Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

miles27a miles27a 12/07/2020 ore 18.46.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

@THAMIEL333 : Ti ringrazio per l’interessante e doloroso video che hai pubblicato. Per quanto riguarda l’immigrazione, io qui mi limito a fare due considerazioni. 1) La mafia nigeriana va combattuta allo stesso modo delle mafie italiane. 2) Se è vero che, per esempio, i cittadini italiani che assumono badanti ucraine se ne vengono fuori abbastanza bene, perché le badanti fanno un lavoro dignitoso e ben pagato, non altrettanto possiamo dire dei cittadini italiani che alimentano la domanda di prostituzione di queste ragazze nigeriane.
20303816
@THAMIEL333 : Ti ringrazio per l’interessante e doloroso video che hai pubblicato. Per quanto riguarda l’immigrazione, io qui mi...
Risposta
12/07/2020 18.46.56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
agos.62 agos.62 12/07/2020 ore 19.13.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

@T.Arrisdrumo scrive:
quindi è per aiutare Salvini

Ma quanto è ridicolo! Per lei i 5s sono colpevoli di tutti i mali del mondo. :hoho
T.Arrisdrumo T.Arrisdrumo 12/07/2020 ore 19.17.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

@agos.62 scrive:
Ma quanto è ridicolo! Per lei i 5s sono colpevoli di tutti i mali del mondo.

di quelli dell'italia sicuramente: dai navigator all'app immuni, dai miliardi del fetecchia alle promesse mancate su Regeni, il movimento intestinale del padre di Ciro è tutto una grande collezione di fallimenti :ass BUFFONI

agos.62 agos.62 13/07/2020 ore 11.22.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

@T.Arrisdrumo scrive:
quelli dell'italia sicuramente: dai

Si si come no... :hoho
Mai visto un "esemplare" come lei!
THAMIEL333 THAMIEL333 13/07/2020 ore 11.30.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

REGGIO CALABRIA - Alla fine ad Amantea si è deciso di schierare l’esercito. Dopo un’intera giornata di tensioni, blocchi stradali, proteste e sit-in contro il trasferimento in paese dei 28 migranti bengalesi salvati dal Mediterraneo, di cui 13 risultati positivi al Covid19, la Prefettura di Cosenza ha deciso di affidare ai militari la sicurezza della struttura in cui sono ospitati.

Dal capoluogo bruzio, dove sono impiegate nell’ambito dell’operazione “Strade sicure” – si è deciso nel corso di una riunione estesa anche alle forze armate e al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria - le pattuglie sono state dirottate nel piccolo centro della tirrenica e schierate attorno allo stabile. Se per difendere i migranti dalle proteste o evitare che qualcuno si allontani, nessuno lo ha detto. Di certo, le regole sono chiare. Nessuno entra e nessuno esce. Solo medici, infermieri e personale autorizzato a portare cibo e beni di prima necessità sarà autorizzato ad entrare nella struttura.

La prima notte è scivolata via senza incidenti. Dopo lo scioglimento del presidio spontaneo che per l’intera giornata di ieri ha bloccato la statale, non ci sono state ulteriori proteste. Oggi, lunedì, in mattinata però potrebbero tornare le tensioni. A breve dovrebbe iniziare un nuovo sit-in di fronte al Comune, retto da commissari prefettizi dopo lo scioglimento per mafia dell’amministrazione. A nulla è servito l’incontro, avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, fra una delegazione di cittadini e le autorità.

Quei migranti – si sono intestarditi i manifestanti – devono andare via. “Non si tratta di una protesta contro i migranti. Amantea è stata ed è ad oggi una terra di accoglienza che vive di turismo soprattutto nel periodo estivo” sostengono. C’è – sostengono – paura di possibili contagi e possibili ricadute sull’economia turistica della zona. “Sono già arrivate le prime disdette” lamentavano ieri in piazza. Eppure, a differenza di villeggianti e fuori sede di ritorno, per i quali è stato sospeso l’obbligo di tampone, i migranti sono stati testati, vengono monitorati regolarmente e non possono avere alcun contatto con l’esterno.

Amantea non è l’unico paese in cui siano stati trasferiti i migranti soccorsi nel Mediterraneo e accompagnati a Roccella Jonica. Lì sono rimasti i minori non accompagnati, 20 di cui 5 positivi, ma è stato il sindaco Vittorio Zito a spegnere sul nascere ogni polemica. “Se è un dovere organizzare l’accoglienza dei minori non accompagnati, tutti ragazzi fra i 13 e i 15 anni che hanno negli occhi la tristezza della fuga dalla propria casa, il dolore per quello che hanno visto e la paura per il futuro, lo fai al meglio e basta” ha scritto su Facebook. La tutela della salute dei cittadini di Roccella è una priorità – ha spiegato – ma è possibile gestire in sicurezza la situazione senza “generare alcun pericolo per i cittadini e i turisti. Ma facendo attenzione a non abbandonare nemmeno per un istante la preoccupazione di garantire il pieno rispetto della dignità di questi esseri così fragili”. E aggiunge “Sappiamo che dobbiamo farlo, perché è nostro dovere di uomini farlo”. Anche a Bova Marina, dove è stato trasferito un altro gruppo di naufraghi, è bastata la convocazione di un consiglio comunale straordinario previsto per stasera per tranquillizzare i cittadini.

Di tutt’altro segno le iniziative del governo regionale della forzista Jole Santelli, che ieri ha scritto al premier Giuseppe Conte una missiva che ha i toni di un aut-aut. Senza l’invio di “navi lazzaretto” da ormeggiare di fronte alle coste come la Moby Zazà – minaccia Santelli – “non esiterò a vietare gli sbarchi”. E anche il leader della Lega, Matteo Salvini soffia sul fuoco. “Porti spalancati, immigrati positivi al virus ma italiani sotto controllo e minacciati di restare in “stato di emergenza” fino a Capodanno” afferma, per poi concludere "Ci sono decine di nuovi casi di immigrati positivi al virus, questo governo mette in pericolo l'Italia".
PORTATELI A CASA DI AGOS52 E SANDROCCHIO
THAMIEL333 THAMIEL333 13/07/2020 ore 11.31.59 Ultimi messaggi
THAMIEL333 THAMIEL333 13/07/2020 ore 11.38.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

Roma, 12 luglio 2020 - I romani non vogliono più Virginia Raggi sindaca di Roma? Ebbene, Beppe Grillo la difende, prendendo a prestito un sonetto in romanesco, e insulta il popolo capitolino: “Siete gente de fogna”. Ci va giù pesante, stavolta, il Garante 5 stelle, intervenendo a gamba tesa in un dibattito che nelle ultime settimane ha già di fatto aperto la campagna elettorale per il Campidoglio, soprattutto dopo che un sondaggio di ‘Termometro Politico’ ha certificato che il 66,8% dei romani non vuole un governo ‘Raggi bis’. E’ solo che la macchina per la rielezione della Raggi è in moto da tempo (l'animatore è l'ex uomo di Rousseau, Max Bugani), ma con il sonetto in stile Trilussa, a firma di Franco Ferrari, il garante stellato più che un assist sembra proprio dare il ‘colpo di grazia’ a una nuova corsa della ‘sora Virginia’ nella primavera del 2021: “Virgì, Roma nun te merita”, titola il Fondatore. E pure dentro il Movimento nessuno si strappa le vesti.

“Virginia, piglia una valigia, tuo marito, tuo figlio, fammi un fischio, che ce ne andiamo via da questa gente di fogna. Lascia perdere”, attacca il sonetto. “Chi ti critica di qua, chi di là (…) E che cavolo! Si chiama Virginia, mica è la Madonna del Divino Amore! Quella, dice, che fa i miracoli”, si legge ancora nel testo. “Sono di Roma, e sono 70 anni che ci vivo, e, ogni volta che vinceva un sindaco, mi mettevo di buzzo buono a vedere quello che faceva. A Roma si dice che i cavalli si vedono all'arrivo. E io li ho sempre giudicati alla fine della corsa. Voi no, cari romani, voi dovete rompere il c… da sempre. Non è da oggi”, continua il testo.

Nelle fogna, come si legge, Grillo è finito per insultare i cittadini della Capitale, non facendo così un favore alla Raggi, ma d'altra parte sono proprio gli elettori 5 stelle a non volerla più in Campidoglio, così come non la vuole neppure il Pd di Nicola Zingaretti che in un'intervista aveva chiuso ogni porta: “Sarebbe come chiedere al M5s di votare in Campania, Vincenzo De Luca”, aveva spiegato.

La Raggi non molla
La Raggi, tuttavia, non ci sta a farsi dare il benservito e risponde a Grillo. "Amo Roma con tutta me stessa - commenta la sindaca - e di una cosa sono fiera, nel mio ruolo sono il sindaco di tutti i romani, soprattutto di chi mi critica". Troppi, questi ultimi, per valutare una sua ricanditatura.

(L'articolo prosegue sotto il post)


Le mosse del Pd
Su Roma, Zingaretti sta facendo i suoi conti (in pole, come sindaco, si fa il nome del ministro Gualtieri, seguito da Roberto Morassut, oggi sottosegretario all'Ambiente, e da Massimiliano Smeriglio, braccio destro del segretario dem in Regione), sperando di trovare una candidatura su cui anche i grillini possano convergere, visto che la Raggi sviluppa ostilità persino in seno al M5s, dove da tempo è in rotta con Roberta Lombardi, è ritenuta inadeguata da Paola Taverna - ancora ferita dallo sfratto che ha dovuto subire la madre – e sostenuta da Luigi Di Maio (a cui, giusto poco tempo fa, ha chiesto protezione istituzionale) e da Alessandro Di Battista. Che però è in rotta con Grillo.

La Lega ci prova
Insomma, qualcuno le doveva dire, con garbo, che il suo tempo era scaduto, ma quel garbo è diventato l'ennesimo sberleffo di Grillo, che apre così anche le porte ad una possibile cavalcata della Lega su ‘Roma ladrona’. Il leader del Carroccio, dopo aver avvisato che la Capitale, a suo dire, avrebbe bisogno di un manager, ha attaccato la Raggi anche dal palco di Piazza del Popolo: “La Capitale non può essere ricordata per i rom, per i topi, per gli autobus bruciati, e le buche per strada”, ha detto. La Raggi ha reagito, ma ormai pare sia comunque troppo tardi.

20303968
Roma, 12 luglio 2020 - I romani non vogliono più Virginia Raggi sindaca di Roma? Ebbene, Beppe Grillo la difende, prendendo a...
Risposta
13/07/2020 11.38.42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
intermezzo intermezzo 13/07/2020 ore 11.51.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa succederebbe se ...

Cosa succederebbe se tutte le donne smettessero di metter le corna ai loro mariti e se tutti i mariti fossero malati di sifilide?

20303974
Cosa succederebbe se tutte le donne smettessero di metter le corna ai loro mariti e se tutti i mariti fossero malati di sifilide?
Risposta
13/07/2020 11.51.13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
THAMIEL333 THAMIEL333 13/07/2020 ore 12.23.34 Ultimi messaggi
THAMIEL333 THAMIEL333 13/07/2020 ore 12.23.34 Ultimi messaggi

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.