Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

c.ioccolatino111 01/12/2021 ore 14.44.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 scrive:
C'è chi si eccita nell'interpretare il ruolo del boia.


Tu ti ecciti a scrivere una miriade di cazzate, questo è il tuo vero hobby.
c.ioccolatino111 01/12/2021 ore 14.46.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 scrive:
C'è chi si eccita nell'interpretare il ruolo del boia.
Per il piacere che prova nel sentirsi detentore del potere di vita e di morte.
Per la soddisfazione libidinosa che gli giunge dal sopprimere una vita.
Perché le vite altrui ai suoi occhi non hanno alcun valore.


In breve, hai descritto perfettamente il modus operandi di feroci dittatori.
(che tu, a quanto pare, difendi)
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 14.57.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@c.ioccolatino111 scrive:
Non tergiversare omuncolo. E non mettermi in bocca quello che pensi tu ma non hai il coraggio di scriverlo.


Per i pedofili e serial killer, io sono favorevole alla pena di morte.

Quanto sopra lo hai scritto tu.
Ma non ti ho vista pretendere la testa di un ultracinquantenne che si va a sbattere due ragazzine quindicenni.
Non ti ho vista sottolineare che un atto di pedofilia è tale solo in base a tua valutazione discrezionale.
Non ho visto pretendere per il tuo camerata la stessa sanzione che auspichi per chiunque altro.

Curiose omissioni, vero?

Crisi di coscienza?
Solidarietà umana?
Propensione alla clemenza?

Ma no, semplice ipocrisia.
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 14.58.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@c.ioccolatino111 scrive:
scrivere una miriade di cazzate


Quando riuscirai a citare la prima ed a dimostrarla tale stapperò una delle bottiglie che tengo in cantina.

P.S.: Ma temo che diventeranno aceto prima di quel giorno. x:-)
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 15.01.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@c.ioccolatino111 scrive:
In breve, hai descritto perfettamente il modus operandi di feroci dittatori.
(che tu, a quanto pare, difendi)


Tra i feroci dittatori che la storia ricorda rientra il pelato finito appeso a testa in giù.
Giusto quello che hai in più occasioni difeso.

Vuoi che citi anche quando e come?
Oppure preferisci parlare del tempo e della salute della gente? x:-)
Frank.Castle63 Frank.Castle63 01/12/2021 ore 16.13.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@c.ioccolatino111 scrive:
Ricordo cosa mi rispondesti quando ti feci questa domanda: se qualcuno toccasse la tua Miranda... cosa faresti? Cosa fai?


Questa non l'avevo notata.
Devo pensare che nel democratico impero costituzionale padano il procedimento giudiziario, la sentenza a conclusione dello stesso e la decisione inerente l'eventuale sanzione a carico dell'imputato riconosciuto come colpevole sia competenza della parte lesa e non di un potere giudiziario evidentemente inesistente in tale loco?
Sarebbe divertente.
Pensa a quanti omosessuali sancirebbero la pena dell'ergastolo o capitale nei confronti del selfini per aver negato loro il diritto alla genitorialità.
Pensa a quanti operatori sindacali sancirebbero analoga sanzione nei confronti dell'anguria che ha cercato di giustificare gli aggressori della CGIL di Roma, Castellino compreso.
Pensa a quanti genitori con una figlia minorenne stuprata o sedotta da un ultracinquantenne stabilirebbero analoga sentenza nei confronti del Floriani per essersi sbattuto due ragazzine quindicenni, e magari anche nei confronti della consorte per aver coperto e giustificato un pedofilo.

Ah, già, vero, nel tuo mondo la Legge risponde al tuo arbitrio personale, mica a quanto redatto sui Codici che la contengono. x:-)
marianute marianute 02/12/2021 ore 09.21.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 : Anche della povera signora Ragusa non trovò il corpo, ma gli indizi portarono tutti al marito, e che indizi! Sul padre dei fratellini non ci furono indizi così, ed il veleno della moglie fu considerato a ragion veduta solo veleno. Non è che la nostra polizia sia perfetta, per carità di Dio (vedi caso Denise...) ma di solito funziona bene.
Frank.Castle63 Frank.Castle63 02/12/2021 ore 09.32.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@marianute scrive:
Anche della povera signora Ragusa non trovò il corpo, ma gli indizi portarono tutti al marito, e che indizi! Sul padre dei fratellini non ci furono indizi così, ed il veleno della moglie fu considerato a ragion veduta solo veleno. Non è che la nostra polizia sia perfetta, per carità di Dio (vedi caso Denise...) ma di solito funziona bene.


Verissimo.
E le indagini della magistratura sono molto più approfondite ed accurate di quanto un qualsiasi imbecille che coltiva le proprie cognizioni legali guardando i telefilm americani potrebbe supporre.
L'errore giudiziario può sempre accadere, ma costituisce l'eccezione, non la regola, anche se molti li usano per delegittimare un intero potere dello Stato, quello giudiziario.
Ma se vogliono un mondo perfetto dovrebbero suicidarsi sperando nel paradiso, perché sulla Terra non esiste.
Ma un errore che comporta un periodo più o meno lungo di detenzione può sempre essere corretto e la vittima dello stesso risarcita.
Ma come fai a correggere una sentenza capitale rivelatasi sbagliata?
Chiedi scusa?
Resusciti la vittima innocente?
Risarcisci coloro che lo hanno perso?
E di quanto?
Quanto vale una vita umana?

marianute marianute 02/12/2021 ore 09.40.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@Frank.Castle63 : Ok, ok, ma è come trovare un fagiolo in mezzo alle lenticchie....può succedere, ma raramente in confronto ai casi giudicati con doverosa attenzione.
Frank.Castle63 Frank.Castle63 02/12/2021 ore 10.07.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Pena di morte

@marianute scrive:
Ok, ok, ma è come trovare un fagiolo in mezzo alle lenticchie....può succedere, ma raramente in confronto ai casi giudicati con doverosa attenzione.


Cerca di comprendere ciò che desidero comunicarti.

Tu parti dal principio che un errore giudiziario costituisce una eccezione alla regola, ed è del tutto vero.
Ti basi anche sul fatto che non avendo commesso reati non hai nulla da temere dalla magistratura.
E questo lo pensavo anch'io fino alla prima metà degli anni novanta.
Poi mi sono trova immischiato in una storia assurda insieme a persone assai care.
Una storia dove emergevano accuse di reati ignobili quali simonia, appropriazione indebita, atti osceni in luogo consacrato, spaccio di stupefacenti a minorenni, atti di pedofilia.
Una situazione di livello kafkiano che vedi quasi come un incubo dal quale non riesci a svegliarti.
Tra i nostri accusatori vi erano un ministro del culto ed un ufficiale dell'arma.
Gente la cui parola veniva giudicata pesante ed incontestabile se non addirittura a livello probante.
Alla fine si venne a sapere che era proprio il sacerdote ad appropriarsi degli arredi sacri, alcuni di grande valore, per rivenderli, era lui a fare uso di droga ed a fornirla ai suoi protetti, era lui a farsi i ragazzini che frequentavano la sua parrocchia, il milite era invece semplicemente corrotto, faceva da intermediario tra il sacerdote ed il ricettatore, e proteggeva i suoi interessi.
Ti chiederai cosa centravamo noi.
Nulla, semplicemente servivano dei colpevoli ai quali additare le loro colpe, ed hanno approfittato dell'inventario che avevamo svolto alcuni mesi prima per accusarci.
Grazie al cielo abbiamo potuto dimostrare la nostra estraneità ai fatti, anche se tale brutta storia mi è costata anni da incubo, la perdita del lavoro, una barca di soldi e soprattutto la perdita del mio amico più fraterno che non ha visto la fine del processo poiché stroncato da un infarto.
Ma è lecito chiedersi: cosa sarebbe successo se non fossimo riusciti a dimostrare la nostra innocenza?
Magari oggi sarei un pregiudicato con qualche anno di detenzione alle spalle.
E se, come tanti auspicano, ci fosse stata la pena di morte per spacciatori o pedofili?
Oggi non ci sarei più.
Dopo cosa avrebbero fatto tutti coloro che oggi si mostrano tanto intransigenti e generosi con le vite altrui?
Chiedevano scusa a mia figlia?
Oppure passavano la cosa nel dimenticatoio come se non fosse successo niente?

Mi auguro tu possa aver ben compreso ciò che desideravo comunicarti.

N.B.: Non crederti mai al sicuro, c'è sempre in giro qualcuno al quale serve un colpevole al quale additare i propri reati. Non importa chi. Ieri sono stato io, oggi potrebbe esserlo qualcun altro, domani potresti esserlo anche tu.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.