Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

nera1965 nera1965 07/06/2018 ore 13.38.43
segnala

(Nessuno)Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

Guzzetti avvisa il Governo: senza il nostro ok, non cambia

Il presidente dell'Acri si dice favorevole a "un ulteriore sviluppo" della Cassa, ma "se mette a rischio i risparmi degli italiani ci opporremo con tutte le forze"

C'è una Cdp da rifare. Ci sono i vertici - il presidente Claudio Costamagna e l'a.d. Fabio Gallia - in scadenza, da rinominare il prossimo 28 giugno. C'è un Governo che pensa a una rivoluzione nella mission della Cassa Depositi e Prestiti, sul modello tedesco della Kfw. Soprattutto M5S guarda alla Cassa, che con i risparmi postali degli italiani dispone di un patrimonio di 410 miliardi di euro, per far nascere la nuova Banca per gli investimenti, che dovrebbe fornire credito a tassi moderati alle piccole e medie aziende e finanziare iniziative "di interesse pubblico e strategico nazionale". Con questa agenda pressante si è aperto a Parma il congresso nazionale dell'Acri, con il presidente delle Fondazioni bancarie Giuseppe Guzzetti che ha aperto al dialogo e alla collaborazione con il Governo Conte, ma ha avvisato chiaramente che ogni intervento su Cdp che metterà a rischio i risparmi degli italiani sarà contrastato.

Presente al congresso il capo dello Stato, Sergio Mattarella, che ha sottolineato: "Serve una forte responsabilità comune per consolidare la fiducia di famiglie, imprese, risparmiatori e investitori, condizione necessaria per la stabilità, la tutela dei risparmi e il proseguimento di una fase favorevole. Occorre un impegno condiviso per favorire l'imprenditorialità e le prospettive di sviluppo con investimenti in infrastrutture, innovazione e formazione per rendere il nostro sistema più competitivo nel quadro europeo, nella riconfermata sostenibilità delle finanze pubbliche".

"Il nuovo governo ha tra le sue priorità la difesa del risparmio, in tutte le sue forme, così come garantito dall'articolo 47 della Costituzione", ha affermato il ministro dell'economia Giovanni Tria in un messaggio inviato al congresso. Messaggio anche da parte del premier Giuseppe Conte, che ha auspicato "percorsi di sviluppo sostenibile" da "promuovere e diffondere sempre di più per evitare che una crescita economica avulsa dalla dimensione umana e sociale, possa produrre effetti negativi sui quali diventa successivamente necessario intervenire per curarne le ferite". Il premier ha citato il "ruolo decisivo di promotore sociale svolto dalle Fondazioni di origine bancaria" attraverso percorsi di sviluppo che tengono "assieme la dimensione economica e quella socio ambientale".

L'investimento delle Fondazioni bancarie nella Cdp è "stato un ottimo investimento" ha affermato Guzzetti, ricordando come l'investimento di oltre 60 Fondazioni in Cassa Depositi e Prestiti è pari a 1,7 miliardi di euro, pari a circa il 16% del capitale della società. "Il ruolo di Cdp - ha spiegato Guzzetti - quale protagonista nel sostegno allo sviluppo economico del Paese è in perfetta linea con uno dei due obiettivi di missione delle Fondazioni, cioè la promozione dello sviluppo economico. E la partecipazione nella società, oltre a essersi confermato un ottimo investimento, ha consentito di apportare il positivo contributo di competenza e di esperienza di investitori istituzionali privati che le Fondazioni rappresentano".

Guardando avanti, le Fondazioni si dicono favorevoli a "un ulteriore sviluppo della Cassa" che tuttavia "non metta a rischio i risparmi degli italiani. Se si intende superare questo limite ci opporremo con tutte le forze". Le Fondazioni, ha detto ancora Guzzetti, "hanno collaborato con governi di tutte le maggioranze" e continueranno a farlo, "noi non siamo l'opposizione in Parlamento" ma ha ricordato come "senza il nostro voto, viste le norme statutarie, certe iniziative" non si possono realizzare.

Il presidente dell'Acri Giuseppe Guzzetti ha ringraziato i vertici uscenti di Cdp per "aver fatto grande la Cassa" ma contemporaneamente di "aver avuto in questi anni come stella polare" il limite di non mettere a rischio i risparmi degli italiani. Guzzetti ha citato come esempio quello dei vertici di essersi opposti all'ingresso della Cassa nella vicenda Alitalia.
nera1965 nera1965 07/06/2018 ore 13.44.38
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

Stanno tentando l'assalto alla diligenza... che non ci provino.
tsunami1998 07/06/2018 ore 13.54.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

@nera1965 : Velocemente...cdp è il ns.fiore all occhiello da sempre!
In qst caso mi trovi d accordo sul fatto che non ci provino!
La creino nuova di patta una banca mica ci vuole san Gennaro?

ComePioveva ComePioveva 07/06/2018 ore 13.54.23
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

@nera1965 :

Hanno 300 nomine da fare, parenti ed amici, fatevi sotto! :hihi
nera1965 nera1965 07/06/2018 ore 13.56.32
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

@tsunami1998 scrive:
In qst caso mi trovi d accordo sul fatto che non ci provino!
La creino nuova di patta una banca mica ci vuole san Gennaro?


Non ne sono capaci.. ma hanno già adocchiato dove mettere le mani.. sui risparmi degli italiani..
rjjgormortjjs rjjgormortjjs 07/06/2018 ore 13.57.33
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

@ComePioveva :

sai niente della boschi? meia elena boschi...
ComePioveva ComePioveva 07/06/2018 ore 13.58.31
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

Sempre e solo una, poi però devi dirmi quale posto ha procurato alla sua famiglia...
nera1965 nera1965 07/06/2018 ore 13.58.54
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

@ComePioveva scrive:
Hanno 300 nomine da fare, parenti ed amici, fatevi sotto!

Riempiranno lo stato d'incapaci.
tsunami1998 07/06/2018 ore 14.07.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Le Fondazioni fanno la voce grossa su Cdp

@nera1965 scrive:
hanno già adocchiato dove mettere le mani.

Nn voglio ancora crederci significherebbe ignorare la mitica storia della Cassa per un evidente frenesia di cogliere risultati che li possano acclamare.
Si definisce vincete facile ed è intollerabile!
Vedremo lo sviluppo.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.