbi in merito e li ho ancora. chi mi garantisce al 100x100 che la centrale, a causa di fattori esterni o di difetti interni, oppure di omessa sorveglianza, non impazzisca e ci presenti un conto mortale?


Già, problemi che in Giappone o America non si pongono neppure, tant'è, deve accadere una catastrofe come poche nella storia, per creare problemi... all'Italia basta un minimo sbuffo e tutto va in rovina...
15656459
Carlitoswai.70 scrive: avevo dubbi in merito e li ho ancora. chi mi garantisce al 100x100 che la centrale, a causa di fattori...
Risposta
29/04/2011 11.02.17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Mr.Frizz Mr.Frizz 29/04/2011 ore 11.27.27
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

giusto per informazione,stamattina ha preso fuoco la sala degli ups di aruba.it. aruba è un server a cui si appoggiano molti siti internet,di conseguenza questi siti sono irraggiungibili.
non siamo pronti a sistemare un server,e vogliamo gestire centrali nucleari?
Archimede1978 Archimede1978 29/04/2011 ore 11.53.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Cara LadyIsabell io mi soffermerei solo sui morti che ha elencato per chernobyl. Mi sono messo le mani nei capelli, ho pregato per tutte le decine di migliaia di morti che ci sono stati e ancora dovranno morire purtroppo.
Conosco tantissimi trentenni che si operano oggi alla tiroide in italia la causa: Chernobyl.
E questo buffone si permette di dire certe menzogne ?
La questione nucleare è molto banale da liquidare, in men che non si dica. Si parla tanto di dipendenza dalle energie fossili, peccato che anche l'uranio sia un elemento fossile, per cui destinato all'eseurimento come il termine stesso indica.
Non serve essere fisico o altro, basta semplicemente sapere l'italiano.....
redetoby redetoby 29/04/2011 ore 12.01.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
N.B.Io ho queste idee in materia e, a differenza di chi vuole inculcare nelle teste informazioni negative a senso unico, io voglio solo esprimere il mio umile parere positivo conscia di non essere un fisico nucleare nè una scienziata

LAdy il solo fatto di dire che ogni giorno si "rischia" trova il tempo ke trova ... bisogna eliminare il rischio e non incentivarlo con parole qualunquistiche. L'atomo va bene ma non di certo in territori altamente portati al terremoto o altro .. si tratta solo di trovare i siti giusti ..in Italia non esistono quindi può essere una buona idea costruire le centrali al di fuori del nostro confine pagando loro un giusto corrispettivo e agevolando la Nazione ospitante delle centrali ..se si globalizza l'idea vedrai ke risparmi ci sono .
TerzaPosizione TerzaPosizione 29/04/2011 ore 12.27.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Sul tema del nucleare non ho una posizione ben definita perchè indubbiamente strategicamente sarebbe necessario ma gestito da italiani mi spaventa non poco (non per incapacità di intelletto ma per mancanza di controlli da parte dello stato). Sicuramnete le fonti rinnovabili non sono sufficienti a sviluppare la quantità di gigawatt occorrenti all'Italia e inoltre non sono fonti stabili, un campo di fotovoltaico che abbia un certo peso nel coprire il fabbisogno nazionale dovrebbe occuppare ettari di terreno, secondo dopo 25 anni nei quali il silicio dei pannelli si è consumato nasce il problema di stoccarli da qualche parte senza dimenticarsi che in assenza di sole non si produce energia. Forse sarebbe meglio investire nella ricerca per migliorare e rendere urilizzatibe la tecnologia del Solare Termico che riesce ad immagazinnare l'energia elettrica e darla a richiesta. L'eolico ha il problema dell'impatto ambientale visto che sono alti circa 80 metri e molto rumorosi forse dovremmo studiare il loro utilizzo off-shore come fanno nei paesi del nord europa. Per me la soluzione è investire da parte dello stato in ricerca e sviluppo poi obbligare tutte le regioni a costruire i termovalorizzatori per creare energia dai rifiuti spindere sulla fonte rinnovabile della geotermia visto che l'Italia è ricca si acqua calda come fanno in Toscana, migliorare le tecnologie per rendere le centrali a carbone sempre più pulite.
Diavolettotentatore Diavolettotentatore 29/04/2011 ore 12.46.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

TerzaPosizione scrive:
migliorare le tecnologie



credo questo sia fondamentale...

nucleare o no l'importante è non restare con le mani in mano perchè una soluzione non arriva da sola

bisogna investire e migliorare TUTTE le fonti di energia, nucleare compreso...dopodichè serve anche il controllo...perchè se si lascia fare al "libero mercato" questi sceglierà non la fonte di energia più sicura ma quella più economica e/o quella in cui si può speculare maggiormente...quando invece ci vorrebbe un punto di incontro
TerzaPosizione TerzaPosizione 29/04/2011 ore 12.50.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ Diavolettotentatore
sono d'accordo
MalaSalus MalaSalus 29/04/2011 ore 13.15.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:
il problema è questo

il problema in realtà è decontestualizzare la semantica delle parole dalle parole stesse. è una prassi comune per chi è solito mentire.
santasantorum santasantorum 29/04/2011 ore 13.18.43
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
La presentazione avrebbe potuto essere pure di Bersani, io ho proposto solo un link sul suo pensiero in materia e ho detto in vari punti cosa ne penso io.
In questo 3d si parla di nucleare, hai da offrire un tuo contributo in materia o ti fermi qua?

beh...io so' curioso e ho spulciato tra' il curriculum di questo esimio personaggio
1_che collabora da anni col giornale
2-che si fa' presentare i saggi sul nucleare da berlusconi
3-che e' stato nel goveno berlusconi nel 2000,mi sembra
4-altri contatti con feltri e brunetta.

...a me mi fa'solo un po' pensare :mmm che un fisico di tal livello possa parlar male del nucleare.

...
santasantorum santasantorum 29/04/2011 ore 13.24.13
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
hai da offrire un tuo contributo in materia o ti fermi qua?

quello e' il mio contributo.
su cosa penso sul nucleare lo sai e te lo mostro in questo modo

nucleare=
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 17.24.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ santasantorum:

CVD
insomma ognuno da quel che può :-)))
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 17.26.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

v.iki1 scrive:
ma tu doveri quando in italia arrivo'la nube da cernobyl?


Io in seconda elementare tu?
elnick elnick 29/04/2011 ore 17.26.22
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

santasantorum scrive:
...a me mi fa'solo un po' pensare che un fisico di tal livello possa parlar male del nucleare.


se ti legge Lord, che lo confondi con un chimico come lo ... scienziato citato da Isabell
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 17.30.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

elnick scrive:
risparmiare energia. razionalizzarne l'utilizzo e ridurre gli enormi sprechi attuali


D'accordissimo su questo punto
elnick elnick 29/04/2011 ore 17.40.24
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
D'accordissimo su questo punto


compreso il fatto che non è un'idea politicamente popolare?
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 17.47.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Già, problemi che in Giappone o America non si pongono neppure


Sai quante centrali in USA sono state costruite in zone ad alto rischio terremoti?
Ad esempio in California, sottoposta a costante rischio sismico (in questo stato c'è la faglia di Sant'Andrea), oltre alle oscene pale eoliche, ci sono pure le centrali nucleari...una delle quali (San Onofre) costruita a meno di 10 km da una faglia....
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 17.48.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

elnick scrive:
compreso il fatto che non è un'idea politicamente popolare?


Yes man :-)
mainero mainero 29/04/2011 ore 19.16.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

"Io in seconda elementare tu?"

scusa, a nove anni eri in seconda elementare?

complimenti!

santasantorum santasantorum 29/04/2011 ore 19.17.22
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
CVD
insomma ognuno da quel che può smile

...beh...e lo do molto volentieri,che perdermi in inutili parole... :hihi
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 29/04/2011 ore 19.28.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

LadyIsabell scrive:
Sai quante centrali in USA sono state costruite in zone ad alto rischio terremoti?


E non ti chiedi perché NON si pongano il problema? Forse perché loro sanno far rispettare le leggi, i criteri di sicurezza e chi prova a lucrarci sopra viene messo orizzontale? :-)))
LittleWolf84 LittleWolf84 29/04/2011 ore 19.30.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:
energia pulita e nucleare non vanno d accordo nella stessa frase,il problema è questo


Quoto in pieno...

mi è cauduto l'occhio su questa frase per capire che si sta parlando di fantascienza !!! :ok
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 19.30.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

mainero scrive:
"Io in seconda elementare tu?"

scusa, a nove anni eri in seconda elementare?

complimenti!


Ero in terza Professore, piccola svista, devo andare dietro alla lavagna???
poi con calma se vuoi dirmi dove vuoi arrivare con queste affermazioni ti ascolto eh
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 19.32.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
E non ti chiedi


No mi chiedo solo se siano dei pazzi ad averle costruite in California e in altri stati a forte rischio sismico.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 29/04/2011 ore 19.41.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ LadyIsabell: forse perché fanno rispettare le norme di sicurezza e sterminano qualsiasi intromissione malavitosa d'affari..?
Le tecnologie moderne sono a prova di evento catastrofico, escludendo catastrofi enormi (come il sisma Giapponese). Se l'Italia crolla sotto una scossa mediocre di 4° grado e il Giappone rimane in piedi dopo scosse del 7°, dovremmo chiederci perché loro riescono e noi falliamo.
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 19.45.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
@ LadyIsabell: forse perché fanno rispettare le norme di sicurezza e sterminano qualsiasi intromissione malavitosa d'affari..?


Secondo me è da fuori di testa costruire centrali in California (ce ne sono 4). Sicurezza o meno.
mainero mainero 29/04/2011 ore 19.57.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

io non voglio arrivare, ero già arrivato, alla quarta.......
ricomplimenti...
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 29/04/2011 ore 20.02.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ LadyIsabell: se sono padroni della sicurezza, perché mai? Lo è altrettanto costruirle in Japan, che rispetto a una faglia è esteso su tante faglie oceaniche...
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 20.17.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

mainero scrive:
io non voglio arrivare, ero già arrivato, alla quarta.......
ricomplimenti...


Mi spiace per te figliolo.
Dì 2 Pater e 3 Gloria e vai in pace :amen
mainero mainero 29/04/2011 ore 20.20.29 Ultimi messaggi
robi97O robi97O 29/04/2011 ore 20.22.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

perdona lady, ma ho l'impressione ke alcuni x negare l'evidenza riescano pure a dar ragione a questo :sbong
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 20.31.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ robi97O:

Io non lo conosco, l'ho sentito solo parlare due minuti ieri (per questo ho messo il link che riprende il suo pensiero in merito) e ha detto tutt'altro...e cmq voglio sottolineare che il mio thread parla principalmente del mio pensiero riguardo al nucleare.
robi97O robi97O 29/04/2011 ore 20.37.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Io non lo conosco, l'ho sentito solo parlare due minuti ieri (per questo ho messo il link che riprende il suo pensiero in merito) e ha detto tutt'altro...e cmq voglio sottolineare che il mio thread parla principalmente del mio pensiero riguardo al nucleare.
sì, sì... NON voleva essere un attacco alla tua persona :inchino


pensavo solo ke alla fine ci sarà pure ki crederà ke abbia detto il vero
LadyIsabell LadyIsabell 29/04/2011 ore 20.38.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

robi97O scrive:
pensavo solo ke alla fine ci sarà pure ki crederà ke abbia detto il vero


Come si può credere a quelle parole???
Si sarà drogato evidentemente....
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 13.57.48
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
il nucleare è necessario

In effetti non appartengo alla categoria dei visionari che parlano di un mondo fatto di energia alternative, pulite e tanto solo e tanti prati per tutti. In realtà sono assolutamente d'accordo che il nucleare sia ad oggi necessario. Lo dico perchè palesemente, anche a causa del nostro stesso stile di vita, non è assolutamente possibile pensare di spegnere tutti i reattori.

Purtroppo sono estremamente contrario al fatto che il nucleare sia il futuro. E soprattutto sono contrario a pensare che il nucleare di oggi sia il futuro energetico. Viene da sè che sono assolutamente contrario alla realizzazione di nuove centrali che altro non fanno che assecondare una domanda con una tecnologia che ancora oggi ha numerosissimi lati oscuri.


E'l'unica fonte di energia pulita che può soddisfare appieno il bisogno energetico di un paese.

Come ho già più volte avuto modo di dire, una centrale nucleare non è inquinante dal punto di vista dell'emissione di CO2 ma forse non sai che per funzionare necessita del combustibile nucleare e le fasi di estrazione, frantumazione, fabbricazione del combustibile e arricchimento necessitano di quantità considerevoli di combustibile fossile e quindi emettono CO2. Proprio per fare una distinzione usando una terminologia appropriata, nel caso delle scorie, preferisco parlare di "materiale critico" e in questo caso, ti assicuro che di "pulito" c'è ben poco!

Quando al fatto che soddisfi a pieno il fabbisogno di un Paese, approfitto per chiederti se sai come funziona la politica energetica italiana e come cambierebbe con l'introduzione del nucleare. In ogni caso ti dico subito che con una richiesta di quasi 40 GW di potenza elettrica lorda istantanea, 6 centrali con 6 reattori EPR da 1500 MW andrebbero a coprire si e no il 10% del fabbisogno!


A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.

Quello si cui tu stai parlando è l'Accelerator Driven Systems for Transmutation pensato da Carlo Rubbia. Intanto approfitto per ricordarti che Rubbia è stato cacciato dalla presidenza dell'ENEA per aver osato criticare il governo Berlusconi. Comunque, quello di cui tu stai parlando ha lo scopo principale di accorciare l'emivita delle scorie. Di fatto stiamo parlando di ricerca e sperimentazione.

Quello che invece accade oggi è ben diverso. Per esempio, lo sapevi che il carburante esausto di una centrale deve stare a raffreddare nelle piscine di soppressione per dieci anni prima di essere inviato al riprocessamento? Da lì poi vi è un procedimento per dividere il plutonio dagli scarti. Da qui poi il plutonio non viene più considerato una scoria ma un materia ad altissimo livello economico che viene utilizzato per il MOX o per le bombe atomiche (occorrono solo 5 kg per farne una). Le scorie invece vengono messe nei fusti che tutti conosciamo dove restano per migliaia di anni. E ancora non si sa che cavolo farne!


E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Semmai è corretto dire che il mondo non può fermarsi a questo tipo di nucleare e spendere miliardi per realizzarlo, ancora perfettamente consci dei propri limiti. Bisognerebbe invece progredire con la ricerca su tutti i campi, sia nelle energie alternative che nel nucleare. Fermarsi ad usare una tecnologia che dai primi Magnox agli ultimi EPR ha visto realmente pochissimi miglioramenti a fronte di investimenti miliardi, francamente mi sembra abbastanza stupido.

robi97O robi97O 30/04/2011 ore 14.01.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:...
Purtroppo sono estremamente contrario al fatto che il nucleare sia il futuro. E soprattutto sono contrario a pensare che il nucleare di oggi sia il futuro energetico. Viene da sè che sono assolutamente contrario alla realizzazione di nuove centrali che altro non fanno che assecondare una domanda con una tecnologia che ancora oggi ha numerosissimi lati oscuri. ..
:inchino



@ lady: clicca qui :nono (giuro ke NON ti sto rimandando ad un blog :-))))
elnick elnick 30/04/2011 ore 14.08.05
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Intanto approfitto per ricordarti che Rubbia è stato cacciato dalla presidenza dell'ENEA per aver osato criticare il governo Berlusconi.


perfettamente coerente con la filosofia politica del governo del fare: più sono ignoranti e più gli piacciono e ovviamente, il contrario.
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 14.17.32
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

robi97O scrive:
clicca qui

Io non capisco perchè questa gente non viene internata e basta...

Proprio non mi capacito di come ci siano persone che riescono a dire pubblicamente e senza vergogna questo genere di cose!

Ha ragione Bonelli a dire che di fronte ad un discorso del genere si perde anche la voglia di replicare.

:vomitino

LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 14.33.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
In effetti non appartengo alla categoria dei visionari che parlano di un mondo fatto di energia alternative, pulite e tanto solo e tanti prati per tutti. In realtà sono assolutamente d'accordo che il nucleare sia ad oggi necessario. Lo dico perchè palesemente, anche a causa del nostro stesso stile di vita, non è assolutamente possibile pensare di spegnere tutti i reattori.


Appunto


Purtroppo sono estremamente contrario al fatto che il nucleare sia il futuro. E soprattutto sono contrario a pensare che il nucleare di oggi sia il futuro energetico. Viene da sè che sono assolutamente contrario alla realizzazione di nuove centrali che altro non fanno che assecondare una domanda con una tecnologia che ancora oggi ha numerosissimi lati oscuri.


Quindi affermi che sia necessario ma sei contrario nel ritenere il nucleare di oggi il nostro futuro energetico e alla realizzazione di new centrali. Ma saresti favorevole per un futuro prossimo ad un nucleare "diverso" e a delle centrali di nuova generazione?


Come ho già più volte avuto modo di dire, una centrale nucleare non è inquinante dal punto di vista dell'emissione di CO2 ma forse non sai che per funzionare necessita del combustibile nucleare e le fasi di estrazione, frantumazione, fabbricazione del combustibile e arricchimento necessitano di quantità considerevoli di combustibile fossile e quindi emettono CO2. Proprio per fare una distinzione usando una terminologia appropriata, nel caso delle scorie, preferisco parlare di "materiale critico" e in questo caso, ti assicuro che di "pulito" c'è ben poco!


Ma meno delle centrali a gas no?

Quando al fatto che soddisfi a pieno il fabbisogno di un Paese, approfitto per chiederti se sai come funziona la politica energetica italiana e come cambierebbe con l'introduzione del nucleare. In ogni caso ti dico subito che con una richiesta di quasi 40 GW di potenza elettrica lorda istantanea, 6 centrali con 6 reattori EPR da 1500 MW andrebbero a coprire si e no il 10% del fabbisogno!


Quindi quante ce ne vorrebbero per il nostro fabbisogno???


A parte che una centrale nucleare produce solo 1 mg di scorie al giorno, esse stesse sono fonte di energia perchè distruggendole con il flusso di neutroni (prodotto da un acceleratore di particelle) producono tantissimo calore, quindi energia.

Quello si cui tu stai parlando è l'Accelerator Driven Systems for Transmutation pensato da Carlo Rubbia. Intanto approfitto per ricordarti che Rubbia è stato cacciato dalla presidenza dell'ENEA per aver osato criticare il governo Berlusconi. Comunque, quello di cui tu stai parlando ha lo scopo principale di accorciare l'emivita delle scorie. Di fatto stiamo parlando di ricerca e sperimentazione.


Per il fatto che sia stato cacciato per aver criticato Zilvio mi spiace x lui. Avrà detto cose "scomode" evidentemente (dopo 3 mesi ancora pensi che io sia berlusconiana?!?!). E' una sperimentazione che però potrebbe dare risultati molto positivi per un utilizzo futuro non pensi???

Quello che invece accade oggi è ben diverso. Per esempio, lo sapevi che il carburante esausto di una centrale deve stare a raffreddare nelle piscine di soppressione per dieci anni prima di essere inviato al riprocessamento? Da lì poi vi è un procedimento per dividere il plutonio dagli scarti. Da qui poi il plutonio non viene più considerato una scoria ma un materia ad altissimo livello economico che viene utilizzato per il MOX o per le bombe atomiche (occorrono solo 5 kg per farne una). Le scorie invece vengono messe nei fusti che tutti conosciamo dove restano per migliaia di anni. E ancora non si sa che cavolo farne!


Non sapevo tutte queste cose. Ora le so grazie a te. E dico: si dovrebbe investire nel modernizzare il procedimento proprio per evitare che i "benefici" dell'energia nucleare comportino tanti e tali procedimenti inquinanti.

E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Semmai è corretto dire che il mondo non può fermarsi a questo tipo di nucleare e spendere miliardi per realizzarlo, ancora perfettamente consci dei propri limiti. Bisognerebbe invece progredire con la ricerca su tutti i campi, sia nelle energie alternative che nel nucleare. Fermarsi ad usare una tecnologia che dai primi Magnox agli ultimi EPR ha visto realmente pochissimi miglioramenti a fronte di investimenti miliardi, francamente mi sembra abbastanza stupido.


D'accordissimo. Progredire a 360 gradi però. Sarebbe da pazzi abbandonarlo per ritornare al 1800.

Grazie Piccolo Principe ;-)
elnick elnick 30/04/2011 ore 14.37.07
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Io non capisco perchè questa gente non viene internata e basta...


un po' difficile aprire una discussione seria prendendo come spunto un tale minchione.
LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 14.40.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

robi97O scrive:
@ lady: clicca qui (giuro ke NON ti sto rimandando ad un blog )


Avevi ragione nel temerlo dunque. CVD. Che tristezza....
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 14.42.03
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Ma saresti favorevole per un futuro prossimo ad un nucleare "diverso" e a delle centrali di nuova generazione?

Dipende da cosa si intende per "diverso" e soprattutto a quale "generazione" tu ti riferisci. Purtroppo non ho la sfera di cristallo!


Ma meno delle centrali a gas no?

Per ottenere un kg di prodotto finale occorrono fino a 10 tonnellate di grezzo. Da questo processo, facendo un piccolo calcolo, emerge che ogni 1000 kWh prodotti se ne spendono 200 kWh di idrocarburi con le relative emissioni. Praticamente le stesse emissioni del ciclo combinato alimentato a gas naturale.


E' una sperimentazione che però potrebbe dare risultati molto positivi per un utilizzo futuro non pensi???

Penso che per la ricerca e per i risultati positivi occorre spendere notevoli quantità di soldi. È soprattutto per questo che ritengo ridicoli sprecarli nella realizzazione di nuovi reattori che assecondano solo un circolo vizioso fatto di una domanda energetica che andrebbe principalmente ridotta.


E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Ho già risposto prima!


Domanda: sai come funziona il sistema energetico italiano?

Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 14.44.12
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

elnick scrive:
un po' difficile aprire una discussione seria prendendo come spunto un tale minchione.

Anche questo è vero!

Ma non ci sarebbe nulla di male se una volta conosciuti i soggetti e i fatti si facesse una doverosa retromarcia!

Il problema reale sta nel perseverare anche dopo essere messi di fronte alla realtà!

:ok

LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 14.51.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
E il mondo non può fermarsi e non permettere di usufruire dei benefici del nucleare perchè l'uomo ha paura dei rischi.

Ho già risposto prima!


Domanda: sai come funziona il sistema energetico italiano?


Veramente non ho riscritto il fatto dei rischi :hihi
So che si basa su fonti energetiche rinnovabili, non rinnovabili (in gran parte) e comprata all'estero.
cioccolatino111 cioccolatino111 30/04/2011 ore 14.53.06
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Carlitoswai.70 scrive:
avevo dubbi in merito e li ho ancora. chi mi garantisce al 100x100 che la centrale, a causa di fattori esterni o di difetti interni, oppure di omessa sorveglianza, non impazzisca e ci presenti un conto mortale?


nessuno
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 14.53.23
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
So che si basa su fonti energetiche rinnovabili, non rinnovabili (in gran parte) e comprata all'estero.

E...

LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 14.55.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
LadyIsabell scrive:
So che si basa su fonti energetiche rinnovabili, non rinnovabili (in gran parte) e comprata all'estero.

E...


...e??? :mmm :shy
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 14.57.45
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
...e???

Ritieni che il nucleare comporterà una riduzione nella tua bolletta?

LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 15.01.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Ritieni che il nucleare comporterà una riduzione nella tua bolletta?


Si, non lo credi tu???
elnick elnick 30/04/2011 ore 15.20.07
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Si, non lo credi tu???


boh ... e allora come mai i kw che l'eni produce nelle centrali elettriche all'estero oggi costano come gli altri? :mmm
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 15.27.55
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Si, non lo credi tu???

Io no!

La vostra indipendenza energetica è stupidaggine colossale che il vostro governo vi sta mettendo in testa a nome di un nazionalismo che in realtà è più che mai antiquato e privo di senso!

Innanzitutto da voi il nucleare partirebbe da zero e significa costi di progettazione, costruzione, mantenimento, messa in sicurezza, personale di servizio, gestione, ammodernamento, smaltimento delle scorie senza riprocessamento (che incide fino al 12% del totale), decommissionig e ovviamente gestione scorie post-decommissiong. Va da sè che di fronte a tutto questo è ovvio che nessun privato pensa ad un investimento in questo campo e tocca quindi allo Stato sobbarcarsi tutte queste spese. Inutile dirti che proprio per questo sono i soldi dei contribuenti a farla da padrone.

Nel caso specifico voi avete fatto accordi con la Francia per la realizzazione di reattori nucleari. Ma come sono i trattati che guardano al mantenimento in esercizio delle centrali? Vogliamo anche parlare dell'uranio? Ce lo chiediamo come sono gli accordi per lo sfruttamento dell'uranio? Andrete voi nelle miniere in Niger, oppure saranno i francesi? Ma a questo punto mi pare ovvio che dovreste comprarlo questo benedetto uranio. E qui ricordo che il prezzo dell'uranio è passando da 20 Dollari alla libbra nel 2000 a 120 Dollari alla libbra nel 2007. Ma poi bisognerà anche arricchirlo l'uranio e come fare? È davvero pensabile che l'Italia si sobbarchi anche le spese di arricchimento dell'uranio oltre a quelle per la costruzioni di impianti preposti a questa funzione. Quindi come si farà? Dovreste comprare l'uranio arricchito da altri Stati. Quindi questo significa ancora una volta: dipendenza energetica.

Ma veniamo a concetti un po' più legati all'economia vera e propria.

L'Italia acquista dagli Stati confinanti una quantità di energia elettrica superiore all'effettivo bisogno. L'energia elettrica prodotta col nucleare ha un costo decisamente inferiore, sia perchè essa viene acquista di notte, dove è noto che la domanda è inferiore, sia perchè un impianto nucleare non può regolarsi a seconda della domanda.

Questo consente all'Italia di fermare durante tutta la notte la produzione nelle centrali idroelettriche. Viceversa, di giorno le centrali idroelettriche vengono spinte a pieno regime in maniera tale da poter vendere all'estero notevoli quantità di energia elettrica pulita. E non credo sia necessario dirti che quest'ultima costa molto più di quella prodotta col nucleare.

Se ti fai due calcoletti arrivi a capire che per l'Italia è molto più economicamente redditizio di quanto ti facciano credere le campagne pubblicitarie! E infatti nel vostro insulso referendum non c'era la domanda: volete che l'Italia smetta anche di acquistare energia elettronucleare da Stati esteri. E mica sono scemi eh...

Tuttavia, come tu ben sai in Italia c'è stata la liberalizzazione dell'energia elettrica e questo ha significato che le società sono entrate a far parte del mercato. Questo avrebbe dovuto dire che senza monopolio ci sarebbe stata più concorrenza e quindi prezzi più bassi. Ma è stato così? Ovviamente no!

Perchè?

La borsa elettrica fa transazioni ogni giorno per quello successivo. Queste transazioni avvengono di ora in ora ma in questo modo c'è la possibilità che nelle ore di punta vengano chiamati alla produzione anche quegli impianti obsoleti che in Italia sono ancora attivi e nessuno si pone il problema di chiuderli. Ovviamente, come dicevo, la minore efficienza si paga con una maggiorazione sul prezzo. Alla fine viene fatta una media delle transazioni ma quello che alza la media è proprio il dato delle centrali peggiori.

A questo punto sarebbe ovvio pensare che con l'ingresso di centrali nucleari efficienti si potrebbe pensare di spegnere le vecchie centrali a carbone e togliere quel dato negativo che influisce su tutta la borsa.

Perchè non viene mai fatto?

Per una ragione molto semplice!

Ad una perdita del consumatore che si vede tutte le medie dei prezzi alzati dalle centrali obsolete nonostante la presenza di centrali nuovissime, corrisponde un guadagno del produttore energetico che riesce a fare prezzi elevatissimi pur avendo centrali efficienti e quindi spendendo poco.

In sostanza chi ci guadagna davvero non è mai il consumatore ma il produttore e nel caso specifico l'ENEL che, nonostante la liberalizzazione del mercato, è ancora la società di punta.

A questo ti dico anche che la cosa più assurda negli accordi con EDF è proprio che l'ENEL è diventato l'organo preposto all'attuazione del futuro programma nucleare italiano. Su questo ci si potrebbe passare sopra (nonostante il "quasi" monopolio energetico), non fosse lo Stato italiano uno degli azionisti della stessa ENEL. Va da sè che in questo senso lo Stato ha un notevole guadagno e le scelte che attuerà non saranno certo disinteressate.

Ci credi ancora che avrai agevolazioni economiche con l'arrivo del nucleare in Italia?

:hehe

cioccolatino111 cioccolatino111 30/04/2011 ore 15.42.37
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Ritieni che il nucleare comporterà una riduzione nella tua bolletta?


No
quanto ci costerà fra manutenzione delle centrali e smaltimento delle scorie radioattive??

Ho pescato nel web, una chicca..Lord
La maggioranza delle centrali nucleari oggi operanti nel mondo sono state ordinate negli anni sessanta e settanta (quelle ordinate dopo il 1979 sono pochissime) e sono entrate in servizio negli anni settanta ed ottanta. All’inizio si assegnava ad una centrale nucleare una vita produttiva di trent’anni : poi si è quasi universalmente convenuto che tale vita poteva essere estesa a quarant’anni. Oggi quindi un assai consistente stock di centrali nucleari sta giungendo a questo traguardo. Entro il 2020 tutte o quasi le centrali nucleari oggi attive nel mondo (sono 450) compiranno quarant’anni e dovrebbero quindi essere smantellate.

Il processo di smantellamento (decommissioning) è un processo lungo, costoso e poco conosciuto : poco conosciuto semplicemente perché non esiste ancora in materia una esperienza consolidata.
Dopo la fine della attività, cioè della produzione di energia elettrica, le centrali nucleari debbono subire un lungo processo di decontaminazione : lungo, veramente lungo perché si tratta di 40/50 anni.

Paradossalmente in Italia siamo all’avanguardia in materia. Come noto dal 1987 le nostre (poche) centrali sono state fermate: quindi da oltre vent’anni sono in fase di decontaminazione. Il processo è gestito da una società pubblica, la Sogin.
Nel 2007 la Sogin ha presentato un “conto” di 174,9 milioni di euro: questo “conto” viene approvato dalla Autorità per l’energia Elettrica ed il Gas e “ribaltato” sulle nostre bollette. Quindi lo stiamo già pagando noi.


Il peso di questa voce sulla nostra bolletta elettrica è modesto: l’1% circa. Ciò perché la consistenza del parco nucleare italiano era, come noto, modesta (4 centrali per circa 1000 MW complessivi).

Ma credo sia più appropriato valutare questo costo in altro modo: se le 4 centrali dismesse funzionassero a pieno ritmo (ipotesi assai ottimistica, non è mai successo) produrrebbero circa 6 mlrd di kWh /anno per un valore di circa 400 milioni di euro. In altri termini i costi annui del decommissioning rappresentano quasi la metà del valore dell’energia che questi impianti producevano (o, meglio, avrebbero potuto produrre): e questo già da 25 anni e per altri 25. Restano poi, beninteso, i costi dello smantellamento finale e del ripristino del sito.

Possiamo infine fare un altro raffronto: oggi costruire i 1000 MW del parco nucleare italiano dimesso, ex novo e secondo le tecnologie più moderne, costerebbe circa 3 miliardi di euro : i costi di decommissioning (non scontati) rappresenterebbero circa tre volte i costi di costruzione.

Mr.Frizz Mr.Frizz 30/04/2011 ore 15.45.11
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Ci credi ancora che avrai agevolazioni economica con l'arrivo del nucleare in Italia?


quoto tutto,però aggiungo che miniere di uranio ne sono state trovate anche a bergamo o comunque nelle zone del nord in prossimità delle alpi,però essendo prelevato in italia di sicuro ci costerà un sacco comunque,quindi nessun vantaggio economico.oggi un KW consumato sono 20cent di euro in bolletta in media,quello che non capisco è perchè in inverno 18cent e in estate 22,non possono fare 18 tutto l anno?sarebbe comunque il 10% in meno...quindi c è comunque qualcosa dietro
cioccolatino111 cioccolatino111 30/04/2011 ore 15.49.19
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ Lord.Goring:

Prendiamo il caso della Francia che, come noto, è il paese più “nucleare” del mondo.

Nel 2005 il Ministero dell’Industria, in base ad un criterio stabilito nel 1991, valutava in 13,5 miliardi di euro il costo di decommissioning del parco nucleare francese: ma già nel 2003 la Corte dei Conti aveva valutato tale costo in una forchetta di 20-39 miliardi di euro. Esperti e ong però dicono che si deve parlare non di decine ma di centinaia di miliardi di Euro : se si guarda a ciò che sta accadendo in Inghilterra queste valutazioni non appaiono affatto campate in aria.

In tutto questo la Electricitè de France ha accantonato a questo scopo solo 2,5 miliardi di Euro.


Qualcuno quindi dovrà pagare…

Esattamente. Sere fa a “Porta a Porta” c’era l’ennesimo dibattito sul nucleare e Bruno Vespa, con la baldanza di chi ha un argomento chiaro ed incontrovertibile, diceva “…ma in Francia l’energia elettrica costa un 30% di meno che in Italia…”.

Vorrei che qualcuno gli dicesse che quello che i francesi pagano oggi è un acconto: il saldo verrà e sarà salato. Lo potranno pagare sulla bolletta della EdF o come contribuenti, se lo stato si accollerà i costi dello smantellamento: ma alla fin fine i francesi dovranno pagare e molto.



Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 15.51.05
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

cioccolatino111 scrive:
la Sogin.

La SOGIN è la vergogna di tutte le società mondiali preposte al decommissiong.

In Italia, dal 1987 ad oggi, sono stati spesi più di dieci miliardi di Euro per il mantenimento in sicurezza del precedente programma nucleare, per la gestione e la custodia delle scorie, per l'affitto di combustibile nucleare a Sellafield e soprattutto per un ridicolo programma di decommissioning che dopo quasi 25 anni non ha mai visto realmente un piano riguardante una cosa delle centrali italiane.

Qui dentro ho fatto presente che il generale militare Carlo Jean è stato messo alla presidenza della SOGIN pur manifestando colossali mancanze di esperienza e dei minimi concetti basilari di fisica nucleare e mi è stato detto che "non è importante perchè tanto in Italia funziona così..."!

Una sola parola: vergogna!

:vomitino

Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 15.56.08
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mr.Frizz scrive:
quoto tutto,però aggiungo che miniere di uranio ne sono state trovate anche a bergamo o comunque nelle zone del nord in prossimità delle alpi,però essendo prelevato in italia di sicuro ci costerà un sacco comunque,quindi nessun vantaggio economico.oggi un KW consumato sono 20cent di euro in bolletta in media,quello che non capisco è perchè in inverno 18cent e in estate 22,non possono fare 18 tutto l anno?sarebbe comunque il 10% in meno...quindi c è comunque qualcosa dietro

Se è per questo l'Italia è anche molto ricca di Torio. Carlo Rubbia, italiano, ha proposto la sperimentazione del Rubbiatron, ovvero un reattore nucleare alimentato a Torio.

Ti risulta che in Italia Rubbia abbia avuto un minimo di considerazione sotto questo aspetto?

Quanto al resto, sono sono a conoscenza di dati così specifici riguardati il costo dell'energia.

cioccolatino111 cioccolatino111 30/04/2011 ore 15.59.34
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
In Italia, dal 1987 ad oggi, sono stati spesi più di dieci miliardi di Euro per il mantenimento in sicurezza del precedente programma nucleare, per la gestione e la custodia delle scorie, per l'affitto di combustibile nucleare a Sellafield e soprattutto per un ridicolo programma di decommissioning che dopo quasi 25 anni non ha mai visto realmente un piano riguardante una cosa delle centrali italiane.



:ok

ma a qualcuno non frega na mazzuola delle spesucce della SOGIN
LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 16.38.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Ci credi ancora che avrai agevolazioni economiche con l'arrivo del nucleare in Italia?


Credo che mi farò una flebo a sto punto.... :bataboing
grazie!
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 16.48.04
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Credo che mi farò una flebo a sto punto....

Una flebo di cosa?

:nono1

LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 17.40.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Lord.Goring scrive:
Una flebo di cosa?


Un mix di consciousness energy optimism and hope for the future :batafiore
Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 17.51.07
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
consciousness energy optimism and hope for the future



LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 18.01.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

@ Lord.Goring:

Il FUTURO appartiene a chi ha il coraggio di essere differente


Lord.Goring Lord.Goring 30/04/2011 ore 18.11.15
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Il FUTURO appartiene a chi ha il coraggio di essere differente



linx linx 30/04/2011 ore 19.03.37
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Nei meandri del meglio peggio.
Chiunque capisce che le centrali nucleari sono una trappola.


Giappone: radioattvita' in latte materno
ministero salute rassicura, nessun pericolo per salute bebe'
30 aprile, 17:53

Giappone: radioattvita' in latte materno (ANSA) - TOKYO, 30 APR - Una limitata quantità di sostanze radioattive è stata rilevata nel latte materno di sette donne in Giappone, a seguito di un test governativo effettuato su un campione di 23 residenti di Tokyo e altre quattro prefetture a est e nordest della capitale. Lo ha riferito oggi il ministero della Salute nipponico, secondo cui tuttavia le tracce riscontrate sono abbondantemente al di sotto delle soglie di legge e "non costituiscono un pericolo per la salute dei bambini".

linx linx 30/04/2011 ore 19.06.22
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Stop al nucleare, nove nobel scrivono a Berlusconi e agli altri leader mondiali

Nove premi nobel per la pace hanno inviato una lettera aperta ai governi più importanti del mondo, compreso il nostro. La lettera, diffusa da Greenpeace, chiede ai governi di ripensare i programmi nucleari, che a Fukushima hanno mostrato ancora una volta il rischio di incidenti inaspettati e imprevedibili.

“Nel venticinquesimo anniversario del disastro nucleare di Chernobyl in Ucraina, e più di due mesi dopo il massiccio terremoto e tsunami che hanno devastato il Giappone – scrivono i nove Nobel- noi, i sottoscritti Premi Nobel per la Pace vi chiediamo di investire in un futuro più sicuro e pacifico impegnandosi sul fronte delle energie rinnovabili. E’ tempo di riconoscere che la forza nucleare non è una fonte d’energia pulita, sicura o affidabile. Siamo profondamente disturbati dal fatto che le vite delle persone in Giappone siano in pericolo per colpa delle radiazioni nucleari nell’aria, e che il cibo e l’acqua siano contaminati come risultato dei danni a Fukushima. Crediamo fermamente che se il mondo dismetterà l’uso attuale dell’energia nucleare, le generazioni future vivranno in pace e in sicurezza”.

In un altro passaggio della lettera, i Nobel affrontano anche un problema mai abbastanza chiarito. Le centrali emettono radiazioni anche quando non si è verificato nessun incidente. Ogni passaggio del ciclo nucleare produce radiazioni, incontrollabili per l’uomo.

Per questi motivi i Nobel invitano tutti i leader del mondo a rinunciare ai loro programmi nucleari. Un invito che certamente sarà accolto dalla Germania della Merkel, che ha già avviato lo smantellamento. Più difficile una risposta positiva dal governo italiano, che ha già annunciato di essere pronto a “riparlare” di nucleare tra un anno. Giusto il tempo per far fallire il referendum con cui gli italiani avrebbero bocciato il piano.

http://www.corriereweb.net/scienze-e-tecnologia/salute/4992-stop-al-nucleare-nove-nobel-scrivono-a-berlusconi-e-agli-altri-leader-mondiali.html
LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 19.07.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Mulini a vento per tutti!!!
(facciamo un po' di satira và :-))) )


linx linx 30/04/2011 ore 19.08.52
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
(facciamo un po' di satira và smile )

satira?
facciamo le persone serie ogni tanto,se si vuole un topic serio.
Mr.Frizz Mr.Frizz 30/04/2011 ore 19.09.08
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
Mulini a vento per tutti!!!


almeno questi non sono antiestetici :ok
LadyIsabell LadyIsabell 30/04/2011 ore 19.15.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

linx scrive:
LadyIsabell scrive:
(facciamo un po' di satira và smile )

satira?
facciamo le persone serie ogni tanto,se si vuole un topic serio.


Ci sono 11 pag. serie caro Linx, con numerose opinioni di vari utenti e preziosissimi contributi di altri.
Dato che è il mio thread posso permettermi di "staccare" un secondo a mò di intervallo pubblicitario stile "consigli per gli acquisti" in chiave ironica.
Se poi tu sei arrivato solo ora...it's not my fault! :ok
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 01/05/2011 ore 18.10.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

LadyIsabell scrive:
Mulini a vento per tutti!!!


Oddio, che significa? :hoho
Qual'è sta proposta, che non trovo, soprattutto?
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 01/05/2011 ore 18.13.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Cmq risponderò seriamente: anche l'energia eolica ha dei limiti: per utilizzare l'energia del vento, occorre trovare i punti in cui i venti sono piu' costanti e ivi montare le pale eoliche; quando trovi una zona in cui il vento è abbastanza regolare e forte, puoi iniziare a installare gli accumulatori, che però devono anche incamerare energia sufficiente a "lavorare" l'energia del vento ed alimentare le pale quando il vento non soffia.

Ma al momento non credo vi sia interesse a rendere maggiore l'utilizzo dell'eolico, ora che tutti gli "interessi" sono sul nucleare...
LadyIsabell LadyIsabell 01/05/2011 ore 18.14.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Oddio, che significa?


Come Mirkolo non vorresti un bel windmill di fianco a casina tua? Non inquina ed è troppo bellino!
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 01/05/2011 ore 18.17.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

@ LadyIsabell: te l'ho detto, questi accumulatori sono utili solo se installati dove il vento è costante e ha una certa intensità... casa mia la escludo, il vento soffia senza regolarità e d'estate. spesso, non si sente per settimane :hoho
LadyIsabell LadyIsabell 01/05/2011 ore 18.21.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
vento è costante e ha una certa intensità


Lo so, lo so, ma sono nettamente meglio (esteticamente parlando) dei pannelli solari e delle pale eoliche...peccato comunque perchè l'idea dei mulini a vento come fonte di energia alternativa mi è sempre piaciuta. Beati gli olandesi :-)
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 01/05/2011 ore 18.25.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

@ LadyIsabell: lo fanno in Olanda, dove il vento ha una certa intensità... ma da noi i venti sono troppo incostanti...
LadyIsabell LadyIsabell 01/05/2011 ore 18.30.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
ma da noi i venti sono troppo incostanti...


Il vento più forte che ho sentito è stato in Sardegna, ma anche qua è un rischio perchè puoi trovare anche giornate in cui non si muove un filo d'erba. Ci sarebbe poi il Friuli, ma con la Bora di Trieste rischi che le pale si spacchino proprio...penso proprio che, in generale, il nostro clima mediterraneo non sia adatto a loro, peccato :-(
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 01/05/2011 ore 18.33.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

@ LadyIsabell: dovresti avere un luogo in cui soffi regolarmente ma le pause non siano lunghe come nel territorio Emiliano, che a volte per settimane non soffia per niente :hoho Per questo, l'Olanda è un Paese perfetto.. da noi, beh, qualche zona ci sarà, ma va ancora vagliata... Ma se si riuscisse, sarebbe un bel colpo! :-)
15662848
@ LadyIsabell: dovresti avere un luogo in cui soffi regolarmente ma le pause non siano lunghe come nel territorio Emiliano, che a...
Risposta
01/05/2011 18.33.06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MalaSalus MalaSalus 01/05/2011 ore 18.40.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

LadyIsabell scrive:
La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

ineluttabile
agg.

• A cui non ci si può opporre SIN inevitabile: destino i.
• avv. ineluttabilmente, di necessità, senza possibilità di essere evitato

• sec. XVII

un articolo che risulta ridicolo anche solo per il titolo.
LadyIsabell LadyIsabell 01/05/2011 ore 18.48.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
da noi, beh, qualche zona ci sarà, ma va ancora vagliata... Ma se si riuscisse, sarebbe un bel colpo!


Il problema è che "qualche zona" non basta sai...il fotovoltaico invece non ha di questi problemi ma non si può proprio vedere...poi, esempio, per i palazzi? Se li metti sul tetto non potranno mai fornire energia sufficiente x tutti gli inquilini, al max fanno funzionare la lavatrice della sora Cesira del terzo piano mentre le altre sciure attendono il loro turno di lavaggio :haha
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 01/05/2011 ore 18.53.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

@ LadyIsabell: appunto :-)
Se ci fossero zone utili in Italia a soddisfare un minimo fabbisogno, sarei favorevolissimo ad investire.
Archimede1978 Archimede1978 02/05/2011 ore 10.28.09 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

x Lord.Goring

Sono assolutamente d'accordo con te.
Io non riesco a capire certe volte gli italiani.... Abbiamo Carlo Rubbia che ha dimostrato con i fatti che l'energia solare è disponibile anche di notte, attraverso accumulatori salini costruendo una centrale termodinamica in Sicilia fantastica. La sua creazione ha fatto il giro del mondo. Abbiamo brevettato i tubi ricevitori con il più alto rendimento del mondo, potremmo investire su questo settore altamente promettente, PULITO, SICURO e ITALIANO, ed invece stiamo parlando di morti, di pericolo nucleare, scorie, ect. ect. Carlo Rubbia è stato portato via dagli Spagnoli costruendo decine di centrali termosolari che sono perfettamente funzionanti e hanno contribuito a portare la Spagna ai massimi livelli europei e quindi mondiali di produzione da rinnovabile alle spalle della inarrestabile Germania. Perchè gli italiani sono così scemi delle volte ?
Abbiamo un NOBEL CSOI' e stiamo discutendo di quello che sostiene un pazzo pagato da un capo del governo che è la menzogna fatta uomo ?
Povera italia.
LadyIsabell LadyIsabell 02/05/2011 ore 14.39.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La ineluttabile necessità del NUCLEARE - riflessioni+contributo

Archimede1978 scrive:
e stiamo discutendo di quello che sostiene un pazzo pagato da un capo del governo che è la menzogna fatta uomo ?


Non proprio veramente.
Ho esposto il mio pensiero favorevole sul nucleare, che poi abbia accennato alle cose che ho sentito pronunciare dal Prof. (con relativo link) è un'altra cosa.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.