Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

morganbluver morganbluver 29/12/2011 ore 23.26.52
segnala

(Nessuno)Gianfranco Polillo il sottosegretario.....

come volevasi dimostrare, secondo questo sottosegretario non proprio di nuovo pelo, sostiene come marchionne che l'articolo 18 e' un impedeimento per le aziende per il motivo che secondo loro le persone non vanno a lavorare, stanno a casa per guardare la partita di calcio. L'assenteismo e' il motivo della scarsa produttivita'.

Questi alibi , questi pretesti per togliere dei dritti ma soprattutto per speculare ed abbassare il costo del lavoro sulla spalle dei dipendenti e' disgustosa, e conferma il mio giudizio spregievole sul governo

Zeta.One Zeta.One 29/12/2011 ore 23.39.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gianfranco Polillo il sottosegretario.....

è l'unico modo possibile per rimanere competitivi in un mercato che questi diritti se li signa....
morganbluver scrive:
Questi alibi , questi pretesti per togliere dei dritti ma soprattutto per speculare ed abbassare il costo del lavoro sulla spalle dei dipendenti e' disgustosa,

possibile che tu non ci arrivi?
non viviamo tra le nuvole....
se vogliamo lavorare e creare posti di lavoro dobbiamo essere competitivi rispetto agli altri soggetti dello stesso....

altrimenti si finisce in miseria....


p.s. eppure non mi sembra difficile da comprendere :-(
MalaSalus MalaSalus 29/12/2011 ore 23.50.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gianfranco Polillo il sottosegretario.....

ovvio zeta, infatti.. l'unico modo per essere competitivi nei confronti di chi adotta la schiavitù è essere schiavisti. com'è dimostrato in tutte le nazioni libere e democratiche.
sei un vero genio.
MalaSalus MalaSalus 29/12/2011 ore 23.52.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gianfranco Polillo il sottosegretario.....

Zeta.One scrive:
altrimenti si finisce in miseria....

la differenza tra miseria e sfruttamento quale sarebbe?

come mai è necessario per un intero popolo fare i biechi interessi del ceto ricco ed industriale per poter vivere? suona piuttosto strano e i conti non tornano.
moanafancu moanafancu 30/12/2011 ore 00.28.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gianfranco Polillo il sottosegretario.....

@ Zeta.One:
Da un elettore dei lego-berloscunati non ci si può certo aspettare che capisca la realtà dei problemi, altrimenti non avrebbe mai votato la mala berlusconiana.
Per inseguire la produzione a basso costo e fare concorrenza alla cina, i nostri illuminati imprenditori sanno solo delocalizzare o schiavizzare e sottopagare i lavoratori. Questo ci ha portato ad un impoverimento del paese, alla precarizzazione del lavoro e al fatto che molti giovani hanno perso addirittura la speranza di trovare un lavoro, quindi non le cercano neanche più.

La realtà e che il governo del fare "cazzate", in 17 anni di regime, non ha saputo fare un piano industriale per creare, con le industrie italiane, l'inovazione tecnologica, necessaria a creare un elevatto valore aggiunto dei nostri prodotti, tale da consentrici su superare l'handicap del nosstro maggior costo del lavoro. A dire il vero una minima parte di responsabilità l'avevano anche i governi precedenti il regime berlusconiano che non hanno saputo creare un collegamento attivo tra la ricerca/sviluppo e le industrie.
In francia ed in germania, in tempi di crisi, non hanno tagliato sulla ricerca e sviluppo, anzi hanno aumentato gli ivestmenti per rendere sempre più competitive le loro produzioni. Noi abbiamo fatto il contrario: abbiamo ridotti i fondi alla ricerca.

Anche la nostra infima classe imprenditoriale ha le sue responsabilità. In italia, le aziende medio grandi sono la minoranza del tessuto produttivo e salvo rare eccezioni, non hanno investito i loro profitti nel potenziamento delle aziende e nella ricerca per migliorare la loro produzione, cosa che hanno fatto le aziende tedesche, riuscendo così ad essere compentitive nei mercati internazionali. I nostri industriali hanno investito i loro ingenti profitti nella finanza speculativa o in paradisi fiscali.

L'altra componente industriale italiana sono la maggioranza delle piccole e aziende che oggi soffrono, soprattutto, per la mancaza di accesso al credito ed itragici ritardi di pagamento da parte delle grandi aziende e dello stato.
L'illuinato imprenditore Berlusconi, ha ritardato ulteriormente i tempi di pagamento dello stato, senza creare strumenti a sostegno delle piccole aziende, che si sono trovate strozzate.

Zeta.One Zeta.One 30/12/2011 ore 04.12.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gianfranco Polillo il sottosegretario.....

certo..
moanafancu scrive:
Da un elettore dei lego-berloscunati non ci si può certo aspettare che capisca la realtà dei problemi, altrimenti non avrebbe mai votato la mala berlusconiana.

certo, come no.
i problemi li capite voi....

e la ricetta è sempre la stessa,

tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro
tasse, privilegi statali
pianti da santoro

maandateafaunculo :lol

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.