Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

sc2 sc2 19/07/2021 ore 22.35.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Veneto, ultimatum ai 4974 medici e infermieri prof, irriducibili.

@BulliesHunter.7 scrive:
Ma quali dieci giorni, ciarlatano. Non dire puttanate.
Un anno ci è voluto.


Questo è il classico esempio di guardare il dito invece che la luna. Il punto non è il paragone temporale (deliberatamente esagerato), ma il fatto che nessuna tecnologia può abbreviare i tempi. I tempi di sperimentazione di lungo periodo dovrebbero essere di decenni e coinvolgere l'intera vita di una persona: poiché questo non è possibile, occorre trovare un compromesso con la messa in commercio dei farmaci. Il compromesso è di tempi variabili da tre a dieci anni. Non è un caso se gli attuali vaccini termineranno il corso di sperimentazione il 31 dicembre 2023 (ed è pure rapido). E tre anni (che sono pure pochi, lo ripeto) non si condensano in uno.
sc2 sc2 19/07/2021 ore 22.38.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Veneto, ultimatum ai 4974 medici e infermieri prof, irriducibili.

@BulliesHunter.7 scrive:
La "stragrande maggioranza" in questo caso si basa su studi, dati oggettivi dimostrabili e inconfutabili, non è la "stragrande maggioranza" che preferisce Fedez come influencer o la "stragrande maggioranza" che ha una casa di proprietà o uno smartphone.

A vedere i numeri riportati in questo articolo di medici, infermieri e sanitari che hanno perlomeno qualche dubbio, sarei io ad avere qualche dubbio.

Se ti venissero a dire che la Terra è al centro dell'universo e il Sole le gira intorno, a chi crederesti? Eppure le prove scientifiche nel '600 erano a favore del geocentrismo (non scherzo e se vuoi possono fornirtene alcune).
BulliesHunter.7 BulliesHunter.7 20/07/2021 ore 06.49.30 Ultimi messaggi
neraxnera neraxnera 20/07/2021 ore 07.32.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Veneto, ultimatum ai 4974 medici e infermieri prof, irriducibili.

@sc2 scrive:
Questo è il classico esempio di guardare il dito invece che la luna. Il punto non è il paragone temporale (deliberatamente esagerato), ma il fatto che nessuna tecnologia può abbreviare i tempi. I tempi di sperimentazione di lungo periodo dovrebbero essere di decenni e coinvolgere l'intera vita di una persona: poiché questo non è possibile, occorre trovare un compromesso con la messa in commercio dei farmaci. Il compromesso è di tempi variabili da tre a dieci anni. Non è un caso se gli attuali vaccini termineranno il corso di sperimentazione il 31 dicembre 2023 (ed è pure rapido). E tre anni (che sono pure pochi, lo ripeto) non si condensano in uno.

avere delle perplessità è normale, però oggi siamo davanti a una mobilitazione contro questo virus senza precedenti nella storia della ricerca scientifica.
Quello che segue è parte del documento dell’Aifa che parla proprio di questo aspetto.

5. La sperimentazione è stata abbreviata per avere presto il prodotto?
Gli studi sui vaccini anti COVID-19, compreso il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty), sono iniziati nella primavera 2020, perciò sono durati pochi mesi rispetto ai tempi abituali, ma hanno visto la partecipazione di un numero assai elevato di persone: dieci volte superiore agli standard degli studi analoghi per lo sviluppo dei vaccini. Perciò è stato possibile realizzare uno studio di grandi dimensioni, sufficienti per dimostrare efficacia e sicurezza.
Non è stata saltata nessuna delle regolari fasi di verifica dell’efficacia e della sicurezza del vaccino: i tempi brevi che hanno portato alla registrazione rapida sono stati resi possibili grazie alle ricerche già condotte da molti anni sui vaccini a RNA, alle grandi risorse umane ed economiche messe a disposizione in tempi rapidissimi e alla valutazione delle agenzie regolatorie dei risultati ottenuti man mano che questi venivano prodotti e non, come si usa fare, soltanto quando tutti gli studi sono completati. Queste semplici misure hanno portato a risparmiare anni sui tempi di approvazione.

Qua invece trovi il documento nella sua integrità.

https://www.aifa.gov.it/documents/20142/1279946/FAQ-Vaccinazione_anti_COVID-19_con_vaccino_Pfizer.pdf/ea9099cd-c71c-d443-e447-6da60137da37
neraxnera neraxnera 20/07/2021 ore 07.38.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Veneto, ultimatum ai 4974 medici e infermieri prof, irriducibili.

@sc2 :
Aggiungo anche il punto numero 6

6. Come sono stati condotti gli studi clinici?
Uno studio clinico di dimensioni molto ampie ha dimostrato che il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty) è efficace nella prevenzione di COVID-19 nei soggetti a partire dai 16 anni di età. Il profilo di sicurezza ed efficacia di questo vaccino è stato valutato nel corso di ricerche svolte in sei paesi: Stati Uniti, Germania, Brasile, Argentina, Sudafrica e Turchia, con la partecipazione di oltre 44.000 persone. La metà dei partecipanti ha ricevuto il vaccino, l’altra metà ha ricevuto un placebo, un prodotto identico in tutto e per tutto al vaccino, ma non attivo. L’efficacia è stata calcolata su oltre 36.000 persone a partire dai 16 anni di età (compresi soggetti di età superiore ai 75 anni) che non presentavano segni di precedente infezione.
Lo studio ha mostrato che il numero di casi sintomatici di COVID-19 si è ridotto del 95% nei soggetti che hanno ricevuto il vaccino (8 casi su 18.198 avevano sintomi di COVID-19) rispetto a quelli che hanno ricevuto il placebo (162 casi su 18.325 avevano sintomi di COVID-19).

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.