Salute e Benessere

Salute e Benessere

Sei in forma o hai qualche chilo di troppo? Scambiamoci qualche idea su come mantenere la linea!

sailoorvenus sailoorvenus 12/06/2014 ore 20.05.58
segnala

(Nessuno)legalizzazione droghe leggere

Buonasera,
chi di voi è per la legalizzazione di droghe leggere es. marjiuana, hashish?
se si motivi
se no motivi
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 12/06/2014 ore 22.34.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

sailoorvenus scrive:
se si motivi

Favorevole alla legalizzazione, così come sono favorevole alla possibilità di aborto, alla riapertura delle case chiuse, ai matrimoni omosessuali, possibilità di eutanasia e così via.
Favorevole perchè su attività particolari quali droga o prostituzione, se legalizzate, ci sarebbero maggiori controlli e quindi maggiore sicurezza. Il proibizionismo non porta nulla di buono, tanto le attività considerate illegali vengono esercitate ugualmente, quindi a questo punto meglio che siano legalizzate e controllate.
E comunque io sono favorevole alla libertà, non al negazionismo. La libertà deve essere lasciata a tutti, sarà poi l'individuo a scegliere per sè.
Trovo limitato chi si batte per limitare la libertà altrui.
Enantiomere86 Enantiomere86 12/06/2014 ore 22.41.56
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

Guerriera.Batterista scrive:
Favorevole alla legalizzazione, così come sono favorevole alla possibilità di aborto, alla riapertura delle case chiuse, ai matrimoni omosessuali, possibilità di eutanasia e così via.
Favorevole perchè su attività particolari quali droga o prostituzione, se legalizzate, ci sarebbero maggiori controlli e quindi maggiore sicurezza. Il proibizionismo non porta nulla di buono, tanto le attività considerate illegali vengono esercitate ugualmente, quindi a questo punto meglio che siano legalizzate e controllate.
E comunque io sono favorevole alla libertà, non al negazionismo. La libertà deve essere lasciata a tutti, sarà poi l'individuo a scegliere per sè.
Trovo limitato chi si batte per limitare la libertà altrui.


Discorso giusto, ma vale il discorso per il fumo, cioè qualunque attività che danneggi oggettivamente la salute (come la droga) deve essere sottoposta a rincari e il soggetto emarginato socialmente. Un diritto di chi poi sarà costretto a contribuire alle spese mediche di chi si ammala per i suoi "vizi". Se si vuole curare bene, piena disponibilità, se no è libero di assumere le droghe ma io sono libero di emarginarlo. L'eutanasia invece per me non ha senso sotto certi aspetti. Ha senso se richiedi di farti ammazzare quando già sei in una fase di incapacità di intendere e volere e hai voluto godere fino in fondo i momenti di lucidità. Non ha senso invece per uno che ha perso una gamba o ha il tumore e vuole farla finita prima. In questo caso il soggetto non ha alcun diritto di chiedere ad altri di avere il coraggio di fare qualcosa per cui lui non ha il coraggio.
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 12/06/2014 ore 23.11.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

@ Enantiomere86: quello che dici è corretto. Purtroppo le variabili da tenere in conto sono tantissime però se dovessimo tenere conto dell'etica, si va sul difficile.
Allora non avrebbe diritto neppure alle cure un obeso che per anni si è ingozzato, così come un anoressico che si è rifiutato di mangiare, o un ragazzo che ha bevuto troppo alcol il sabato sera in discoteca finendo magari in coma etilico, o appunto chi ha fumato, o chi non ha avuto una vita sana in termini alimentari, di attività fisica e via dicendo. Alla fine è il sistema alla base che è marcio, ed alle aziende ospedaliere, alle industrie farmaceutiche ed alle multinazionali, avere gente ammalata porta profitto.
E' difficile essere giusti e vivere nel giusto, in una società che comunque trae un profitto dal tuo vivere male, e che invece di combatterlo lo alimenta.
Nelle scuole pubbliche dovrebbero proibire le macchinette con le merendine e le patatine, e mettere invece yogurt e frutta fresca (come avevano fatto nel mio liceo, che era molto ma molto avanti).

Riguardo l'eutanasia non condivido molto il tuo discorso. Condivido la distinzione che tu fai tra chi non è più in grado di intendere e di volere e tra chi invece ha un tumore ma...anche affrontare una malattia come un tumore è comunque devastante, è differente da caso a caso e dipende tanto da come ciascuno se la vive... per questo motivo io sono favorevole all'eutanasia: solo noi siamo padroni di noi stessi, non possiamo giudicare o valutare secondo il nostro criterio la sofferenza altrui. Senò diventiamo molto simili ai credenti estremisti, che vogliono imporre la propria visione religiosa anche agli altri.
Proprio per questo motivo credo sia importante la libertà di scelta.
Enantiomere86 Enantiomere86 12/06/2014 ore 23.29.27
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

Guerriera.Batterista scrive:
Nelle scuole pubbliche dovrebbero proibire le macchinette con le merendine e le patatine, e mettere invece yogurt e frutta fresca (come avevano fatto nel mio liceo, che era molto ma molto avanti).


Ma se tu parli di libertà e non di negazionismo, perché proibire le macchinette con merendine e patatine? Per quanto riguarda gli obesi, il discorso è semplice. I cibi che sono più a rischio dovrebbero subire dei rincari, come si fa per le sigarette. Quindi no alla proibizione, ma il soggetto è disincentivato dall'acquistare prodotti che poi gli faranno "male". D'altronde vai a vedere quanto costano in Svezia, nella top 5 dei paesi più felici al mondo, gli alcolici. Niente proibizionismo, ma gli alcolici costano così tanto che o non vengono acquistati o gli alcolisti che ci sono pagano, ma i costi sanitari rientrano. Mentre il discorso sugli anoressici è diverso. Avevo infatti dimenticato di specificare che il danno è sì alla propria salute ma un danno che poi ricade sul collettivo. Fumo, alcol, obesità... sono tutti vizi e malattie che si ripercuotono nelle casse dello Stato. Un anoressico, sarà anche brutto da dire, ha anche lui il sacrosanto diritto di morire se è ciò che desidera. Uno prova a spiegargli che può cambiare la sua vita, ma poi è lui che deciderà se vivere o no.

Guerriera.Batterista scrive:
anche affrontare una malattia come un tumore è comunque devastante, è differente da caso a caso e dipende tanto da come ciascuno se la vive... per questo motivo io sono favorevole all'eutanasia: solo noi siamo padroni di noi stessi, non possiamo giudicare o valutare secondo il nostro criterio la sofferenza altrui. Senò diventiamo molto simili ai credenti estremisti, che vogliono imporre la propria visione religiosa anche agli altri.


Finché sei capace di intendere e di volere, anche se debilitatissimo, puoi ancora riuscire ad ammazzarti "prima". Si tratta di una tua scelta, appunto, come dici tu siamo solo noi i padroni di noi stessi. Per questo trovo ingiusto che chi soffre di tumore reputato (a torto o a ragione) incurabile chieda ad altri di ucciderlo al suo posto. Non è giusto, se è un nostro desiderio dobbiamo essere noi a provvedere. Piuttosto si legalizzano i famosissimi kit per l'eutanasia. Su questo sono favorevolissimo. Chi si vuole ammazzare, per qualunque ragione, lo acquista e si ammazza da solo. Rimango contrario al medico che ti fa l'iniezione per farti morire. A meno che non sia il caso che ho spiegato.
palmerino1965 palmerino1965 13/06/2014 ore 00.41.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

la legalizzerei la droga leggera per eliminare il business della droga da parte delle varie mafie.
investirei molti soldi nel sistema scolastico per limitare questa pratica nelle giovani leve.
chi lavora in posti di responsabilità (maestri, autisti... ) non dovranno assumere nessuna sostanza, pena il licenziamento.
libertà fino ad un certo punto.
18149445
la legalizzerei la droga leggera per eliminare il business della droga da parte delle varie mafie. investirei molti soldi nel...
Risposta
13/06/2014 0.41.15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
JankoJanko88 JankoJanko88 14/06/2014 ore 21.06.47 Ultimi messaggi
sailoorvenus sailoorvenus 14/06/2014 ore 23.32.02
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

io sono contraria a qualsiasi legalizzazione della droga leggera pesante che sia anzi se fosse per me le abolirei tutte in quanto portano solo danni sia fisici che mentali e in più vengono incentivate più malattie, morti e delinquenza, aumento di spacciatori e poi la società giovanile non essendo di grandi valori già adesso figuramoci se fossero legalizzate le droghe leggere, se fosse per me abolirei anche il commercio dell'alcool e il fumo ma forse chiedo troppo.
Le cure contro il fumo ci già pensando la sigaretta elettronica in quanto non contiene catrame e così molta gente smette di fumare subito
Sono favorevole alla legalizzazione dei matrimoni omosessuali, all'aborto, alla riapertura delle case chiuse e alla possibilità di eutanasia
legalizzazione dei matrimoni omosessuali perché se delle persone vivono una relazione con altre persone dello stesso sesso che si vogliono un mondo di bene e sono intenzionate a sposarsi è giusto che si sposino e mettono su una famiglia e dirò anche più molte coppie omosessuali sanno amare molto di più di tante coppie eterosessuali che ormai stanno in coppia tanto per non vivere sempre da single, per non stare neanche un'attimo da soli, per arrivare all'obiettivo di fare sesso e litigano sempre per non parlare poi degli episodi che succedono dopo la rottura della relazione come stalking, litigi feroci che portano perfino alla denuncia, corteggiamento/lecchinaggio allo scopo di ritornare assieme
per quanto riguarda l'aborto la donna è giusto che abortisca perché se non può tenere un bebè in grembo perché se studia, non lavora e non vuole responsabilità magari ha pure il fidanzato con cui non va d'accordo e non si prende nessuna responsabilità non è giusto che la donna porti avanti la gravidanza magari trovandosi da un momento all'altro sola ed abbandonata da sé stessa
riguardo alla riapertura delle case chiuse diciamo che sono d'accordo solo in parte in fondo mica spariranno i magnaccia dal mondo della prostituzione perché credo che ci saranno sempre prostitute che saranno costrette a prostituirsi anche se dico alla fine anche la prostituzione dev'essere una scelta personale se una donna vuole proprio fare questo tipo di lavori
per l'eutanasia sono d'accordo perché una persona malata da moltissimo tempo con mali incurabili magari in coma profondo in stato vegetativo da anni e praticamente cura senza guarigione, senza miglioramento di salute, riprese è inutile tenerla in vita perché è pesante mantenere e accudire la persona in tali degenze vedere nel caso di Eluana
questo è il mio pensiero
E.nantiomere86 E.nantiomere86 15/06/2014 ore 00.24.23
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

Sono state dette talmente tante ingenuità, evidentemente dettate anche dalla rabbia, che non saprei neanche da dove iniziare per demolire le pseudoargomentazioni proposte. Basta solo far notare che la mafia in America si è resa famosa anche proprio con il proibizionismo, con il contrabbando di alcolici.
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 15/06/2014 ore 01.04.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: legalizzazione droghe leggere

Enantiomere86 scrive:
Ma se tu parli di libertà e non di negazionismo, perché proibire le macchinette con merendine e patatine?

Forse in effetti ho sbagliato ad utilizzare il termine PROIBIRE, ed avrei dovuto usare quello di EDUCARE.
Se in una scuola mettono macchinette per la distribuzione delle merende che vendono solo ed esclusivamente merendine, snack dolci, bibite piene di zucchero oppure cibi molto salati, senza dare possibilità di scelta, se permetti io mi faccio qualche domanda.
Credo che quasi qualsiasi bambino (e forse anche quasi qualsiasi adulto) di fronte ad una mela e ad una merendina, sceglierebbe la seconda... io non dico che si debba proibire, però educare o comunque lasciare la possibilità di scelta.
Penso anche che a maggior ragione in alcuni ambienti che comunque dovrebbero avere una funzione EDUCATIVA, dovrebbero perlomeno insegnare a ragionare con la propria testa, e non favorire già dagli inizi comportamenti che a lungo andare potrebbero incidere negativamente sull'individuo.
Trovo altresì scorretto che in luoghi che dovrebbero davvero combattere per l'uguaglianza delle persone o comunque EDUCARE senza già inculcare determinati ideali, quali ad esempio tribunali o appunto scuole, siano appesi crocefissi. Ma questo è un altro discorso, lasciamo stare senò non terminiamo più... :hihi

Enantiomere86 scrive:
trovo ingiusto che chi soffre di tumore reputato (a torto o a ragione) incurabile chieda ad altri di ucciderlo al suo posto. Non è giusto, se è un nostro desiderio dobbiamo essere noi a provvedere.

Non trovo giusto negare a prescindere la possibilità di farlo ma trovo scorretto, come dici tu, il fatto che l'azione debba essere compiuta da qualcun altro.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.