Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

BuIliesHunter.7 BuIliesHunter.7 26/11/2021 ore 14.11.39
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@85.Maya scrive:
Ma allora perchè siete contro il ddl zan?

Perchè è un disegno di legge esclusivamente propagandistico/politico, una bandierina del csx.
Non servono ulteriori leggi in materia, così come sul femminicidio.
La legge tutela già determinati comportamenti/discrimianzioni e violenza nei confronti delle donne.
BuIliesHunter.7 BuIliesHunter.7 26/11/2021 ore 14.12.39
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@neraxnera scrive:
Ho cancellato solo il video di Nino D’Angelo che non c’entra una cippa

Cancella cancella, il punto non cambia: arrangiatevi, difendetevi.
BuIliesHunter.7 BuIliesHunter.7 26/11/2021 ore 14.14.08
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@85.Maya scrive:
Io mi riferisco a tutti i commenti contro il ddl zan che ho letto sul forum da gente che adesso scrive che le donne vanno tutelate contro la violenza di genere.

Colte in castagna.
Si sono defilate dal rispondere 8-)
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 27/11/2021 ore 11.16.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@BuIliesHunter.7 scrive:
Perfetto.
Quindi vengano educati bene da entrambi i genitori.


Non ti arrabbiare. :-)) Inoltre non mi sono defilata... ieri avevo altro da fare.

@BuIliesHunter.7 scrive:
E' quello quindi il problema?


Esatto! ma è uno dei problemi... ed è l'educazione data ai figli e che spetta in primis ai genitori o tutori. Certamente con l'aiuto della scuola e della chiesa, (per cattolici ma anche non...) Qui, vi sono non credenti che presi dalla disperazione, anziché rivolgersi agli assistenti sociali, agli psicologi, ecc., chiedono un consulto, un consiglio sia ai frati che ai salesiani, altresì, associazioni per la famiglia varie.
Il problema è anche e soprattutto l'educazione che si dà ai nostri figli fin dalla tenera età.

Siamo fuori tema... ! Il tema è: "vi spiego dove nasce la violenza". (verso le donne non agli uomini)
Tuttavia, tu sfondi una porta già aperta.

OT.
Anni fa, scrissi nel mio ex blog un post il cui tema era i padri separati. Scrissi anche varie testimonianze di padri che erano stati maltrattati dalle mogli, padri disperati caduti in povertà perchè presi di mira da certe arpie! Padri che avevano abbandonati i figli non a causa di una o più amanti, o perchè maneschi, ma perchè si vergognavano... si vergognano a farsi vedere come si erano ridotti poiché la casa viene assegnata alla mamma nel 70/80% dei casi e l'assegno di mantenimento da parte del papà arriva a volte al 90/95%.

Che sia chiaro, è giusto che il babbo mantenga i propri figli, non ci piove... ma è anche giusto che vengano "vivisezionati" e poi scoperti gli stratagemmi, le tattiche di quelle mogli che, o per vendetta o per poter arraffare l'impossibile, fanno e dicono di tutto contro l'ex coniuge.
A meno che non ci siano di mezzo violenza fisica e psicologica, (questo però è un discorso a parte, delicato e che si ramifica in mille direzioni)... trovo deplorevole, vigliacco, senza amore ma molto egoista il comportamento di quelle madri (ma anche padri) che usano i propri figli contro l'altro.
In questo modo, chi ne fa le spese, chi soffre oltre ogni limite è il bambino... il/la figlio/a.
(o figli)
MAI... rivolgere al proprio figlio/a la domanda più stupida, più degradante, che esista su codesta Terra: "vuoi bene più al papà o alla mamma?"

All'epoca, la mia intenzione non era far esplodere l'ennesima guerra tra donne e uomini, tra padri e madri ma tant'è... ! Pure non volli fare un confronto elencando numeri, ossia, è scontato, è ovvio che voi fate parte di una minoranza... voglio dire che, venire ammazzati dalle mogli per gli stessi motivi vostri: rifiuto dell'essere abbandonati e il rifiuto di un NO detto con voce strozzata o voce alterata.
Ma se non è possibile confrontare i numeri che sono certi, sono evidenti... è possibile invece che anche voi abbiate una richiesta di attenzione, una voce alta da poter dire: "abbiamo bisogno di essere ascoltati... dateci voce".
Cmq, se non lo sai ma io so che lo sai... vi sono parecchi movimenti e associazioni di padri separati o divorziati su e giù per lo stivale.

Ricordo anche che mi presi più di 100 coment e tra quelli più, diciamo, meno delicati e più incazzati, erano quelli delle mie simili. Esse non compresero che il mio post, voleva essere un modo per dare voce - anche - all'altra parte, quella maschile, più nascosta e silenziosa quando di mezzo non ci sono botte e insulti o, peggio, uccisioni.


c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 27/11/2021 ore 11.34.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@BuIliesHunter.7 scrive:
Vi entrano risvolti psicologici sicuramente nell'atto della violenza e/o uccisione verso una donna, non è una questione di educazione di base e di rispetto nei confronti della medesima.
Si può parlare di fragilità psicologica dell'assassino, la non accettazione di un rifiuto, la non accettazione di una separazione, è debolezza psicologica che innesca il disastro conseguente.

L'educazione al rispetto nei confronti della donna c'entra ben poco.


C'entra invece. Ma non soltanto nei confronti della donna ma anche dell'uomo.
Come c'entra anche la fragilità psicologica dell'assassino, come ha vissuto dalla sua nascita fino a quando ha trovato l'amore della sua vita e che poi ha ucciso.

Vari esperti hanno rilevato nella psicologia che le reazioni estreme di un uomo rifiutato dipendono molto dalla stima che lui ha di se stesso e dal modo in cui la donna lo rifiuta.
Molto spesso la reazione a un "no" è infatti negativa, ma c’è un caso particolare... capita sovente che un uomo rifiutato con una debolezza, una "fragilità psicologica" come la chiami tu... tende a interessarsi ancora di più a colei che gli dice no.
Succede a parecchi uomini che quel no, lo intendono un sì, oppure: no ma vuol dire sì... mentre invece la maggioranza delle volte è un NO il cui significato è una negazione. Certo, è anche vero che ci sono molte donne che usano il rifiuto come arma di seduzione. Un tira e molla il loro che piace e le gratifica, (il mio no, non è mai stata la mia arma di seduzione) ma che anche confonde, snerva, deprime, fino a fare imbestialire l'uomo rifiutato che pensa quindi di non avere valore.
E giunti a questo livello, le liti e gli insulti si fanno sentire... eccome!
E' bene conoscere le reazioni più normali che hanno gli uomini cui si dice "no" in modo da poterne comprendere le azioni e regolarsi di conseguenza.

Importantissimo... e ci metto anche il mio fes... conoscere le radici della ferita emotiva che affonda nelle più precoci esperienze relazionali dell'infanzia, ovverosia... l'abbandono.
Molto importante è anche far emergere i momenti di relazione con i nostri genitori come esperienze di abbandono, non accettazione o non amore per poterle così esorcizzarle.
Far emerge il bambino o bambina in noi... ferito, punito, abbandonato, ancora in noi ma nascosto tra le pieghe di un cuore ammaccato, sanguinante, è importante.
Ma tra i due litiganti... ricordiamoci sempre il terzo divenuto a volte scomodo, è il figlio o la figlia. Non dimentichiamo coloro che soffrono assai di più, ossia, i nostri bambini.
Essi vivono la stessa violenza data alla madre ma doppia.

PS:
puoi sempre aprire un thread che riguarda quei padri vessati dalle proprie mogli o fidanzate. ;-)




c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 27/11/2021 ore 11.36.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@BulliesHunter.7 :

Cmq, una fragilità psicologica, pure la non capacità di gestire una relazione amorosa, pure l'incapacità di accettare un rifiuto da parte della donna, NON giustificano nessun omicidio.
Certo, uno/a può anche sbagliare, ci mancherebbe, ed è giusto dargli un'altra opportunità ma... com'è la tale locuzione latina? "errare humanum est, perseverare autem diabolicum"! L'uomo e la donna hanno il potere della scelta. Puoi sbagliare una, due volte... la terza sei un delinquente o un criminale.
motosegaro motosegaro 27/11/2021 ore 12.19.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

Lo sbaglio che viene fatto è quello di archiviare tutto come femminicidio dare la colpa agli uomini e finisce li. Bisognerebbe capire storia x storia il perché si è arrivato a questo punto, invece tutto rimane un mistero come se fosse un tabù. Sembra che ci sia un rifiuto della società nel capire cosa cè che non va oggi all'interno delle famiglie, il sapere porterebbe le persone anche a farsi aiutare e evitare che dei bambini rimangano orfani
85.Maya 85.Maya 27/11/2021 ore 14.01.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@c.ioccolatino111 scrive:
Importantissimo... e ci metto anche il mio fes... conoscere le radici della ferita emotiva che affonda nelle più precoci esperienze relazionali dell'infanzia, ovverosia... l'abbandono.
Molto importante è anche far emergere i momenti di relazione con i nostri genitori come esperienze di abbandono, non accettazione o non amore per poterle così esorcizzarle.
Far emerge il bambino o bambina in noi... ferito, punito, abbandonato, ancora in noi ma nascosto tra le pieghe di un cuore ammaccato, sanguinante, è importante.
Ma tra i due litiganti... ricordiamoci sempre il terzo divenuto a volte scomodo, è il figlio o la figlia. Non dimentichiamo coloro che soffrono assai di più, ossia, i nostri bambini.


clap clap clap
Bullshit.Detector Bullshit.Detector 27/11/2021 ore 17.58.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@BulliesHunter.7 scrive:
o educare le donne adulte a non invaghirsi/innamorarsi del bello e tenebroso un pò testa di cazzo.

:hoho
Bullshit.Detector Bullshit.Detector 27/11/2021 ore 18.07.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Vi spiego dove nasce la violenza sulle donne

@neraxnera : Avete riempito l'Itaglia di energumeni stranieri cavernicoli, e adesso frignate..andate in tunisia a hare le vostre battaglie...e lasciate in pace gli Italiani che di pazienza ne hanno fin troppa...
chi era quello che l'altro giorno ha fatto una strage familiare? Non era un tunisino?

Tutti gli ultimi omicidi di donne sono stati commessi da stranieri

Compresa l'ALBANESE donna BADANTE CHE HA UCCISO IL SUO BADATO ANZIANO pochi giorni fa

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.