Salute e Benessere

Salute e Benessere

Sei in forma o hai qualche chilo di troppo? Scambiamoci qualche idea su come mantenere la linea!

E.nantiomere86 E.nantiomere86 03/07/2014 ore 12.23.27
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

palmerino1965 scrive:
esempio mi dicono che per vivere in questa società bisogna lavorare per essere realizzati e essere felici nel comprare quanto di bello ogni anno di moderno ci viene prodotto?


Chi dice una sciocchezza del genere?

Comunque per me il problema non è tanto delle multinazionali, ma come alcune (alcune, non tutte!) sono gestite, puntando primariamente al solo e unico guadagno. Trovo che sia giusto guadagnare, perché i brevetti e le ricerche hanno costi, ma non trovo giusto agire per il solo interesse economico. Ma è proprio l'aspetto economico che spinge le multinazionali a non affidarsi a rimedi da erboristeria non provati scientificamente, a meno di non usare terze vie come aziende piccole gestite da loro ma a cui non danno il diritto di usare il nome della multinazionale. O appunto la Boiron, che vende prodotti omeopatici ma l'oscillococcinum è talmente una genialata che è acquistato dai fanatici della chimica o.O.
palmerino1965 palmerino1965 03/07/2014 ore 12.42.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

E.nantiomere86 scrive:
Qui il problema è che siamo in troppi al mondo, in eccesso almeno di 3 mld di persone. Io sono della filosofia che si dovrebbe imparare a invecchiare bene e fare figli solo se realmente si hanno le capacità (economiche e psicologiche).


se si evitasse l'allevamento degli animali e la coltivazione di vegetali solo per avere mangime, avremo di che sfamare più dell'attuale popolazione mondiale.
adesso invece peggioriamo il tutto coltivando vegetali per avere carburante "verde"; invece di ridurre l'impatto ambientale questa società del Capitale ha sempre più bisogno di energia per sopravvivere.

e siccome ogni ciclo ha un un suo inizio , una sua ascesa, discesa e poi una fine... ancora non ci siamo accorti che siamo nella fase calante. :-(
ogni società segue questo ciclo; pensiamo all'Impero Romano e attualmente l'Impero Americano sta lasciando il passo a quello dei nuovi Paesi emeregenti.
il problema non è "se" avverrà questo passaggio, ma "quando" (a breve o tra alcuni anni) e "come" (crisi economica con o senza guerre locali/mondiali) che mi preoccupa.
palmerino1965 palmerino1965 03/07/2014 ore 12.51.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

E.nantiomere86 scrive:
Chi dice una sciocchezza del genere?


lo dicono ogni giorno in tv, per esempio; c'è gente che si suicida perché perde il lavoro.
se non fosse così importante perché ci fanno una testa così sul dover trovare lavoro, sul problema dei disoccupati, del trovare nuova sistemazione per gli esuberi (vedi il caso Alitalia), eccetera...
il lavoro è importante, ma non deve essere la priorità.

siamo così condizionati che molti pensionati si ammalano perché non sanno come passare il tempo libero a loro disposizione.
paradossale: ci siamo costruiti una prigione e ne siamo contenti.
chi ha inventato il capitalismo ci conosceva bene...
xeex xeex 04/07/2014 ore 15.59.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

@ palmerino1965:

Guarda se riuscissimo ad inculcare appunto che la società siamo noi, che la collettività siamo noi e che pertanto siamo soggetti attivi, già sarebbe tanto...sarebbe appunto la base per cambiare :-)
18185556
@ palmerino1965: Guarda se riuscissimo ad inculcare appunto che la società siamo noi, che la collettività siamo noi e che...
Risposta
04/07/2014 15.59.06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
palmerino1965 palmerino1965 05/07/2014 ore 01.31.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

se non ci riuscissimo, sarà la prossima (vera) grande crisi economica e in seguito sociale che presto si abbatterà a doverci per forza comprendere ciò. :-(
e sarà doloroso svegliarsi in un mondo ben diverso da come attualmente oggi ancora diamo per scontato.

metaforicamente, nel 2008 la crisi economica era come l'urto sugli scogli subìto dalla Concordia nei pressi dell'isola del Giglio.
ancora non ci hanno detto che stiamo affondando e nel frattempo ci fidiamo del nostro comandante Schettino (leggi: Banca BCE) che nel frattempo si accorda con i piani alti della Costa Crociere (leggi: FED e compagnia bella) per il da farsi su come posticipare al massimo l'inevitabile affondamento.
loro lo sanno.
intanto stiamo sbandando paurosamente da anni (recessione che non finisce mai) e sembra che da un momento all'altro ancora aspettiamo un miracolo dall'alto.
come bravi soldatini.

io non sono ancora sceso dalla nave però mi sono messo il salvagente e mi sto dirigendo verso una scialuppa (leggi: buona parte del denaro in banca l'ho sostituito con monete d'argento incominciando a vagliare possibili alternative per essere autosufficiente dallo Stato) al fine di essere pronto e leggero (leggi: svenderò i troppi oggetti che da tempo non uso...) per non essere preso alla sprovvista.
spero che ancora si abbia qualche anno, anzi che ci sia anche una ripresa, in modo da essere facilitato nella vendita dei miei attuali averi.

palmerino1965 palmerino1965 05/07/2014 ore 01.51.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

ps: io sono un ottimista. :sbong
credetemi è così. :-)
è importante essere realisti, però.

da alcuni decenni la moneta non è più legata all'oro fisico; da quando Nixon nel 1971 ha svincolato ciò, abbiamo di fatto una moneta fiat (ovvero vale solo perché le diamo noi fiducia) e da allora sono iniziati i casini con l'indebitamento sempre maggior delle Nazioni verso le Banche Mondiali.
quest'ultime (ricordo: sono in mano ai privati), non contente, si sono inventati sistemi finanziari simili alle catene di S. Antonio, chiamate "Derivati"; in pratica già sanno che crollerà questo sistema fittizzio, virtuale, complicato da comprendere anche agli addetti ai lavori e questo pur di fare soldi facili; l'unica sicurezza è che i banchieri non ci rimetteranno mai.

intanto la Cina, la Russia, l'India... stanno comprando a man bassa oro fisico; altresì la Cina sta velocemente diventanto la moneta "globale" negli scambi commerciali.
sono tutti segnali che la ricchezza dall'Occidente stia passando in Oriente.

cosa facciamo intanto noi?
nulla: stiamo molto attenti se la persona arrestata recentemente sia colpevole dell'omicidio della ragazza nei pressi di Bergamo avvenuto qualche anno fa (ma che ci frega!) e fiduciosi per le rassicurazioni di Renzi nel portare l'Italia ad un inversione di rotta con tangibili (?) riforme istituzionali.
se questo e altro non ci basta, possiamo buttarci (letteralmente) nel gioco.
del resto finché siamo noi che permettiamo di spremerci come limoni... facciamoci stretti stretti.

xeex xeex 07/07/2014 ore 14.20.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il principio delle multinazionali

@ palmerino1965:

Speriamo confidiamo nell'ottimismo ma anche in un po' di intelligenza!!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.