Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

neraxnera neraxnera 02/07/2021 ore 17.12.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@Turid.du scrive:
Quali delle tue bislaccherie dovrei contestare? Andando al sodo della questione non vi e' nessun sistema ispirato ai principi di democrazia che si sia dimostrato tale, quindi la mia conclusione e' che il tuo 'ragionamento' ha una impalcatura parecchio traballante, costruita sulla base di una visione del mondo e delle cose ottenebrata dall'ideologia.

Qua di traballante c’è solo la tua testa. Vuoi fare il macho ma sei solo un bambinone invecchiato, oltretutto invecchiato molto male.
Come dicono qua in Toscana: “se gliè bischero, non ci parlare”
Stammi bene traballa.
Turid.du Turid.du 02/07/2021 ore 17.25.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@neraxnera :

Ah beh, io almeno i segni dell'eta' non li nascondo con ridicole tinte da ragazzine quindicenni.

Turid.du Turid.du 02/07/2021 ore 18.02.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

E poi..Invecchiato male..Neanche avessi la sua eta' e portassi i miei anni come lei porta i suoi.

Questa poi non va sul personale, dice. Lei c'ha le palle perche' tiene testa, un uomo che non si genuflette ai suoi ragli invece 'vuole fare il macho'.

Non parlarmi va', che e' meglio per te.

c.ioccolatino111 04/07/2021 ore 10.48.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@segnisullasabbia scrive:
"IO VI ACCUSO
Barbara D’Urso, Maria De Filippi, Alfonso Signorini, Alessia Marcuzzi e tutta la schiera della vostra bolgia infernale… io vi accuso.
Vi accuso di essere tra i principali responsabili del decadimento culturale del nostro Paese, del suo imbarbarimento sociale, della sua corruzione e corrosione morale, della destabilizzazione mentale delle nuove generazioni, dell’impoverimento etico dei nostri giovani, della distorsione educativa dei nostri ragazzi.
Voi, con la vostra televisione trash, i vostri programmi spazzatura, i vostri pseudo spettacoli artefatti, falsi, ingannevoli, meschini, avete contribuito in prima persona e senza scrupoli al Decadentismo del terzo millennio che stavolta, purtroppo, non porta con sé alcun valore ma solo il nulla cosmico.
Siete complici e consapevoli promotori di quel perverso processo mediatico che ha inculcato la convinzione di una realizzazione di se stessi basata esclusivamente sull’apparenza, sull’ostentazione della fama, del successo e della bellezza, sulla costante ricerca dell’applauso, sull’approvazione del pubblico, sulla costruzione di ciò che gli altri vogliono e non di ciò che siamo.
Questo è il vostro mondo, questo è ciò che da anni vomitate dai vostri studi televisivi.
Avete sdoganato la maleducazione, l’ignoranza, la povertà morale e culturale come modelli di relazioni e riconoscimento sociale, perché i vostri programmi abbondano con il vostro consenso di cafoni, ignoranti e maleducati. Avete regalato fama e trasformato in modelli da imitare personaggi che non hanno valori, non hanno cultura, non hanno alcuno spessore morale.


Condivido ma in parte.
E condivido fino a dove ho copiancollato.

Eppure Marco Galice è un professore che insegna... ma cosa?

In primis, mai mi stancherò né mi annoierò a scrivere e a dire che l'educazione e il rispetto sono due, diciamo, virtù, due qualità derivanti dalla famiglia, biologica e non.
Sono i genitori, i tutori o educatori, coloro i quali hanno il compito di insegnare educazione e rispetto ai propri piccoli pargoli e sennò... sembra quasi il volerli deresponsabilizzare se si accusano soltanto i vip.
Poi c'è chi, per discolparsi dei propri errori, dà' la piena responsabilità alla scuola o alla società. Ciò significa allora che tuo figlio o tua figlia, ti rispecchia ed è un cretino/a.
Oppure è molto debole e si fa influenzare tramite una caramellina. (promesse o modi di di dire e di fare per essere accettati nei club chic)

Il prof. Galice, con questa sua lettera, dispensa la piena responsabilità del mal costume ecc., soltanto ai programmi trash dei canali Fininvest prima e Mediaset dopo... e lo trovo sbagliatissimo. Programmi schifezze americani che vanno in onda in tutto il mondo poiché seguitissimi. (domanda-offerta)
MA SCHERZIAMO?
Il declino nel nostro Paese iniziò già negli anni 60, tra una dolce vita e il boom economico, la libertà dei costumi e il progresso e lo si vede, ci accorgiamo oggi dove ci ha condotti il progresso.

Ma, e i social? Nulla da dire verso i nuovi influencer che attirano milioni di ragazzini (e adulti) e li fanno girare e rigirare come vogliono? Li plasmano e li educano come pare e piace a loro?
Minorenni che stravedono per quello o quell'altra influencer?
C'è quella che si fa vedere su Instagram tra una doccia e l'altra con una albicocca sul sedere per attirare più flowers.
E c'è chi invece fa a gara per attirare, affascinare milioni di naviganti che lo/a segue come se fosse un nuovo dio o una nuova dea tra un diluvio si scatti, fotografie e momenti di intimità... giochi in riva al mare o su per i sentieri di montagna insieme ai figli.

Sta bolgia infernale, in questi ultimi anni, soprattutto grazie al lockdown, è divenuta assai più importante del lavoro, dello studio e della cultura. Sbaglio forse?

Perchè accusare... puntare il dito soltanto contro Barbara D’Urso, Maria De Filippi, Alfonso Signorini, Alessia Marcuzzi e tutta la schiera infernale... quando dall'altra parte abbiamo personaggi, pagliacci e demoni che sono forse peggio?

Mi dispiace ma, a parte la prima parte che condivido perchè i programmi spazzatura li iniziò il "canale 51" divenuto poi canale 5... la lettera del prof. mi appare poco obiettiva e molto più di parte, quasi ideologica, poiché dà la piena responsabilità del declino della Nazione alle 3 reti Mediaset e quindi a berlusconi... quando invece, come hai ben scritto, pure mamma Rai che, per non essere da meno ma di più, anch'essa negli anni si trasformò in peggio del peggio, seguendo gli stessi passi delle 3 reti concorrenti, aiutando per altro, tramite leggi e leggine, il loro antagonista.


c.ioccolatino111 04/07/2021 ore 10.56.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@segnisullasabbia :

Marco Galice: Avete regalato fama e trasformato in modelli da imitare personaggi che non hanno valori, non hanno cultura, non hanno alcuno spessore morale.

I miei figli sono rimasti sempre gli stessi.
Cmq, sì, è vero... ma oggi, cosa va per la maggiore? I programmi trash, oppure i vari siti spuntati come funghi?
Chi si dispiace e frigna perchè ha perso il primato? I milioni di followers che vengono superati da altri milioni di followers, è questo il dramma dei social.
segnisullasabbia segnisullasabbia 05/07/2021 ore 16.56.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@c.ioccolatino111 :
non so chi sia questo tizio, e non ha nemmeno importanza, presumo sia un comune cittadino come tanti che ha detto delle cose che io condivido completamente. Che cosa insegni non ha nessuna importanza e che non abbia citato anche internet e tutti gli altri mali del mondo non significa nulla. Si puà esprimere un parere su qualcosa senza esprimere altre decine di pareri per par condicio.
Solo la famiglia non basta ad educare. Serve anche la società. Perchè il figlio, dopo aver ricevuti sani principi deve confrontarsi con l'esterno, e se vengono sfornati milioni di deficenti, lui dovrà vedersela con quei milioni di deficenti. E se ci sono milioni di deficenti e qualche migliaio di sani mentali, questi ultimi dovranno diventare deficienti anche loro, per sopravvivere. Poi arriva il cazzone di turno a dire "e chi dice che i deficienti non siano quelle migliaia?". E, in effetti la risposta diventa difficile da dare, perchè se non si vede la differenza tra un ragazzo che conosce Mozart o è brillante a scuola e un ragazzo che non sa qual è la capitale d'Italia ma sa tutto sul grande fratello, se tutto deve forzosamente diventare relativismo, allora non c'è più nulla di cui discutere, secondo me.
segnisullasabbia segnisullasabbia 05/07/2021 ore 16.58.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@c.ioccolatino111 :
i programmi spazzatura cominciarono con mediaset, e la rai, ed è questa la cosa scandalosa, si accodò. Sernza nulla togliere alle grandi professionalità che ci sono in Mediaset, non sono mica tutti signorini, c'è fior di gente seria anche lì.
Nordlibero 05/07/2021 ore 18.11.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@segnisullasabbia scrive:
e devo costuire una casa non chiamo il fruttivendolo di fronte ma, presumibilmente, un architetto, cioè qualcuno che è in grado, con la sua capacità, la sua formazione culturale, il suo know how di offrirmi, almeno in teoria, la materializzazione del mio concetto astratto di casa. In qualche modo il suo apporto migliora la mia vita. Almeno dovrebbe farlo. Lo stesso dicasi per il gestore della mia fognatura, il quale non sarà il gommista all'angolo ma un'azienda strutturata per fornire i servizi adeguati al mio bisogno di fognatura funzionante. Anche lui migliora la mia vita. I due soggetti precedenti ne sanno molto di più di me in fatto di case e in fatto di fognature. Gli autori di programmi televisivi dovrebbero migliorare la mia vita intelettiva,,



Ottime metafore che però non credo aderiscano alla tua tua conclusione.Io non ritengo la tv come un faro , una guida ,o uno strumento di competenza tale a cui affidarmi per sopperire a tutte le mie carenze culturali .
Non si accende la tv per migliorare la propria cultura o la propria istruzione , a meno che non sia del tipo " non è mai troppo tardi" per imparare l'italiano negli anni che furono.
La tua metafora funzionerebbe solo se riferita alla scuola.La tv è come si dice spesso lo specchio di una società che riesce a rappresentare il meglio e il peggio di sè attraverso personaggi eletti dal pubblico tramite un telecomando.
Un elettrodomestico che possiamo accendere o spegnere magari per leggere un libro, ascoltare musica, giocare, lavorare ,studiare, cercare informazioni nel mondo globale di internet,socializzare ,scendere in piazza per rappresentare le nostre idee, discutere con gli altri senza pensare che la nostra sia la verità, sognare un futuro migliore , una tv migliore, una politica migliore , una scuola migliore ,una famiglia migliore , una educazione migliore .
Siamo scontenti di questa società, del capitalismo, del liberalismo,dei ricchi troppo ricchi ? Eppure abbiamo sperimentato tutto, ogni forma di dominio sui popoli, regimi e dittature. Persino la cina si è traformato in un comunismo a trazione capitalistica. Il capitalismo è irriducibile , manco una dittatura riesce a sconfiggerlo. Forse ci accontenteremo di una "dittatura democratica " con i partiti che comunque si sprtiranno le tv!

20425424
@segnisullasabbia scrive: e devo costuire una casa non chiamo il fruttivendolo di fronte ma, presumibilmente, un architetto, cioè...
Risposta
05/07/2021 18.11.36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
segnisullasabbia segnisullasabbia 06/07/2021 ore 12.50.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Straultraipercondivido il pensiero di questa persona

@Nordlibero scrive:
Ottime metafore che però non credo aderiscano alla tua tua conclusione.Io non ritengo la tv come un faro , una guida ,o uno strumento di competenza tale a cui affidarmi per sopperire a tutte le mie carenze culturali .
Non si accende la tv per migliorare la propria cultura o la propria istruzione , a meno che non sia del tipo " non è mai troppo tardi" per imparare l'italiano negli anni che furono.
La tua metafora funzionerebbe solo se riferita alla scuola.La tv è come si dice spesso lo specchio di una società che riesce a rappresentare il meglio e il peggio di sè attraverso personaggi eletti dal pubblico tramite un telecomando.
Un elettrodomestico che possiamo accendere o spegnere magari per leggere un libro, ascoltare musica, giocare, lavorare ,studiare, cercare informazioni nel mondo globale di internet,socializzare ,scendere in piazza per rappresentare le nostre idee, discutere con gli altri senza pensare che la nostra sia la verità, sognare un futuro migliore , una tv migliore, una politica migliore , una scuola migliore ,una famiglia migliore , una educazione migliore .
Siamo scontenti di questa società, del capitalismo, del liberalismo,dei ricchi troppo ricchi ? Eppure abbiamo sperimentato tutto, ogni forma di dominio sui popoli, regimi e dittature. Persino la cina si è traformato in un comunismo a trazione capitalistica. Il capitalismo è irriducibile , manco una dittatura riesce a sconfiggerlo. Forse ci accontenteremo di una "dittatura democratica " con i partiti che comunque si sprtiranno le tv!

Dici cose che secondo me hanno un senso. Dici che la televisione non la si usa per apprendere. Non lo so, ma so che tra "la tv non la accendo per imparare" e "la tv tramette monnezza" c'è in mezzo una varietà di sfumature. Se è valido ciò che dici allora è valido anche che qualunque personaggio pubblico e/o in vista può dire quello che gli pare perchè tanto lui è frutto dei costumi di una società. Io dico che quello che dovrebbe guidare è un certo senso della misura, che vuol dire tutto e non vuol dire niente, ma ognuno di noi ha un senso della misura, sa quando è troppo e sa quando è poco, con unità di misura diverse, e sempre più doverse quanto più ci si allontana dai bisogni primari. Sul capitalismo sono perfettamente d'accordo con te e arrivo a dire che se ha preso il sopravvento su tutto, allora è per definizione il migliore dei mondi possibili. E siccome è il migliore dei mondi possibili, come ho già detto altre volte, ci rimane solo da attendere la rovina della nostra specie, che, non per mio personale pensiero, ma per pensiero di molti scenziati, è una specie destinata a sparire abbastanza velocemente. Chi la mette sul piano della politica e delle scelte politiche, come fa Daisein, secondo me sbaglia e vuole ricondurre tutto a un controllo umano dell'umanità che io penso non esista.
Tornando al discorso di prima, la tv è come un'opera teatrale, come un film al cinema, forse è vero che non ti insegna nulla, perchè per imparare devi fare il mazzo tanto da solo, con sudore e fatica (come si dice dalle mie parti) ma ti può dare spunti, idee, così come fruire di un buon libro o di un buon film può metterti in moto il cervello e renderti propositivo, positivo, costruttivo. Forse sarà un pensiero ingenuo, ma se io capto segnali da qualunche parte essi provengano, se non mi rendono un pò meglio di come ero prima di averli capttati, allora è meglio che questi segnali non esistano.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.