Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 09.56.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@teneroeperverso60 scrive:
Il tuo solito insulso pippone basato sulla più pura aria fritta inconsistente scritto unicamente per avere l'ultima parola...ma non ti fai mai SCHIFO delinquente?
La pena Capitale per cialtroni inutili e pregiudicati tuoi pari dovrebbe essere la REGOLA.


Non ci crederai ma capisco anche te.
La considerazione positiva o negativa della pena di morte si basa sul valore attribuito alla vita umana.
Tale attribuzione nasce, di regola, da un confronto con la propria.
Poiché personalmente reputo preziosa ed insostituibile la mia vita riconosco alto valore anche alla vita altrui, negando conseguentemente qualsiasi principio di giustizia ad una soppressione fisica, anche se legittimata da provvedimenti giudiziari.
Di contro tu reputi irrilevante o persino appagante uno o più omicidi di Stato.
Questo perché, facendo il confronto con la tua, non riconosci alcun valore alla vita altrui.
E su questo posso anche concordare.
Se anche la mia vita avesse la stessa qualità della tua mi verrebbe assai difficile attribuirle un qualsiasi valore e, conseguentemente, riterrei analogamente irrilevante qualsiasi altra vita.
E' indubbio che il valore di una vita si basa sul vuoto che lascia quando questa termina.
Un vuoto che può essere grande, immenso o infinito da parte di una qualsiasi persona normale.
Irrilevante da parte di una forma di vita destricola.
orinzio orinzio 01/12/2021 ore 09.59.30
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@marianute :

condivido. analisi perfetta.
teneroeperverso60 teneroeperverso60 01/12/2021 ore 10.02.52
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 :

Bla Bla Bla... eterno buffone e pippaiolo mentale
..ma quanto inizierei a evolvere, miserabile tombarolo pseudo aculturato?
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 10.07.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@marianute scrive:
L'istinto non si può regolare con la ragione, o perlomeno è molto difficile. Chi compie crimini odiosi, ci ricasca. Se lo togli di mezzo, elimini la possibilità di reiterare.


L'uomo, inteso come essere umano, è un animale dove razionalità ed istinto si compendiano.
A volte compie scelte in base all'uno, a volte all'altro.
Le sanzioni giudiziarie nascono come deterrente atto ad evitare scelte istintive che provochino danni a terzi.
Esse funzionano fino a quando la razionalità riconosce il subire tali sanzioni come prezzo eccessivo rispetto al soddisfacimento dei propri istinti.
Se un certo numero di individui vorrebbe rubare, stuprare, aggredire o uccidere la maggior parte di loro non lo fa per evitare di rispondere di tali atti.
Coloro che li compiono sono infatti una esigua minoranza rispetto a quelli che vorrebbero compierli.
Se su un campione di mille individui abbiamo due/tre/cinque ladri, truffatori o pervertiti è una percentuale accettabile rispetto alla massa globale della popolazione.
Ma come si fa a gestire un certo numero di individui che, consci di non avere più nulla da perdere, si sentono liberi di dar sfogo ai propri istinti più sanguinari?

Ti faccio un piccolo esempio:
Ipotizziamo la pena di morte per omicidio.
Un individuo ha già ucciso.
Sa che se lo prendono per lui non c'è scampo.
Entra in casa mia per rubare o mi rapina per strada.
Visto che tanto non ha più nulla da perdere cosa farà?
Si accontenterà di derubarmi o mi toglierà anche la vita visto che uno in più o in meno per lui non fa alcuna differenza?
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 10.10.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@teneroeperverso60 scrive:
Bla Bla Bla... eterno buffone e pippaiolo mentale
..ma quanto inizierei a evolvere, miserabile tombarolo pseudo aculturato?


L'evoluzione segue linee complesse.
Se fossi ancora al tuo livello anch'io manifesterei quotidianamente rabbia, frustrazione, astio e bisogno di violenza.
Potrei suggerirti qualche testo edificante.
Ma dubito lo useresti diversamente dal livellare le gambe del tavolo.
ClUbHoUSeMiLaNo ClUbHoUSeMiLaNo 01/12/2021 ore 10.15.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 scrive:
Ma se commetto un singolo reato sanzionato dalla pena capitale cambio registro.
Posso uccidere, stuprare, violentare, sterminare indiscriminatamente.
Che mi frega se si sommeranno altre imputazioni a quelle precedenti?
Tanto possono ammazzarmi una volta sola.
E visto che non ho più nulla da perdere cosa mi impedisce di dar sfogo ad ogni mio istinto criminale?

Secondo me ad incidere sulla quantità di crimini di un singolo soggetto non è la pena bensì la reperibilità delle armi.
Prendiamo ad esempio il Giappone e alcuni Stati degli USA. In Giappone è difficile reperire un'arma mentre negli Stati Uniti il diritto di possedere un'arma è regolato dal secondo emendamento. Infatti il tasso di omicidi negli Stati Uniti è di 5,5 mentre in Giappone è 0,2.
marianute marianute 01/12/2021 ore 10.17.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 : Penso che sono rari i casi di crimini efferati che perdurano nel tempo. Di solito vengono trovati i colpevoli abbastanza velocemente. Eccezioni doverose, tipo il caso Pacciani.
teneroeperverso60 teneroeperverso60 01/12/2021 ore 10.17.14
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

Povero troglodita con qualche parvenza grammaticale spacciata per esperienza culturale...Puoi forse incantare tanti..Non tutti. Traditore e delinquente pregiudicato resti e questo marchio di INFAMIA lo cancellerai MAI con i tuoi fumosi e inutilmente prolissi sproloqui...
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 10.25.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@ClUbHoUSeMiLaNo scrive:
Secondo me ad incidere sulla quantità di crimini di un singolo soggetto non è la pena bensì la reperibilità delle armi.
Prendiamo ad esempio il Giappone e alcuni Stati degli USA. In Giappone è difficile reperire un'arma mentre negli Stati Uniti il diritto di un'arma è regolato dal secondo emendamento. Infatti il tasso di omicidi negli Stati Uniti è di 5,5 mentre in Giappone è 0,2.


Quello che hai esposto è un fattore da tenere in dovuta considerazione.
Ma credo ne esistano anche altri.
Nel Giappone che hai citato esiste una antica tradizione sociale.
Questa contempla vari e diffusi principi di solidarietà tra connazionali.
Personalmente non credo che i nipponici giungerebbero ad un livello di criminalità analogo a quello americano se disponessero della stessa facilità all'acquisizione di armi.
Diverso il discorso in Italia.
Ci detestiamo tra connazionali, tra corregionali, tra concittadini, tra abitanti dello stesso quartiere, dello stesso residence, persino dello stesso palazzo o della stessa famiglia.
In Italia si odia per razza, per religione, per provenienza geografica, per stato sociale, per tendenze sessuali, per schieramenti ideologici, sociali, culturali ...
Insomma, posso anche sbagliarmi, ma a mio avviso se introduciamo la pena di morte in Italia non sapremmo più dove smaltire i cadaveri.
ClUbHoUSeMiLaNo ClUbHoUSeMiLaNo 01/12/2021 ore 10.35.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 scrive:
In Italia si odia per razza, per religione, per provenienza geografica, per stato sociale, per tendenze sessuali, per schieramenti ideologici, sociali, culturali ...
Insomma, posso anche sbagliarmi, ma a mio avviso se introduciamo la pena di morte in Italia non sapremmo più dove smaltire i cadaveri.

L'uomo è egoista se non cattivo per natura e spesso detesta il prossimo. Grazie alle norme giuridiche, religiose o sociali si riesce a convivere all'interno di una società.
Quindi personalmente sostengo che in presenza di precetti più rigidi e sanzioni più severe, la convivenza sarebbe più civile.
Purtroppo ancora oggi solo una piccola percentuale di individui riesce ad essere civile in assenza di imposizioni.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.