Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

tsunami1998 tsunami1998 12/06/2020 ore 16.38.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@Mousse.allin : si ma....perchè non sviluppi il concetto e svicoli?
Non te la prendere ma non leggo sviluppo alla discussione, voli di palo in frasca.


BuIlshitDetector BuIlshitDetector 12/06/2020 ore 16.42.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@VioIa21 scrive:
@excristian1977 : Ma dopo ogni condanna a morte eseguita non si dovrebbe anche condannare a morte il boia? e non si dovrebbe condannare a morte anche il Giudice che ha dato mandato? Non si dovrebbero condannare a morte anche i giurati quali mandanti?

Ah metti sullo stesso piano il giudice e l'assassino...come minimo il giudice AGISCE DI SECONDA,
per fare giustizia...e per MITIGARE LE SOFFERENZE DEI PARENTI DELLE VITTIME
a voi le rotelle non funzionano in maniera LOGICA, lo si sapeva gia`

L'assassino puo` fermare la sua mano PRIMA, nessuno lo obbliga ad uccidere qualcuno...
Sa a cosa andra` incontro, PUO` SCEGLIERE il suo destino.
BuIlshitDetector BuIlshitDetector 12/06/2020 ore 16.45.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@VioIa21 :

Certo che siete ridicoli

Che ne diresti allora, di mettere in prigione, il giudice che mette in prigione un delinquente?

Per sequestro di persona, no?

Ma fate ridere!!!

:many

fiume.sandcreek fiume.sandcreek 12/06/2020 ore 16.48.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@BuIlshitDetector scrive:
Ah metti sullo stesso piano il giudice e l'assassino...come minimo il giudice AGISCE DI SECONDA,
per fare giustizia...e per MITIGARE LE SOFFERENZE DEI PARENTI DELLE VITTIME
a voi le rotelle non funzionano in maniera LOGICA, lo si sapeva gia`

L'assassino puo` fermare la sua mano PRIMA, nessuno lo obbliga ad uccidere qualcuno...
Sa a cosa andra` incontro, PUO` SCEGLIERE il suo destino.


Così fosse il tasso di omicidi in Texas dovrebbe essere irrisorio rispetto a quello rilevato in Italia, in Austria o in Belgio.
BuIlshitDetector BuIlshitDetector 12/06/2020 ore 16.53.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@fiume.sandcreek : Mi sono informato un po` su come vanno le cose in america...
la pena di morte e` rarissima e viene decisa solo in caso di prove veramente schiaccianti...poi ascoltano il parere dei parenti durante il processo, se non si dichiarano contrari, o se la richiedono, solo allora la applicano. Il che dimostra che non e` una misura indirizzata tanto alla deterrenza, se non altro, per il fatto, che chi commette reati e` spinto da una errata percezione di non poter essere scoperto. Quindi non calcola neanche la pena a cui andra` incontro, anche perche` un bell'ergastolo, non e` una cosa da poco.
BuIlshitDetector BuIlshitDetector 12/06/2020 ore 17.00.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@fiume.sandcreek :
Il Texas...LAGGIU` c'e` una societa` multietnica, MOLTO VIOLENTA, PROPRIO PER QUELLO...

Tagliagole messicani...altri bell'imbusti di origini africane...cosa volevi che ne veniva fuori da una fagiolada del genere? questa e` la differenza tra il texas e l'italia. Apri gli occhi:la societa` americana e` violentissima, proprio per colpa della multietnicita`...e l'inglobazione di etnie CRIMINOGENE
adesso pure gli arabi!

Non c'entra la pena di morte
VioIa21 VioIa21 12/06/2020 ore 17.12.51
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@BuIlshitDetector : abbiamo evidentemente un'idea di vita diversa....per me ogni vita, anche la tua, conta....:nono1
Mousse.allin Mousse.allin 12/06/2020 ore 17.14.31
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@tsunami1998 : Si figuri, non me la prendo. Il fatto è che ci sono milioni di motivi per cui si diventa criminali. Penso di non aver così tanta voglia di sviscerare l'argomento. Con un campo così vasto ci vorrebbero giorni. Poi ci provi lei a ragionare coi nipotini accanto che giocano a viedogame. :-))

In ogni caso se lei riesce a darmi una spiegazione su cosa frulli nella testa di certa gente, le faccio fare una statua. :-p

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/06/12/la-nonna-non-gli-cucina-il-riso-per-cena-lui-uccide-il-nonno-a-coltellate/5832895/?utm_medium=Social&utm_source=Facebook#Echobox=1591969024
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 12/06/2020 ore 17.15.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@BuIlshitDetector scrive:
Mi sono informato un po` su come vanno le cose in america...
la pena di morte e` rarissima e viene decisa solo in caso di prove veramente schiaccianti...poi ascoltano il parere dei parenti durante il processo, se non si dichiarano contrari, o se la richiedono, solo allora la applicano. Il che dimostra che non e` ina misura indirizzata tanto alla deterrenza, se non altro, per il fatto, che chi commette reati e` spinto da una errata percezione di non poter essere scoperto. Quindi non calcola neanche la pena a cui andra` incontro, anche perche` un bell'ergastolo, non e` una cosa da poco.



Quando fu ucciso, George Stinney era troppo piccolo per sedersi sulla sedia elettrica e dovette sedersi su alcuni elenchi telefonici per consentire l'esecuzione, che avvenne tra gli applausi dei presenti. Era il 1944, quando la segregazione razziale condizionava in modo assoluto l'andamento della Giustizia. Ed oggi, dopo 70 ani i giudici dicono "Scusate, ci siamo sbagliati"

Fonte: https://www.repubblica.it/solidarieta/diritti-umani/2014/12/21/news/condannato_a_morte-103423616/

Joseph O'Dell.
Nato il 20 settembre 1941, giustiziato il 23 luglio 1997.
A suo carico i reati di stupro ed omicidio.
Ma:

L'analisi del liquido seminale e altra materia organica ritrovati sulla vittima, però, risultò invece non compatibile per la presenza di un marcatore biologico diverso da quello di O'Dell, al punto che la violenza sessuale avrebbe potuto, secondo la difesa, essere esclusa. Non furono ritrovate nemmeno impronte digitali che lo accusassero

Dal 1989 in poi, i suoi avvocati richiesero un test del DNA sul sangue, che, a dire della difesa, sarebbe risultato non compatibile, con la nuova metodologia, ma il sistema giudiziario della Virginia non permise la riapertura del processo. Tutte queste prove non vennero utilizzate nel processo, e venne fatto intendere che la colpevolezza era certa; il governatore George Allen aveva impostato la sua politica sulla severità massima per i criminali recidivi, e rifiutò la commutazione della pena in ergastolo senza condizionale, nonché la riapertura del caso. Gli avvocati e gli innocentisti ribadirono che O'Dell era stato scelto in quanto capro espiatorio perfetto, dati i suoi precedenti violenti. Anche la Corte Suprema respinse poi il test del DNA, impedendo che questa prova venisse effettuata e rinviando l'esecuzione, dopo il primo rinvio del dicembre 1996.

La difesa fece eseguire già nel 1991 i test del DNA sul sangue della camicia e la comparazione con quello della vittima ad una struttura privata, i Lifecodes Laboratory, che rivelarono la non compatibilità tra le tracce della camicia e dell'auto con il profilo genetico di Helen Schartner; tuttavia il governatore e il giudice rifiutarono la prova, e non vollero eseguirne una analoga nei laboratori della polizia scientifica, ritenendo che il test sulla compatibilità del sangue già effettuato fosse sufficiente e attendibile; affermarono inoltre che il sangue da usare per un nuovo eventuale test del DNA fosse ormai degradato e in quantità minima, quindi non affidabile. Il test, se eseguito con le tecniche più avanzate, disponibili nel 1996, avrebbe potuto scagionarlo con certezza inoppugnabile, in caso avesse confermato lo stesso risultato ottenuto dal laboratorio privato nel 1991


Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Joseph_O%27Dell#Test_negativo_dei_marcatori_biologici

A questo è andata meglio, ha perso solo 19 anni di vita.

Fonte: https://www.sardegnalive.net/news/nel-mondo/47884/condannato-alla-pena-di-morte-per-omicidio-dopo-19-anni-si-scopre-che-e-innocente

Anche a questo è andata "QUASI" bene:

Usa, Anthony Ray Hinton innocente condannato a morte
„una storia, quella di Anthony Ray Hinton, che lascerà il segno nell'opinione pubblica statunitense. Un afroamericano dell'Alabama è tornato libero dopo quasi 30 anni trascorsi nel braccio della morte.“

Fonte: http://www.today.it/mondo/condannato-morte-innocente-usa.html



Magari continuo dopo a demolire le varie certezze. x:-)
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 12/06/2020 ore 17.16.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pena di morte è un deterrente contro la criminalità?

@VioIa21 scrive:
ogni vita, anche la tua, conta...



Okkakkio.
Davvero?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.