Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

viola.nelcuore viola.nelcuore 02/12/2015 ore 05.01.56
segnala

ImportanteMarò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

Che il processo messo in campo dall'India nei confronti dei due fucilieri di marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, fosse al limite del ridicolo, non è una novita. Ma dalle carte che i legali indiani hanno consegnato al Tribunale internazionale per il diritto del mare di Amburgo, emergono alcuni dettagli sconcertanti.

Non solo quelle testimonianze fotocopia rilasciate da alcuni pescatori fsopravvissuti il giorno in cui Valentine Jelastine e Akeesh Pink persero la vita, ma soprattutto l'allegato numero 4 che riporta l'autopsia svolta sul corpo dei due pescatori uccisi. Sembrava essersi persa nei cassetti dei tribunali indiani, e invece è rispuntata ad Amburgo. Nel documento, la prova che i proiettili che hanno colpito a morte i due indiani non sono quelli in dotazione ai marò.
Le deposizioni
Come riporta il Quotidiano Nazionale, in un articolo a firma di Lorenzo Bianchi, le testimonianze di chi avrebbe assistito alla morte dei due pescatori si assomigliano eccessivamente. Come se nell'essere redatte fossero state scritte dalla stessa mano e opportunamente falsificate in modo da dimostrare la colpevolezza di Latorre e Girone. Dopo gli eventi del 15 febbraio 2012 al largo delle coste del Kerala, i testimoni dichiarano che gli assassini sono i "sailors", i marinai, facendo nome e cognome dei due marò. Le testimonianze, allegate tra le carte che l'India ha depositato ad Amburgo, sono contenute nell'allegato 46.

A rilasciarele sono il comandante del peschereccio, Freddy Bosco (34 anni), e il marinaio Kenserian (47), i quali dichiaro "onestamente e con la massima integrità" che la loro imbarcazione "finì sotto il fuoco non provocato e improvviso dei marinai Massimiliano Latorre e Salvatore Girone della Enrica Lexi".

Il primo campanello d'allarme riguarda proprio il duplice errore riportato nei verbali. Entrambi i marinai, infatti, avrebbero sbagliato a pronunciare il nome della nave difesa dai Marò, che infatti si scrive "Lexie". Ora, la cosa più probabile è che entrambe le dichiarazioni siano state scritte dalla stessa persona con una sorta di "copia e incolla" necessario per far coincidere le due versioni.

Ma non sono solo queste le corrispondenze. Altri passaggi sembrano scritti con la carta carbone. Secondo i due testimoni, i "tiri malvagi" hanno provocato la "tragica morte dei cari amici e colleghi Valentine, alias Jalestin, e Ajesh Binke". Anche sulle loro condizioni dopo l'evento, la versione coincide in maniera sospetta. I due pescatori avrebbero subito una "indicibile miseria e una agonia della mente, una perdita di introiti. La nostra ordalia non è finita".

Secondo Luigi Di Stefano, perito di parte che ha seguito la vicenda di Ustica, l'India non avrebbe dovuto consegnare queste carte al Tribunale di Amburgo. Che non aveva il compito di giudicare le responsabilità dei Marò, ma solo quale fosse il Paese legittimato a tenere il processo. Un modo quindi per ribadire la colpevolezza non dimostrata di Latorre e Girone, mossa che però ha fatto calare un velo di legittima dubbiosità sulla veridicità delle testimonianze.
Il proiettile
Non è tutto. Perché il più interessante dei documenti consegnati dai legali indiani ai giudici di Amburgo è l'autopsia che l'anatomo patologo K. S. Sasika fece sui due pescatori uccisi. Nella seconda pagina dell'allegato 4, infatti, si legge che il proiettile estratto dal cervello di Jalestine è troppo grande per essere uscito dalle armi dei fucilieri di marina. Quello misurato dal medico aveva un'ogiva di 31 millimetri, una circonferenza di 20 millimetri alla base e di 24 nella zona più larga. Le munizioni in dotazione ai Marò, invece, sono dei calibro 5 e 56 Nato. Il proiettile italiano misura solo 23 centimetri, quindi è evidente che quello estratto dalla testa del pescatore non possa essere stato esploso dai mitra Minimi e Beretta Ar 70/90 di Latorre e Girone.

Infine, dalle carte si evince che il Gps del Saint Antony dove hanno trovato la morte i pescatori venne fatto recapitare dal capitano dell'imbarcazione non il giorno in cui attraccò al porto, ma solo 8 giorni dopo. Conservando tutto il tempo necessario a manometterne i dati.
beat.nik54 beat.nik54 02/12/2015 ore 07.28.51
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

che pizza sta storia :sbong
nereoantinori nereoantinori 02/12/2015 ore 08.08.52
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

@viola.nelcuore :

nera, lo sapevamo.

se penso che molti quà dentro volevano vedere i due marò impiccati.

naturalmente adesso negheranno.

e questi odiatori in spe, individuabili nella sibistra e 5 stalle non pagheranno nulla per le loro infamie e odio.

viola.nelcuore viola.nelcuore 02/12/2015 ore 10.20.34
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

@nereoantinori :
Certo.. Le varie stelline, portatrici insane di odio, gireranno al largo :ok
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 02/12/2015 ore 10.41.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

E' emerso infatti, che l'India avrebbe manomesso pure le carte in possesso dai tribunali (mio link di settembre). a questo punto, il governo Indiano ha diritto di trattenerli di più, vengano a casa e il processo lo concluda chi ne ha davvero competenza (Italia o Europa), gli Indiani sono ingiustificabili.
nereoantinori nereoantinori 02/12/2015 ore 11.18.14
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

@MIRKO.CUOREROSSOBLU :

come vedi caro mirketto ex mod......

stanno tutti belli coperti i tuoi amichetti sinistri-sinistri!!!

tutti ben rintanati. certo che hai passato del tempo con una compagnia fantastica.


aspetto solong e dasty...ahahahhaahhaah
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 02/12/2015 ore 11.25.27 Ultimi messaggi
viola.nelcuore viola.nelcuore 02/12/2015 ore 11.27.05
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

@nereoantinori :
Solog ci dirà che non apprezza il modo col quale è stata data la notizia. Dasty che la colpa dei Marò sta nel capitalismo selvaggio perché l'ha detto Marx :haha
nereoantinori nereoantinori 02/12/2015 ore 11.27.29
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

@MIRKO.CUOREROSSOBLU :

non conosco i tuoi gusti sex!!!
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 02/12/2015 ore 11.28.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

@nereoantinori : ma no, mica parlo di quelli :hoho siccome c'erano più utenti, di sinistra, oltre i due già citati...
19002855
@nereoantinori : ma no, mica parlo di quelli :hoho siccome c'erano più utenti, di sinistra, oltre i due già citati...
Risposta
02/12/2015 11.28.41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
picchiasebino09 picchiasebino09 02/12/2015 ore 11.31.00 Ultimi messaggi
excristian1977 excristian1977 02/12/2015 ore 11.31.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!

@viola.nelcuore scrive:
Marò, i proiettili sui cadaveri non erano i loro!



io lo scrissi e dissi fin dal primo giorno di questa vicenda
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 02/12/2015 ore 11.35.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)..

Io la penso così: quando due Militari vengono incarcerati perché accusati di omicidio, e le prove che ne giustificano l'arresto si dimostrano manipolate o addirittura, costruite ad hoc, esser di Sinistra o Destra non deve influire sull'unico giudizio logico che viene, ovvero, PRETENDERE che i suddetti Militari ritornino a casa, in quanto NESSUNO è punibile per qualcosa che non ha fatto, o non può pagare in misura differente da quella in cui è coinvolto. E giudicarlo, sta a chi ha chiarezza degli eventi, non a chi li usa come "capro espiatorio" per interesse personale.
Questo è quanto pensa, il suddetto giovine di Sinistra. Chi non è d'accordo, se ne farà una ragione, spero.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.