Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

eaccabbadda 15/09/2020 ore 16.54.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

"Subito posti letto o pazienti fuori regione": troppi contagi e ricoveri, sanità sarda al limite
CAGLIARI. "La situazione è grave: mancano posti letto. Se non troveremo subito le risposte dovremo considerare, già da oggi, la possibilità di trasferire i pazienti ricoverati in altre regioni". E ancora: "Ci sta salvando, finora, il fatto che questa “seconda ondata”, è caratterizzata da giovani che resistono meglio al Covid. Ma è una falsa considerazione. Questa volta è peggio". Di più: "Matrimoni, funerali, compleanni e feste varie: sono moltiplicatori del contagio, vanno fermati". Ma non è finita: "Le ondate sono improvvise, non prevedibili e, per questo, schiaccianti e pericolose. Controllare i pazienti sparsi nel territorio è molto difficile e richiede risorse che non abbiamo. Il contagio si è spostato dalle spiagge all'interno, coinvolgendo le famiglie e creando cluster in paesi che erano covid free".

A dipingere un quadro ben poco confortante - eufemismo, chiaro - sul contagio da coronavirus in Sardegna è stato il responsabile dell'unità di crisi per il nord Sardegna Marcello Acciaro: la sua è una comunicazione inviata domenica mattina (13 settembre) ai vertici della sanità sarda e ai responsabili di tutti gli ospedali dell'Isola. A distanza di due giorni si deve registrare una nota positiva. La sua nota ha sortito un primo effetto: tutte le strutture sanitarie, a distanza di nemmeno 48 ore, hanno avviato le procedure per creare nuovi posti letto: una ventina a Sassari, alcuni al decimo piano del San Francesco di Nuoro. E sarà trasformato l'intero reparto di Geriatria del Santissima Trinità, come era successo a marzo. Quindi, almeno nell'immediato, è sventato il pericolo dei trasferimenti fuori regione. Ma tutto il resto, con la curva dei contagi imprevedibile, è ancora purtroppo di stringente attualità.

Qualche numero, per capire. In Sardegna, secondo l'ultimo bollettino di ieri, 14 settembre, ci sono 85 pazienti ricoverati con sintomi più 16 gravi in terapia intensiva. Centouno positivi in ospedale, quindi. Sabato erano 76 in tutto: venticinque contagiati sono stati ricoverati in un solo fine settimana. Acciaro, come tutti coloro che fronteggiano l'epidemia, tocca con mano l'andamento delle infezioni, la loro collocazione e la gravità. Ed è preoccupato. Per molte ragioni.

Finché non verranno allestite nuove strutture la situazione è quest: "A Olbia, epicentro dell’epidemia estiva, abbiamo due ospedali di cui nessuno è Covid, motivo per cui dobbiamo trasferire continuamente pazienti nel resto della Sardegna e a non meno di 100 chilometri, quando non sono 256 per Cagliari". Con ovvie ripercussioni sull'attività del 118: le ambulanze vanno su è già per le strade della Sardegna.





Altro problema, importante: "I contagiati sono sparpagliati nel territorio, rendendo difficoltosa la presa in carico. L’onda estiva - portata dai giovani - si sta spostando dalle spiagge all’interno, coinvolgendo le famiglie e creando cluster in Paesi covid free". Per questo, secondo Acciaro, devono essere bloccate tutte le occasioni conviviali come matrimoni , compleanni e feste varie. Ma anche i funerali. In più "la riapertura delle scuole potrebbe diventare la spinta per una “terza ondata”, che non siamo, al momento attuale, in grado di sostenere". Almeno finchè i posti letto in via di attivazione non saranno a disposizione, perché "quelli che abbiamo sono già saturi".

Secondo il responsabile dell'unità di crisi "avremmo dovuto avere strutture residenziali - alberghi - dove collocare tutti i positivi e con una manciata di uomini tenerli sotto stretta sorveglianza. Una terapia immediata può essere risolutiva. Questo è quello che ora manca: uno stretto controllo dei positivi in grado di arginare i ricoveri in malattie infettive. La parcellizzazione dei positivi, sotto controllo delle Usca, con medici giovani capaci ma bisognosi di esperienza, tende a scotomizzare il problema. Le Usca sono una parte del sistema, non la soluzione".

Per questo Acciaro ha chiesto la riapertura di strutture chiuse negli ospedali. Le prime risposte organizzative stanno arrivando. La reazione deve essere rapida. Per evitare che il sistema collassi. Anche perché "stanno crescendo i contagi per contiguità. Stanno allarmando i sindaci che non capiscono cosa sta accadendo e sono spaventati dalle possibili evoluzioni del fenomeno. Poi apriremo le scuole. Siamo impreparati per un’eventuale terza ondata".
https://www.youtg.net/top-news/29260-subito-posti-letto-o-pazienti-fuori-regione-troppi-contagi-e-ricoveri-sanita-sarda-al-limite
8605808
"Subito posti letto o pazienti fuori regione": troppi contagi e ricoveri, sanità sarda al limite CAGLIARI. "La situazione è...
Discussione
15/09/2020 16.54.19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
nerorosso 15/09/2020 ore 17.02.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

Situazione difficile. Sei sempre precisa son ritornato in chatta dopo 4 o 5 anni e ti ho ritrovata. Ricordo che parlai con te degli aironi rosa che son li da te.
Buo a serata
excristian1977 excristian1977 15/09/2020 ore 17.26.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@eaccabbadda :

approntare nuovi posti letto alla veloce no?
eaccabbadda eaccabbadda 15/09/2020 ore 20.10.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@excristian1977 scrive:
approntare nuovi posti letto alla veloce no?

allestire nuovi posti letto covid non è allestire posti letto degenti normali
così stanno facendo, al ss trinità (ca)non fanno più interventi ,chius ala rianimazione solo covid come a marzo.Quelli non malati di covid vanno all'ospedale marino che è una clinica ortopedica
quindi tutto bloccato
a sassari è ancora peggio
eaccabbadda eaccabbadda 15/09/2020 ore 20.13.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@nerorosso scrive:
Situazione difficile. Sei sempre precisa son ritornato in chatta dopo 4 o 5 anni e ti ho ritrovata. Ricordo che parlai con te degli aironi rosa che son li da te.
Buo a serata

fenicotteri rosa,che qui chiamiamo " sa genti arrubja" ossia "la gente rossa"
pabloesilglorioso pabloesilglorioso 15/09/2020 ore 20.21.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@excristian1977 :

ma scusa Cristian non te li ricordi i post indignati per gli ospedali di milano, (fiera) e quello di bertolaso...che non ricordo dove, forse nelle marche...

pabloesilglorioso pabloesilglorioso 15/09/2020 ore 20.22.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@eaccabbadda :

il governo ha impugnato le delibere della regione Sardegna sul Covid...
eaccabbadda eaccabbadda 15/09/2020 ore 20.34.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@pabloesilglorioso scrive:
il governo ha impugnato le delibere della regione Sardegna sul Covid...

si,nel frattempo i dati di oggi
Sono 36 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale. Trenta sono emersi attraverso l’attività di screening, tre da sospetto diagnostico.
Sono invece 86 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale (+1), 18 (+2) quelli in terapia intensiva.
Le persone in isolamento domiciliare sono 1.353. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.360 (+19) pazienti guariti, più altri 7 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 2.964 casi positivi accertati, 488 (+5) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 295 nel Sud Sardegna, 171 (+1) a Oristano, 262 (+8) a Nuoro, 1.748 (+22) a Sassari.
pabloesilglorioso pabloesilglorioso 15/09/2020 ore 20.39.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@eaccabbadda :

ti assicuro che non controlla mai questi numeri...


rispettiamo le regole della Regione Veneto.

p.s, mancano le dosi per la vaccinazione antiinfluenzale, il mio medico di base dice che da noi non c'è problema....per dire, ed è consigliata a tutti.
eaccabbadda eaccabbadda 15/09/2020 ore 20.43.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@pabloesilglorioso scrive:
ti assicuro che non controlla mai questi numeri...


rispettiamo le regole della Regione Veneto.

p.s, mancano le dosi per la vaccinazione antiinfluenzale, il mio medico di base dice che da noi non c'è problema....per dire, ed è consigliata a tutti.

io quelli della mia regione li controllo e siamo messi male.
anche hanno comprato un tot di vaccini antinfluenzali ma, pare, non bastino
lo sapremo tra 15 gg quando inizierà la campagna vaccinazioni
excristian1977 excristian1977 16/09/2020 ore 12.38.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ne muoiono pochi, pochissimi , quindi tutto a posto

@pabloesilglorioso scrive:
@excristian1977 :

ma scusa Cristian non te li ricordi i post indignati per gli ospedali di milano, (fiera) e quello di bertolaso...che non ricordo dove, forse nelle marche...



ricordo

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.