Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

fiume.sandcreek fiume.sandcreek 06/08/2020 ore 13.10.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@AntiSkrekkaTeam scrive:
no, io non sono capace di distinguere un negro nigeriano da un negro senegalese ma è inutile che continui a fare quello che fai di solito, ovvwero estrapolare dagli interventi di qualcuno solo quello che ti fa più comodo per sviare.

esiste il reato di immigrazione clandestina perseguibile con un'ammenda pecuniaria e con l'espulsione dal paese di approdo nei confronti di chi si macchia di questo reato?

spiegami perché tutta la gente che arriva qui non arriva con un aereo ma con gommoni e barchini.


Un reato è imputabile a soggetto determinato solo a seguito procedimento giudiziario.
La sentenza è sempre successiva a quest'ultima, mai preventiva.
Non possiedi quindi il diritto di imputare ad un qualsiasi soggetto il reato di immigrazione clandestina prima che questa venga sancita da sentenza definitiva senza commettere a tua volta un atto conforme all'ipotesi di reato di cui all'art. 595 del Codice Penale Italiano.

fiume.sandcreek fiume.sandcreek 06/08/2020 ore 13.20.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@ASGVROMA74 scrive:
interessante come secondo la tua bislacca idea chiunque parta avrebbe la possibilità di dimostrare di essere un rifugiato.
domani mi imbarcherò da civitavecchia per il canada... chisaà ci caschino...
solo che l' italia come la tunisia, come il bangladesh, come il gambia, come il senegal non ha dalla partenza le caratteristiche di paese da cui potrei chiedere lo status di rifugiato non essendoci guerre ne' tantomeno persecuzioni riconosciute.
alias chiunque parte... lo fa illegalmente.
nordio ha smentito con articoli... di legge e non con opinioni( quelle semmai sono le tue), che si possa considerare naufrago chi di mestiere vuole entrare illegalmente in un altra nazione... per cui decadono tutte le regole del mare applicabili solo al naufragio stesso.
quindi alla domanda su quanti clandestini ci sono in italia con questo sistema la risposta è: tutti


Nordio ha esposto una opinione personale.
Non esiste alcuna modifica legislativa o inerente i trattati internazionali sottoscritti da rappresentanti italiani atta ad inquadrare preventivamente come clandestino ogni individuo che sbarca in Italia dopo essere stato soccorso in mare.
L'attuale legislazione italiana sancisce sancisce il dovere da parte di ogni unità navale di prestare soccorso a soggetti in stato di difficoltà in mare, tranne eccezioni quali oggettive impossibilità tecniche da parte del natante dimostrabili a seguito perizia o esistenza da parte del soggetto abbisognante soccorso di patologie di una certa gravità facilmente trasmissibili all'equipaggio o ai passeggeri.
Rimane invariata anche la legislazione inerente il diritto alla richiesta di asilo, subordinata al possesso dei requisiti necessari da parte del richiedente, o la configurazione del soggetto in rifugiato politico, religioso o etnico, sempre subordinata al possesso dei requisiti di Legge.
Come cittadino, come legale o come magistrato devo attenermi esclusivamente alle norme legislative, non alle opinioni di chi le interpreta.
THAMIEL333 THAMIEL333 06/08/2020 ore 13.21.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@fiume.sandcreek : tutto sbagliato non sai niente finiscila impara le leggi africano
THAMIEL333 THAMIEL333 06/08/2020 ore 13.23.00 Ultimi messaggi
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 06/08/2020 ore 13.24.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@THAMIEL333 scrive:
tutto sbagliato


Può essere.
In genere quando rilevo un errore lo correggo esponendo i dati atti a dimostrare tale errore.
Tu ti sei limitato ad affermare che è tutto sbagliato.
Lecito presumere tu abbia compiuto uno sforzo ciclopico per costruire una frase tanto complessa.
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 06/08/2020 ore 13.28.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@THAMIEL333 scrive:
finiscila non sai niente vecchione


So che sei un destricolo.
So che i destricoli fanno dell'ignoranza virtù e dell'ottusità motivo di vanto.
So che il loro livello intellettivo, cognitivo, morale ed educativo è raggiungibile solo a seguito profondi scavi.
So che concetti quali comprensione, riflessione, onestà, rispetto per il prossimo e dignità umana vi sono del tutto estranei.
Ma soprattutto so che non sei stato in grado di dimostrare la veridicità della tua affermazione.
Quindi quest'ultima può tranquillamente può tranquillamente venire collocata nell'infinito container delle balle destricole.
THAMIEL333 THAMIEL333 06/08/2020 ore 13.30.12 Ultimi messaggi
THAMIEL333 THAMIEL333 06/08/2020 ore 13.31.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

A V V I S O P E R I N A V I G A N T I
METTIAMO LE COSE IN CHIARO UNA VOLTA PER TUTTE!
Il professor
Augusto Sinagra, docente di diritto internazionale.
Cercherò di fare una riflessione esclusivamente tecnico-giuridica di diritto internazionale di cui sono stato Professore Ordinario nell’Università.
1. Le navi che solcano i mari battono una Bandiera. La Bandiera non è una cosa meramente folkloristica o di colore. La Bandiera della nave rende riconoscibile lo Stato di riferimento della nave nei cui Registri navali essa è iscritta (nei registri è indicata anche la proprietà pubblica o privata).
2. La nave è giuridicamente una “comunità viaggiante” o, in altri termini, una “proiezione mobile” dello Stato di riferimento. In base al diritto internazionale la nave, fuori dalle acque territoriali di un altro Stato, è considerata “territorio” dello Stato della Bandiera.
Dunque, sulla nave in mare alto si applicano le leggi, tutte le leggi, anche quelle penali, dello Stato della Bandiera.
3. Il famoso Regolamento UE di Dublino prevede che dei cosiddetti “profughi” (in realtà, deportati) debba farsi carico lo Stato con il quale essi per prima vengono in contatto. A cominciare dalle eventuali richieste di asilo politico.
4. Non si vede allora quale sia la ragione per la quale una nave battente Bandiera, per esempio, tedesca, spagnola o francese, debba – d’intesa con gli scafisti – raccogliere i cosiddetti profughi appena fuori le acque territoriali libiche e poi scaricarli in Italia quando la competenza e l’obbligo è, come detto, dello Stato della Bandiera.
5. Da ultimo è emerso che due navi battenti Bandiera olandese e con il solito carico di merce umana, non si connettano giuridicamente al Regno di Olanda e né figurino su quei registri navali, come dichiarato dalle Autorità olandesi.
Allora, giuridicamente, si tratta di “navi pirata” le quali non sono solo quelle che battono la bandiera nera con il teschio e le tibie incrociate (come nei romanzi di Emilio Salgari).
6. Ne deriva il diritto/dovere di ogni Stato di impedirne la libera navigazione, il sequestro della nave e l’arresto del Comandante e dell’equipaggio.
Molti dei cosiddetti “profughi” cominciano a protestare pubblicamente denunciando di essere stati deportati in Italia contro la loro volontà. Si è in presenza, dunque, di una nuova e inedita tratta di schiavi, di un disgustoso e veramente vomitevole schiavismo consumato anche con la complicità della UE, che offende la coscienza umana e che va combattuto con ogni mezzo.
Augusto Sinagra


THAMIEL333 THAMIEL333 06/08/2020 ore 13.44.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@fiume.sandcreek : COSA SIGNIFICA NAUFRAGO? UNO CHE SI TROVA IN MARE APERTO DICIAMO OCEANO PACIFICO NON UNO A 100 METRI DA UNA COSTA O UN GOMMONE A 50 METRI LE O.N.G PATTUGLIANO TUTTI I GIORNI RASO COSTA LIBICA E RACCOLGONO QUELLI IMPOSTI DAI LORO PADRONI NEGRIERI,COME FAREBBERO A NANTENERE UNA NAVE TIPO Ocean Viking SERVONO 40 PERSONE PER NAVIGARE + TUTTO IL RESTO MINIMO 100,000 € ALLA SETTIMANA VECCHIONE CHE NON SAI NIENTE.
Un naufrago è una persona che viene portata alla deriva o sulla terraferma. Solitamente la situazione avviene dopo un naufragio. Le provviste e le risorse disponibili per i naufraghi permettono loro di sopravvivere su di un'isola finché altre persone arrivano a salvarli e condurli via dall'isola. Tuttavia, queste missioni di salvataggio possono anche non avvenire mai se non è noto il fatto che la persona sia ancora viva, se il motivo della scomparsa è ignoto, o se l'isola non è sulle mappe.
THAMIEL333 THAMIEL333 06/08/2020 ore 13.47.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dibattito sui clandestini.

@fiume.sandcreek : TI HO DETTO STUDIA I DIRITTI DEL MARE O NON CAPIRAI MAI NIETE

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.