Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

beatofrock beatofrock 27/11/2017 ore 16.17.32
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

qui si travisa il tutto

da che ne sò io, e nella trentennale discussione se fosse lecito o non lecito, legale o no,

io c'ero

il punto non era di permetterlo nei casi estremi di malattie o tare vere o presunte

il punto era che un sacco di donne, per svariati motivi, decidevano di abortire. punto!

ora il dibattito era se si dovesse continuare ad ingrassare le mammane (e anche medici compiacenti)

oppure legalizzare

la maggioranza, in parlamento e al referendum, legalizzò

punto

ma poi naturalmente ogni 6 mesi i bacchettoni di varie estrazioni tornano alla carica

minchia che palle
c.hicca44 c.hicca44 27/11/2017 ore 16.18.29
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@nera1965 : comunque "la faccio partorire in forma anonima e dò il bambino in adozione" ,scusa ma è la risposta più agghiacciante che io abbia letto. ed è la tua
c.hicca44 c.hicca44 27/11/2017 ore 16.19.36
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@beatofrock : concordo
Gio.1947 Gio.1947 27/11/2017 ore 17.01.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@A.Levante scrive:
Abbiamo sotto agli occhi un sacco di casi di persone gravemente menomate che sono felici di vivere e che ottengono anche successi nello sport. Avremmo dovuto ucciderle?

Indubbiamente sono persone d'ammirare ma non tutti sono come loro che rappresentano comunque una minoranza

Nell’esperienza medica il dolore rappresenta una tra le manifestazioni più importanti delle malattie, e tra i sintomi, è sicuramente quello che incide di più sulla qualità della vita. Secondo alcune stime Istat, registrate negli scorsi anni, la forma di dolore più invalidante – quella cronica – colpisce circa il 25-30% della popolazione. Tuttavia secondo indagini proposte direttamente alla popolazione essa risulta essere molto più diffusa nella popolazione: da ricerche condotte lo scorso anno, risulta essere addirittura il 67,3% dei cittadini a dichiarare di soffrire di dolore cronico.
Inoltre, indicatore della diffusione di questa condizione, in un certo senso, è anche l’aumentato consumo di oppioidi rilevato negli ultimi anni: il ricorso a questo tipo di farmaci da parte dei medici e del personale per attenuare il dolore dei malati, secondo stime ufficiali, ha subito un aumento pari circa al 30% solo negli ultimi due anni. leggi l'articolo per intero http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?approfondimento_id=2184
19701382
@A.Levante scrive: Abbiamo sotto agli occhi un sacco di casi di persone gravemente menomate che sono felici di vivere e che...
Risposta
27/11/2017 17.01.07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
thanos1961 thanos1961 27/11/2017 ore 18.26.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

Dopo otto pagine ed un numero imprecisato di interventi sono ancora all'oscuro su cosa farebbe un antiabortista per convincere una gestante ad evitare di interrompere la propria gravidanza.

N.B.: Convincere ed obbligare non sono sinonimi.
19701438
Dopo otto pagine ed un numero imprecisato di interventi sono ancora all'oscuro su cosa farebbe un antiabortista per convincere...
Risposta
27/11/2017 18.26.34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
thanos1961 thanos1961 27/11/2017 ore 18.32.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@beatofrock scrive:
ma poi naturalmente ogni 6 mesi i bacchettoni di varie estrazioni tornano alla carica


Due domande:

1° Perché ogni sei mesi tornano alla carica? Cosa gliene viene? A cosa devono rinunciare Quali sacrifici affrontano? Cosa ci mettono di loro?

2° Quali alternative propongono? Cosa offrono ad una donna/ragazza/adolescente disperata e confusa che vede la propria vita in pericolo?
19701442
@beatofrock scrive: ma poi naturalmente ogni 6 mesi i bacchettoni di varie estrazioni tornano alla carica Due domande: 1° Perché...
Risposta
27/11/2017 18.32.24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
x.nutella89 x.nutella89 27/11/2017 ore 21.54.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

Gli oscurantisti ci provano sempre, ma ogni volta beccano ( giustamente) una mazzata sui denti.
Near87 Near87 27/11/2017 ore 23.50.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@nera1965 : In pratica Thanos ti sta chiedendo che parole useresti per convincere una ragazza a non abortire... Tu non puoi convincerla dicendo: ''perche' la vita e' sacra PUNTO'' perche' quella e' solo un imposizione.
Lascia stare le leggi che approveresti, fai conto che l'aborto si puo' praticare, dopodiche' scegli una tra le numerose situazioni drammatiche prospettate da Thanos e immagina di trovarti faccia a faccia con la ragazza/donna che in tale contesto ha deciso di abortire...spiegandoci cosa le diresti per farle cambiare idea.
A.Levante A.Levante 28/11/2017 ore 12.28.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@thanos1961 scrive:
La ragazza era sulla ventina.Anno più, anno meno.Da lungo tempo era costretta a trascorrere i giorni e le notti reclusa in casacausa totale incapacità deambulatoria.I dolori la tormentavano istante dopo istante in ogni ora del giorno e della notte, e non sempre le terapie antidolorifiche erano in grado di alleviarli.In uno di quei momenti in cui il dolore fisico supera l'umana sopportazione e saresti disposta a uccidere o vendere l'anima al diavolo per placarli chiese disperata alla madre per quale motivo l'avesse fatta nascere.La madre non seppe cosa risponderle.Ero presente, ma non avevo risposte nemmeno io.Mi dispiace che non fossi stata presente anche tu.Magari avresti potuto darle una risposta convincente.



Sicuramente
Near87 Near87 28/11/2017 ore 12.38.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda seria agli anti abortisti.

@A.Levante scrive:
@thanos1961 scrive:
La ragazza era sulla ventina.Anno più, anno meno.Da lungo tempo era costretta a trascorrere i giorni e le notti reclusa in casacausa totale incapacità deambulatoria.I dolori la tormentavano istante dopo istante in ogni ora del giorno e della notte, e non sempre le terapie antidolorifiche erano in grado di alleviarli.In uno di quei momenti in cui il dolore fisico supera l'umana sopportazione e saresti disposta a uccidere o vendere l'anima al diavolo per placarli chiese disperata alla madre per quale motivo l'avesse fatta nascere.La madre non seppe cosa risponderle.Ero presente, ma non avevo risposte nemmeno io.Mi dispiace che non fossi stata presente anche tu.Magari avresti potuto darle una risposta convincente.




Sicuramente

Ma concretamente cosa le avresti risposto?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.