Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

thanos1961 thanos1961 26/08/2017 ore 17.11.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

@sc2 scrive:
Per esser chiaro è chiaro, ma c'è un errore di fondo. Quello che esponi è, in sostanza, il paradosso dei due gelatai e riguarda l'offerta politica, se così possiamo chiamarla, non la clientela (i.e. gli elettori).

Nel primo intervento, invece, si parla di selezionare un'élite di cittadini che abbiano diritto al voto; e questo è agghiacciante. Parafrasando, ma in fondo non troppo, sarebbe come imporre la patente ai pedoni: perché anche i pedoni fanno uso della strada...


Come qualsiasi essere umano anch'io posso sbagliare (non ho mai rivendicato la mia infallibilità).
Il quesito principale rimane però il seguente:
L'elettore italiano possiede tutti i requisiti per ben esercitare il suo diritto di voto?
Possiede quegli elementi di intelletto, cognizioni, dirittura morale, senso di responsabilità, onestà intellettuale, capacità di autocritica, dignità ed empatia atta ad effettuare scelte mirate al benessere di tutta la comunità nazionale?
Se la risposta è positiva allora non si spiega la critica perpetua adottata da tutti gli italiani nei confronti di tutti i governi che si sono succeduti negli ultimi decenni.
Se la risposta è negativa allora è indispensabile trovare un modo per rendere l'elettore degno della responsabilità che gli viene affidata con il diritto di voto.

Non esitare a correggermi se trovi errato quanto sopra esposto.
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 17.33.13
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

@thanos1961 : Vuoi vivere . , in un paese stile hitler, pure lui cercava di poter selezionare le persone. ma ti rendi che idiozia , vai ciarlatando . scusa il termine forte . il bello che ti permetti di parlare di democrazia . tu che vorresti un popolo selezionato magari poi selezioando di qua , e selezioando di la ,avremo sempre gli stessi che votano per la stesa dittatura .. non e questa la soluzione per educare un popolo, un popolo lo si educa dandogli . buone scuole pubbliche. una giusta e parziale informazione,, %-)
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 17.35.26
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

Tu . figli li educhi , dandogli una giusta educazione , un popolo lo si educa dandogli una giusta informazione %-)
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 17.43.54
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

Poi ci sono ovviamente delle regole da rispettare, tu citi sempre sè un carcerato . tiene il tuo stesso diritto nel voto , no si fanno regole per chi sbaglia non potrà poi piu' votare, come appunto chi commette dei reati , poi un popolo ignorante lo si può sempre educare dandogli una giusta scuola pubblica , una buona cultura,. ed sopratutto una vera informazione. . cosi lo si educa un popolo , per potersi poi scegliersi consapevolmente da chi vuole essere governato . Ripeto tutti hanno il diritto al voto . . però come ho scritto . chi commette dei reati contro le persone e contro, i beni pubblici . questi non gli si deve permettere piu di poter andare ha votare. %-)
sc2 sc2 26/08/2017 ore 17.48.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

@thanos1961 : Sarebbe bello, limitarsi a un aut aut...

Ipotesi: risposta affermativa

- Governare uno stato non è per niente facile, anche ammettendo le buone intenzioni dei governanti. Se le condizioni sono oggettivamente difficili, nessun governo riuscirà a migliorarle, ma ciò non toglie che la gente, comunque, si lamenterà.

- Le critiche non vengono necessariamente da tutti. I media non sono certo neutrali e tendono, Cicero pro domo sua, a dare voce alla propria parte, addirittura tacendo sui risultati positivi (che non sono sempre assenti).

- Nel caso specifico dell'Italia, dopo quasi trent'anni di attacchi selvaggi dai media, volti ad aizzare l'opinione pubblica, è difficile tornare indietro. Questa non è una valutazione di merito, ma unicamente di metodo: vista la canea mediatica, non ci si può troppo sorprendere dello sviluppo movmentistico, che certo non ha avuto parte secondaria, negli ultimi trent'anni.

- Sarà anche politicamente scorretto, ma non tutte le critiche a tutti i governi erano fondate. Anche se è un'analisi ormai un po' datata, https://scenarieconomici.it/analisi-esclusiva-di-monti-il-peggior-governo-della-2-repubblica-e-letta-a-ruota-valutazione-analitica-delle-performance-dellitalia-rispetto-alla-ue-di-tutti-i-governi/ prova che non sempre il governo ha sbagliato (o perlomeno non tutto).

- Non dimentichiamo, infine, che spesso tendiamo a dare per scontate le comodità, mentre delle difficoltà ci lamentiamo.

Ipotesi: risposta negativa

Personalmente, tenderei a puntare più su questa che sulla prima; continuare a votar partiti del "contrordine, compagni!" suono piuttosto bizzarro. Il problema è che di "soluzioni" rischiano di non essercene poi tante. Perlomeno, soluzioni che non siano peggiori del male:

- Voto "élitario": come detto, sarebbe agghiacciante. Porterebbe infatti a un'aristocrazia che diventerebbe, di fatto, autoreferenziale (e suggerisco di rivedere quanto diceva Bakhunin, non uno sporco reazionario, al riguardo).

- Colpo di stato: instaurando una dittatura, il problema si risolverebbe alla radice; non solo, ma c'è persino la possibilità che il dittatore, essendo uno e non una casta, non sia autoreferenziale e agisca per il bene della nazione. Il problema è che questo è l'ambiente adatto per un regime totalitario; il quale, per sua natura, non ammetterebbe altra visione che la propria. Non sono sicuro che ne valga il prezzo...

- Anche se è datato e di propaganda, vale la pena dare un'occhiata a cose come questa: https://www.youtube.com/watch?v=bZou8mgDSs8

- Educazione civica: a mio parere è la scelta più sensata. Il problema è che, grazie all'allegria sessantottina, la scuola è sempre più simile a un teatrino che a un luogo d'istruzione. Nessuno pretende una scuola ferrea di cappelli d'asino e bacchettate sulle mani, ma solo un po' di serietà.

- A fare da pendant, l'affermazione propositiva di valori: del resto, se tutto è uguale, allora non c'è differenza; e quindi non c'è differenza nemmeno a votar tizio o caio. Il discorso, però, dovrebbe essere approfondito altrove.


In realtà, tutte queste osservazioni hanno una qualche validità, perché la risposta non è un semplice NO o SI'. C'è un più ampio mescolamento e quindi tutti gli elementi vanno tenuti in conto.

Resta il fatto che io non mi sono mai sognato di negare le difficoltà del sistema democratico così come lo conosciamo. Ma mi chiedo, coscientemente: le soluzioni proposte sono davvero migliori?
19629640
@thanos1961 : Sarebbe bello, limitarsi a un aut aut... Ipotesi: risposta affermativa - Governare uno stato non è per niente...
Risposta
26/08/2017 17.48.19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 17.50.42
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

Per esempio non farei neanche piu andare ha votare il Berlusconi . :haha gli negherei il diritto del voto . come per Beppe Grillo.. Purtroppo entrambi hanno sbagliato .. giusto negargli questo diritto .Anche , se Grillo lo sbaglio che ha fatto . non era,lo stesso, di quello di Berlusconi visto chè Grillo il suo sbaglio è stato da inconsapevole ( un incidente stradale chè può capitare a tutti coloro che guidano un mezzo ). mentre per. BERLUSCONI SAPEVA BENISSIMO DI CIò CHE STAVA FACENDO ,purtroppo entrambi per la legge . hanno commesso dei reati, giusto che gli venga negato il diritto al voto %-)
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 17.53.08
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

@sc2 scrive:
- Educazione civica: a mio parere è la scelta più sensata. Il problema è che, grazie all'allegria sessantottina, la scuola è sempre più simile a un teatrino che a un luogo d'istruzione. Nessuno pretende una scuola ferrea di cappelli d'asino e bacchettate sulle mani, ma solo un po' di serietà.
:clap
:ok %-)
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 17.57.19
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

@66lauretta scrive:
Bah, sai
Non puoi impedire al cieco di camminare, vero che non vede la strada, ma ha le gambe e il diritto di muoversi,semmai devi aiutarlo a non finire nel fosso.
Che nello specifico non significa dirgli chi votare, ma istruirlo a saper scegliere con la sua testa

:clap :ok %-)
c.hicca44 c.hicca44 26/08/2017 ore 18.27.30
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

@thanos1961 : ciao thanos io capovolgo la domanda. esistono partiti o persone , in questo momento, che abbiano i requisiti per essere votati?
valchiria2.0 valchiria2.0 26/08/2017 ore 18.33.30
segnala

(Nessuno)RE: Voto selezionato.

Tutti i politici del movimento 5 stelle si stanno dimostrando. :haha di poter essere tutti rieletti mai cosi un movimento politico aveva sfornato una dirigenza politica cosi onesta e preparata %-)

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.