Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

neraxnera 04/11/2021 ore 07.37.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

Stufo di incassare, Salvini lancia il guanto di sfida a Giorgetti. Anzi, ne lancia addirittura due. Uno interno: non proprio il congresso, ma una “grande assemblea programmatica” entro dicembre a cui parteciperanno parlamentari, governatori e sindaci, eurodeputati, e ovviamente la delegazione di governo. E uno europeo: una video-conferenza con il premier ungherese Orban e quello polacco Morawiecki per accelerare sul gruppo unico sovranista. E’ la doppia mossa con cui il Capitano punta a blindare leadership e linea, stanando gli avversari interni e sottraendosi al “picconamento continuo” del suo capo-delegazione governativa. Replicando alle sue accuse di tenere una posizione “incompiuta” a Strasburgo: altro che Ppe, avanti tutta in direzione opposta. E la resa dei conti comincia subito: la proposta dell’assemblea sarà lanciata nel consiglio federale - l’organo delle decisioni importanti – convocato a sorpresa per domani pomeriggio a Roma (con i governatori in videocollegamento) e dove potrebbe già essere chiesto un voto.
Un’offensiva che ha un destinatario chiaro. Tanto che si diffonde la voce che il ministro potrebbe decidere di non partecipare al “federale” (ma dal suo entourage smentiscono). Fatto sta che dopo le anticipazioni del libro di Bruno Vespa, Salvini è più che arrabbiato: esasperato, allibito, furibondo, sono gli aggettivi con cui lo descrivono gli uomini a lui più vicini. “Non si può andare avanti con questo picconamento continuo. Giancarlo deve dirci che cosa vuole da noi e che cosa vuole fare lui...”. Nelle file leghiste l’esegesi del pensiero giorgettiano è il tema del momento. Il leader non ha risposto in chiaro alle bordate, salvo la rivendicazione della collocazione in Europa, ma si prepara a “raddrizzare” la rotta. Gli sono ormai chiari i termini di uno scontro che rischia di logorarne la leadership (quantomeno il sogno di premiership, velatamente messo in dubbio con l’evocazione dell’”attore non protagonista” e della difficoltà di mettere Bud Spencer e Meryl Streep nello stesso film). Ma anche di ingarbugliare i rapporti con gli alleati, visto che Berlusconi non ha apprezzato il nuovo pressing per Draghi al Quirinale.
Salvini su questo fronte tace, è prudente, vuole capire quali saranno le mosse reali del premier. Il nome ufficiale in corsa resta quello del Cavaliere “se alla fine deciderà di candidarsi”. Su tutto il resto, però, gli argini sono prossimi alla rottura. D’altra parte, il “controcanto quotidiano” ha irritato i salviniani. Che non credono alla versione delle parole “estrapolate” e dell’intervistato “spiazzato”. Ricordano che è la terza volta che succede, citano Agatha Christie: “Un indizio è un indizio, due una coincidenza, tre fanno una prova”. Lo stesso Salvini è stato preso in contropiede: i rapporti con il suo numero due non sono idilliaci da tempo, ma il “chiarimento” negli uffici del Senato (con Fedriga nel ruolo di paciere) dopo lo strappo con Draghi sulla delega fiscale, sembrava aver sancito una tregua armata tra le due “sensibilità”. E invece, meno di un mese dopo, si ritrovano daccapo.
Al Capitano non va giù l’atteggiamento di Giorgetti: la Lega ha abbandonato l’alleanza con i Cinquestelle, poi ha sostenuto il governo Draghi – è il succo dello sfogo con i fedelissimi - cosa altro dovrebbe fare? Basta con gli esami del sangue. Tanto più – è la coda velenosa – che l’attuale inquilino del Mise era sottosegretario alla presidenza del consiglio del primo governo Conte, quando al Viminale c’era Salvini e “il programma era assai meno europeista di questo”. Giorgetti non si scompone più di tanto: quelle cose, ripete a chi lo interroga, le dice da sempre, anche se ci sono state “forzature”. Si tratta di andare fino in fondo su una strada già imboccata. La domanda che si fa il ministro è speculare: ma cosa vuole fare “Matteo” da grande?
8617773
Stufo di incassare, Salvini lancia il guanto di sfida a Giorgetti. Anzi, ne lancia addirittura due. Uno interno: non proprio il...
Discussione
04/11/2021 7.37.22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
neraxnera neraxnera 04/11/2021 ore 07.46.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

Rispondo io alla domanda di Giorgetti.

Da grande Salvini vuol fare l’Orban per il semplice motivo che non sa fare il politico. Per fare politica sono necessarie competenze e soprattutto una intelligenza che Salvini non possiede né ha mai posseduto.
Molto più semplice calarsi nel ruolo del populista sovranista che con un paio di parole riempie la pancia degli ignoranti che non hanno la più pallida idea di come si costruisce un grande stato.
Oltretutto la grande piccola impresa del Nord ha già iniziato a prendergli le distanze avendo capito il personaggio.

Vai avanti tu Giorgetti finché ne avrai la possibilità e lascia che nella lega comprendano una volta per tutte che il populismo non paga e si diano una vera linea governativa.
20468110
Rispondo io alla domanda di Giorgetti. Da grande Salvini vuol fare l’Orban per il semplice motivo che non sa fare il politico....
Risposta
04/11/2021 7.46.46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
magoorinzo magoorinzo 04/11/2021 ore 08.03.45
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

@neraxnera :

vorrei che la linea politica la decidesse il Segretario ed eventualmente un congresso.

e gli iscritti alla Lega naturalmente.

Giorgetti sta sbagliando. fare il fini non paga, anzi...
Cuorenero1960 Cuorenero1960 04/11/2021 ore 08.11.02
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

Lunga vita al "Capitano" senza se e ma a dispetto di Cassandre anche da ...Forum 8-)
JJSlide JJSlide 04/11/2021 ore 08.11.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

Due idioti totali uguali. L'aggravante di Giorgetti è che pensa di essere intelligente.
magoorinzo magoorinzo 04/11/2021 ore 08.12.24
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

personalmente sono molto più vicino "a visegrad" che a questa europa.
Cuorenero1960 Cuorenero1960 04/11/2021 ore 08.14.45
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

@JJSlide :

Habemus stoltorum et imbecillorum. .. :clava
magoorinzo magoorinzo 04/11/2021 ore 08.15.55
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

@Cuorenero1960 :

apprezzo molto Salvini e la grande Giorgia. spero stravincano le elezioni politiche.

JJSlide JJSlide 04/11/2021 ore 08.25.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

@Cuorenero1960 :

Il problema di Salvini è che ha il complesso del servo, è la banderuola perfetta: appena trova qualcuno che vale di più, che è più intelligente, o che magari è più ricco china il capo e obbedisce. Smentendo puntualmente quello che afferma pubblicamente, dove può sparare cazzate come un mantra. Ha alzato un attimo la testa quando ha avuto un minimo di potere formale (i voti) e l'ha subito bruciato perchè è un totale incapace. E' bravo a fare il capo popolo, è un mario borghezio evoluto (senza averne la cultura). Giorgetti d'altra parte pensa di essere una specie di futuro Churchill o, per arrivare ai giorni nostri, un Gianni Letta da dietro le quinte. Ma è solo un altro che subisce la fascinazione del potente di turno pensando di essere considerato un suo pari, ma ha un pensiero profondo come un buco di culo: ben che vada è pieno di merda.
20468119
@Cuorenero1960 : Il problema di Salvini è che ha il complesso del servo, è la banderuola perfetta: appena trova qualcuno che vale...
Risposta
04/11/2021 8.25.17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Cuorenero1960 Cuorenero1960 04/11/2021 ore 08.30.17
segnala

(Nessuno)RE: Si apre il fronte tra Salvini e Giorgetti

Hai terminato paragoni inappropriati e inconcludenti e ti sei ridotto alla volgarità più becera? Complimenti vivissimi :vomitino

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.