Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

eaccabbadda 23/07/2020 ore 16.36.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

Il ragazzo esprime tutte le sue perplessità al padre, un ex carabiniere in pensione. Domani partiranno gli interrogatori di garanzia di sei carabinieri arrestati
Continuano a far discutere i gravissimi episodi che hanno portato al sequestro della caserma di Piacenza Levante, a causa dei quali dieci carabinieri risultano indagati a vario titolo per la loro condotta illecita, eppure tra di essi c'era una "mosca bianca", un giovane restio ad accettare il "modus operandi" dei colleghi.
Nella medesima ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Piacenza per inchiodare i responsabili della torbida vicenda, emerge infatti anche la figura di un giovane uomo dell'Arma totalmente estraneo ai fatti, guardato con sospetto da alcuni indagati. Un carabiniere"dall'atteggiamento solitario, che non fa gruppo", dicono due degli intercettati, che si oppone a quel modo di fare e non partecipa ad alcuna attività illegale. "Io barro, non voglio fare un falso ideologico!", dice come riportato da "Agi" il giovane R.B., che esprime al telefono tutti i suoi dubbi e le paure sulla vicenda al padre (ex carabiniere in pensione). Dei dialoghi che fanno trasparire una grande amarezza, come si legge nei documenti firmati dal giudice Luca Milani, "per essere finito a lavorare in un ambiente in cui vengono costantemente calpestati i doveri delle forze dell'ordine, dove tutto è tollerato a condizione che vengano garantiti i risultati in termini di arresti".

Una situazione che porta R.B. a comportarsi diversamente, con una "scarsa propensione a seguire i colleghi dovuta al suo forte disagio nel constatare le continue violazioni e gli abusi commessi all'interno della caserma di via Caccialupi". "Molte cose le fanno a umma a umma, non mi piacciono", spiega al padre, dicendosi contrario ad attestare falsamente "di avere fatto in una tot data un qualcosa che poi non è neanche vero", come, evidentemente fatto dai colleghi. Il giovane carabiniere si oppone quindi all'idea di commettere un falso, e il genitore lo sostiene: "Non si può fare così!".

R.B. racconta dei vari illeciti di cui era a conoscenza, spiegando che tutto passava sotto traccia per il fatto che i responsabili portavano comunque dei risultati importanti per la caserma."Perchè a te colonnello ti faccio fare bella figura, capito? Ti porto un sacco di arresti l'anno!", dice il giovane militare."Lavorano assai, ma perchè? C'hanno i ganci!".

Il genitore, ex carabiniere, concorda: "Sì, sì, ho capito benissimo, io non sopporto questo modo di fare...", e cerca di dare dei consigli al figlio, in enormi difficoltà: "Non sono nè carne, nè pesce, non so come comportarmi".

"Tu devi stare in stand-by, sperando che tutto vada bene!", consiglia il padre al ragazzo, che replica:"Lascio un po' passare così, anche passivamente, cioè non prendo tanto l'iniziativa!". R.B. parla di una situazione specifica in cui ha assistito alla stesura di un verbale falso, uno dei tanti emersi nelle indagini e sceglie di non intervenire direttamente. Il gip dice che il genitore del giovane carabiniere spiega che "tutto questo gli deve servire come bagaglio di esperienza e aggiunge che di 'cose storte' ne vedrà tante nei piccoli reparti e pertanto gli consiglia, una volta fatta la sua esperienza decennale, di continuare la sua carriera in reparti dove può stare tranquillo".

Le indagini, condotte dalla locale procura della Repubblica, e supportate da oltre 900 pagine di intercettazioni telefoniche ed ambientali, hanno accertato una serie di crimini compiuti almeno a partire dallo scorso 2017. I reati contestati agli uomini dell'Arma rimasti coinvolti nella torbida vicenda di quella che è stata ribattezzata la "caserma degli orrori" sono numerosi. Si parte da arresti compiuti nella totale illegalità, cioè riuscire ad inchiodare cittadini mediante l'utilizzo di false prove, fino ad arrivare al reato di tortura e violenze commesse nei confronti di alcuni di essi.

A questi si aggiungono anche le accuse di estorsione, spaccio ed appropriazione di sostanze stupefacenti, con gravi episodi commessi anche durante le fasi emergenziali della pandemia Coronavirus. Ci sono infatti certificazioni compilate proprio da uno dei carabinieri per consentire agli spacciatori di spostarsi liberamente e andare ad acquistare droga a Milano, proprio mentre il Paese si trovava in lockdown. "Non c'è stato quasi nulla di lecito in quella caserma. Gli illeciti più gravi contestati sono stati commessi in pieno lockdown con disprezzo delle più elementari regole di cautela disposte dal governo", ha detto ieri durante la conferenza il procuratore capo Grazia Pradella.
Complessivamente le accuse mosse ai responsabili, in seguito all'indagine di 6 mesi denominata "Odysseus", sono quelle di peculato, abuso d'ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rivelazione e utilizzazione di segreti d'ufficio, lesioni personali aggravate, arresto illegale, perquisizioni ed ispezioni personali arbitrarie, violenza privata aggravata, tortura, estorsione, truffa ai danni dello Stato, ricettazione, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella caserma addirittura un'orgia con tanto di escort, avvenuta all'interno dell'ufficio del comandante Marco Orlando. Cosa che emerge da alcune intercettazioni in cui due militari parlano di organizzare un evento per un collega, forse per una ricorrenza particolare. "Una serata all'interno della Caserma alla presenza di due donne, presumibilmente escort, con le quali erano stati consumati rapporti sessuali", riferisce il gip. "Un'orgia, tenutasi addirittura all'interno dell'ufficio del Comandante Marco Orlando, dove si era creato un tale scompiglio che le pratiche erano state sparpagliate a terra". Domani inizieranno gli interrogatori di garanzia di sei carabinieri arrestati
https://www.ilgiornale.it/news/cronache/piacenza-nella-caserma-degli-orrori-giovane-carabiniere-si-1879100.html
8604134
Il ragazzo esprime tutte le sue perplessità al padre, un ex carabiniere in pensione. Domani partiranno gli interrogatori di...
Discussione
23/07/2020 16.36.06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 23/07/2020 ore 17.10.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

Si spera che la vicenda non vada a finire come i vari "palamara" di cui non si sa (quasi) più nulla.. ossia, in una osteria dove ci si ciba di tarallucci e vino.
boiachimolla60 boiachimolla60 23/07/2020 ore 18.02.42
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@PadaniaNazione :

Hai tutte le ragioni. Ma questa gentaglia va' PUNITA in modo veramente esemplare e DURAMENTE, Degradati e ESPULSI con ignominia. Interdizione PERPETUA da pubblici uffici e PROCESSO MILITARE con CODICE di GUERRA in tempo di pace...Una vergogna simile è INTOLLERABILE, solo a pensare alla memoria di tanti MARTIRI tra i CC e le FdO in generale. DA PATRIOTA sono LETTERALMENTE schifato e INDIGNATO...
boiachimolla60 boiachimolla60 23/07/2020 ore 18.54.15
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@PadaniaNazione :
La tua ipotesi è sicuramente da tenere in considerazione perché altamente allarmante. Ciò nonostante voglio essere ancora ottimista su un cambio di Governo repentino e COMUNQUE prima che questa ENNESIMA, canagliesca scelleratezza possa avere luogo. In fondo credo che i TANTISSIMI Patrioti ONESTI e per bene RISPETTANO e stimino le varie Forze Armate, nonostante questi lerci episodi e si sentano tutelati in larghissima parte. Certo un Esecutivo AUTOREVOLE e AUTORITARIO ci permetterebbe di dormire sonni un tantino più tranquilli, specialmente alla luce di questi CONTINUI e irrefrenabili sbarchi di FECCIA Nord e Centro Africana...

TEMPO verrà, caro CAMERATA, abbi FEDE...
A NOI!!
cozzabella.MI cozzabella.MI 23/07/2020 ore 19.20.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@c.ioccolatino111 : Già PALAMARA io ho sentito alcune intercettazioni riportate in programmi politici....uno schifo dato il ruolo che ha ricoperto
eaccabbadda eaccabbadda 23/07/2020 ore 20.09.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@fiume.sandcreek scrive:
Persnalmente non rilevo motivi atti a giustificare l'utilizzo di vocaboli tanto volgari ed offensivi nei confronti di una donna che non conosci e che è assente al momento in cui la insulti, trovandosi così nella condizione di non potersi difendere o replicare.Ma se tale atto corrisponde a ciò che reputi un atteggiamento normale nei confronti di una donna autrice di atti che non incontrano la tua apprvazioneallora non avrai nulla in contrario se utilizzo gli tessi termini nei confronti di tua madre, anche lei sul momento assente e quindi impossibilitata a replicare, ed anche lei autrice di atti chenon incontrano la miaapprovazione.Altra caratteristica in comune è che non la conosco, come tu non conosci personalmente Ilaria Cuchi, ed è una cosa che soddisfa pienamente la mia autostima poiché una cagna che allatta cuccioli del tuo livello deve essere davvero di infima razza.N.B.: L'utilizzo del termine "CAGNA" è una citazione tratta dal tuo intervento di cui sopra, non un vocabolo scelto arbitrariamente.

ho chiesto a nemo di cancellare quel termine ma tu non è che fai meglio, quindi cancella anche tu
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 23/07/2020 ore 20.14.47
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@eaccabbadda scrive:
ho chiesto a nemo di cancellare quel termine ma tu non è che fai meglio, quindi cancella anche tu


Non ero a conoscenza di tale tua richiesta nei confronti dell'utente e non so se è stata esaudita o meno.
Da parte mia mi sono limitato a citare il principio da egli esposto ed a far notare che se è lecito nei confronti di una singola persona lo è nei confronti di tutti.
Il termine "CAGNA" che ho utilizzato, come doverosamente specificato in un post scriptum, non era una affermazione ma una citazione.
Avrei fatto altrettanto nei confronti di un qualsiasi altro termine scurrile ed immotivato.
eaccabbadda eaccabbadda 23/07/2020 ore 20.16.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@fiume.sandcreek scrive:
Non ero a conoscenza di tale tua richiesta nei confronti dell'utente e non so se è stata esaudita o meno.Da parte mia mi sono limitato a citare il principio da egli esposto ed a far notare che se è lecito nei confronti di una singola persona lo è nei confronti di tutti.Il termine "CAGNA" che ho utilizzato, come doverosamente specificato in un post scriptum, non era una affermazione ma una citazione.Avrei fatto altrettanto nei confronti di un qualsiasi altro termine scurrile ed immotivato.

e hai continuato altre 4 volte portare le ragioni che sono esattamente dello stesso livello di nemo
ho dato una ripulita
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 24/07/2020 ore 10.08.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

Una mosca bianca che andar bene rischia più di questi pseudo agenti, in Italietta.. onore a lui
excristian1977 excristian1977 24/07/2020 ore 13.24.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@eaccabbadda :
una brutta storia dove a mio avviso ci sarà da "divertirsi" in sede di dibattito penale.

su festini non mi pronuncio nel senso che se è vero di penale non vi è nulla, lo ha pure scritto il pm, ma vi è una serie di mancate consegne interne all' Arma che solo per questo meriterebbero il licenziamento.

sulla tortura probabilmente sono volate botte ma conoscendo i criminali questi la prima cosa che dicono a prescindere ai pm è "i CC, la PS, la GdF, mi ha picchiato" per cui occorrerà capire in quanti casi hanno esagerato ed in quanti invece sono i criminali ad aver mentito

sugli spacciatori lasciati liberi, sui verbali falsificati con omissioni qui ci sarà appunto da "divertirsi" in sede di dibattimento perchè, provo a spiegarlo

in Italia, motivo per cui in passato membri delle FdO più importanti sono stati processati e poi assolti, se lasci andare un "pesce piccolo" per prendere il "pesce grosso" commetti un reato.
per la legge italiana tu devi prendere il "pesce piccolo", farlo confessare per poi andare a prendere il "pesce grosso".
per la legge italiana non esistono gli informatori

per cui quello che vediamo nelle serie tv, anche italiane, dove lo "sbirro" paga l'informatore, di solito il piccolo spacciatore o il senza tetto, per avere info generali sul quartiere, dove butta via la dose di droga, strapazza il "ladro di polli" e lo lascia andare per avere informazioni su cose più grosse

è vietato per la nostra legge

il problema è che se non fai in questo modo, che nel resto del mondo è legale, le FdO non potrebbero fare il loro lavoro o meglio prenderebbero sempre e solo "ladri di galline"

come puoi prendere il pappone se espelli la prostituta in quanto clandestina e non invece le dai aiuto per far si che possa parlare e quindi fare i nomi di chi la sfrutta?

come puoi prendere chi spaccia in modo pesante se non "lasci correre" le "marachelle" del "ladro di polli" ma lo arresti ecc?

per avere informazioni sui giri malavitosi non puoi andare a chiedere informazioni alle persone perbene ma devi andarle a chiedere ai "ladri di polli" ed in cambio devi dargli qualcosa

all'estero sono pagati
in italia non esistono legalmente e quindi....

eaccabbadda eaccabbadda 24/07/2020 ore 14.24.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@excristian1977 :
L’appuntato Giuseppe Montella, uno dei carabinieri indagati nell’inchiesta sugli abusi alla caserma di Piacenza, tra il 2005 e il 2020 ha collezionato un maxi garage personale da fare invidia. Si parla di undici auto e 16 moto, tra cui una Porsche Cayenne, quattro Bmw e due Mercedes. Lo riporta un articolo pubblicato sul quotidiano la Repubblica.

Insomma, viene da chiedersi come ci sia riuscito Montella, con uno stipendio di poco più di 30mila euro lordi all’anno. Senza contare poi le rate dei due mutui a lui intestati, in aggiunta alle somme liquide sborsate a saldo per l’acquisto della villa di Gragnano. Tutte spese che lo hanno portato ad avere il conto in rosso.

Nel garage del carabiniere ci sono state, tra le auto: una Bmw X5, una Bmw 320D, una Mercedes Classe A, una Smart City Coupé, una Bmw 520D, Un Audi, un’altra Bmw 320D, una Porsche Cayenne, un’altra Mercedes Classe A, una Renault Espace e una Fiat Punto.

Per quanto riguarda le moto: 2 Yamaha T-Max 500, una Yamaha BT, Una Yamaha FZS, due Piaggio Beverly, un Polaris Blazer, una Yamaha XVS 600 Dragstar, una Kawasaki Z 1000, una Bmw GS, una Kawasaki ZX, una Ducati 998, un Kymco, una Ducati Hypermotard e un’Aprilia RSV 1000.
qui

dici bene ,ci sarà da divertirsi in sede di dibattito penale
excristian1977 excristian1977 24/07/2020 ore 14.42.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@eaccabbadda scrive:
@excristian1977 :
L’appuntato Giuseppe Montella, uno dei carabinieri indagati nell’inchiesta sugli abusi alla caserma di Piacenza, tra il 2005 e il 2020 ha collezionato un maxi garage personale da fare invidia. Si parla di undici auto e 16 moto, tra cui una Porsche Cayenne, quattro Bmw e due Mercedes. Lo riporta un articolo pubblicato sul quotidiano la Repubblica.

Insomma, viene da chiedersi come ci sia riuscito Montella, con uno stipendio di poco più di 30mila euro lordi all’anno. Senza contare poi le rate dei due mutui a lui intestati, in aggiunta alle somme liquide sborsate a saldo per l’acquisto della villa di Gragnano. Tutte spese che lo hanno portato ad avere il conto in rosso.

Nel garage del carabiniere ci sono state, tra le auto: una Bmw X5, una Bmw 320D, una Mercedes Classe A, una Smart City Coupé, una Bmw 520D, Un Audi, un’altra Bmw 320D, una Porsche Cayenne, un’altra Mercedes Classe A, una Renault Espace e una Fiat Punto.

Per quanto riguarda le moto: 2 Yamaha T-Max 500, una Yamaha BT, Una Yamaha FZS, due Piaggio Beverly, un Polaris Blazer, una Yamaha XVS 600 Dragstar, una Kawasaki Z 1000, una Bmw GS, una Kawasaki ZX, una Ducati 998, un Kymco, una Ducati Hypermotard e un’Aprilia RSV 1000.
qui



ma su qeusti episodi non contesto nulla in quanto sicuramente sono proventi da qualcosa di illecito, salvo non abbia ereditato da uno zio ricco d'america
era su altri capi d'imputazione che dico che ci sarà da ridere
eaccabbadda eaccabbadda 24/07/2020 ore 14.43.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Piacenza, nella caserma degli orrori un giovane carabiniere si oppone

@excristian1977 scrive:
ma su qeusti episodi non contesto nulla in quanto sicuramente sono proventi da qualcosa di illecito, salvo non abbia ereditato da uno zio ricco d'americaera su altri capi d'imputazione che dico che ci sarà da ridere

i capi di imputazione sono una tonnellata, staremo a vedere

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.